Da Pagani Gaetano Calderaro

Gaetano CalderaroUn consiglio da amico mi sento di dare al caro sindaco:perché novello Cincinnato non lascia le travagliateambasce usticesi e ritorna a coltivare il suo amato orticello che, sicuramente ha dovuto abbandonare quando si é dedicato haime! con tanto impegno alla nostra amata isoletta?

Resto sempre per la politica delle piccole cose, i grandi progetti ad Ustica sono sempre falliti (vedi porto, variante del paese, acquario, riserva,ecc.); perchè non cominciare a risparmiare e mettere in moto con poca spesa ad esempio la raccolta differenziata? Perchè non si destinano maggiori fondi per la pulizia del paese che, specie quest’anno, ha lasciato molto a desiderare? Posti molto visitati dai turisti come il Castello Saraceno, la torre Santa Maria, la torre dello spalmatore, il Cimitero e altro ancora, sono stati lasciati nel degrado più assoluto.
Perché invece di progettare il nuovo campo di calcio che per ora non servirà , visto che il prossimo mondiale si svolgerà, se non sbaglio in africa, non si riparano i campi di tennis che potrebbero costituire fonte di guadagno e di lavoro durante il periodo estivo e non solo

È vero che, forse, nel nostro paese abbiamo smarrito il concetto di democrazia, ma in un barlume di onestà morale mi sembra il caso, senza Consiglio Comunale perché disarcionato e una giunta, compreso ora il Commissario, composta da gente che proviene da altri lidi, che disconoscono i problemi intrinseci di un’Isola e di Ustica in particolare, non si possa garantire la famosa democrazia alla quale alludevo e dove il governo del popolo evidentemente é esautorato e svilito. Ritornando al mio incipit DIMETTETEVI!

Gaetano Calderaro

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.