Politica Regionale – Trasparenza – Contributo viaggio residenti Isole minori – avvio lavoro forestali…

Musumeci: “Ars apra un confronto con il Governo sulla trasparenza”

Lo ha affermato il leader dell’opposizione intervenendo a sala d’Ercole sulla discussione dell’articolo 39 della manovra ter in materia di pubblicità dell’attività amministrativa. E Figuccia (FI) attacca Crocetta sui Forestali e l’emergenza incendi. Salvate le sedi distaccate di Riscossione Sicilia e l’Aula dice sì ai contributi alle spese di viaggio e soggiorno degli assistiti residenti nelle isole minori

“Questa Assemblea apra un confronto con il governo sul tema della trasparenza”. Lo ha affermato il leader dell’opposizione Nello Musumeci intervenendo in Aula all’Ars sulla discussione dell’articolo 39 della manovra ter in materia di pubblicità dell’attività amministrativa.

“Troppo spesso si è ormai costretti a constatare l’inosservanza del decreto legislativo 33 del 2013 – ha osservato Musumeci – è un fatto ricorrente anche fra i collaboratori del presidente Crocetta. In molti uffici di questa Regione la trasparenza diventa solo tema di confronto – ha aggiunto – invece la gente ha diritto di esercitare fino in fondo l’esercizio del controllo. Proponiamo, come gruppo, che l’obbligo di pubblicare gli atti deliberativi entro cinque giorni sia fissato anche per i consorzi, le società partecipate e gli enti che operano in assenza di qualunque potere sanzionatorio. Il governo – ha concluso – dovrebbe porsi seriamente il problema delle norme sulla trasparenza e della condotta dei dirigenti chiamati a farle osservare, se vogliamo evitare che la degenerazione morale diventi malattia dilagante per tutta la pubblica amministrazione”.

Mentre interviene sul mancato avvio al lavoro dei Forestali il vice presidente del gruppo di Forza Italia all’Ars Vincenzo Figucia che attacca Crocetta: “Il presidente della Regione applichi il principio di immediata esecutività e mandi subito al lavoro i cosiddetti centunisti antincendio, che per colpa di una finanziaria confusa e pasticciata, che tarda ad essere approvata, aspettano invano di entrare in servizio, mentre le foreste siciliane continuano a bruciare. Una situazione paradossale che deve trovare rapida soluzione”.

“Crocetta, che si dice certo dell’esattezza dei numeri e delle coperture della manovra ter, non esiti oltre – aggiunge – e provveda, garantendo l’adeguata e necessaria copertura del servizio antincendio. A metà dell’estate la macchina à ancora ferma, mentre l’emergenza è purtroppo entrata nel vivo da settimane. Il governo regionale ha il dovere di intervenire ora”.

Le sedi distaccate di Riscossione Sicilia non dovranno più chiudere. Lo ha deciso ieri l’Assemblea regionale siciliana votando, a tarda sera, all’unanimità un sub-emendamento presentato dai deputati del Gruppo Lista Musumeci (Formica, Ioppolo, Musumeci). Il governo, con l’assessore all’Economia Roberto Agnello, aveva espresso parere contrario.

La Società preposta alla riscossione dei tributi nell’Isola aveva deliberato la chiusura degli uffici non ricadenti nei capoluoghi di provincia (Caltagirone, Sciacca, Taormina, Milazzo, Termini Imerese, Gela, Marsala, solo per citarne alcuni) a decorrere dai primi di agosto. Una scelta che i deputati della Lista Musumeci avevano giudicato “irragionevole e fortemente penalizzante per gli utenti”.

Arriva il sì dell’Assemblea regionale siciliana ai contributi alle spese di viaggio e soggiorno degli assistiti residenti nelle isole minori. Si tratta degli abitanti delle isole Eolie, Egadi, Pelagie, Ustica e Pantelleria. 

Fonte il sito di Palermo.it

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.