L’assessore Mistretta Risponde…


In relazione alla lettera del sig Angelo Tranchina vi scrivo quanto segue:

Sono legato all’isola dell’amore per il mare. Ho sempre frequentato Ustica, ovviamente non potevo conoscere le dinamiche che si sprigionano nell’isola che fanno male solo a se stessa.
Entrando nel merito del torneo di tennis da me promosso ad Ustica faccio presente quanto segue: certamente avevo raccomandato agli organizzatori di utilizzare tutte le strutture dell’isola. I partecipanti hanno chiesto le strutture a tre stelle e molti di loro conoscendo già l’isola hanno richiesto gli alberghi dove solitamente soggiornano.
Con rammarico devo dire che gli organizzatori che avevano accettato ben volentieri di portare ad ustica un torneo che ha riscosso molto successo a Pantelleria, già mi hanno fatto presente che il prossimo anno preferiranno un altra isola.
Siamo riusciti a farli fuggire prima dell’arrivo. Non credo che tutto ciò sia edificante. Per il resto rimango a disposizione per ogni altro ulteriore chiarimento e faccio presente che si cercherà fino alla fine di far partecipare quanto più operatori possibili.

Assessore Giuseppe Mistretta

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Fabio Ailara

Ripeto che la classificazione non la faccio io e neanche è facoltativa, ci sono dei parametri mini che le strutture devono avere per ottenere le diverse classificazioni come misure camere, servizi in camera, servizio portineria H 24, personali bilingue, mini bar, aree comuni, hall, camere per poratori di handicap 1 ogni 7 camere e a meno che l’hotel è tutto su un piano l’ascensore è obbligatorio proprio per consentire ai portatori di handicap di usufruire di tutta la struttura ecce ecc. Credo che ad Ustica alcuni 2 stelle possono tranquillamente richiedere le tre stelle, basta richiedere la riclassificazione all’ente preposto.

^^^^^^^^^^^

Da Ustica Angelo Tranchina 

Caro fabio, non per fare polemica, ritengo di conoscere la normativa per la classificazione per l’assegnazione delle stelle(se vuoi te ne mando una copia). E’ pur vero, e di questo me ne puoi dare atto che vi sono alberghi classificati a due stelle che nulla hanno da invidiare al tre stelle e mi riferisco ai vari servizi offerti, certo la tua struttura rispetto ad altre offre il servizio ascensore perchè hai creato il quarto piano. Ma bando alle chiacchere, vorrei conoscere quali servizi offri in più rispetto ad altre struttture ?

^^^^^^^^^^^

Da Ustica Elsa Zanca

Bugie, bugie e ancora bugie….. L’assessore “Fantasma” scrive: “certamente avevo raccomandato agli organizzatori di utilizzare tutte le strutture dell’isola”…….non è vero nullaaa!!! L’assessore Mistretta ha sempre a portata di mano un elenco di strutture, formulato da lui stesso, dove organizzare quelle pochissime, anzi direi quasi inesistenti manifestazioni (nel senso che,non ne siamo messi a conoscenza)….Ho capito che questa lista viene effettuata tramite favoritismi….

Sono daccordissimo con la sign.ra Eliana…L’assessore ama il “mare” infatti lui viene SOLO a fare la “VACANZA” ad Ustica….e concordo sul fatto che si può anche dimettere….

Ah dimenticavo!! L’assessore in questione scrive anche: “SIAMO RIUSCITI A FARLI FUGGIRE PRIMA DELL’ARRIVO”….non poteva esserci frase più giusta!!! Lui insieme ad altre persone è riuscito, tramite il “non far nulla”, a far fuggire i turisti prima e dopo mettere piede sull’isola….

E per favore non cerchi giustificazioni perchè siamo stanchi di quello che dice e scrive….

^^^^^^^^^^^

Da Ustica Fabio Ailara

Caro Angelo, la classificazione in stelle viene assegnate in base ai servizi che l’hotel fornisce e non all’ubicazione, non mi sembra di aver mai letto di requisiti minimi dove la location sia menzionata. Molte ditte direi tutte, quando stringono i contratti per i propri clienti con hotels la prima cosa che chiedono è la classificazione e non dove è situato l’hotel, poi a parità di classificazione senza dubbio la posizione assume un ruolo determinante per la scelta.

^^^^^^^^^

Da Ustica Vincenzo Padovani

Egregio Ass. Mistretta, ci tengo a precisare che come dice Angelo non è una questione di stelle, poiché la mia struttura “Le Terrazze Residence”, ristrutturato nel 2007, con tre stelle, gli stessi servizi degli hotel (colazione, riordino ecc.) e una vista panoramica tra le più belle di Ustica, non è stato preso in considerazione. Il problema è che lei non si è occupato di questo torneo e non ha seguito passo passo la sua organizzazione, lasciando la responsabilità ad altri che non conoscono i meccanismi dell’isola e che se ne fregano di fare le cose giuste. Non credo che tutti i partecipanti hanno scelto la loro sistemazione, forse alcuni non sono mai venuti o non conoscono affatto alcune delle strutture convenzionate, e se gli organizzatori per il prossimo anno vogliono andare altrove, facciano pure, certamente è una sua sconfitta e non di Ustica, vuol dire che noi porteremo il torneo di tennis con un’altra organizzazione, magari coinvolgendo il presidente del circolo del tennis di Palermo, Riccardo Polizzi, mio compagno di classe per 5 anni al Duca degli Abruzzi, che non ho voluto disturbare e mettere a conoscenza di questi giochi clientelari e meschini. Salve

^^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Angelo Tranchina 

Egregio Dott. Mistretta sono costretto rispondere alla sua replica , evidenziando che Lei non conoscendo la mia struttura non può fare termini di paragone relativo alle stelle. Avere tre stelle ed aprire una finestra per vedere un muro non è che sia il massimo. Quando verrà qualche volta ad Ustica, visto che è l’Assessore al ramo, ci venga a trovare, solo allora potrà fare delle valutazioni non riferite alle stelle. Naturalmente è la stessa musica evidenziata dal Sig Dell’oglio per camuffare la scelta delle strutture dove fare alloggiare gli ospiti. L’ospitare dieci persone o avere a pranzo o cena 30 persone Le assicuro non mi cambia la vita,il problema è una questione di principio. Parlando col Sig. dell’oglio, lo stesso ebbe a dirmi che questa non è frutto di una sua iniziativa,come lei afferma, bensì dalla stessa associazione che è libera di scegliere le strutture che gli garbano.(vedi STELLA MARINA,- hOTEL cLELIA,-HOTEL GIULIA,- ECC.

La saluto cordialmente e come consiglio la invito a venire ad Ustica a godersi il mare che ama tanto.

^^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Eliana Dominici

Scusate se mi intrometto, ma ritengo, signor assessore , che la sua non sia una risposta a quello che ha scritto Tranchina , ma semplicemente un’evidenza di uno stato che va sempre di più degradando…..Mi spiega come vorrebbe essere parte dell’isola e capire come far si che l’anno prossimo si scelga un ‘altra isola per il torneo , se lei nemmeno ci viene nell’isola dove dovrebbe operare?

Le piace il mare? Ottimo , allora può fare le vacanze ad Ustica o in altre isole e non l’assessore….

Mi scusi per la mia impertinenza.

Ma io amo Ustica sul serio e non è solo ”mare ” , è di più, ma se non ci sono mezzi per far sì che i turisti se ne accorgano …..la colpa di chi è?

Degli usticesi o di chi come lei che non ci mette piede la amministra insieme ad altri?

Troppo riduttivo come giustificazione ……Ci si può anche dimettere…..

 

7 thoughts on “L’assessore Mistretta Risponde…

  1. Scusate se mi intrometto, ma ritengo, signor assessore , che la sua non sia una risposta a quello che ha scritto Tranchina , ma semplicemente un’evidenza di uno stato che va sempre di più degradando…..Mi spiega come vorrebbe essere parte dell’isola e capire come far si che l’anno prossimo si scelga un ‘altra isola per il torneo , se lei nemmeno ci viene nell’isola dove dovrebbe operare?
    Le piace il mare? Ottimo , allora può fare le vacanze ad Ustica o in altre isole e non l’assessore….
    Mi scusi per la mia impertinenza.
    Ma io amo Ustica sul serio e non è solo ”mare ” , è di più, ma se non ci sono mezzi per far sì che i turisti se ne accorgano …..la colpa di chi è?
    Degli usticesi o di chi come lei che non ci mette piede la amministra insieme ad altri?
    Troppo riduttivo come giustificazione ……Ci si può anche dimettere…..

  2. Egregio Dott. Mistretta sono costretto rispondere alla sua replica , evidenziando che Lei non conoscendo la mia struttura non può fare termini di paragone relativo alle stelle. Avere tre stelle ed aprire una finestra per vedere un muro non è che sia il massimo. Quando verrà qualche volta ad Ustica, visto che è l’Assessore al ramo, ci venga a trovare, solo allora potrà fare delle valutazioni non riferite alle stelle. Naturalmente è la stessa musica evidenziata dal Sig Dell’oglio per camuffare la scelta delle struttutre dove fare alloggiare gli ospiti. L’ospitare dieci persone o avere a pranzo o cena 30 persone Le assicuro non mi cambia la vita,il problema è una questione di principio. Parlando col Sig. dell’oglio, lo stesso ebbe a dirmi che questa non è frutto di una sua inziativa,come lei afferma, bensi dalla stessa associoazione che è libera di scegliere le strutture che gli garbano.(vedi STELLA MARINA,- hOTEL cLELIA,-HOTEL GIULIA,- ECC.
    La saluto cordialmente e come consiglio la invito a venire ad Ustica a godersi il mare che ama tanto.

  3. Egregio Ass. Mistretta, ci tengo a precisare che come dice Angelo non è una questione di stelle, poiché la mia struttura “Le Terrazze Residence”, ristrutturato nel 2007, con tre stelle, gli stessi servizi degli hotel (colazione, riordino ecc.) e una vista panoramica tra le più belle di Ustica, non è stato preso in considerazione. Il problema è che lei non si è occupato di questo torneo e non ha seguito passo passo la sua organizzazione, lasciando la responsabilità ad altri che non conoscono i meccanismi dell’isola e che se ne fregano di fare le cose giuste. Non credo che tutti i partecipanti hanno scelto la loro sistemazione, forse alcuni non sono mai venuti o non conoscono affatto alcune delle strutture convenzionate, e se gli organizzatori per il prossimo anno vogliono andare altrove, facciano pure, certamente è una sua sconfitta e non di Ustica, vuol dire che noi porteremo il torneo di tennis con un’altra organizzazione, magari coinvolgendo il presidente del circolo del tennis di Palermo, Riccardo Polizzi, mio compagno di classe per 5 anni al Duca degli Abruzzi, che non ho voluto disturbare e mettere a conoscenza di questi giochi clientelari e meschini. Salve

  4. Caro Angelo, la classificazione in stelle viene assegnate in base ai servizi che l’hotel fornisce e non all’ubicazione, non mi sembra di aver mai letto di requisiti minimi dove la location sia menzionata. Molte ditte direi tutte, quando stringono i contratti per i propri clienti con hotels la prima cosa che chiedono è la classificazione e non dove è situato l’hotel, poi a parità di classificazione senza dubbio la posizione assume un ruolo determinante per la scelta.

  5. Bugie, bugie e ancora bugie….. L’assessore “Fantasma” scrive: “certamente avevo raccomandato agli organizzatori di utilizzare tutte le strutture dell’isola”…….non è vero nullaaa!!! L’assessore Mistretta ha sempre a portata di mano un elenco di strutture, formulato da lui stesso, dove organizzare quelle pochissime, anzi direi quasi inesistenti manifestazioni (nel senso che,non ne siamo messi a conoscenza)….Ho capito che questa lista viene effettuata tramite favoritismi….
    Sono daccordissimo con la sign.ra Eliana…L’assessore ama il “mare” infatti lui viene SOLO a fare la “VACANZA” ad Ustica….e concordo sul fatto che si può anche dimettere….
    Ah dimenticavo!! L’assessore in questione scrive anche: “SIAMO RIUSCITI A FARLI FUGGIRE PRIMA DELL’ARRIVO”….non poteva esserci frase più giusta!!! Lui insieme ad altre persone è riuscito, tramite il “non far nulla”, a far fuggire i turisti prima e dopo mettere piede sull’isola….
    E per favore non cerchi giustificazioni perchè siamo stanchi di quello che dice e scrive….

  6. Caro fabio, non per fare polemica, ritengo di conoscere la normativa per la classificazione per l’assegnazione delle stelle(se vuoi te ne mando una copia). E’ pur vero, e di questo me ne puoi dare atto che vi sono alberghi classificati a due stelle che nulla hanno da invidiare al tre stelle e mi riferisco ai vari servizi offerti, certo la tua struttura rispetto ad altre offre il servizio ascensore perchè hai creato il quarto piano. Ma bando alle chiacchere, vorrei conoscere quali servizi offri in più rispetto ad altre strutture ?

  7. Ripeto che la classificazione non la faccio io e neanche è facoltativa, ci sono dei parametri mini che le strutture devono avere per ottenere le diverse classificazioni come misure camere, servizi in camera, servizio portineria H 24, personali bilingue, mini bar, aree comuni, hall, camere per portatori di handicap 1 ogni 7 camere e a meno che l’hotel è tutto su un piano l’ascensore è obbligatorio proprio per consentire ai portatori di handicap di usufruire di tutta la struttura ecce ecc. Credo che ad Ustica alcuni 2 stelle possono tranquillamente richiedere le tre stelle, basta richiedere la riclassificazione all’ente preposto.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.