Caro amico Josè Zagame ti scrivo …


… per dirti che ho letto con piacere il commento che mi hai riservato all’articolo a mia firma recentemente apparso qui su <Usticasape> “Più polemiche che preghiere durante le giornate dedicate a San Bartolomeo” all’interno del quale non ho risparmiato “frecciate” a due rappresentanti delle istituzioni locali.

Di fatto ho loro rivolto un vero e proprio rimprovero ma sicuramente non ti sarà sfuggito che ho usato un tono “soft” senza alcuna difficoltà perché è nella mia natura oltre che nel mio stile epistolare. Ecco, caro Josè, a che sono in tema di rimproveri permettimi di continuare a rivolgertene uno anche a te.

Apprezzabile il tuo interesse alla vita politica e sociale usticese; lo è meno quando per dimostrarlo pubblichi interventi che poco hanno a che fare con la legittima critica e molto con l’aggressione; poco con la costruzione, molto con la demolizione. E, a mio avviso e non solo, un tuo modo errato di partecipazione che, in forma paternalistica che spero accetterai, ti invito a correggere.

Quella non del preconcetto ma del sereno dialogo fra soggetti ideologicamente opposti è la non facile “battaglia” che avrei voluto poter localmente combattere; non mi è stato possibile in quanto il consenso popolare, che, sia ben chiaro, ho sempre rispettato, venutomi meno in due occasioni elettorali a suo tempo non me lo ha consentito. Ecco, localmente non ho potuto portare avanti questa battaglia a livello istituzionale; ci provo, caro Josè, singolarmente con te.  Spero di vincerla.

Mario Oddo
odmar@libero.it

^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla Germania José Zagame 

Salve Sig. Mario, La ringrazio per avermi dato dell’Amico, non e’ poco. Vero e’ che a volte sono verbalmente aggressivo e lo faccio consapevole di esserlo, cosi come sono consapevole di essere un Semplice Cittadino con i suoi limiti e le sue Limitazioni Culturali. Piu’ che una “forma paternalistica” direi delle Provocazioni, usate da me contro persone che ricoprono un ruolo di RESPONSABILITA’ sia esso Politico, che imprenditoriale che Culturale; quando si arriva ad un punto di non ritorno (vedi, calo drastico demografico, vedi condizioni di lavoro sempre meno e sfruttato, vedi sanita’, condizioni edifici scolastici, vedi Area Marina Protetta ed altro…….) e’ obbligo di ogni singolo cittadino dire le cose come stanno, senza condizionamento di eventuali ritorsioni sul piano lavorativo ne tanto meno preoccuparsi se queste, vengono rivolte a persone “amiche” o di appartenenza ideologica (vedi “Cuginismo, parentalismo o linee politiche portate avanti consapevoli di non fare l’interesse collettivo della Comunita’ ma solo per un ristretto numero di persone). Accetto, la sua critica costruttiva, con la Speranza che la “Classe Dirigente Locale” inizi quanto meno a RIFLETTERE….il Caso Ustica e’ andato OLTRE!!!! il Confronto, lo scambio di Idee serve anche a questo. Grazie, da Usticese ad Usticese

 

One thought on “Caro amico Josè Zagame ti scrivo …

  1. Salve Sig. Mario, La ringrazio per avermi dato dell’Amico, non e’ poco. Vero e’ che a volte sono verbalmente aggressivo e lo faccio consapevole di esserlo, cosi come sono consapevole di essere un Semplice Cittadino con i suoi limiti e le sue Limitazioni Culturali. Piu’ che una “forma paternalistica” direi delle Provocazioni, usate da me contro persone che ricoprono un ruolo di RESPONSABILITA’ sia esso Politico, che imprenditoriale che Culturale; quando si arriva ad un punto di non ritorno (vedi, calo drastico demografico, vedi condizioni di lavoro sempre meno e sfruttato, vedi sanita’, condizioni edifici scolastici, vedi Area Marina Protetta ed altro…….) e’ obbligo di ogni singolo cittadino dire le cose come stanno, senza condizionamento di eventuali ritorsioni sul piano lavorativo ne tanto meno preoccuparsi se queste, vengono rivolte a persone “amiche” o di appartenenza ideologica (vedi “Cuginismo, parentalismo o linee politiche portate avanti consapevoli di non fare l’interesse collettivo della Comunita’ ma solo per un ristretto numero di persone). Accetto, la sua critica costruttiva, con la Speranza che la “Classe Dirigente Locale” inizi quanto meno a RIFLETTERE….il Caso Ustica e’ andato OLTRE!!!! il Confronto, lo scambio di Idee serve anche a questo. Grazie, da Usticese ad Usticese

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.