Ustica sape

Programma amministrativo del candidato Sindaco Salvatore Militello – “l’ISOLA”


l0go isolaBuon pomeriggio a tutti,

Abbiamo iniziato con un leggero ritardo rispetto all’ora prefissata per dare la possibilità a chi era in Chiesa, per la Santa Messa, di partecipare e prego tutti i componenti della Lista che saranno chiamati successivamente a fare degli interventi piuttosto limitati nel tempo per avere la possibilità di partecipare, successivamente, alla festa della MADONNA DEI PESCATORI, festa alla quale sono particolarmente affezionato – oltre per l’aspetto religioso – anche per il fatto che a desiderare fortemente che ci fosse “LA MADONNA DEI PESCATORI” fu mio padre assieme ai pescatori.

Dopo l’incontro che abbiamo avuto 2 giorni fa durante il quale abbiamo discusso insieme di alcune problematiche e durante il quale ho notato un grande interesse da parte di moltissime persone presenti, questa sera voglio presentarvi i candidati consiglieri che assieme a me si accingono ( se otterremo la vostra fiducia) ad amministrare Ustica.

La nostra Lista dei Candidati è la seguente:

(Leggere Lista Candidati)

Il Prof. Claudio Iovane ci ha fatto sapere che per impegni di lavoro che si protrarranno per tutto il mese di Maggio e l’Avvocato Mario Bellavista per ragioni di salute non sono qui con noi ma verranno quanto prima possibile e Il Dottore Francesco D’Arca è in servizio in Ospedale e quindi anche lui non può presenziare.

Quindi chiamerò i candidati presenti per un saluto alla popolazione.

Ora passiamo alla lettura del nostro programma amministrativo,

DICHIARAZIONE DI INTENTI DEL CANDIDATO SINDACO MILITELLO FACENTE PARTE DELLA LISTA CIVICA

“L’ISOLA”

A febbraio scorso ho dichiarato la mia disponibilità a mettere a “ servizio ” dell’Isola la mia persona.

Ho scelto delle persone che condividono tale spirito nell’amministrare la nostra Isola e fondamentalmente ciò che ci accomuna è il nostro programma che non è “faraonico” come di solito avviene in queste occasioni ma semplice, pratico ed impostato solo realmente sulle cose che si possono fare.

Il nostro ragionamento si basa essenzialmente “sul fare piuttosto che sul dire” e riguarderà due aspetti principali: l’ ECONOMIA e la QUOTIDIANITA’.

– QUOTIDIANITA’: riguarda tutti quei servizi, dal sociale al pubblico, che di fatto di già l’Isola possiede facendoli funzionare in maniera dinamica e continuativa, snellendo al massimo la parte burocratica della “macchina comunale”. Valorizzare il grande patrimonio culturale che abbiamo rendendolo fruibile alla Comunità. Coinvolgimento della Popolazione nella gestione Pubblica.

– ECONOMIA : Ciò che più ci attanaglia è la “crisi” con la conseguente mancanza di lavoro. Per cercare di rilanciare l’economia dell’Isola si pensa di agire su due “velocità”, una nell’immediato l’altra a medio termine.

Con la chiusura della campagna elettorale di fatto a metà Giugno si dovranno affrontare tutte le problematiche passate rimaste insolute oltre quelle presenti nella stagione estiva, pertanto il nostro programma comincerà a prendere corpo solo a partire dal prossimo esercizio finanziario.

Nell’immediato il sottoscritto, nell’eventualità che sia chiamato a svolgere la carica di Sindaco del Comune di Ustica – sicuro di dover offrire un servizio utile per il paese –, si impegna ad utilizzare i proventi mensili (che in un anno ammonteranno a circa € 10.000,00 defalcate le tasse) per l’istituzione di un fondo economico regolamentato per la creazione di un posto di lavoro destinato all’assunzione di una persona che svolga la mansione di collaboratore personale del Sindaco. (Praticamente gli emolumenti del Sindaco – detratte le tasse che dovrò pagare – saranno messi in un fondo bancario e serviranno per pagare una persona che mi collaborerà: quindi io non percepirò nulla dall’indennità di carica di Sindaco).

Occorre necessariamente intervenire sui trasporti ( in special modo sulla pianificazione degli orari) e sulla maggiore garanzia dei collegamenti onde consentire una migliore mobilità dei residenti e dei turisti in modo da poter organizzare con più facilità anche un “turismo congressuale”; occorre intervenire sulle tariffe uniformandole tra le Compagnie di navigazione ed istituendone delle nuove, intermedie, per i proprietari di case dei non residenti e per i “giovani” il tutto finalizzato a muovere l’economia dell’Isola. Vanno curati tutti i servizi esistenti nell’Isola in modo che i turisti siano invogliati a venire ad Ustica e laddove necessario crearne anche degli altri e far funzionare tutti quelli esistenti (DISTRIBUTORE CARBURANTE).

Principalmente verranno accuratamente valutate tutte le spese della Pubblica Amministrazione e tagliare laddove necessario per ridurre gli sprechi.

Mettere in sicurezza tutti gli edifici comunali, in special modo quelli scolastici, onde garantire maggiore sicurezza ai nostri figli.

Ribaltare il concetto di “divieto” in “regolamentazione” affinché le Riserve possano diventare una risorsa, oltre che ecologica, anche economica e culturale.

RITORNARE A CHIEDERE l’utilizzo dei cantieri scuola, creando spunti di lavoro e di opere pubbliche.

Trasformare parte del problema “rifiuti” in RISORSA ECONOMICA mettendo in atto prima possibile la “raccolta differenziata” con il conferimento di plastica, delle lattine ed il vetro dentro delle macchinette che a conferimento avvenuto rilascino uno scontrino “di buono spesa” utilizzabile in qualsiasi Esercente dell’Isola che consentirebbe l’acquisto immediato dei prodotti nel territorio isolano; l’Esercente avrebbe rimborsato dal Comune il controvalore del buono ricevuto. IL PROBLEMA DEI RIFIUTI E’ UN PROBLEMA DI TUTTI E TUTTI DOBBIAMO CONTRIBUIRE AFFINCHE’ SI METTA IN ATTO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA.

Rivisitare il P.R.G. per uno sviluppo più razionale del territorio dell’Isola alla luce delle mutate necessità nonché la stesura di un P.R.G. del porto con annesso piano paesistico al fine di produrre tutta la documentazione necessaria per la realizzazione futura della messa in sicurezza della Cala Santa Maria.

La nautica da diporto, con l’ampliamento dell’area portuale, potrebbe essere anche una fonte di guadagno se si pensa al punto geografico strategico che Ustica ha nel Tirreno meridionale anche per il solo transito, o per la momentanea sosta, per rifornirsi di carburante o semplicemente per far riposare gli equipaggi, se non addirittura per sostarci per concedersi dei piacevoli momenti di relax.

Attualmente è allo studio un sistema di ormeggio con catenarie al centro della nostra cala per offrire un maggiore e più sicuro servizio sia alle attività dei Diving che ai diportisti nonché a tutto il diporto nautico cercando di prevedere nel porto un punto di informazione sulla corretta fruizione dell’Area Marina Protetta, un taxì nautico – possibilmente ecologico – dai campi d’ormeggio a terra, ad un servizio nautico per la raccolta dei rifiuti ed assistenza a mare.

Noi offriamo un mare di una bellezza quasi unica ma certamente solo questo non basta: necessita creare delle strutture di supporto al turismo che diano maggiori possibilità di svago ed una migliore assistenza durante il soggiorno al ns. Ospite e cambiare mentalità nel gestire l’Ambiente che spesso viene solo tutelato senza alcuna possibilità di fruizione e quindi diventa sinonimo di divieto.

Dobbiamo minimizzare al massimo i vari costi di gestione cominciando a pensare al Comune quasi come una “azienda privata”…

Il turismo che ha sempre rappresentato l’ossatura portante della nostra economia è in netto calo e quindi il nostro piccolo comune è fortemente penalizzato.

Questa è una crisi che colpisce in particolar modo le piccole – e conseguentemente deboli – comunità. Noi, tra l’altro, in quanto Isola, abbiamo una lievitazione dei costi anche per prodotti di prima necessità, notevolmente superiori a quelli praticati in terra ferma e senza alcuna possibilità di scelta. Occorre, in prima battuta, “allargare “ la nostra stagione turistica e questo possiamo farlo rivolgendoci a ciò che abbiamo molto vicino nel porto di Palermo: Le navi da crociera, cercando di portare fuori stagione settimanalmente dei gruppi. In seconda battuta possiamo rivolgerci ad un Utenza del Nord Europa sfruttando ed offrendo loro ciò che di più bello abbiamo: il mare e la natura. Quindi, possiamo proporre immersioni fuori stagione che per tale utenza non sarebbe una difficoltà! Per questo occorre anche chiedere che la camera iperbarica possa funzionare per un periodo maggiore rispetto a quello attuale.

L’istituzione di diverse Commissioni sulle principali problematiche dell’Isola composte da persone scelte tra la popolazione al fine di garantire maggiore partecipazione e trasparenza nell’uso del bene pubblico (es.: Commissione trasporti con la quale vorrei mettere attorno allo stesso tavolo le Pubbliche Amministrazioni – Ministero, Regione ed Ente locale – e le Compagnie di navigazione al fine di concertare i servizi in modo più corrispondenti alle reali necessità dell’Utenza, con un controllo diretto anche sull’operato di taluni Comandanti che con leggerezza talvolta omettono i viaggi creando dei danni enormi sia in termini d’immagine dell’Isola sia economici; Commissione scolastica per affrontare tutte le problematiche inerenti la funzionalità della scuola; Commissione portualità ; Commissione arredo urbano; Commissione viabilità; e tutte quelle Commissioni che sovrintendono le attività e servizi d’interesse generale). DOBBIAMO PORTARE, di fatto, IL POPOLO AD AMMINISTRARE ESSENDO NOI SOLO UNO STRUMENTO.

Riorganizzazione e riassetto degli Uffici Comunali con una migliore ed efficace gestione delle risorse umane.

Lavoro sinergico tra il governo dell’Isola ed il consiglio comunale per migliorare i servizi e la capacità di spesa;

Miglioramento dei livelli di efficienza e di trasparenza nell’azione amministrativa;

DOBBIAMO AVERE UNA Maggiore attenzione per i più deboli, soprattutto in un periodo complesso come questo dove la carenza di occupazione incide pesantemente sulla gestione familiare e dove, almeno, il comune dovrebbe essere in grado di rappresentare un interlocutore credibile.

DOBBIAMO rilanciare l’immagine anche attraverso una pulizia più accurata dell’Isola.

DOBBIAMO incentivare tramite appositi bandi comunali la realizzazione e lo sviluppo delle energie da fonti rinnovabili.

Accogliere bene i turisti è prioritario e serve a garantire la fruizione, evitare disagi ed informare gli ospiti su come vivere al meglio la nostra piccola comunità, interagire in armonia con tutte le associazioni o cooperative che operano nel territorio.

Coinvolgere e rendere protagonista della giornata sull’isola i nostri ospiti è un compito delicato e importante, dove gli sforzi delle risorse sul territorio hanno l’onere e l’onore di renderlo possibile e unico.

DOBBIAMO Impegnarci per riuscire ad organizzare delle attività ludiche, ricreative, sportive, teatrali, eventi musicali, tornei, gare fotografiche di poesia, escursioni, laboratori, per i bambini e per gli aduli, impegnandoli in attività diurne e serali.

DOBBIAMO ricostituire il fondamentale rapporto di fiducia tra il Cittadino e la Pubblica Amministrazione dando così certezze amministrative, oltre che trasparenza.

Infine, sarebbe bello vedere un’Isola unita e solidale, possibilmente governata da chi conosce e vive quotidianamente i problemi della gente al fine di agevolare, con il dialogo, il bisogno di solidarietà e coesione sociale.

Per la realizzazione di quanto esposto nel presente programma mi avvarrò della collaborazione di alcune persone con l’incarico di Assessore e Vice Sindaco.

La figura del Vice Sindaco è stata scelta in funzione del fatto che io giornalmente sarò qui con voi e quindi, a differenza di 20 anni in qua, avremo un Sindaco ad Ustica ed un Vice a Palermo.

Riprendendo il concetto dello “spirito di servizio alla Comunità e di strumento del popolo”, gli Assessori dovranno rinunciare anche loro alle indennità mensili per costituire un fondo (che in totale sarà di circa € 35 mila euro l’anno) che potrà essere utilizzato nel sociale, sia per le famiglie più bisognose, sia per la scuola laddove la Pubblica Amministrazione non riesca di suo, sia per un contributo alla nostra banda musicale, sia per le varie manifestazioni religiose e turistiche, sia per coloro che non possono permettersi che il loro figli partecipino ad un viaggio d’istruzione … ecc. ecc. Insomma, laddove ci saranno cause obiettive di fabbisogno.

Ovviamente anche da queste somme verranno detratte le tasse e le spese che ogni assessore sosterrà per il proprio mandato.

Gli Assessori che avevo designato alla stesura del presente programma, con il carattere di trasparenza che abbiamo voluto dare a questa nostra avventura,

erano i Signori: 1) Sig. Mario Oddo; 2) Sig.ra Carmen Dragna; 3) Sig. Pietro Bertucci; 4) Sig. La Rocca.

a) il Signor Pietro Bertucci, attualmente in America, il 16/5 mi ha fatto pervenire un email che vi leggo:

Caro Salvatore,

sono molto onorato e gratificato per l’incarico amministrativo che hai ritenuto di offrirmi ma, a causa di responsabilità non previste, a seguito di questo mio ultimo viaggio negli Stati Uniti,
che mi impegneranno notevolmente e mi porteranno anche lontano da Ustica per molti giorni, mio malgrado, per il bene della mia/nostra Isola ritengo giusto, corretto e doveroso rinunciare all’incarico.

Ti ringrazio per la stima e la fiducia che hai mostrato nei miei confronti.

Quindi al momento la sua nomina è sospesa.

b) La signora Carmen Dragna, il 18/5, mi ha fatto pervenire la seguente nota:

A SEGUITO di una mancanza di chiarezza da me ravvisata in relazione a delle scelte palesate solo in queste ultime ore – RITIRO LA MIA DISPONIBILITA’ A FAR PARTE DELLA LISTA CIVICA “L’ISOLA” IN QUALITA’ DI ASSESSORE DESIGNATO.

Per tale nuova nomina mi riservo più in la una nuova designazione.
Qui presenti invece abbiamo sia l’Ing. La Rocca designato Vice Sindaco, sia il Sig. Mario Oddo Assessore.
Le deleghe specifiche verranno successivamente indicate, in ogni caso la delega afferente all’Area Marina Protetta al momento resterà solo di competenza del Sindaco.

Inoltre è mia intenzione usufruire di diverse figure professionali esterne a titolo gratuito per le consulenze tecniche/amministrative che si porranno necessarie durante l’esercizio delle attività comunali.

Un punto importante, forse più di tutti, non scritto ma nelle nostre intenzioni è quello che Ustica ha bisogno di unità e di collaborazione fra tutte le forze.

Grazie….

Ustica, lì 14 Maggio 2013 Il Candidato Sindaco Militello

 

Una risposta

  1. Programma interessante…

    ci sono dei punti che sarebbe bello fossero chiariti più nello specifico. Mi piace l’idea che, detratte le tasse, i proventi siano donati alla comunità (sarebbe effettivamente bello capire però quanto al netto venga donato), la ritengo un buon inizio per creare un fondo utile alla creazione di servizi pubblici.

    Sebbene non sia nella posizione di giudicare, credo che però la destinazione a persone private ritenute “più bisognose” andrebbe a creare forti inimicizie all’interno di una piccola comunità che già soffre di questo problema. Per questo, piuttosto che consegnare la mazzetta a chi si presume abbia bisogno, consiglierei l’istituzione di bandi o l’organizzazione di qualche sorta di evento in cui coinvolgerli.

    Un esempio potrebbe essere: “Pulizia delle spiagge dai rifiuti”. Possono prendere parte massimo x persone e chi lo fa si becca giustamente un tot di ricompensa per il servizio svolto. (Questo è solo un esempio).

    Non è stato approfondito moltissimo il lato urbanistico di questo programma (parlo della stesura del PRG), cosa che invece a mio modo di vedere merita molta ma molta più attenzione! Purtroppo Ustica soffre di errori strutturali messi assieme dalle scorse amministrazioni. Il Paesaggio (sì, con la P maiuscola) è una cosa importante, che va valorizzata con opere di urbanizzazione sia primarie che secondarie mirate. Oltre a questo, bisogna forse rivedere qualche regolamentazione e modificarla ai fini di migliorare sia la bellezza che la fruibilità degli spazi pubblici.

    Mi trovo pienamente d’accordo per quanto riguarda il richiamo sull’isola di turisti con offerte ed eventi (se non sbaglio a breve ce ne sarà uno legato al fitness, che solitamente fa anche buoni numeri). Una massiccia campagna di pubblicizzazione dell’isola potrebbe inoltre essere d’aiuto. Se nei momenti di difficoltà la prima cosa che si taglia è la pubblicità, si è pazzi… ma forse questa cosa non c’entra molto, visto che non sono mai stato raggiunto da pubblicità riguardanti l’isola e ignoro la presenza in canali italiani o esteri di tale scelta comunicativa.

    Per quanto riguarda la parte “Ustica agli Usticesi” sono parzialmente d’accordo. Probabilmente, ancora scottati dalle recenti esperienze, gli Usticesi credono che una serie di figure interne possa prendere scelte migliori rispetto ad un team esterno.
    Sono d’accordo perchè, portando un paragone a me semplice da fare, così come gli Usticesi conoscono i problemi di Ustica meglio di altri, a Venezia è difficile far progettare un edifico ad un “forestiero”. L’esempio lampante è stata la costruzione dell’opera di Calatrava, che è risultato essere il nuovo quarto ponte su Canal Grande. Purtroppo chi non è di Venezia poco conosce di questo territorio e delle sue difficoltà, quindi risulta estremamente più difficile portare avanti dei lavori (per chi non lo sapesse, ora il comune ha multato per svariati milioni di euro l’ingegner Calatrava poichè l’opera è risultata essere molto problematica). Se dunque chi abita un luogo lo conosce sicuramente meglio di altri, è anche vero che fare un passo indietro per avere una questione d’insieme più distaccata e veritiera è una cosa che spesso ad Ustica non avviene.
    Ci sono reali problemi che spesso, da esterno, noto. Questi sono presi alla leggera da molti e credo che quindi un buon mix tra persone del luogo ed esterni con le palle (scusate il francesismo), possa portare qualcosa di buono su quest’isola.

    Chiaramente se, e solo se, sarà data a questo team la possibilità di lavorare da parte degli Usticesi (chiave di volta della situazione).

    Sono pienamente d’accordo con la questione del riciclo! È un’ottima idea (se presa in considerazione) che deve portare ad innestare nel cittadino la cultura della differenziata. Oltre ad essere molto importante per l’ambiente, può davvero diventare risorsa economica in quanto alcuni materiali possono essere rivenduti per creare profitto e quindi un nuovo fondo.
    Altra iniziativa interessante, che ad esempio prende luogo in Germania, è il riutilizzo del vetro: chi compra ad esempio la CocaCola in bottiglia di vetro al supermercato, una volta terminata può riportare la bottiglia al venditore ed essere risarcito di parte del prezzo (ad esempio 5 centesimi a bottiglia in Germania). Poi sarà cura del venditore smaltire quell’elemento.

    Concludo dicendo che mi piacerebbe vedere un’isola Smart. Quest’anno l’argomento delle Smart Cities è diventato veramente rilevante e (non vorrei dire una cavolata tremenda), sembra che la Comunità Europea finanzi quei progetti atti al miglioramento delle condizioni di comunicazione e di creazione di apposite infrastrutture. Provate a vedere se è veramente così (sicuramente potrete farci dei ragionamenti durante la ristesura del vostro PRG… o fatelo fare a quell’urbanista o architetto che si occupa di questa cosa insomma).

    Di carne al fuoco ce n’è tanta ma se cotta sapientemente, credo possa far tornare la gente a Ustica (ecco, stavo scordando di supportare la speranza di abbassamento dei costi per l’arrivo sull’isola – che sono veramente eccessivi per l’attuale offerta – ).
    La mia speranza, da figlio di Usticese, è quella di rivedere ancora la piazza piena come negli anni ’90…. però questo sta agli Usticesi farlo e non a me…

    dunque in bocca al lupo e rimboccatevi le mani per bene!

    Un Veronese di Ustica

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Buon Compleanno

a Anna Faye Caminita  i Migliori Auguri di Buon Compleanno ^^^^^^^^^^^^^ Oggi si festeggia S. Apollinare Auguri a tutti coloro che festeggiano il loro Onomastico sotto

Read More »
  • CONTATTAMI


  • WEBCAM - USTICA PORTO

  • WEBCAM SPALMATORE


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM PORTO PALERMO


  • VENTI


  • VENTI


  • NAVI


  • Privacy

    Licenza Creative Commons
    Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported. DMCA.com
  • TRADUTTORE

  • COME RAGGIUNGERE USTICA

  • Il Libro per tutti i genitori!

  • Hanno detto sul blog

  • Luglio 2024
    L M M G V S D
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  
  • ASD Ustica

    ASD Ustica