Malati di “esterofilia” = “oltre il Mare”


[ id=13166 w=320 h=240 float=left] Caro Pietro,

noto con piacere che i giovani si stanno finalmente svegliando,secondo me. E’ancora poco se la gente di Ustica, la nostra gente, tutta, non prende parte attiva per cercare di portare avanti tutti i problemi che ci assillano da tanto tempo. La nostra popolazione è “esterofila” (ha simpatia per tutto ciò che è straniero … leggi “oltre il mare”). Se una persona del luogo o con radici usticesi, animato da buoni propositi, si attiva è subito additato: – “…certo vuole andare al municipio per farsi i fatti suoi…”; E’ questo che ti scoraggia e che poi alla fine ti porta alla conclusione di mollare tutto. Vedere questo stato di abbandono della nostra bella Isola mi amareggia tantissimo e se sono qui in questo scoglio è stata una scelta di vita, amo troppo la mia isola. Dopo undici anni d’insegnamento ho preferito crearmi il mio lavoro su questo scoglio nero pieno di fascino e con tanto entusiasmo, ho cercato di non disperdere un patrimonio di beni ed esperienza costruito negli anni con innumerevoli sacrifici e per cercare di indirizzare i miei figli che stanno crescendo.

Mi auguro che la nuova gioventù abbia una visione diversa della passata generazione, convinti che tutto quello che si fa di positivo è ad esclusivo vantaggio di tutta la collettività.

Spero che gli stessi giovani non facciano l’errore di pensare di sapere tutto; nella vita c’è sempre d’apprendere e che bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare sacrificando talvolta anche il proprio tempo libero per cercare di far riemergere l’Isola che è sprofondata nel più profondo dell’abisso .

A questi Amministratori (pardon disamministratori…) abbiamo consegnato una bella isola per due legislature, che oggi non riconosciamo più.

Angelo Tranchina

 

^^^^^^^^^^

COMMENTO

da Palermo Mario Oddo

Angelo vorrei articolare il mio commento ma non sono al momento nello stato d’animo per farlo. Mi limito solo a dirti che, nulla togliendo al resto del tuo intervento, nella parte iniziale non potevi “fotografare” meglio un aspetto assurdo della realtà locale.

 

One thought on “Malati di “esterofilia” = “oltre il Mare”

  1. Angelo vorrei articolare il mio commento ma non sono al momento nello stato d’animo per farlo. Mi limito solo a dirti che, nulla togliendo al resto del tuo intervento, nella parte iniziale non potevi “fotografare” meglio un aspetto assurdo della realtà locale.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.