Cala e nave Nuova Ustica


[ id=12892 w=320 h=240 float=center]

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Agostino Caserta

In questa foto si vede la motonave ” Nuova Ustica “, che sfortunatamente affondo’ di notte mentre era ancorata nel porto di Palermo a seguito del ciclone del 1967 che ne demolì completamente la diga foranea. La “Nuova Ustica” fu “voluta” dal Sindaco Anna Notarbartlo ( di cui si e’ parlato ieri ) ed a meta’ anni ’50 sostituì il vecchio piroscafo nero che si e’ spesso visto in tante foto, che fu in funzione sulla Palermo-Ustica per circa 40 anni. La banchina Sailem,che si vede nella foto, altra grandissima opera per l’isola, fu costruita durante l’Amm.ne Favaloro Notarbartolo.

La “Nuova Ustica” fu costruita appositamente, nei cantieri navali di Genova, per Ustica e i finanziamenti furono ottenuti a seguito di incontri ” sempre movimentati” del Sindaco con le autorita’ del settore a Palermo e con l’aiuto del marito della stessa Baronessa, Sindaco di Ustica, Antonino Favaloro che era un funzionario alla Corte dei Conti.

Anna Favaloro Notarbartolo, il marito ed il figlio Andrea, pilota, deceduto a seguito di azioni belliche nella seconda guerra mondiale ed a cui sono state dedicate le Scuole Elementari di Ustica, accanto Carpe Diem, altra grande opera per quei tempi del Sindaco Notarbartolo, sono sepolti nella tomba di Famiglia al cimitero di Ustica.

 

One thought on “Cala e nave Nuova Ustica

  1. Pietro scusa di nuovo, usa questa come finale ho aggiunto la banchina sailem.

    In questa foto si vede la motonave ” Nuova Ustica “, che sfortunatamente affondo’ di notte mentre era ancorata nel porto di Palermo a seguito del ciclone del 1967 che ne demoli completamente la diga foranea. La “Nuova Ustica” fu “voluta” dal Sindaco Anna Notarbartlo ( di cui si e’ parlato ieri ) ed a meta’ anni ’50 sostitui il vecchio piroscafo nero che si e’ spesso visto in tante foto, che fu in funzione sulla Palermo-Ustica per circa 40 anni. La banchina Sailem,che si vede nella foto, altra grandissima opera per l’isola, fu costruita durante l’Amm.ne Favaloro Notarbartolo.

    La “Nuova Ustica” fu costruita appositamente, nei cantieri navali di Genova, per Ustica e i finanziamenti furono ottenuti a seguito di incontri ” sempre movimentati” del Sindaco con le autorita’ del settore a Palermo e con l’aiuto del marito della stessa Baronessa, Sindaco di Ustica, Antonino Favaloro che era un funzionario alla Corte dei Conti.

    Anna Favaloro Notarbartolo, il marito ed il figlio Andrea, pilota, deceduto a seguito di azioni belliche nella seconda guerra mondiale ed a cui sono state dedicate le Scuole Elementari di Ustica, accanto Carpe Diem, altra grande opera per quei tempi del Sindaco Notarbartolo, sono sepolti nella tomba di Famiglia al cimitero di Ustica.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.