Consiglio Comunale del 05-03-2012 – Problematica fauna selvatica


comune-ustica-5Oggetto: Problematiche fauna selvatica.

Il Presidente introduce l’argomento e cede la parola al consigliere Palmisano che relaziona sull’argomento.

Palmisano: riferisce che è stata praticata la cattura dei conigli con le reti anche se il periodo non era particolarmente idoneo. Ringrazia del loro operato, i volontari nelle persone del presidente dell’Arcicaccia ParrinoMimmo ed i collaboratori La Rosa Francesco,Taormina,Fabio,TaorminaSanto,VicariBartolomeo,Fascello Giuseppe,Mancuso Nicola e Mulè Antonino .

Alle ore 1,50 si allontanano i Consiglieri Taranto e Palermo.

Presenti n. 9

Palmisano: riconosciuto che il coniglio è dannoso per l’ambiente e le coltivazioni invito il Consiglio Comunale a votare un atto di indirizzo da inoltrare al Ministero dell’Ambiente, Presidente della Regione Sicilia, Ass.re Regionale Risorse Agricole ed alimentari, all’Ass.re Regionale Territorio Ambiente, Presidente Assemblea Regionale Siciliana, Presidente della Commissione Attività Produttive della Regione Sicilia e Provincia regionale di Palermo ed alla Ripartizione Faunistica e Venatoria della Regione Sicilia al fine di prolungare il periodo di caccia al coniglio aperta anche ai non residenti e contestualmente verificare se esiste la possibilità di cacciare il coniglio anche nelle zone SIC e ZPS unitamente alla possibilità di mantenere l’abbattimento di n.10 capi a cacciatore e l’utilizzo del furetto come concesso dal Presidente della Regione Sicilia On. Lombardo nella passata stagione venatoria.
Mistretta: il problema della caccia è difficile da risolvere.
Chiusa la discussione, il Presidente mette a votazione la proposta formulata dal Consigliere Palmisano.

Ad unanimità di voti espressi per alzata di mano il Consiglio Approva.

 

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.