Intestazione Piazza del Comune e sale espositive


Il Sindaco di Ustica pur a conoscenza che la competenza relativa all’intestazione di Strade, Scuole e sale pubbliche è della Giunta Comunale ha ritenuto coinvolgere e sentire anche il parere, certamente non vincolante, del Consiglio Comunale.

Allo scopo di valorizzare al meglio, così scrive il sindaco, “figure che con particolare dedizione, hanno dedicato gran parte della propria esistenza a caratterizzare l’immagine di Ustica”, ha segnalato al Presidente del Consiglio, allegando il curriculum, tre nominativi:

– Litterio MAGGIORE;

– Armando CASERTA;

– Biagio PATTI:

L’argomento ieri pomeriggio è stato inserito al 6° punto dell’O.d.G. e votato all’unanimità dai Consiglieri presenti intitolando a:

-Litterio Maggiore la “la Piazza del Comune dove si trova il Suo busto;

-Armando Caserta la “sala espositiva del Centro Congressi;

-Biagio Patti l”Aula Multimediale dell’Istituto Comprensivo.

P.S. Per completezza d’informazione facciamo notare che in aula significativo e opportuno è stato l’intervento del Presidente del Consiglio per fare intestare a Lillo Maggiore la piazza del Comune e non la sala congressi come riportava la nota d’indirizzo del Sindaco.

Pietro Bertucci

^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Caro Pietro,

Carmelina e Mariuccia Patti insieme ai figli Nadia, Giuseppe, Massimiliano e Antonella, tramite te, vogliamo ringraziare il Sindaco ed il Consiglio Comunale per il sincero e accorato interesse mostrato riguardo la vicenda di nostro padre ritenendolo meritevole di futura memoria.

Grazie Ancora.

^^^^^^^^^

Da Montecosaro Mariangela Militello

Apprendo con molta gioia la notizia e vorrei rivolgere anch’io il mio ringraziamento a tutto il Governo usticese per il contributo rivolto a mantenere viva la memoria di tre uomini che con il loro impegno e dedizione hanno lasciato un segno indelebile nella storia di Ustica.

Del Maestro Patti ho ancora vivi i racconti di mio padre: “il Maestro” che incuteva timore, ma faceva dei suoi alunni uomini estremamente preparati, e confesso che spesso anch’io liceale degli anni ’80, rimanevo basita per come mio padre riusciva a “far di conto” senza calcolatrice od a realizzare, in poco tempo, tabelle matematiche nel periodo in cui era amministratore di cinque condomini a Settimo Torinese.
Egli mi narrava spesso del Dr Lillo Maggiore, medico stimato e Sindaco dal “cuore grande”, di cui ho avuto l’onore di conoscere suo figlio Massimo.
Il Sig. Armando Caserta invece è presente nei miei ricordi di ragazzina quando egli allietava le ns serate estive con la sua musica, in cui mio padre non perdeva occasione per ballare con la sua ballerina preferita, io..
Rinnovo i miei ringraziamenti e le miei piu’ vive congratulazioni alla famiglia Patti, a Nuccio Caserta ed a Massimo Maggiore.

Mariangela Militello

^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Nell’esternare il mio compiacimento e commozione, per la nomina ai tre Illustri Cittadini usticesi menzionati, fra cui mio padre Armando Caserta, che, come dice il Sindaco, hanno dedicato la loro vita a ” caratterizzare l’immagine di Ustica” voglio ringraziare anche a nome dei miei familiari, per il voto unanime, il Sindaco in primis, Vice Sindaco, Presidente Consiglio, Giunta e Consiglieri e quanti si sono interessati perché ciò si attuasse.

^^^^^^^^^^^

Da Palermo Mario Oddo

Pietro, apprendo con immenso piacere che c’è un Figlio adottivo che l’Isola non ha dimenticato al punto da ritenerlo degno e meritevole ad unanime giudizio, unitamente ai compianti Litterio Maggiore ed Armando Caserta, di riconoscimento alla memoria mediante intestazione dell’Aula Multimediale dell’Istituto Comprensivo. E’ Biagio Patti, “‘u ‘zzù Biaggiu” per tutti noi nipoti. Tante generazioni di alunni usticesi allora ragazzi, oggi dai capelli bianchi, hanno ricevuto da Lui la prima istruzione e formazione ma anche i primi rimproveri o le prime “gargiate” come le chiamava nell’originario dialetto racalmutese. Legato ad Ustica come se vi fosse nato ha rappresentato per molti anni il “Signor Maestro” d’altri tempi, di deamicisiana memoria, burbero e severo ma efficace dispensatore di nozioni di studio e lezioni di vita. Persona e nello stesso tempo personaggio: famose nell’Isola le sue arrampicate sugli scogli con la sua inseparabile canna da pesca. A nome delle figlie Carmelina e Mariuccia rivolgo un commosso e doveroso ringraziamento al Sindaco, alla Giunta ed al Consiglio Comunale di Ustica per l’attenzione dedicata in tutto l’iter.

Mario Oddo

 

Da Roma Massimo Maggiore

Buongiorno Pietro,

ti ringrazio per la premurosa notizia giuntami, inaspettatamente, già ieri sera e prontamente diffusa tra i congiunti più vicini.

Accogliamo con sincero piacere e, personalmente, anche con orgoglio e commozione questa “pubblica decisione” che, mi dicono, unanime e che, come tale, intende giustamente onorare la memoria di un Suo illustre, amato e rimpianto “figlio”, tragicamente scomparso da, oramai, quarant’anni.

Ancora grazie e a presto rincontrarci con rinnovato affetto.

Massimo

 

 

 

4 thoughts on “Intestazione Piazza del Comune e sale espositive

  1. Buongiorno Pietro,
    ti ringrazio per la premurosa notizia giuntami, inaspettatamente, già ieri sera e prontamente diffusa tra i congiunti più vicini.
    Accogliamo con sincero piacere e, personalmente, anche con orgoglio e commozione questa “pubblica decisione” che, mi dicono, unanime e che, come tale, intende giustamente onorare la memoria di un Suo illustre, amato e rimpianto “figlio”, tragicamente scomparso da, oramai, quarant’anni.
    Ancora grazie e a presto rincontrarci con rinnovato affetto.
    Massimo

  2. Pietro, apprendo con immenso piacere che c’è un Figlio adottivo che l’Isola non ha dimenticato al punto da ritenerlo degno e meritevole ad unanime giudizio, unitamente ai compianti Litterio Maggiore ed Armando Caserta, di riconoscimento alla memoria mediante intestazione dell’Aula Multimediale dell’Istituto Comprensivo. E’ Biagio Patti, “‘u ‘zzù Biaggiu” per tutti noi nipoti. Tante generazioni di alunni usticesi allora ragazzi, oggi dai capelli bianchi, hanno ricevuto da Lui la prima istruzione e formazione ma anche i primi rimproveri o le prime “gargiate” come le chiamava nell’originario dialetto racalmutese. Legato ad Ustica come se vi fosse nato ha rappresentato per molti anni il “Signor Maestro” d’altri tempi, di deamicisiana memoria, burbero e severo ma efficace dispensatore di nozioni di studio e lezioni di vita. Persona e nello stesso tempo personaggio: famose nell’Isola le sue arrampicate sugli scogli con la sua inseparabile canna da pesca. A nome delle figlie Carmelina e Mariuccia rivolgo un commosso e doveroso ringraziamento al Sindaco, alla Giunta ed al Consiglio Comunale di Ustica per l’attenzione dedicata in tutto l’iter.
    Mario Oddo

  3. Apprendo con molta gioia la notizia e vorrei rivolgere anch’io il mio ringraziamento a tutto il Governo usticese per il contributo rivolto a mantenere viva la memoria di tre uomini che con il loro impegno e dedizione hanno lasciato un segno indelebile nella storia di Ustica.

    Del Maestro Patti ho ancora vivi i racconti di mio padre: “il Maestro” che incuteva timore, ma faceva dei suoi alunni uomini estremamente preparati, e confesso che spesso anch’io liceale degli anni ’80, rimanevo basita per come mio padre riusciva a “far di conto” senza calcolatrice od a realizzare, in poco tempo, tabelle matematiche nel periodo in cui era amministratore di cinque condomini a Settimo Torinese.

    Egli mi narrava spesso del Dr Lillo Maggiore, medico stimato e Sindaco dal “cuore grande”, di cui ho avuto l’onore di conoscere suo figlio Massimo.

    Il Sig. Armando Caserta invece è presente nei miei ricordi di ragazzina quando egli allietava le ns serate estive con la sua musica, in cui mio padre non perdeva occasione per ballare con la sua ballerina preferita, io..

    Rinnovo i miei ringraziamenti e le miei piu’ vive congratulazioni alla famiglia Patti, a Nuccio Caserta ed a Massimo Maggiore.

    Mariangela Militello

  4. Mariuccia Patti, unitamente a tutti i familiari, ringrazia il Sindaco ed il Consiglio Comunale di Ustica per il riconoscimento che hanno dedicato a suo padre.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.