Commento su arrivo Minibus di Giancarlo Caserta


Certe volte anche le persone piu’ restie a commentare episodi quotidiani , si trovano, per forza di cose, coinvolti nell’enfatizzazione dei flop decisionali, propagandati quali pietre miliari da annoverare negli annali pubblici isolani. Finalmente, dopo diversi proclami puntualmente smentiti (colpe vere o presunte sempre e comunque addossate ad altri enti….mah!) , sono arrivati i tanto decantati autobus da adibire al servizio collettivo. Fino a qui tutto bene. Il problema si e’ presentato solamente dopo, quando ci si è resi conto, che i mezzi non riescono a collegare il nucleo del centro urbano con l’area perimetrale esterna, restando “intrappolati” nelle vie di entrata ed uscita del paese. Qualcuno, giorni fa, ha annunciato pubblicamente che si stava pianificando tutto. Come?.. sia prendendo a “picconate” gli angoli degli edifici prospicenti la sede stradale, al fine di guadagnare qualche centimetro rifilando la muratura di abitazioni private o “potando” alberi secolari. Alla fine, nella migliore delle ipotesi e dopo innumerevoli sterzate, si avra’ sempre e comunque un margine di pochi centimetri per evitare che si danneggino i mezzi o nella carrozzeria o nei giunti delle ruote. Nella considerazione che qualche mese fa era gia’ arrivato un mezzo similare che, dopo innumerevoli tentativi di manovrabilita’ falliti, era stato rispedito al mittente in quanto non idoneo alla circolazione nel centro urbano, come mai ad oggi si e’ riproposto lo stesso problema? Non sarebbe stato meglio rintracciare preventivamente qualche erede del Valenzuela o del Pigonati per farsi dare le dovute delucidazioni sull’assetto stradale del nucleo storico del centro urbano?…….

Giancarlo Caserta

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.