Calcio: Ezio Roma Isola – ASD Ustica 6 – 1


asd_usticaAncora una brutta sconfitta per l’ASD Ustica che perde sul capo dell’Ezio Roma per 6 a 1.
La squadra di casa ha dominato l’incontro reagendo con intelligenza tattica al momentaneo vantaggio degli ospiti, con gol di Vincenzo Vena. L’ASD Ustica ha dato l’impressione di essere in “gita di piacere”, infatti la partita è stata disputata con le maglie dell’Ezio Roma, per aver dimenticato ad Ustica le maglie ufficiali. Una partita quindi iniziata male e finita peggio e qualche “torto” arbitrale non giustifica una simile umiliazione.

[nggallery id=301]

^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO DI MARIO ODDO

La bellissima giornata estiva invogliava a prendere il primo sole nella vicina spiaggia e invece ero lì sugli spalti del campo sportivo di Isola delle Femmine a seguire Ezio Roma – Ustica, il derby delle due isole, anzi delle tre dal momento che sul logo della simpatica squadra rosso-blu campeggia anche la sagoma della Sardegna in omaggio, mi è stato spiegato, alle origine di uno dei due Dirigenti della Società, i cui colori, non sarà certo un caso, sono gli stessi del Cagliari, Ancora una annotazione: mi è piaciuto molto il rituale che ogni squadra prima del fischio iniziale si reca in fila a salutare i componenti della panchina avversaria; ottima iniziativa di fair- play che a mio giudizio non sarebbe male se fosse attuato anche dal calcio professionistico. Premesse queste annotazioni, sulla partita non c’è gran che da commentare, se non che è lo specchio di un campionato; quando Vena segna il goal del vantaggio su palla inattiva era fin troppo chiaro che l’esito finale della partita sarebbe dipeso da come la squadra avrebbe tamponato la prevedibile reazione degli avversari; la risposta è nel risultato dalle proporzioni purtroppo non nuove; l’ennesimo scotto del noviziato in 3a categoria pagato finora al prezzo di risultati troppe volte pesanti. Ma questo, e qui mi associo alle parole di incoraggiamento rivolte giorni or sono tramite il nostro Sito da Giovanni Martucci, non deve assolutamente scoraggiare nessuno. Dirigenti, Tecnici, Giocatori e tifosi isolani stessi devono convincersi che a prescindere dalla innegabile negatività dei risultati l’importante è comunque “esserci”; certo non sarebbe male chiudere la stagione con la soddisfazione di conquistare finalmente i primi tre punti sul campo; domenica prossima c’è in calendario una grande occasione, quella di incontrare una squadra che in classifica sta peggio, la Parrocchia S. Giovanni Battista; anche questa , a dispetto del nome del Santo che porta hanno vinto solo una partita; Forza Ragazzi, domenica fate in modo di pareggiare il conto con loro… Vincere regolarmente una partita!

Mario Oddo

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.