Nuovo bando per la gestione del dissalatore


La Regione Siciliana ha presentato all’amministrazione comunale di Ustica il nuovo bando per la gestione del dissalatore.

Lo ha fatto nel corso di un incontro svoltosi ieri ( dopo quello sulla portualità) presso l’Assesorato all’energia di via Catania. Il Responsabile Unico del Procedimento(R.U.P.) , dr Taverna, ha esposto i punti salienti ed il sindaco di Ustica e l’assessore Giacomo Pignatone hanno chiesto di potere rinviare il loro parere (che non è vincolante ma comunque dovuto)

Il motivo è semplice. Si ricorderà che nell’autunno scorso era scaduto il periodo di attività dell’attuale società di gestione.Ad evitare la sospensione dell’erogazione idrica, il sindaco, Aldo Messina, aveva emesso un’ordinanza che, sotto la responsabilità del primo cittadino, permettesee il proseguimenmto dell’attività. Succesivamente anche i sindaci di Pantelleria e Lampedusa (che cronologicamente avevano scadenze successive) avevano fatto, sulla riga dell’ordinanza usticese, altrettanto. Si ha pertanto motivo di ritenere che le risultanze del bando proposto all’aministrazione usticese saranno utlizzate anche per i successivi atti relativi alle isole di Pantelleria e Lampedusa ed è intenzione del sindaco di Ustica concordare con i colleghi di queste isole l’atto per non metterli davanti ad “un fatto compiuto”:. Pertanto ha già invato òa bozza di bando al sindaco Alberto di Marzo (Pantelleria) e Dino De Rubeis (Lampedusa), quest’ultimo impegnato nella difficile campagna elettorale del 6 maggio (sei candidati sindaci a Lampedusa).

Inoltre l’Amministrazione Comunale usticese vuole valutare la possibilità di proporre nel bando progetti di finanza pubblica-privata che consentano il risparmio energetico (osmosi inversa) e l’uso di energie alternative, come previsito dal “Patto per le Isole”sottoscrittto,All’attenzione ovviamente la salvaguardia dei livelli occupazionali

 

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.