Problemi della pesca – Protesta delle marinerie


comune-ustica-5COMUNE di USTICA

Ustica 06.04.12

Prefettura di Palermo SE Sig Prefetto di Palermo Dr Umberto Postiglione

E p.c. Capitaneria di Porto di Palermo Amm Francesco Carpinteri
Regione Siciliana agricoltura e pesca Dr Elio d’Antrassi
Stazione Carabinieri Ustica
UTC

OGGETTO: Problematica della pesca

Eccellenza,

nel ringraziare la S.V. per avere aderito alla ns richiesta d’incontro, desideriamo, con la presente, evidenziare le motivazioni della protesta delle marinerie di Ustica, Santa Flavia, Termini Imerese e Isola delle Femmine, volte alla piccola pesca pelagica con l’impiego di piccola rete derivante , comunemente detta “ferrettara” , che può essere utilizzata, quale pesca stagionale, dal 1 aprile a fine luglio..

In realtà, si ricorderà, che già qualche mese or sono le marinerie avevano( unitamente al movimento dei “ forconi”) manifestato il loro disagio ed i successivi numerosi incontri con le autorità competenti non avevano sortito alcun risultato.

Il motivo del contendere è il DM del 21.09.11 che, su input comunitario, ha recentemente, ridotto sia la larghezza delle maglie delle “ferrettare” che la tipologia(art 4) del pesce da catturare. La qualcosa ha notevolmente compromesso i guadagni derivati da questi tipo di pesca, tanto da sconsigliare, per quanto riguarda Ustica, l’opportunità di iniziare a marzo l’uscita delle barche. Appare subito evidente il disagio sociale ed economico non solo degli operatori del settore ma anche dell’indotto( attività di conservazione e ristorazione), fatto ben grave in una comunità economicamente “inestensibile” come quella isolana.

Si ha motivo di ritenere che una maggiore sensibilizzazione delle commissioni europee potrebbe essere utile a trovare soluzioni più pertinenti alle realtà locali.

Al tempo stesso si vuol suggerire alla Regione Siciliana, per la sua competenza nelle acque entro le 12 miglia dalla costa, la possibilità di potere autorizzare quale pesca stagionale l’uso dell’attrezzo da posta di cui al regolamento comunitario n. 1799/06 di cui alla Gazzetta Europea del 07.12.06 n. 341.

Temiamo che queste scelte politiche non possano che determinare la fine, dopo quella dell’agricoltura, anche della pesca siciliana e che i possibili scenari negativi non riguardino solo il settore della pesca ma l’intera economia regionale

Il Sindaco

Aldo Messina

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.