Nuovo aliscafo Palermo-Ustica, Crocetta: mercato aperto ai piccoli operatori


 

arrivo Mistral Ustica
Mistral

PALERMO. «Un servizio essenziale per i residenti di Ustica e, soprattutto nella stagione estiva, per
sostenere il turismo e dunque l’economia dell’isola». Lo ha detto Antonello Cracolici, presidente del gruppo parlamentare del Partito Democratico all’Ars, a proposito del nuovo servizio in aliscafo fra Palermo e Ustica gestito dalla «Visit Sicily Tours», la compagnia che da oggi cura la tratta di collegamento con l’isola con due corse giornaliere di andata e ritorno (la durata del viaggio è di un’ora e mezzo).

Cracolici si è imbarcato alle 14 sull’aliscafo «Mistral» insieme con il presidente della Regione Rosario Crocetta, l’assessore regionale al Turismo Cleo Li Calzi e il segretario regionale del Pd Fausto Raciti. Al loro arrivo sono stati accolti dal sindaco di Ustica Attilio Licciardi.

«Abbiamo aperto il mercato garantendo un servizio nonostante alcune posizioni dominanti sul ci volessero imporre certe tariffe che non trovavano riscontro nelle valutazione delle agenzie deputate a stabilire i costi delle corse. In questo caso siamo riusciti a trovare un sistema che procedendo per lotti può consentire a piccoli operatori siciliani di potere intervenire sul mercato e lavorare e farlo a prezzi competitivi».

Lo ha detto il governatore siciliano Rosario Crocetta durante il viaggio inaugurale del primo collegamento tra Ustica e Palermo della compagnia Visit Sicily Tours di Cefalù che va a sostituire il servizio reso fino all’anno scorso dalla Usticalines.

«È stata una grande scelta questa da parte degli organismi tecnici dell’assessorato che hanno seguito queste vicende – ha aggiunto -. La cosa più bella è che oggi andiamo ad Ustica con l’aliscafo. Un fatto importante perchè riusciamo a garantire il servizio in tutte le isole in una situazione in cui grandi gruppi ci hanno fatto un po’ di guerra».

Fonte Giornale di Sicilia

 

4° Giro Podistico a Tappe dell’Isola di Ustica Trofeo AMP 1ª Tappa – Classifica Assoluta – Km. 7


Download (PDF, 52KB)

Riceviamo e pubblichiamo – Lettera al Senatore Lauro


 

 

 Gentile Senatore Lauro,

Mi permetto disturbarLa ulteriormente poiché, per come ci siamo detti l’altra sera al telefono, la situazione ad Ustica è molto preoccupante per via dei collegamenti.
La scelta da Lei operata di sostituire immediatamente il Fabricia con l’ Eraclide ha – momentaneamente – placato gli animi.
Ma la popolazione esasperata oramai ha poca fiducia in tutto ed in tutti.
Ustica, come qualche altra piccola isola siciliana, ha sofferto e continua a soffrire delle scelte politiche regionali ( e non solo!) – a mio avviso – errate.
Mi ritengo un profondo conoscitore della tratta Ustica-Palermo essendo che per 40 anni mi sono solo occupato di ciò che faccio oggi.
Mi permetto di farLe evidenziare che su questa tratta non si può ragionare in base ai “numeri” del trasportato ma, ancor di più oggi che la Sua Compagnia è l’unico vettore, sul servizio svolto e reso.
Se nelle Eolie o nelle Egadi si ha un avaria di un qualsiasi mezzo, ciò può creare disagi e solo ritardi, ad Ustica un guasto è sinonimo di interruzione del servizio e di caos generale.
Se si rompe l’aliscafo non abbiamo altro!
Mi rivolgo a Lei, da Isolano come noi, alla Sua già dimostrata sensibilità, affinché l’aliscafo Eraclide rimanga in linea ad Ustica sino all’uscita dal cantiere dell’aliscafo Tiziano o ancora meglio sino tutto settembre.
Voci odierne di “corridoio” della Società vogliono che l’Eraclide venga sostituito con il Masaccio in questi giorni.
Sarebbe una “guerra” contro la Compagnia, oltre che un danno per l’ Isola, una minore capienza proprio quando maggiore è la richiesta da parte dell’Utenza.
Tale eventuale scelta creerebbe ulteriori problemi anche di credibilità ed immagine per la Compagnia delle Isole e di riflesso anche per Lei.
Abbiamo bisogno di un mezzo affidabile, capiente e sicuro per affrontare sia il mare della nostra tratta ( 1h e 30 minuti) sia di quel che resta della nostra martoriata stagione.
Non ci possiamo più permettere nè di lasciare passeggeri a terra per indisponibilità di posti, nè per avarie o per altre cause.
Capisco che avete tantissimi problemi, ma in tale modo almeno risolvete il nostro.
Al momento sembriamo un’isola abbandonata da tutti.
Ci dia una mano.
Sono fiducioso di un Suo intervento presso gli Uffici della Società affinché tale cambio ( Eraclide/Masaccio) non avvenga.
La ringrazio e mi scuso per averLa disturbata ma per noi un Suo intervento è vitale.
In attesa di Suo gentile riscontro Le porgo i miei più sinceri saluti.

Salvatore Militello

Ancora Una avaria all’aliscafo Fabricia – a protestare solo semplici cittadini… assenti gli amministratori


Protesta aliscafo Fabricia
Protesta aliscafo Fabricia

Ancora una avaria all’aliscafo Fabricia nella tratta Palermo Ustica e costretta a raggiungere l’isola, a velocità ridotta, per la protesta dei passeggeri che erano a bordo dell’aliscafo.
L’aliscafo arrivato ad Ustica con notevole ritardo è stato bloccato nel porticciolo  da una improvvisata manifestazione di protesta.
La gente è stanca di un mezzo  che non assicura più, in condizione di tempo normale, la certezza dell’arrivo a destinazione.
Se mezzi del genere possono ancora viaggiare “qualcuno” è certamente responsabile!…

Protesta aliscafo Fabricia
Protesta aliscafo Fabricia

In questa occasione abbiamo visto semplici cittadini, in assenza degli amministratori (sindaco, vice sindaco, assessori, presidente del consiglio), prendere le “redini” della situazione e hanno ottenuto dalla Compagnia delle Isole  un impegno scritto, che vi proponiamo di seguito, che l’aliscafo Fabricia non farà più la tratta Ustica Palermo e verrà dirottato alle Isole Egadi.
L’aliscafo è stato lasciato partire per Palermo alle ore 21,40, sperando che le promesse, sino ad oggi sempre disattese, questa volta verranno mantenute
Auspichiamo che, per incapacità amministrativa manifesta, da domani, oltre all’aliscafo Fabricia, ad uno ad uno tutti gli amministratori toglieranno il disturbo rassegnando  le proprie irrevocabili dimissioni, certamente dopo aver chiesto scusa a chi, in buona fede, ha dato loro fiducia.

Comunicato Compagnia Isola

Riceviamo e pubblichiamo – COMUNICATO STAMPA Compagnia delle Isole


 

    siremar
Compagnia delle Isole S.p.A.

    Palermo,  13 Luglio 2015

Comunicato Stampa

 

Compagnia delle Isole S.p.A non può che plaudire alla scelta operata dal ministro Graziano Del Rio di convocare per Martedì p.v. a Roma  un tavolo tecnico che affronti una volta per tutte l’ annosa questione dei collegamenti tra la Sicilia e le sue isole minori con particolare attenzione alla  direttrice Linosa-Lampedusa. Garantire la continuità territoriale ai cittadini residenti nelle isole della Sicilia, quanto ai turisti, per alimentare l’ economia turistica e non solo, è da sempre un argomento che non ha mai visto CdI operare scelte che andassero in direzioni diverse.
Inaccettabile per tono e contenuto quanto appreso a  mezzo stampa e che sarebbe, secondo quanto riportato dagli organi di comunicazione, la  dichiarazione del dott. Fulvio Bellomo, secondo il quale, Compagnia delle Isole, in ragione di un debito contratto con la Regione  Sicilia, per un ammontare di circa due milioni di euro, per corse non eseguite, sarebbe obbligata in questo momento a garantire il collegamento veloce Linosa-Lampedusa oppure a saldare i propri debiti. Quanto avrebbe dichiarato Bellomo è arrogante, inaccettabile e privo di ogni fondamento di fatto e diritto; La sospensione delle  corse, che   sono state omesse da CdI  durante il proprio esercizio, è stata dettata da condizioni meteo marine avverse e da problematiche di natura tecnica. Le omesse partenze  per problematiche di natura tecnica hanno riguardato  lo stretto tempo necessario alla rielaborazione logistica del quadro di esercizio. La richiesta che avrebbe avanzato il  Bellomo suona per CdI non come un ragionevole invito alla collaborazione in ragione dell’ interesse supremo della collettività, ma come un becero  ricatto tendente a nascondere l’ immobilismo di una Regione che ha aspettato tempi biblici e due bandi di gara andati deserti prima di lanciare un SOS.
Confidando nei lavori del tavolo tecnico di Martedì p.v. alla presenza del ministro Del Rio, Compagnia  delle Isole, qualunque sia il risultato dei lavori continuerà a svolgere  il proprio compito nel migliore dei modi e con lo  stesso impegno che in questi anni ha riversato nell’ ammodernamento della flotta per renderla sempre più  adeguata alle esigenze delle popolazioni delle isole e della loro economia

Ufficio Stampa

Compagnia delle Isole S.p.a.

 

Cartolina per il sindaco – Un campo sportivo lasciato nel degrado più assoluto


Ieri, su reiterata segnalazione, siamo andati al campo sportivo. Lo ”spettacolo” è stato desolante! erbacce che in alcuni punti raggiungono anche un metro si alternano con cardi spinosi e negli spazi liberi buche e feci di conigli.
Da non trascurare il fatto, così ci dicono,  che quando piove l’area si trasforma in un acquitrino.

A questo punto due domande nascono spontanee:
– Quest’anno i ragazzi potranno iscriversi al campionato di calcio per dare sfogo ad una attività che amano tanto, in un posto che non offre spazi adeguati per le attività ludiche ricreative?
– La commissione Federale, preposta all’accertamento dello stato del campo, darebbe l’autorizzazione?

Da questa “cartolina” speriamo che il sindaco, l’assessore al ramo e il dirigente preposto traggano spunti significativi per ridare un senso a quest’area totalmente abbandonata e che è un brutto biglietto da visita per l’Isola.

Sindaco, per questi ultimi lavori sono stati malamente spesi € 900.000 (novecentomila Euro).
Sindaco, anche in questo caso “Tout va très bien, Madame la marquise”…

Campo sportivo lasciato nel degratoCampo sportivo lasciato nel degratoCampo sportivo lasciato nel degratoCampo sportivo lasciato nel degratoCampo sportivo lasciato nel degratoCampo sportivo lasciato nel degratoCampo sportivo lasciato nel degratoCampo sportivo lasciato nel degrato

Gli Amici di Cristo Premiano Omar Picone

Il Grande Amico di Cristo 2015 è Omar Picone che si è distinto per educazione, rispetto, puntualità ed aiuto verso il prossimo.
Per il nono anno consecutivo, il gruppo degli Amici di Cristo, animato da Vittorio Arnò, premia il Grande Amico di Cristo per stimolare i ragazzi a fare sempre meglio nella crescita spirituale, personale e comunitaria. Il Gruppo si preoccupa dei ragazzi dopo i 12 anni che non appena presi i sacramenti, facilmente si allontanano dalla chiesa e da Cristo.
A tal Proposito il gruppo si impegna nell’apostolato verso il prossimo, nell’animazione, a livello intellettuale e di aiutare chi ha più bisogno concretamente.
Impresa ardua che nonostante le difficoltà viene affrontata con il sorriso nel volto e nel cuore.
Augurandoci una crescita sempre più intensa facciamo i nostri auguri di cuore ad Omar Picone!

Gli Amici di Cristo

Omar Picone Amico di Cristo

Ustica, terza edizione di burraco


Terza edizione di burraco

Aliscafo guasto: a Ustica ancora rabbia e disagi


Ustica, ancora disagi

Nuovo guasto all’aliscafo per Ustica, weekend a rischio disagi


 

liscafo Fabeicia fermo ad UsticaCome successo già diverse volte a giugno il vecchio aliscafo che doveva essere sostituito con il Mantegna o il Masaccio in manutenzione si è fermato al porto dell’isola

Nuovo guasto dell’aliscafo Fabricia della Compagnia delle Isole che copre la tratta Ustica-Palermo. A rischio il week end per gli operatori dell’isola che avevano programmato tra sabato e domenica diverse manifestazioni per chi aveva deciso di trascorrere due giorni di relax. Ed invece come successo già diverse volte a giugno anche stavolta il vecchio aliscafo che doveva essere sostituito con il Mantegna o il Masaccio in manutenzione si è fermato ad Ustica. L’unico collegamento al momento è con il traghetto che garantisce solo una corsa. Per potenziare i collegamenti con altri aliscafi veloci era  stata indetta dalla Regione una gara che è andata deserta per ben quattro volte. L’assessore Giovanni Pizzo aveva detto che si sarebbe affidato il servizio con una procedura negoziata. Tuttora dell’affidamento di nuove tratte gli usticesi e il sindaco Attilio Licciardi non hanno notizie.

Fonte: La Repubblica
10 luglio 2015

Tanti ragazzi con il Prof. Franco Foresta Martin, a Ustica Punta Spalmatore, per parlare di Astronomia


Parlare di astronomia con Franco Foresta Martin Parlare di astronomia con Franco Foresta Martin Parlare di astronomia con Franco Foresta Martin Parlare di astronomia con Franco Foresta Martin

Agenda – Centro Studi e Documentazione Isola di Ustica


 

Agenda Centro Studi Ustica

Domani 8 Luglio tradizionale appuntamento del “Mercoledì del Centro”.

Espressamente riservato ad un gruppo di piccoli studenti che, grazie alla ormai annuale cortese disponibilità di Pino Pitruzzella che mette a disposizione la sua barca, godranno di una giornata di vela intorno all’Isola; il giro è riservato ai ragazzi delle 4^ e 5^ e elementari che hanno frequentato le attività didattiche del Centro Studi nell’anno 2014/2015.

Saranno loro fornite informazioni sulla navigazione a vela e strada, anzi “mare” facendo, si parlerà delle coste aspre e scure, del fascino e varietà delle grotte e di immancabili misteriose leggende marinare.

Una iniziativa tra il ricreativo ed il divulgativo a conferma di quanto il Centro Studi indirizzi ed incrementi la propria attenzione non solo verso “i grandi” ma anche in direzione delle piccole generazioni isolane.

La partenza e prevista per le ore 15,oo; punto di riunione il Molo Barresi.

Durante la circumnavigazione è prevista una sosta durante la quale i piccoli  partecipanti potranno fare il bagno. Le varie fasi della gita velica saranno adeguatamente coordinate da Giacomo Lo Schiavo.

a cura di Mario Oddo

P.S ore 16,26   A Causa di un contrattempo legato alla disponibilità della barca a vela l’attività per ragazzi, prevista per domani, slitta di qualche giorno

Convegno sulla “Strage di Ustica” – “Come un falso mediatico diventa un falso storico”.

 

Sabato 27 giugno 2015, all’Hotel Punta Spalmatore di Ustica,  in occasione del 35mo anniversario della “strage di Ustica”, alla memoria delle 81 vittime precipitate in mare con il DC9 dell’Itavia, il giornalista e Scienziato Franco Foresta Martin, in un convegno al quale hanno partecipato molti insegnanti venuti da tutta Italia, ha chiaramente illustrato come, spesso, un “falso mediatico diventa un falso storico”. Ustica con quell’incidente con c’entra affatto.
L’aereo è stato presumibilmente abbattuto da un missile  fra 110 e 120 km a nord di Ustica, in un punto del Tirreno a metà strada fra
Ponza e Ustica.

IMG_7724 Come un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storicoCome un falso mediatico diventa falso storico

“La Musica Lirica” della Soprano Antonina Alessi e del Contralto Rosalia Pizzitola

L’evento previsto per Venerdì 3 luglio è stato annullato per motivi tecnico-logistici

La Direttrice dell’HUPS chiede personalmente scusa  agli ospiti.

Invito - villaggio Punta Spalmatore

 

 

 

 

 

 

Centro Studi e Documentazione Isola di Ustica – Programma luglio 2015


 

Programma luglio Centro Studi

1 luglio h. 18.30              Mercoledì del Centro: Hai sentito il terremoto?

Conversazione con Valerio De Rubeis e Patrizia Tosi, Responsabili del progetto di macrosismica  dell’INGV Centro Accoglienza dell’AMP

Coordinamento: Franco Foresta Martin

8 luglio h. 15.00              Mercoledì del Centro: informazioni sulla navigazione a vela; giro dell’isola con sosta e bagno. Attività riservata a un gruppo di ragazzi delle 4^ e 5^ elementare che hanno frequentato le attività didattiche del Centro Studi nell’anno scolastico 2014/2015

Partenza dal Molo Barresi

Coordinamento: Giacomo Lo Schiavo

15 luglio h. 15.00            Mercoledì del Centro: Visita della Grotta Vinci

La visita è riservata ai soci e simpatizzanti del Centro Studi. Prenotazione obbligatoria presso la segreteria del Centro Studi entro il giorno precedente.

Partenza dalla banchina SAILEM  –   Durata due ore e mezzo

Coordinamento: Clara Sartorio, Giacomo Lo Schiavo, Felice Longo

17 luglio h. 22.00            Un piano di evacuazione dell’isola di secolo fa. Incontro con F. Foresta Martin, G. Calcara, V. Ailara, autori del libro Ustica s’inabisserà?

Hotel Punta Spalmatore

20  luglio h. 18.30           Presentazione dell’ultimo numero di Lettera 46/47.

Centro Accoglienza Area Marina Protetta

Coordinamento: Ennio Sassi.

21 luglio h. 22.00            Visita del Museo archeologico riservata ai soci e simpatizzanti e loro consorti. Prenotazione obbligatoria presso la segreteria del Centro Studi.

Coordinamento: Vito Ailara

22 luglio h. 18.30            Chiacchierando di… e sulla storia con Licia Vincenti, Vito Ailara e Carlo Guidotti. Attività in collaborazione con l’Assessorato della Cultura di Ustica.

Centro Accoglienza Area Marina Protetta

24 luglio h. 18.30            Gli itinerari culturali e paesaggistici a cura di Mariella Barraco autrice della guida Ustica edita dal Centro Studi

Hotel Punta Spalmatore

28 luglio h. 18.30            Visita del Museo della Civiltà Contadina e Marinara, Azienda Hibiscus Tramontana

Coordinamento: Nicola Longo, Giulio Calderaro

29 luglio h. 22.00            Conferenza del prof. Giulio Magli sul tema: Che cos’è l’archeoastronomia: da Stonehenge alle piramidi di Giza

Hotel Punta Spalmatore

Coordinamento Franco Foresta Martin           

N.B.   Il programma potrà subire variazioni e integrazioni. Si  raccomanda di verificare gli aggiornamenti presso la segreteria del Centro Studi.

Ciclo produttivo della lenticchia di Ustica


ciclo produttivo delle lenticchieHo preparato il tuo letto, con cura e fatica per farti rinascere,  (riferito alle varie lavorazioni del letto di semina).
Ti ho adagiata con cura sulla terra, lasciando che un manto di terra soffice ti facesse crescere senza sforzi, (semina).
Ti ho curata spezzandomi la schiena, mi sono svegliato con te  e con te sono andato a dormire, ( sarchiatura).
Con l’arrivo della primavera, ho sperato e mi sono rivolto a Dio, affinché tu potessi superare questa fase per te molto delicata, ( attacchi fungini).
Ti ho raccolta quando ancora il sole doveva spuntare, ancora speranze ed echi dei miei pensieri mi hanno fatto compagnia, (raccolta).
Infine ho chiesto aiuto al sole ed al vento, affinché potessi separarti da quella che è stata casa tua. (sgranatura).
E sotto le mie mani sei rinata a nuova vita.

Pasquale Palmisano

ciclo produttivo delle lenticchieciclo produttivo delle lenticchieciclo produttivo delle lenticchieciclo produttivo delle lenticchie

 

“seems to be at Disneyland park…”


 

piazza mareblu lumacaIeri sono venuti a trovarmi ad Ustica degli amici provenienti da New Orleans.
Abbiamo ricevuto molti apprezzamenti sulla bellezza del mare e della natura in genere.
Dopo un veloce pranzo al “carpe diem” salendo verso la piazza una delle figlie, alla vista della “piazza mareblu”, rivolgendosi ai genitori ha detto: “seems to be at Disneyland park…” (sembra di essere a Disneyland park…).
Ho fatto finta di non capire, ma quella frase mi ha profondamente colpito…
Si, è vero, siamo purtroppo nella mani di amministratori, certamente disattenti (usiamo un eufemismo). Questi “scempi” ad Ustica potevano e dovevano essere evitati o quantomeno fermati.
I lavori , nonostante le reiterate proteste prima dell’esecuzione, sono stati autorizzati e malamente seguiti da chi di dovere.
Lo scempio perpetrato a danno del nostro centro storico, eliminando un piccolo polmone di verde e contravvenendo anche alla Convenzione di Aarhus (è un trattato internazionale volto a garantire all’opinione pubblica e ai cittadini il diritto alla trasparenza e alla partecipazione in materia ai processi decisionali di governo locale, nazionale concernenti l’ambiente), è visibile.

Ora per mettere in risalto le contraddizioni di quanto eseguito… e lo stato della piazzetta prima e dopo l’esecuzione, trascriviamo, di seguito, un estratto dalla relazione generale  del progettista Arch. Vita Giostra.

“Ciascun intervento si presenta con una propria identità, ma con lo scopo di reinterpretare e conciliare tutto il contesto, anche grazie alla scelta dei materiali che ripropongono quelli già esistenti, ma evidenziandone la contemporaneità con la differenziazione  delle finiture e dei formati”….

“La proposta di riqualificazione dell’intera area di intervento esalta le potenzialità non sviluppate di un’area urbana attraverso il “consolidamento figurale” dei luoghi nell’immagine esistente, mantenendo le “caratteristiche naturali” tipiche e rifondando le “architetture artificiali””…

La scelta dei materiali proposti risulta compatibile con le caratteristiche storico-morfologiche del contesto urbano di riferimento, prediligendo la completa salvaguardia dei caratteri tipologici architettonici e costruttivi del luogo”…

L’intervento mira alla salvaguardia dell’ambiente, sceglie materiale e tecniche costruttive compatibili con le condizioni locali, tenendo conto del valore estetico, delle prestazioni in termini di resistenza e sicurezza e del’economicità di manutenzione e gestione e costituisce miglioramento alla fruizione turistica del patrimonio monumentale, storico-artistico e ambientale”…

Pietro Bertucci

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Palermo “Pino Russo”

Una curiosità: chi ha perduto le palle, abbastanza in vista, finite nello spiazzo di fronte alla farmacia? Una domanda più che legittima per chi, come me, è innamorato di Ustica. Urge un bando per restituirle a chi le ha smarrite.  Fuori di metafora, è penoso, invece, constatare che siano state messe lì per arredare un angolo che, come altri nella nostra Isola, necessita più di verde che di cemento e di … palle. Ahi cara Ustica, di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta … Con vera delusione.

piazza mareblu lumacapiazza mareblu lumaca dopo la cura

 

 

Ustica Hotel Punta Spalmatore, due giornate di studio per approfondire la funzione della comunicazione


 

ustica-aereoUstica Villaggio Letterario di Punta Spalmatore” con patrocinio gratuito del Comune di Palermo e del Comune di Ustica, in collaborazione del Centro Studi e documentazione dell’Isola di Ustica ed

in collaborazione con I.R.A.S.E. Nazionale , ente qualificato , riconosciuto dal M.I.U.R. per la formazione del personale della scuola presieduto dalla Dott.ssa Rosa Venuti 

​promuove​

due giornate di studio sul tema 

“DALLA NOTIZIA AL FATTO MEDIATICO- DATI FATTI INFORMAZIONI E DECODIFICA : IL RUOLO DELLA SCUOLA”  

L’evento che si svolgerà presso l’Hotel Villaggio Punta Spalmatore di Ustica, nelle giornate del 27 e del 28 giugno 2015, in occasione del 35 mo anniversario della cosiddetta “Strage di Ustica”, sarà articolato in due momenti di approfondimento, quello scientifico con la presentazione del giornalista e divulgatore scientifico Franco Foresta Martin (nonché Presidente Onorario del Centro Studi di Ustica),ustica-aereo (2a) e quello didattico pedagogico guidato da studiosi e da ricercatori di scienze psicologiche e pedagogiche didattiche coordinati dalla presidente Dott.ssa Rosa Venuti di I.R.A.S.E. Nazionale.

Le due giornate di studio saranno dedicate a docenti di scuole di ogni ordine e grado per approfondire la funzione della comunicazione,  della verifica delle notizie diffuse dai media e della modalità di decodifica per gli alliev​i.

Le due giornate si configurano come attività di formazione e saranno certificate I.R.A.S.E. Nazionale ​

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla Germania Felice Caserta

Grande merito ad Anna! Sta proponendo piu’ eventi lei che chi sta in certi posti per predisporre.Saluti da Göppingen.
Germania

Collegamenti per le isole nel caos, terzo bando della Regione a vuoto


 

Collegamenti per le isole nel caos, terzo bando della Regione a vuotoNessuna compagnia marittima partecipa alla gara per garantire aliscafi con Pantelleria, Lampedusa, Linosa e Ustica. Vertice d’emergenza con i sindaci a Palazzo d’Orleans

Non è arrivata alcuna offerta per i quattro mini bandi del servizio integrativo di collegamento marittimo con Pantelleria, Lampedusa, Linosa e Ustica. Alle 12, nella sede dell’assessorato ai trasporti della Regione, non c’è una sola busta da aprire. Dopo le due gare complessive andate deserte (che prevedevano l’aggiudicazione di tutte le tratte per cinque anni ad un prezzo di 42 milioni di euro), a Palazzo d’Orleans avevano scelto di spacchettare il bando originario in quattro gare più piccole, una per ogni tratta di collegamento. Tutte le 14 società nazionali ed internazionali invitate dall’assessore Giovanni Pizzo a fare un’offerta per almeno una delle tratte Palermo-Ustica, Trapani-Pantelleria, Porto Empedocle-Lampedusa e Linosa-Lampedusa non hanno ritenuto conveniente partecipare alle gare.

Continua dunque il braccio di ferro fra le compagnie di navigazione e la Regione, che lo scorso dicembre ha bandito la nuova gara con prezzi ribassatie allineati alle stime del Registro Navale Italiano. Il risultato è la quasi paralisi dei collegamenti con le quattro isole minori in piena stagione turistica. In queste ore i tre sindaci di Ustica, Pantelleria e delle Pelagie sono riuniti a Palazzo d’Orleans con l’assessore ai Trasporti Giovanni Pizzo e i tecniciregionali per studiare una soluzione alternativa che consenta di non uccidere la stagione turistica. L’orientamento della Regione è proporre l’affidamento diretto senza gara per risolvere l’emergenza collegamenti. Una procedura che però ha bisogno della dichiarazione di emergenza dei prefetti di Trapani, Palermo e Agrigento.

Fonte: Repubblica.it
di Francesco Patanè

Dal programma di “anticchia i linticchia 2015” – visita al frantoio di Ustica Contrada Tramontana.

 

Incontro al piccolo ma moderno frantoio, gestito dalla cooperativa “Ustica, profumi, sapori e colori”, che produce  olio extravergine di oliva. Oltre alla visita del frantoio e alla degustazione dell’ottimo e particolare olio usticese accompagnato da gustosi stuzzichini e frutta di stagione, la Ajovalasit e il nostro “Talebano” hanno dato un’ampia informazione sull’olivicoltura, sulle tecniche di impianto e di coltivazione e come difendersi dalla mosca olearia con la lotta biologica.

IMG_6989IMG_6992IMG_6993IMG_6996IMG_6999IMG_7010IMG_7014IMG_7021IMG_7024IMG_7026IMG_7036IMG_7037IMG_7053IMG_7060IMG_7063IMG_7068