Per Pasqua l’organo del 1861 ritornerà, restaurato, nella Parrocchia di Ustica


Fine Febbraio ad Ustica, qualche settimana per “ prendere aria di casa”, accordatura a marzo ed ad aprile sarà pronto per deliziare il sistema uditivo degli usticesi.

Sono queste le tappe di consegna dell’organo ottocentesco della chiesa madre di Ustica concordate ieri ad Aci sant Antonio (Ct) tra il Sindaco di Ustica, Aldo Messina e il responsabile della ditta Artigiana Organi, Francesco Oliveri, che per conto dell’Assessorato regionale Beni Culturali ha realizzato il restauro.

“L’organo- ha detto Oliveri- è datato 1861 però devo dire che alcuni flauti sembrano risalire al 1.700. Inoltre mentre molte canne sono in lega stagno e piombo, alcune, che per questo assumono un valore rilevante, sono a prevalenza di stagno. Erano molto degrada. Oggi l’organo è interamente recuperato e riportato al suo colore iniziale che ne dimostra la sicilianità. Devo dire che è un organo di notevole valore”

Il lavoro di restauro dell’antico organo, opera di un anonimo del XIX secolo, è stato finanziato con un importo di 59.929,73 euro seimila dei quali a carico dell’Ente committente che è la parrocchia di Ustica. Parte di quest’ultima cifra è stata donata dalla defunta concittadina Elena Maria Concetta Maggiore e resta ancora da saldare un importo di euro 2.999,73.

“ Ho provato una grande emozione nel vedere il restauro eseguito. Non nascondo che anche le altre opere in cantiere del maestro sono meravigliose. Ringrazio non solo l’On Alessandro Pagano che nel 2004 ricopriva la carica di assessore regionale ai BBCC e che ci ha concesso il finanziamento ma anche il Parroco, Padre Lauro Vattuone, la compianta signora Maggiore, Carlo Basile ed il Centro Studi Isola di Ustica. Ho con me le foto che descrivono passo dopo passo le fasi del recupero. Le metterò su un CD che donerò alla scuola ed al Centro studi Isola di Ustica. Si sa quanto sia importante per me il recupero di ogni forma di identità dell’isola. Per la Santa Pasqua conto di presentare l’organo ai cittadini con un concerto di musica sacra. Certamente l’assessore Mistretta saprò suggerirmi il nome di un degno artista”

[nggallery id=431]

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Dalla California Marlene Robershaw Manfrè

So happy to hear that the Organ will be returned to Ustica in time for the Easter Pasqua !! Se Dio Vuole, I will see the organ in May. Easter too early in primavera in 2012 for me to come.

Marlene

^^^^^^^^^^^^

Da Milano Emilia e Mino De Girolamo

Una bellissima notizia ! Con l’esecuzione di un corcerto ad organo, La Santa Pasqua ad Ustica avra’ una solennita’ particolare sia per La Resurrezione di Gesu’ Cristo che per tutti coloro che parteciperanno all’avvenimento.Peccato che non potranno essere presenti la Sig.ra Maggiore e Padre Lauro che da un po’ di tempo come sappiamo vive molto lontano . L’augurio che penso sia condiviso da tutti ,e che la musica celestiale di questo organo faccia rinascere a nuovo splendore e nuove concrete speranze per il futuro di Ustica.

2 thoughts on “Per Pasqua l’organo del 1861 ritornerà, restaurato, nella Parrocchia di Ustica

  1. Una bellissima notizia ! Con l’esecuzione di un corcerto ad organo, La Santa Pasqua ad Ustica avra’ una solennita’ particolare sia per La Resurrezione di Gesu’ Cristo che per tutti coloro che parteciperanno all’avvenimento.Peccato che non potranno essere presenti la Sig.ra Maggiore e Padre Lauro che da un po’ di tempo come sappiamo vive molto lontano . L’augurio che penso sia condiviso da tutti ,e che la musica celestiale di questo organo faccia rinascere a nuovo splendore e nuove concrete speranze per il futuro di Ustica.

  2. So happy to hear that the Organ will be returned to Ustica in time for the Easter Pasqua !! Se Dio Vuole, I will see the organ in May. Easter too early in primavera in 2012 for me to come.
    Marlene

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.