Il SuP sbarca a Ustica all’inizio di giugno


Ma cos’è? SuP è l’acronimo di stand-up-paddling, una tavola su cui si pagaia stando in piedi: un mezzo straordinario che permette di camminare letteralmente sull’acqua, vedendo quindi l’isola da una prospettiva nuova. Ed è una modalità lenta, non il “mordi e fuggi” del turismo frettoloso, ma una maniera per entrare in contatto con l’isola, con la sua terra vulcanica, aspra e bellissima, per guardarla “dall’acqua e dal di dentro”. Il SuP scorre placido sulle sue acque limpide, illuminate dai raggi del sole, e il fortunato che ci sta sopra… praticamente fa snorkeling stando all’asciutto 😉

E’ certamente bellissimo fare il giro in gommone delle grotte incredibili dell’isola ma con il sup l’ingombro è minimo e ci si può addentrare fino all’inverosimile: dalla Grotta Azzurra, un tempo grotta privata dove praticamente tutti gli usticesi hanno imparato a nuotare con un certo senso di trasgressione, a quella della Pastizza, con un suggestivo soffitto di litodomi che tradiscono il fatto che un tempo fosse completamente sommersa dall’acqua, a quella delle barche, rifugio un tempo per uomini e imbarcazioni, alla grotta popolata dagli animali più strani come un maiale e un babbuino, alla Spaccazza di San Paolo, lungo 150 metri e profondo 30, per parlare solo di quelle più celebri sul lato di Mezzogiorno.

Il 2 e il 3 giugno un gruppo di appassionati supper, Antonella, Pio, Rosalba, Eleonora, Maria Teresa e Francesco, con le due guide e istruttori, Paola e Giuseppe, innamorati di Ustica, faranno il giro completo dell’isola in due mezze giornate sia perché non si tratta di atleti sia perché il periplo è pensato come “viaggio lento”, di esplorazione naturalistica e di educazione ambientale.

Saranno a Ustica dall’ 1- 5 giugno, e faranno il periplo il 2 e il 3 giugno, compatibilmente con le condizioni meteomarine.

Il primo giorno dalla mattina faranno un piccolo cabotaggio sul lato sud dell’isola partendo da Cala Santa Maria fino a Punta dello Spalmatore (ca. 3,5 miglia per ca. 4 ore max), e il giorno dopo, partendo nel primo pomeriggio in modo da avere le grotte del lato nord illuminate dal sole, faranno sempre un piccolo cabotaggio lungo il lato nord dell’isola da Punta dello Spalmatore fino al porto (circa 3,5 miglia per ca. 4 ore max) passando attraverso la Riserva Marina Integrale A, il tutto con presidi di sicurezza e assistenza della Guardia Costiera.

E sarà il primo di una serie di iniziative a Ustica, la prossima già programmata per settembre.

——-

Chi sono le guide:

Paola Pinelli: antropologa di formazione, esperta in biologia marina e guida snorkeling, guida ambientale escursionistica AIGAE, free diver, istruttrice di SuP, guida per Four Seasons Natura e Cultura in viaggi soprattutto acquatici ma non solo, con un approccio “lento” alla natura e alle sue bellezze unito ad una consapevolezza di quello che si va a scoprire. Il SuPe/o la canoa sono mezzi fantastici per scoprire luoghi e “cambiare prospettiva”.

Giuseppe Soldano: geografo e speleologo di formazione, istruttore di canoa, rocciatore professionista, guida escursionistica AIGAE e interprete ambientale. Insegna nella scuola primaria, contribuendo ad avvicinare i bambini alla natura attraverso l’esperienza, la conoscenza ed il rispetto.

Entrambi uniscono alla pratica sportiva la passione educativa/formativa lavorando con bambini, ragazzi e adulti in contesti educativi non formali (outdoor education),

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.