Pescatori: sistemazione reti


[ id=10291 w=320 h=240 float=left] Tre fratelli pescatori alle prese con la sistemazione delle reti in barca. Di spalle vediamo il fratello più grande, Pietro, al quale facciamo tanti auguri di pronta guarigione.

^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Dalla California Agostino Caserta

Bella foto che mostra i fratelli D’Angelo con Giovanni ( zu’ sciabica ) e Nini’ eccellenti giocarori di calcio e soprannominati a livello familiare ” I Vuoi ” perche’ instancabili nel lavoro.

Quando nel 1960 furono abbattute le casette dei pescatori ( non nella foto ) che si “allungavano” pittorescamente lungo la strada che dall’ Hotel Stella Marina porta alla Mezzaluna crearono molto malcontento anche fra turisti e artisti. Il pittore Omiccioli di Roma arrivo’ a dire : ” E’ come vedere un uccello mutilato di un’ala “.

Se e’ vero che bisogna ricostruire le basi per il ritorno di Ustica ad un turismo di elite alla grande, rimanendo in un tema di suggerimenti e critiche costruttive che sono il marchio di questo sito, sarebbe una bella idea cominciare con un bel FACE-LIFT, a bassissimo costo, nel presentare l’isola vista dai turisti quando si entra nel porto :

– Fermo restando che la Statua della Madonna Stella Maris rimanga alla protezione del Porto dove e’, rimettere ” l’ala mancante all’uccello ” creando casette ( eccellente vista porto,mare.. ), negozi ecc…sarebbe auspicabile ma e’ un po’ complicato e ci vorra’ tempo…..

Pero’ queste due iniziative qui sotto, lanciate con l’aiuto della Proloco, o agenzia simile, sono abbastanza realizzabili in breve tempo e richiedono pochissime risorse.:

– Camuffare, nascondendo con alberi, o mimetizzare la costruzione militare ( nella foto ) alla base della Falconiera che, come tutti vediamo e’ anche troppo alta e larga, e’ una stonatura, e rovina a primo impatto la vista armoniosa e a forma di anfiteatro del paese, arrivando dal mare. Provare a mimetizzarla quindi dipingendo nella facciata una specie di murales con i colori e gli alberi della Falconiera risolverebbe il poblema. Basta chiedere gentilmente al Comandante della Caserma, sono sicuro per una causa cosi giustificata, e considerato che ad Usitca esistono murales dappertutto, non avra’ nessun problema ad accogliere la richiesta.

– Ed inoltre accogliere i turisti con qualcosa davvero originale ( almeno in Italia ) con Il nome di USTICA scritto in stile HOLLYWOODIANO alla Falconiera ( ambientalismo permettendo.. ma sarebbe il posto ideale ! ! ) oppure sempre alla Falconiera in alto a destra sul muro scrivere : ” USTICA VI ATTENDEVA ” come fece ad inizio anni ’60 Il Sindaco Anna Favaloro Notarbartolo dietro invito del Comm.re Ercole Gargano pionere del turismo isolano.

^^^^^^^^^^

Da Ustica Angela D’Angelo

Tanti auguri a “zio Petrò” (così lo chiamiamo i nipoti ) da parte di noi tutti in famiglia, con infinito affetto, ti aspettiamo al più presto.

2 thoughts on “Pescatori: sistemazione reti

  1. Bella foto che mostra i fratelli D’Angelo con Giovanni ( zu’ sciabica ) e Nini’ eccellenti giocarori di calcio e soprannominati a livello familiare ” I Vuoi ” perche’ instancabili nel lavoro.

    Quando nel 1960 furono abbattute le casette dei pescatori ( non nella foto ) che si “allungavano” pittorescamente lungo la strada che dall’ Hotel Stella Marina porta alla Mezzaluna crearono molto malcontento anche fra turisti e artisti. Il pittore Omiccioli di Roma arrivo’ a dire : ” E’ come vedere un uccello mutilato di un’ala “.

    Se e’ vero che bisogna ricostruire le basi per il ritorno di Ustica ad un turismo di elite alla grande, rimanendo in un tema di suggerimenti e critiche costruttive che sono il marchio di questo sito, sarebbe una bella idea cominciare con un bel FACE-LIFT, a bassissimo costo, nel presentare l’isola vista dai turisti quando si entra nel porto :

    – Fermo restando che la Statua della Madonna Stella Maris rimanga alla protezione del Porto dove e’, rimettere ” l’ala mancante all’uccello ” creando casette ( eccellente vista porto,mare.. ), negozi ecc…sarebbe auspicabile ma e’ un po’ complicato e ci vorra’ tempo…..
    Pero’ queste due iniziative qui sotto, lanciate con l’aiuto della Proloco, o agenzia simile, sono abbastanza realizzabili in breve tempo e richiedono pochissime risorse.:

    – Camuffare, nascondendo con alberi, o mimetizzare la costruzione militare ( nella foto ) alla base della Falconiera che, come tutti vediamo e’ anche troppo alta e larga, e’ una stonatura, e rovina a primo impatto la vista armoniosa e a forma di anfiteatro del paese, arrivando dal mare. Provare a mimetizzarla quindi dipingendo nella facciata una specie di murales con i colori e gli alberi della Falconiera risolverebbe il poblema. Basta chiedere gentilmente al Comandante della Caserma, sono sicuro per una causa cosi giustificata, e considerato che ad Usitca esistono murales dappertutto, non avra’ nessun problema ad accogliere la richiesta.

    – Ed inoltre accogliere i turisti con qualcosa davvero originale ( almeno in Italia ) con Il nome di USTICA scritto in stile HOLLYWOODIANO alla Falconiera ( ambientalismo permettendo.. ma sarebbe il posto ideale ! ! ) oppure sempre alla Falconiera in alto a destra sul muro scrivere : ” USTICA VI ATTENDEVA ” come fece ad inizio anni ’60 Il Sindaco Anna Favaloro Notarbartolo dietro invito del Comm.re Ercole Gargano pionere del turismo isolano.

  2. Tanti auguri a “zio Petrò” (così lo chiamiamo i nipoti ) da parte di noi tutti in famiglia, con infinito affetto, ti aspettiamo al più presto.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.