Da Milano “intervento” del Sindaco Aldo Messina


Intervento del Sindaco Aldo Messina in merito alla polemica circa l’organizzazione di Ustica Dreams e dell’arrivo della nave da crociera VISTAMAR…

“Da Milano, dove mi trovo quale docente ad un corso di aggiornamento per specialisti otoneurologi, leggendo su internet della polemica sull’organizzazione dell’Ustica Dreams e della visita di alcuni crocieristi, avevo pensato di non intervenire. Oggi notando che la polemica continua, credo sia il caso di intervenire.
Premetto che quanti, a qualsiasi titolo, si occupino d’informazione lo fanno assumendosi la responsabilità delle proprie opinioni ed ovviamente non devono chiedere il permesso a nessuno se pubblicare o meno una notizia ( Vedi non tanto la legge italiana quanto la Costituzione che “forse” è anche più importante).
Dall’altro lato però vorrei dire che democrazia è sì libertà di esprimere le proprie opinioni ma anche libertà di candidarsi alle elezioni e provarci in prima persona ad amministrare. E tra due anni, forse meno, ad Ustica si vota. Certamente ci sarà chi saprà fare meglio.

Ciò premesso.

Ustica Dreams considerando non solo il maltempo ma soprattutto una spaccatura all’interno del comitato organizzatore deve essere considerato un successo. Al maltempo l’ospitalità dei nostri concittadini ha posto rimedio offrendo spazi chiusi di ristoranti e locali. Diverso il problema legato ai dissidi nel contesto del comitato organizzatore. Nelle precedenti edizioni l’organizzazione aveva due patron: Vito Armato e Toti Longo. Per motivi di non nostro interesse i due hanno avuto delle divergenze ed hanno ritenuto di organizzare nello stesso giorno Vito Armato l’incontro di Ustica e Toti Longo quello di Lipari. Va da sé che le due manifestazioni si sono fatte concorrenza con il risultato evidente della riduzione delle presenze. Pertanto se il problema è stato solo quello delle presenze diciamo che è stato, per le premesse, non solo un successo ma un trionfo. E questo detto dai partecipanti e dagli organizzatori, come riportato sulle testate online.

Sulla nave da crociera il discorso è ancor più semplice.

Chi autorizza a supporre che l’Amministrazione fosse stata a conoscenza da tempo della venuta della nave? A conferma della risposta negativa vi ricordo che lo scrivente ogni settimana informa amministratori organi d’informazione, tramite un crono-programma, sui fatti più importanti in agenda. Non ho fatto cenno della notizia per il semplice fatto che non la conoscevo e pertanto non potevo avvisare per tempo i commercianti di un fatto che non sapevo. Al tempo stesso non c’era il tempo di fare un’ordinanza di blocco della circolazione (seppur per qualche ora) che richiede pareri amministrativi, organizzazione del servizio dei VVUU e posizionamento di segnaletica. A riprova il fatto che la famosa ordinanza sul divieto di Sosta in Piazza della Vittoria e limitrofe è in vigore forse da oggi, dopo circa tre giorni. Rimane il problema dell’erba nel paese (ho detto erba, nulla di grave, credo!) la cui rimozione richiede un impegno economico con un bilancio che deve ancora essere approvato e con i limiti di assunzione di personale sui quali, sempre come già pubblicato, la Corte dei Conti ci ha già bacchettato.

Concordo pertanto con il Vice sindaco, Giuseppe Caminita, perché, considerando le premesse legate ai tempi di organizzazione ed alle risorse di uomini e mezzi economici disponibili, è stato un successo.
In ogni caso è stata pubblicata la nota dei diretti interessati crocieristi che sono rimasti soddisfatti della nostra ospitalità. E questo è quello che conta.
Magari l’unico neo di questa amministrazione fosse l’erba alta. Magari.

Per l’evento crociera un grazie particolare a Salvatore Militello.

L’informazione prevede che si dica tutto questo, forse a questo punto andava subito fatto un contraddittorio ed il giornalista avrebbe dovuto fare il suo articolo ed al tempo stesso intervistare gli amministratori. Ma dobbiamo crescere tutti: gli amministratori, i cittadini e, perché no?, anche gli organi d’informazione. In realtà è da poco tempo che tutti gli atti del Comune vengono pubblicati On Line e che esistono dei mezzi d’informazione locali. E di questo ringraziamo le testate ma anche un’amministrazione (che non è solo giunta ma anche consiglio e dipendenti comunali) che non ha nulla da nascondere.

Da Milano, un abbraccio a tutti e 1.300 più i giornalisti”.

Aldo Messina

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.