Il punto sui campionati di 3^ categoria e calcio a 5


A conferma che “tra il dire e il fare” antico detto per l’occasione trasformato ad uso e consumo Ustica in “tra il partire e giocare c’è sempre il mare” ancora uno stop per le due compagini calcistiche isolane che anzi “consigliate” dalle previsioni del tempo hanno evitato un sicuro fuori programma con un soggiorno a Palermo che non avrebbe ottenuto il massimo del gradimento; nessun riferimento naturalmente alle bellezze della Città. C’è da augurasi per il futuro che Filippo Vena per l’ASD Ustica e Salvatore Militello per l’ASDUC e naturalmente gli avversari di turno si ritrovino il meno delle volte possibile alla vigilia di ogni incontro a dover sfogliare “si parte, non si parte, si parte non si parte …” la fatidica margherita. Anche perchè si creano alle squadre ingorghi di impegni dovuti ai necessari recuperi. Ma passiamo dal meteo al calcio che si è giocato ieri partendo dalla 3a categoria per fare il punto su quanto è avvenuto in campo. C’era molta attesa per il risultato che sarebbe scaturito dall’incontro “clou” tra Tridente Belmonte e Villagrazia di Carini che riguardava la parte alta della classifica; nulla di fatto invece; si è concluso con un salomonico pareggio, segno tra l’altro che ha contradistinto la quinta giornata di campoinato che ha registrato tre “X” sui quattro disputati, che in definitiva era quello in cui sperava il Cttà di Piana che, dovendo recuperare in settimana l’incontro non disputato ieri contro l’Aspranuova, tiene viva la speranza, in caso di bottino pieno, di raggiungere al primo posto i carinesi. Buono il ruolino di marcia del Resuttana San Lorenzo ove si consideri che è una “new entry” in questa categoria che pareggiando col Conca d’Oro Monreale (prossima avversaria dell Ustica) ha tolto all’undici normanno il piacere di centrate la terza vittoria di fila. E’ pur sempre un quadro provvisorio per via delle numerose partite da recuperare. Nel calcio a 5 si è giocato la quarta giornata di campionato. Scimone sempre in testa con 10 punti costretta al pareggio da un “osso duro” quale si sta rivelando il Villaurea che ha impedito alla squadra che rappresenta l’omonimo bar di centrare la quarta vittoria su quattro incontri. Anche quì vale lo stesso discorso fatto per la 3a categoria: classifica provvisoria per via delle tante partite non disputate, ben due addirittura dall’ Atletico Capaci e dalla nostra Ustica. Scatenato il Real Carini che ne ha rifilato dieci ai Delfini di Vergine Maria subendone tre. ZT 84 Capaci è la cenerentola del girone; quattro partite, altrettante sconfitte. Il seguito dopo l’esito della quinta giornata; buon campionato a tutti e … che Nettuno ed Eolo ce la mandino buona.

Mario Oddo

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.