Ustica sape

Lettera aperta

A RICCARDO GULLO
candidato sindaco di Leni – Salina

Caro Riccardo,
eccomi a te con le firme di tanti cittadini di Ustica memori di un grandioso gemellaggio che ha visto un incontro di circa cinquecento partecipanti Eoliani ed Usticesi, nella primavera del 1994, giunti a Salina alle tre del mattino in un tripudio di giochi pirotecnici e di festosa accoglienza dei fratelli eoliani.
Fratelli di origine, come lo sono io (da parte della mia nonna materna, la mitica ostetrica donna Mariuccia D’Albora), e fratelli per scelta, nell’ambito dell’ANCIM (Associazione Nazionale Comuni Isole Minori).
Vogliamo farti pervenire tutti insieme un caloroso ed affettuoso: in bocca al lupo! per la tua nuova avventura.

Cosa ci aspettiamo da te?

Siamo certi che tu, come Sindaco, riuscirai ad assolvere tutte le aspettative degli abitanti di Leni, ai quali esprimiamo i nostri migliori auguri per la nascita di una Amministrazione efficiente e di valore che, attraverso la collaborazione e il buon senso di tutte le sue componenti, possa contribuire allo sviluppo di Leni, ma anche di tutte le nostre Isole che costituiscono un meraviglioso microcosmo da valorizzare come patrimonio storico, culturale e naturale.

La tua grande esperienza acquisita con l’efficace e competente direzione del Museo Bernabò Brea, di Lipari, potrà dare un grosso contributo anche ad Ustica, ricca di beni archeologici che urge valorizzare con interventi rapidi e con modestia di mezzi, come hai saputo fare a Filicudi, Salina, Stromboli.
Un impegno immediato, che ti chiediamo, è quello di riuscire ad ottenere presso la Regione l’attribuzione della qualifica di “residenti” per tutti gli isolani che si recano in visita presso altre Isole, al fine di un rilancio degli incontri delle nostre comunità, per studiare insieme le origini comuni, le nostre tradizioni, ed anche (perchè no?) per rendere più vivi i lunghi inverni isolani.
(Per questo obiettivo abbiamo da proporre una petizione popolare preparata insieme al compianto ingegnere Giuseppe Giunta, al quale va il nostro affettuoso ricordo).

Il tuo impegno e il tuo programma per LENI saranno uno stimolo per realizzare quella unione di energie, necessaria al progresso eco-compatibile delle nostre comunità, i cui beni non devono essere sostituiti ma “condivisi” nel rispetto della diversità e dei limiti imposti dalla Natura.
E tu ne saprai essere il Garante !

Un fraterno abbraccio
Angelo Longo

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.