Dimissioni dell’Assessore Felice Giardino


Al Sig Sindaco del Comune di Ustica
e p.c. Al Sig Segretario Comunale del Comune di Ustica

OGGETTO: Dimissioni dalla carica assessoriale

Nel ringraziare la S.V. per il prestigioso incarico conferitomi, desidero con la presente presentare le mie dimissioni dalla carica di assessore comunale. D’altronde avevo accettato la suddetta nomina al solo fine di servire la nostra comunità in un momento di difficile transizione, consapevole, sin dall’inizio, che la mia attività professionale non mi avrebbe consentito di seguire costantemente l’attività politica del Comune.

Rinnovando la mia stima e fiducia nell’amministrazione, porgo distinti saluti.

Ustica 25.10.11

Felice Giardino

^^^^^^^^^^^^

Dalla Germania Josè Zagame

Aldila’ delle scelte fatte sia dal Sindaco (nomina Assessore) e di Felice averle accettate e poi riconsegnate, cose che ormai appartengono al passato, vorrei commentare i continui sassolini che ogni giorno gettiamo nello “stagno”; Cio’ che mi rallegra e’ il fatto che tramite il “nostro” sito, si possa far conoscere il pensiero di tanta gente, che con garbo, ma fermamente convinta delle proprie idee (a volte e’ meglio sparare c…..e’ dire la propria, partecipando quindi al dibattito, che rimanere a guardare e aspettare che il frutto cada dall’albero) continua a gettare piccoli SASSOLINI in quello stagno, dal quale si spera quanto prima possa saltare fuori la tanto attesa “rana” (presa di coscienza) che con un tocco magico si trasformi in un bel “Principe Azzurro” (ferma volonta’ a cambiare pagina), e che quel principe azzurro trovi la sua “Bella Principessa” (ritrovata riconciliazione tra le parti) che da anni aspetta di essere “liberata”. E’ come si vuole in ogni bella favola si possa finalmente (ri)dire :
………E’ VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI!!!!
Una piccola comunita’ come la nostra per essere amministrata non ha bisogno di politicanti, bensi’ di gente (benvengano i non usticesi) convinta, determinata a portare a termine la missione loro assegnata e cioe’ *battersi per migliorare le condizioni del comune loro affidato.

p.s. ho detto battersi, non riuscire; non e’ un caso. A nessuno si richiede di riuscire nell’impresa di risolvere tutti i problemi che quotidianamente si presentano; ma di BATTERSI con DETERMINAZIONE, quello si….almeno quello!
Spero di non essermi troppo “impappinato”…..

Un Saluto dalla Germania,

^^^^^^^^^^^

Dalla Germania Giovanni Picone

Ciao Salvatore ,
Ho letto il tuo commento e devo dire che mi e piaciuto molto .
Io mi ricordo che nella NOSTRA Isola si andava a caccia al TESORO…….che ancora abbiamo!!!!!!!perché allora non cambiare/migliorare/collaborare/unirci uno con l`altro invece di essere bisticciati !!!!
Un caro saluto dal tuo compagno di scuola.

^^^^^^^^^

Da Ustica salvatore Militello

Caro Gaetano,

Intanto un saluto a te ed a tutti i Lettori. In merito alle tue osservazioni riguardanti la “nomina/dimissioni” di un Assessore non credo si tratti ne di bussolotti ne di comiche… ma di necessità, forse, contigenti. Del resto proprio dalla lettera di Felice si evince: “…accettato la suddetta nomina al solo fine di servire la nostra comunità in un momento di difficile transizione…” quindi un servigio al Paese.

Meglio potrà chiarire, se vuole, il Sindaco. Sarebbe interessante, però, conoscere quali sono gli atti ai quali ha preso parte l’Assessore rendendo così un servizio alla Comunità. In ogni caso mi viene in mente, in un momento così difficile per Tutti, un verso di una canzone di Cocciante ( senza offesa e lungi da riferimenti) “Bella senza anima” : “…nella tua trappola ci son cascato anch’io, avanti il prossimo gli lascio il posto mio…” C’è anche da dire che nella nostra piccola Comunità non credo sia facile trovare una persona che in questa fase e con gli odierni presupposti accetti tale incarico quasi alla fine del mandato. Ammesso che fosse in grado di programmare, e non mi riferisco solo alle capacità personali di questi ma anche alla predisposizione della macchina burocratica (il motore) con i suoi limiti professionali ed economici, non avrebbe neanche il tempo di vedere realizzati i “progetti” fatti. Tra l’altro, e con questo concludo, a me sembra che l’Amministrazione ( non solo questa, ma anche le passate compresa quella in cui ho partecipato e forse anche la futura) siano state, sia e sarà una bella “roll royce” ma con un motore da “fiat 500” da revisionare!

Speriamo mi sbagli (per il futuro) ma certo è che non ci aspettano “tempi belli” ed è un peccato perchè l’Isola ha delle potenzialità e delle bellezze enormi, forse dovremmo “cambiare/migliorare” un pò noi stessi… Facciamo ognuno di noi un esame di coscienza mettendo da parte le ns. diatribe e le stesse forze per queste impiegamole per il bene comune, qual’è l’Isola.

Almeno così riusciremo in qualcosa… e sarebbe già tanto.

^^^^^^^^^^^^^^

Da Montecosaro (MC)Mariangela Militello 

Sig. Nava, non posso far altro che condividere con Lei, e credo tanti altri che da lontano guardano questo film.
Ricordo da ragazzina quanto questa serie televisiva ci facesse trascorrere dei momenti di allegria e fragorose risate.
Non si puo’ dire altrettanto adesso, in quanto questo film usticese non fa affatto ridere, anzi, diciamo che ha il potere di strapparci qualche lacrima e anche qualche urlo di rabbia.

Mariangela Militello

^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Ustica Angela D’angelo

Ciao caro Gaetano. Inutile piangere sul latte versato. Ridi Gaetano che è meglio… Un abbraccio a te e famiglia

^^^^^^^^^^^

Da Palermo Gaetano Nava

Sig.Sindaco, in merito alle dimissioni dell’amico Felice Giardino dalla carica di Assessore, mi sembra di assistere ad un bel film, che è sempre di moda che si intitola: “OGGI LE COMICHE”. Mi sorge spontanea una domanda, la Sua scelta per dare l’ incarico di un assessorato, come avviene, con i bussolotti, o ……..cosa, così il primo nome che viene fuori è il prescelto, e dopo si piangono le conseguenze. Un saluto

Gaetano Nava

 

 

 

5 thoughts on “Dimissioni dell’Assessore Felice Giardino

  1. 0

    Sig. Nava, non posso far altro che condividere con Lei, e credo tanti altri che da lontano guardano questo film.
    Ricordo da ragazzina quanto questa serie televisiva ci facesse trascorrere dei momenti di allegria e fragorose risate.
    Non si puo’ dire altrettanto adesso, in quanto questo film usticese non fa affatto ridere, anzi, diciamo che ha il potere di strapparci qualche lacrima e anche qualche urlo di rabbia.
    Mariangela Militello

  2. 0

    Caro Gaetano,
    Intanto un saluto a te ed a tutti i Lettori. In merito alle tue osservazioni riguardanti la “nomina/dimissioni” di un Assessore non credo si tratti ne di bussolotti ne di comiche… ma di necessità, forse, contigenti. Del resto proprio dalla lettera di Felice si evince: “…accettato la suddetta nomina al solo fine di servire la nostra comunità in un momento di difficile transizione…” quindi un servigio al Paese.
    Meglio potrà chiarire, se vuole, il Sindaco. Sarebbe interessante, però, conoscere quali sono gli atti ai quali ha preso parte l’Assessore rendendo così un servizio alla Comunità. In ogni caso mi viene in mente, in un momento così difficile per Tutti, un verso di una canzone di Cocciante ( senza offesa e lungi da riferimenti) “Bella senza anima” : “…nella tua trappola ci son cascato anch’io, avanti il prossimo gli lascio il posto mio…” C’è anche da dire che nella nostra piccola Comunità non credo sia facile trovare una persona che in questa fase e con gli odierni presupposti accetti tale incarico quasi alla fine del mandato. Ammesso che fosse in grado di programmare, e non mi riferisco solo alle capacità personali di questi ma anche alla predisposizione della macchina burocratica (il motore) con i suoi limiti professionali ed economici, non avrebbe neanche il tempo di vedere realizzati i “progetti” fatti. Tra l’altro, e con questo concludo, a me sembra che l’Amministrazione ( non solo questa, ma anche le passate compresa quella in cui ho partecipato e forse anche la futura) siano state, sia e sarà una bella “roll royce” ma con un motore da “fiat 500” da revisionare!
    Speriamo mi sbagli (per il futuro) ma certo è che non ci aspettano “tempi belli” ed è un peccato perchè l’Isola ha delle potenzialità e delle bellezze enormi, forse dovremmo “cambiare/migliorare” un pò noi stessi… Facciamo ognuno di noi un esame di coscienza mettendo da parte le ns. diatribe e le stesse forze per queste impiegamole per il bene comune, qual’è l’Isola.
    Almeno così riusciremo in qualcosa… e sarebbe già tanto.

  3. 0

    Ciao Salvatore ,
    Ho letto il tuo commento e devo dire che mi e piaciuto molto .
    Io mi ricordo che nella NOSTRA Isola si andava a caccia al TESORO…….che ancora abbiamo!!!!!!!perché allora non cambiare/migliorare/collaborare/unirci uno con l`altro invece di essere bisticciati !!!!
    Un caro saluto dal tuo compagno di scuola.

  4. 0

    Aldila’ delle scelte fatte sia dal Sindaco (nomina Assessore) e di Felice averle accettate e poi riconsegnate, cose che ormai appartengono al passato, vorrei commentare i continui sassolini che ogni giorno gettiamo nello “stagno”; Cio’ che mi rallegra e’ il fatto che tramite il “nostro” sito, si possa far conoscere il pensiero di tanta gente, che con garbo, ma fermamente convinta delle proprie idee (a volte e’ meglio sparare c…..e’ dire la propria, partecipando quindi al dibattito, che rimanere a guardare e aspettare che il frutto cada dall’albero) continua a gettare piccoli SASSOLINI in quello stagno, dal quale si spera quanto prima possa saltare fuori la tanto attesa “rana” (presa di coscienza) che con un tocco magico si trasformi in un bel “Principe Azzurro” (ferma volonta’ a cambiare pagina), e che quel principe azzurro trovi la sua “Bella Principessa” (ritrovata riconciliazione tra le parti) che da anni aspetta di essere “liberata”. E’ come si vuole in ogni bella favola si possa finalmente (ri)dire :
    ………E’ VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI!!!!
    Una piccola comunita’ come la nostra per essere amministrata non ha bisogno di politicanti, bensi’ di gente (benvengano i non usticesi) convinta, determinata a portare a termine la missione loro assegnata e cioe’ *battersi per migliorare le condizioni del comune loro affidato.
    p.s. ho detto battersi, non riuscire; non e’ un caso. A nessuno si richiede di riuscire nell’impresa di risolvere tutti i problemi che quotidianamente si presentano; ma di BATTERSI con DETERMINAZIONE, quello si….almeno quello!
    Spero di non essermi troppo “impappinato”…..
    Un Saluto dalla Germania,
    Jose’

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.