Lampioni Strada che porta al Cimitero


[ id=10672 w=320 h=240 float=left]Domenica e lunedì trasferta non prevista sono stato ad Ustica, un soggiorno-lampo di 36 ore, parte delle quali trascorsi a girovagare. Mi avvio come prima destinazione al Cimitero; inizio la discesa e i miei occhi vanno istintivamente sui lampioni dei quali ai primi del corrente mese avevo sottolineato lo stato di incuria in cui versavano. Ebbene, vetri rotti erano e vetri rotti sono rimasti; lampadine fuori uso erano e lampadine fuori uso sono rimaste. Non è valso neanche un certo “incentivo” a suo tempo fornito che chi li avrebbe riparati si sarebbe guadagnato d’ufficio il Paradiso… Ma c’è un “aspetto compensativo” che ho avuto la fortuna di cogliere; pur in quelle condizioni i lampioni si rivelano di una singolare utilità ma non più di illuminazione pubblica in favore dagli abitanti dell’Isola[ id=10673 w=320 h=240 float=right] ma di “alloggio” ad uso degli uccelli che vi costruiscono il nido, abbastanza comodo e pure con il “confort” del riscaldamento per i loro piccoli nel fortunato caso che funzioni qualche lampadina. Dipendesse da me ne porterei un paio alla prossima Biennale di Venezia: già me lo immagino… la Giuria ha così deciso: primo premio al Comune per l’opera originale “Ustica, nido d’uccello all’interno di un lampione” … e giù applausi

Mario Oddo

 

^^^^^^^^^^^^^

Da Montecosaro Mariangela Militello

Ehhh si, caro Mario….Era Settembre quando intervenni proprio su questo sito sottolineando la mia indignazione circa la mancanza di pulizia, di sicurezza e illuminazione. Proprio su quei lampioni che portano al Cimitero mi ero soffermata, e da quel che leggo nulla è cambiato: vetri rotti erano e vetri rotti sono rimasti. Che dire Mario, forse hai ragione tu, forse si sta realmente pensando ad un’idea originale da presentare alla Biennale di Venezia; io invece penso che da queste piccole ma grandi cose,ogni persona pensante dovrebbe cominciare a prendere coscienza delle proprie idee e delle proprie azioni.

Un caro saluto.

Mariangela Militello

 

One thought on “Lampioni Strada che porta al Cimitero

  1. Ehhh si, caro Mario….Era Settembre quando intervenni proprio su questo sito sottolineando la mia indignazione circa la mancanza di pulizia, di sicurezza e illuminazione. Proprio su quei lampioni che portano al Cimitero mi ero soffermata, e da quel che leggo nulla è cambiato: vetri rotti erano e vetri rotti sono rimasti. Che dire Mario, forse hai ragione tu, forse si sta realmente pensando ad un’idea originale da presentare alla Biennale di Venezia; io invece penso che da queste piccole ma grandi cose,ogni persona pensante dovrebbe cominciare a prendere coscienza delle proprie idee e delle proprie azioni.
    Un caro saluto.
    Mariangela Militello

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.