L’addio a Bartolo Mancuso: il Suo sorriso rimarrà per sempre nei nostri cuori


Si sono tenuti ieri pomeriggio ad Ustica presso la Chiesa San Ferdinando Re  i funerali del giovane  30enne Bartolo Mancuso,  morto domenica scorsa a Palermo in un tragico incidente stradale. Tanta era la gente e la nostra Chiesa, (che ancora una volta assurge a luogo di mestizia e di rabbia per una’altra giovane vita persa in modo assurdo),  era troppo piccola per contenere le numerose persone  accorse per rendere l’estremo saluto a Bartolo e per stringersi, nel massimo silenzio e nel dolore, a fianco dei familiari.
Ma quella che ha impressionato favorevolmente è stata la massiccia partecipazione di tutti i giovani di Ustica, dimostrando una vera Amicizia a Bartolo e una sentita solidarietà alla famiglia. Molti di loro erano visibilmente commossi e avevano il volto rigato di lacrime.

Nell’omelia padre Lorenzo Tripoli, anche lui visibilmente provato, per l’ennesima giovane vita spezzata, rivolgendosi ai genitore, con parole di fede e di conforto  ha messo in risalto “come la morte sia la naturale prosecuzione nella vita…, come Lui fosse capace di entrare nel cuore delle persone con il suo sorriso e la sua solarità…” e ha concluso “ringraziando Bartolo per quello che ha fatto e continuerà a fare per ognuno di noi… e sarà l’amore che Lui ci ha dato a riscaldare i nostri cuori..”

Al termine del rito funebre, mentre la bara veniva portata a spalle dagli amici e dai parenti, tante lacrime, abbracci e uno struggente lungo applauso ha accompagnato il feretro fuori dalla chiesa, per proseguire sino al Cimitero per la tumulazione.

Bartolo era un giovane che amava la vita, non era solito fermarsi dinanzi alle difficoltà procurate dalla vita…, capace di circondarsi di tanti amici e a tutti regalava un sorriso, in particolare a chi aveva bisogno e/o era meno fortunato di Lui.

Alle  10,30 tutta l’Isola si è fermata aderendo all’invito dell’amministrazione comunale che per ieri aveva proclamato il lutto cittadino durante la celebrazione della cerimonia. Sono stati chiusi gli uffici pubblici, con le bandiere abbassate a mezz’asta,  e si sono fermate tutte le attività commerciali, in segno di lutto.

Ora Bartolo riposa in pace e noi lo ricorderemo sempre con il sorriso e con la sua voglia di vivere.

Pietro Bertucci

 

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.