Bella vista – arrivo con nave…


[ id=6886 w=320 h=240 float=center]

COMMENTO:

Dalla California Agostino Caserta

Foto da cornice. Si apprezza il look verde dell’isola di oggi ma, non c’e dubbio che manca qualcosa….. Cosi il paese e’ allo stato naturale, oggi si vedono invece molti molti alberi…..dappertutto. Questa foto e’ un classico, ricorda ” la Terra Trema ” di L. Visconti che racconta la vita dei pescatori di Acitrezza.
Si vede perfettamente la stradella che porta alla Torre S. Maria, delimitata dai muri della Villa Maggiore, non esiste ancora l’edificio delle Scuole Elementari e neanche “Le terrazze”, si vede la “Rotonda” che scende verso la vecchia Banchina ma non esiste ancora la stradella che porta all’odierno molo sotto la Villa Gargano. La Torre S. Maria e’ allo stato originale con accanto la casa del Sig. Tanis. Le case dei pescatori sono ancora li e si vede benissimo ” a scalunata e’ mari ” all’altezza dell’ Ecce Homo. Non esiste il Faraglione nel Porto e neanche la protezione attuale a portici per le barche, e l’unica banchina di allora dell’isola sembra in costruzione. Al “Cafausu” si nota la casetta che Carlo Natale recentemente ha restaurato e da cui c’e’ una vista paese coperto completamente dal verde formidabile.

Nuccio

 

One thought on “Bella vista – arrivo con nave…

  1. Foto da cornice. Si apprezza il look verde dell’isola di oggi ma, non c’e dubbio che manca qualcosa….. Cosi il paese e’ allo stato naturale, oggi si vedono invece molti molti alberi…..dappertutto. Questa foto e’ un classico, ricorda ” la Terra Trema ” di L. Visconti che racconta la vita dei pescatori di Acitrezza.
    Si vede perfettamente la stradella che porta alla Torre S. Maria, delimitata dai muri della Villa Maggiore, non esiste ancora l’edificio delle Scuole Elementari e neanche “Le terrazze”, si vede la “Rotonda” che scende verso la vecchia Banchina ma non esiste ancora la stradella che porta all’odierno molo sotto la Villa Gargano. La Torre S. Maria e’ allo stato originale con accanto la casa del Sig. Tanis. Le case dei pescatori sono ancora li e si vede benissimo ” a scalunata e’ mari ” all’altezza dell’ Ecce Homo. Non esiste il Faraglione nel Porto e neanche la protezione attuale a portici per le barche, e l’unica banchina di allora dell’isola sembra in costruzione. Al “Cafausu” si nota la casetta che Carlo Natale recentemente ha restaurato e da cui c’e’ una vista paese coperto completamente dal verde formidabile.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.