Bellissima foto antica – Inaugurazione “schifazzu”


[ id=7727 w=320 h=240 float=center

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Ustica Giovanni Martucci

INAUGURAZIONE SCHIFAZZO La foto risale ai primi anni del 1900 ed illustra l’inaugurazione di una imbarcazione a propulsione esclusivamente eolica, quindi a vela, tirata a secco sulla spiaggetta del porticciolo addobbata a festa con il gran pavese e denominata “schifazzo “, forma accrescitiva per indicare uno scafo grosso “scafazzo”, parola che, nel tempo, si è tramutata in “schifazzo”. La suddetta, di proprietà del sig. Martucci Angelo, commerciante, serviva allo stesso per trasportare a Palermo prodotti tipici della campagna usticese quali angurie, melloni, cereali in genere etc. Con piacere approfitto per soddisfare la curiosità di Nuccio Caserta. Questo tipo di barca era di costruzione molto robusta, dotata di una carenatura particolarmente quadrata (cosidetta a cassa ) ed a secco, poggiata su “parati” molto lunghi, in quella circostanza, riusciva a sostenere il peso di tutte quelle persone, pur rimanendo stabile. Per quanto riguarda la costruzione in alto a destra, hai intuito bene, quello è uno dei casotti demaniali adibito per molti anni a macello; mentre la piccola costruzione in alto a sinistra era una vecchia postazione di avvistamento. Invece quella che tu definisci costruzione scura, in alto a destra, era una gru in ferro che, ritengo, da lì a poco sarebbe servita per la costruzione della banchina Barresi . Comunque devo farti i complimenti per lo spirito di osservazione che hai e per il tempismo con il quale intervieni alle pubblicazioni del nostro sito.
Ciao, G.nni Martucci

^^^^^^^^^^^

Foto d’altri tempi, monarchica, quasi imperiale.La barca avra’ avuto dei sostegni ( cippi ) molto forti. Quante persone erano sulla barca in quel momento? Sorge il sospetto se e’ veramente la Cala S. Maria, Non si riconoscono le costruzioni sullo sfondo ,una sembra il vecchio macello ma e’ troppo vicina al mare, non riconosco la piccola costruzione bianca in alto sul centro-sinistra e la costruzione scura in alto estrema-destra(scusate le analogie)… Forse le prospettive nella foto sono completamente distorte.

3 thoughts on “Bellissima foto antica – Inaugurazione “schifazzu”

  1. Foto d’altri tempi, monarchica, quasi imperiale.La barca avra’ avuto dei sostegni ( cippi ) molto forti. Quante persone erano sulla barca in quel momento? Sorge il sospetto se e’ veramente la Cala S. Maria, Non si riconoscono le costruzioni sullo sfondo ,una sembra il vecchio macello ma e’ troppo vicina al mare, non riconosco la piccola costruzione bianca in alto sul centro-sinistra e la costruzione scura in alto estrema-destra(scusate le analogie)… Forse le prospettive nella foto sono completamente distorte.

  2. INAUGURAZIONE SCHIFAZZO La foto risale ai primi anni del 1900 ed illustra l’inaugurazione di una imbarcazione a propulsione esclusivamente eolica, quindi a vela, tirata a secco sulla spiaggetta del porticciolo addobbata a festa con il gran pavese e denominata “schifazzo “, forma accrescitiva per indicare uno scafo grosso “scafazzo”, parola che, nel tempo, si è tramutata in “schifazzo”. La suddetta, di proprietà del sig. Martucci Angelo, commerciante, serviva allo stesso per trasportare a Palermo prodotti tipici della campagna usticese quali angurie, melloni, cereali in genere etc. Con piacere approfitto per soddisfare la curiosità di Nuccio Caserta. Questo tipo di barca era di costruzione molto robusta, dotata di una carenatura particolarmente quadrata (cosidetta a cassa ) ed a secco, poggiata su “parati” molto lunghi, in quella circostanza, riusciva a sostenere il peso di tutte quelle persone, pur rimanendo stabile. Per quanto riguarda la costruzione in alto a destra, hai intuito bene, quello è uno dei casotti demaniali adibito per molti anni a macello; mentre la piccola costruzione in alto a sinistra era una vecchia postazione di avvistamento. Invece quella che tu definisci costruzione scura, in alto a destra, era una gru in ferro che, ritengo, da lì a poco sarebbe servita per la costruzione della banchina Barresi . Comunque devo farti i complimenti per lo spirito di osservazione che hai e per il tempismo con il quale intervieni alle pubblicazioni del nostro sito. Ciao, G.nni Martucci

  3. Sto costruendo un modello dello Schifazzu. Ho difficoltà ha interpretare i disegni delle infrastrutture del piano coperta. Vi sarei grato se potessi ricevere qualche elemento. Grazie.
    Angelo CELESTINO Capitano di macchine in pensione.
    angelo.celestino@libero.it 348 8166523

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.