Gemellaggio Salina Calcio a 5 con l’ASD Ustica Calcetto


[ id=17056 w=320 h=240 float=left] In questo fine settimana saranno graditissimi ospiti ad Ustica gli amici di Santa Maria Salina lo “staff” dirigenziale e tecnico della squadra di calcio a 5 (nella foto), fresca vincitrice del proprio girone messinese, che effettuerà un “gemellaggio” con l’Ustica calcetto del Presidente Salvatore Militello, artefice, unitamente ad Angelo Longo, della iniziativa a suggello degli ottimi e cordiali rapporti che intercorrono tra le due Società oltre che tra le due Comunità isolane. Ho avuto il piacere per l’occasione di realizzare la seguente intervista al Sig. Santino Ruggera nella duplice veste di Presidente della locale squadra di calcio a 5 e di apprezzato Direttore del seguitissimo quotidiano on line “Salinanews”.

Mario Oddo 3 (2)Mario Oddo

 

———————————–

D)Presidente Ruggera, come nasce e per merito di chi l’idea di creare una Società e a quando risale la vostra “prima volta” nel calcio a 5 e con quali risultati ?

R) L’idea di creare una squadra di Calcio a 5 nasce nei primi mesi del 2010. Il Sindaco Massimo Lo Schiavo e l’allora vicesindaco Luigi Follone (attuale vicepresidente della squadra), furono i due che per primi lavorarono su quest’idea raccogliendo anche l’invito di alcuni ragazzi dell’isola che già da un paio d’anni disputavano dei campionati di categoria con un altra squadra dell’arcipelago.

 D) Quando si inizia a disputare un campionato si parte con degli obiettivi di massima; quello di di vincerlo alla vigilia era tra questi o è stata anche per voi stessi una piacevole sorpresa ?

R) I due campionati disputati in precedenza ci avevano dato delle buone soddisfazioni. L’esperienza accumulata ci ha consentito al terzo tentativo di centrare l’obiettivo promozione disputando un grande campionato. La speranza d’inizio campionato si è trasformata in realtà a metà aprile.

D) I componenti la squadra sono ragazzi locali e anche il Mister ? Colori sociali ?Positivo il bilancio dell’accoglienza e sportività assicurata e ricevuta alle/dalle Società avversarie durante il campionato ?

R) Tutti i componenti della squadra dai dirigenti ai calciatori al mister sono dell’isola. I colori sociali sono blu/azzurro.Il Salina non è sconfitto sul campo dal Novembre 2011 ed è stato applaudito spessissimo anche dai tifosi avversari. Sono solo due i casi in questi tre anni in cui l’accoglienza ricevuta non è stata dalle più sportive. Ma i nostri ragazzi anche in situazioni del genere si sono distinti per l’esemplare condotta. Anzi siamo saliti agli onori della cronaca in due occasioni per degli esempi di grande sportività. Nel primo campionato disputato, un nostro giocatore che aveva segnato aiutandosi con un braccio andò dall’arbitro, dopo che questo aveva attribuito il gol, per segnalare l’irregolarità e consentire al direttore di gara di annullare la rete. Mentre nell’ultimo campionato dopo che un nostro giocatore segnò una rete non accorgendosi che un giocatore avversario era a terra , tutta la squadra si fermò alla ripresa del gioco consentendo agli avversari di segnare subito un gol. Cosa che rende questi gesti ancor più straordinari è il fatto che in entrambi i casi il risultato era, tra le compagini, ancora in perfetta parità. A proposito colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che mi seguono in questa straordinaria avventura cercando di trasmettere ai nostri ragazzi quei sani valori che servono non solo su di un campo di calcio ma anche nella più importante partita della vita.

D) La condizione di insularità crea nelle trasferte problemi di mobilità a voi e ai vostri avversari più del previsto con le interminabili partite da recuperare ?

R) I problemi sono, credo, solo per noi che per mezzo campionato siamo costretti a servirci di aliscafi e navi. Gli avversari visitano l’arcipelago eoliano solo una/due volta/e a campionato.

D) In tema di impiantistica sportiva e di autogestione di una Società oggi l’adeguatezza dell’una e la sopravvivenza dell’altra è più legata all’intraprendenza del privato (leggi “eroici” Dirigenti) viste le note difficoltà economiche in cui il pubblico (leggi Comuni) versa. Voi su questi fronti come siete messi ?

R) In questi primi anni, è grazie alla disponibilità di un privato, che siamo riusciti a disputare i campionati avvalendoci di una campo e di una struttura per la quale la figc ha dato il proprio benestare. Ma il nostro Sindaco e primo tifoso Massimo Lo Schiavo è già al lavoro per regalare all’intera comunità una struttura sportiva pubblica di livello che consentirà ai giovani dell’intera isola di poter guardare anche ad altri sport.

D) Per finire, state già pensando come affrontare il prossimo campionato sicuramente più impegnativo dopo il salto di categoria o al momento preferite … godervi la festa ?

R) Qualche nuovo innesto verrà sicuramente fatto. Per quanto riguarda la festa..speriamo di farla ogni domenica agli avversari…

D) Ritiene che questo gemellaggio possa costituire il primo di altri interscambi, siano essi sportivi, turistici o culturali, che in futuro possano favorevolmente essere estesi anche alle altre Comunità isolane consorelle della nostra Sicilia ?

R)Ben vengano questi interscambi, a prescindere dell’ambito, con le altre realtà siciliane con cui spesso si condividono diverse problematiche. Ustica è sempre nei nostri cuori. Il bellissimo gemellaggio del 1994 che l’allora Sindaco di S. Marina Salina Riccardo Gullo coadiuvato dal suo vicesindaco Rosalba Benenati ed il vostro Angelo Longo con l’amministrazione usticese dell’epoca vollero fortissimamente, è indelebile e sempre presente nei ricordi più belli dei tanti che ne presero parte. L’invito che ci è stato rivolto da Angelo Longo e dal presidente della squadra di Calcio a 5 di Ustica Salvatore Militello nell’occasione della nostra vittoria in campionato ci ha enormemente riempito di gioia . La Vostra ospitalità è sempre così squisita che ogni momento passato insieme è per noi motivo di grande felicità.

D) Sig. Ruggera, la ringrazio per la sua cortese disponibilità; rinnovo i miei auguri per la promozione; mi associo all’entusiastico “benvenuti ad Ustica” e nell’occasione non posso non rivolgere a Lei e a tutti i suoi Collaboratori meritate parole di apprezzamento per il grande servizio che quotidianamente offrite alla Comunità residente ed all’esterno attraverso Salinanews; i favorevoli riscontri che sicuramente registrate altro non sono che il giusto premio al vostro impegno.

R) Sono parole come le vostre e il grande amore verso il posto dove viviamo che ci danno la voglia e la forza di continuare queste avventure…

Mario Oddo

 

 

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.