Mario Oddo: Volontari per il Paradiso


Pietro, da studente ho frequentato qui a Palermo il liceo Garibaldi; tra gli insegnanti c’era quello di religione il quale quando si presentava l’occasione mi diceva: “Oddo, ricordati che il Paradiso si merita in tanti modi” sopratutto facendo delle opere buone; (l’opera buona alla quale ero spesso chiamato consisteva nello scendere in Direzione, due piani più sotto, per andare a prendergli un registro). Se vogliamo prefigurare sulla base di questo aneddoto il percorso che quando fra 100 anni ed anche oltre (no limiti alla Provvidenza) lascerai questa terra (stai facendo degli scongiuri …di tipo tradizionale ma è comprensibile) questi non potrà che portarti dritto dritto in quella direzione perchè tu con Usticasape la tua brava fetta di Paradiso te la stai proprio meritando. L’ultima opera buona in ordine di tempo è quell’enorme lavoro fotografico che hai fatto che ha consentito a tutti noi lontani dall’Isola, nessuno escluso, di potere deporre virtualmente un fiore sulla tomba dove riposano in pace i nostri Cari defunti Riconoscerti questo merito è un nostro dovere e leggo che in parecchi lo stanno facendo. Resto in tema. Per chi come me insieme ad altri a suo tempo ha promosso in loco una mirata e riuscita azione di volontariato è un piacere sentire e/o leggere che il Cimitero, grazie al lavoro di Enzo Lo Piccolo, ora ha un aspetto del tutto degno della sacralità del Luogo. C’è ancora però, a completamento, ma qui non c’entra il custode, un piccolo “ritocco” che da anni aspetta inutilmente di essere fatto – mi riferisco ai lampioni che portano al Campo Santo. Immancabili impedimenti non mi hanno consentito di essere ad Ustica per il 2 di Novembre come avrei voluto ma mi viene confermato che nella strada che porta al Campo Santo tutti i lampioni dell’illuminazione pubblica avrebbero bisogno di un urgente intervento di ripristino. E’ una questione di estetica , di luce e di rispetto. Invito chi ne ha la competenza a restituire al regolare funzionamento i lampioni “incriminati” in quanto nello stato in cui sono ridotti non è più questione di volontariato… Ameno che “qualcuno” ( e qui torno al discorso di prima) ha voglia (sempre fra 100 anni e oltre) di meritarsi, con la riparazione dei lampioni, il Paradiso; ne approfitti, anche perchè da quelle parti di Amministratori comunali non se ne vedono molti, in maggioranza sono… al piano di sotto; così almeno dicono le “male lingue” ….

 

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.