Dalla California Nuccio Caserta – Ricordi!


Nuccio CasertaIn una tipica serata estiva nella Piazza di Ustica degli anni 1960-70 questa descritta di seguito era l’unica cosa che accadeva ad Ustica, la sola forma di intrattenimento folk , fatto in casa, che l’Isola offrivaspontaneamente gratis a se stessa ed ai turisti:

Alfredo Favaloro al sassofono, Pasquale Tranchina fisarmonica, Mario Caserta batteria, Gasparino Palermo fisarmonica, Pietro Giuffria batteria, Armando Caserta chitarra strimpellata e qualche volta bombardino, Giovanni Martucci fisarmonica e Giovanni Favaloro chitarra. Questi sono i signori che per un periodo di circa 20 anni o più si alternarono nella Piazza di Ustica, quasi ogni sera, in periodi diversi, per divertirsi ed intrattenere locali e turisti in estate con la loro piccola grande musica che….  nessuno aveva studiato ma…. che suonavano anche improvvisando, nello stile dei grandi suonatori di jazz di New Orleans.

Il “quartiere generale” erano i gradini del salone Favaloro in piazza; il pubblico felice assisteva  all’impiedi in semicerchio e i più fortunati trovavano posto sui “bisola” adiacenti. Armando Caserta, mio padre, si dilettava con la chitarra, ma era quello che dal municipio organizzava la serata con messaggi o con il  “passaparola”. F.A.Non c’erano telefonini e si andava avanti anche per telepatia ed ogni sera gli spettatori e i musicanti erano tutti lì, sempre puntuali e precisi con i loro strumenti, lucidati e puliti, come un orologio svizzero.

“Cosa fate questa sera”? si domandavano i vicini di casa …. andiamo in piazza a sentire la musica cu’ zu’ Armandu” era la risposta più popolare. Durante la serata agli spettatori locali si aggiungevano i turisti curiosi, attratti dalla “orecchiabilità” della musica, e poi si lasciavano coinvolgere cantando e ballando. I turisti “abituali” richiedevano particolari motivi che accompagnavano cantando e poi, soddisfati, sussurravano in milanese a mio padre: “Ehi.. Armando… cum a l’è?”

Giovanni D’angelo detto ‘U zu’ Sciabica era specializzato nel cantare canzoni napoletane ed in particolare: ” Ooooohh sole Miiiiio ….”, con un grande tifo della marineria presente. Quando si esibiva  Pierina Fazio con le sue canzoni di opera, la piazza si bloccava letteralmente e i turisti seduti al Bar centrale si chiedevano: ” …e questa chi e’ ? ” . Di tanto in tanto intervenivano anche turisti musicisti e cantanti professionisti. Si esibirono violinisti della Filarmonica di Roma. Alcuni chiedevano in prestito la chitarra e la suonavamo in maniera deliziosa. Insomma chiunque era appassionato di musica veniva coinvolto, si divertiva e faceva anche divertire. Si esibì anche Nanni Svampa che in seguito diventò famoso in televisione, conosciuto in armandotutta Italia. Uno spettacolo, nello spettacolo, con battimani a non finire per tutti!!! Alla fine della serata dozzine e dozzine di persone e famiglie avevano partecipato ad un intrattenimento e passatempo sano e a mezzanotte tutti andavano a dormire con il soriso sulle labbra e allegria nei loro pensieri, turisti inclusi. I musicanti cambiavano e si alternavano ma Armando Caserta era sempre lì a vivacizzare e ad animare la Piazza, promuovendo in tal modo l’immagine dell’Isola di Ustica. In lui era innata la vocazione all’accoglienza, all’ ospitalità e alla fraternizzazione.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.