Ustica sape

Riceviamo e pubblichiamo


 

TalebanoDichiarazioni lette dal Consigliere Giovanni Palmisano  nella seduta del 29 Marzo 2013, prima di rassegnare le dimissioni.

OGGETTO: Esposto – Denuncia

DUE PESI E DUE MISURE

Tra poco sarà votata la presa d’atto della mia decadenza da consigliere comunale ma, prima della mia decadenza, vorrei ,con nota da trascrivere a verbale consiliare, portare a conoscenza dei consiglieri, l’ anomala e “chirurgica” procedura adottata nei confronti del Consigliere Girolamo Tranchina (molto vicino al Sindaco) e del Consigliere Giovanni Palmisano (facente parte della lista del sindaco ma dissociatosi e poco dopo dichiaratosi indipendente).

PROCEDURA ADOTTATA NEI CONFRONTI DEL CONSIGLIERE GIROLAMO TRANCHINA

In data 19 0ttobre 2011 è stata assunta a protocollo comunale n. 5274 il ricorso al TAR Sicilia presentato dal Sig. Girolamo Tranchina contro il comune di Ustica per “presunte opere abusive”…

A seguito di questo ricorso in data 21-11-2011 con protocollo n. 5307 il responsabile dell’Ufficio Affari Generali trasmetteva in copia al Capo Ufficio Tecnico e per conoscenza al Sindaco e al segretario comunale la seguente nota:

“OGGETTO: Trasmissione ricorso al TAR.

È pervenuto a questo Ufficio il ricorso al T.A.R. del Sig. Tranchina Girolamo che, per i provvedimenti di Sua competenza, si trasmette in copia. Si rimane, pertanto, in attesa di una relazione scritta e motivata dalla quale si evinca la necessità o meno di ricorrere all’assistenza di un legale per la costituzione in giudizio.

Nella ipotesi che la S.V. esperiti gli opportuni accertamenti, decidesse di non procedere all’assistenza di un legale dovrà darne ugualmente comunicazione allo scrivente che informerà gli Organi in indirizzo che leggono per conoscenza per eventuali ed ulteriori adempimenti.

Si rimane attesa di Sue comunicazioni in merito entro trenta giorni dalla presente.

F.to Il Responsabile del Servizio (Enrico Tranchina)

Non vi è traccia di alcuna risposta da parte dell’Ufficio Tecnico. Comunque Girolamo Tranchina ha continuato a sedere per più di un anno, sui banchi del consiglio Comunale, anche come capo gruppo di maggioranza, votando documenti importanti.

PROCEDURA ADOTTATA NEI CONFRONTI DEL CONSIGLIERE GIOVANNI PALMISANO

A seguito del mio ricorso al TAR Sicilia contro il comune di Ustica per un mio presunto abuso edilizio, in data 06-12-2012 protocollo 4738 il responsabile dell’Ufficio Affari Generali trasmetteva al Presidente del Consiglio Comunale e per conoscenza al Sindaco e al segretario Comunale la seguente nota:

“OGGETTO: Trasmissione ricorso al TAR – Signor Palmisano Giovanni.

Si porta a Sua conoscenza che in data 26.11.2012 protocollo n. 4590 è pervenuto a questo Ente il ricorso indicato in oggetto, già trasmesso al Capo UTC e agli organi che leggono per conoscenza con nota del 29.11.2012 prot. n. 4630, che parimenti si trasmette in copia alla S.V. onde adottare i provvedimenti consequenziali in tema di incompatibilità ai sensi della normativa vigente (D.L.vo n. 267/2000 art. 63, c. 4 L.R. 31/86 Artt. 10 e 14; L.R. n. 30/2000 Art. 17.

F.to Il Responsabile del Servizio (Enrico Tranchina)

In data 24.12.2012 prot. 4965 il Presidente del Consiglio indirizza una nota al Responsabile Affari Generali e al segretario comunale precisando che “la competenza per l’adozione dei consequenziali provvedimenti era del segretario comunale” e chiede di formulare una proposta di delibera da sottoporre al Consiglio Comunale.

La proposta di deliberazione per la “presa d’atto sopravvenuta incompatibilità consigliere Palmisano Giovanni” non tarda ad arrivare ed in data o4.01.2013 prot. 51, a firma del Responsabile Servizi Affari Generali, era già sul tavolo del Presidente del Consiglio.

A questo punto mi piacerebbe sapere il pensiero dei consiglieri presenti in aula in merito a questa disparità di trattamento per lo stesso procedimento.

Il mio pensiero è già noto:

Per Girolamo Tranchina si è insabbiato tutto perché “legato” al carro del Sindaco e quindi utile nei momenti opportuni……

Giovanni Palmisano un consigliere capace di espletare il mandato ricevuto dalla gente affrontando volta per volta le varie problematiche e denunciando, all’occorrenza, fatti e misfatti e per questo motivo molto scomodo al Sindaco, alla sua giunta, ai funzionari comunali ma soprattutto al segretario comunale con il quale ha avuto pesanti scontri in linea con l’espletamento delle sue funzioni di consigliere comunale, nel rispetto del mandato ricevuto dalla gente.

Omissis…

Altra questione da prendere in seria considerazione è la “sceneggiata” del Sindaco quando ha nominato assessore (per pochi giorni) Giardino Felice. Nessuno degli uffici preposti ha fatto notare al sindaco che Giardino Felice non poteva essere nominato assessore in quanto aveva un ricorso al TAR contro il comune, per questo motivo infatti non ha potuto surrogare il consigliere zanca come consigliere comunale.

A questo punto è lecito pensare che al consigliere Palmisano è stata applicata l’INCOMPATIBILITA’ solamente per RITORSIONE O BRAMOSIA DI VENDETTA. Perché se fosse stata applicata la legge (che dovrebbe essere uguale per tutti) lo stesso procedimento doveva subirlo Tranchina e Giardino..

Signori consiglieri che nome diamo a questi comportamenti? FAVOREGGIAMENTO, OMISSIONI DI ATTI D’UFFICIO, DISPARITA’ DI TRATTAMENTO O ALTRO?

Immaginate quali danni economici e d’immagine potrebbero piovere sul comune e conseguentemente sulla nostra comunità qualora gli atti prodotti dal consiglio comunale in presenza del consigliere Girolamo Tranchina e dalla Giunta comunale in presenza dell’assessore Giardino Felice venissero invalidati?

Io, in autotutela, chiedo l’annullamento di tutti gli atti prodotti in presenza di Girolamo Tranchina e di Giardino Felice in particolar modo di quegli atti dove la loro presenza ed il loro contributo è stato determinante.

Per quanto sopra esposto chiedo al Presidente del Consiglio di attuare la procedura affinché quanto da me esposto venga inviato al Presidente della Regione Sicilia, a S.E. il Prefetto di Palermo e alla Procura della Repubblica di Palermo, All’Ufficio Ispettivo e alla Corte dei Conti.

Si suggerisce al consiglio comunale di valutare se non sussistono gli estremi per la decadenza dagli incarichi del Sindaco e del segretario comunale.

Si chiede altresì ai consiglieri di vigilare affinchè gli atti vengano correttamente e tempestivamente inviati agli indirizzi sopra citati.

In Fede

Giovanni Palmisano

—————-

Dichiarazioni, consigliere comunale, Giovanni Palmisano.

Egregio Sig. Pesidente del Consiglio Comunale, Leonardo

CanniIIa,

Egregi Consiglieri Comunali

Egregi cittadini e concittadini

Nel mio mandato amministrativo da consigliere comunale che va dal 2003 ad oggi, 2013, in diverse occasioni ho voluto citare e parafrasare diversi passi o detti dalla Sacra Scrittura di Gerusalemme, per meglio dire, “terra terra”, dalla sacra Bibbia con la speranza che qualcuno, me compreso, distinguesse la verità e il vero percorso amministrativo da intraprendere nel rispetto reciproco di una convivenza paesana ma civile e democratica. Il tutto forse non è valso a niente, basterebbe rivedere le mie dichiarazioni consiliari, soprattutto quelle di dissociazione dal gruppo di maggioranza a cui appartenevo.

Ho fatto riferimento a Giuseppe Mazzini, Jhon Kannedy, Paolo Borsellino e a Giovanni Falcone. Forse però nessuno

mi ha capito o forse non sono stato chiaro.

Non importa, dice Walter Villa, bisogna andare avanti fino

all’ ultima goccia di vita che c’ è dentro il nostro serbatoio.

In questi anni ho provato diverse emozioni, belle e brutte,

ma che mi hanno dato molte soddisfazioni e tribolazioni; è la

vita. Tutto è bello, ma la cosa più triste di questi miei episodi

è stata la perdita di fiducia ed amicizia che io nutrivo in

alcune persone, vuol dire che non erano veri amici.

Vorrei chiedere pubblicamente scusa al Consigliere Alessandro Zanca che in questi giorni è stato messo da me a dura prova….. “Cresci in fretta Alessandro, ce la puoi fare, vai avanti con forza, determinazione e coraggio, sei un ragazzo pulito e sincero.

” Non riesco a capire bene un certo accanimento da parte di qualcuno nei miei confronti, per meglio dire una persecuzione, ma forse è un disegno Cristiano, “Abbraccia la tua Croce e cammina”.

Egregi Signori Consiglieri voglio ancora una volta ricordarvi l’ autorizzazione che il Consiglio Comunale mi ha dato a suo tempo, di affiggere in quest’ aula consiliare l’ effigie sacra del nostro Protettore San Bartolomeo apostolo con la Sacra scrittura del Suo Vangelo. A suo tempo ho spiegato in chiave moderna ed amministrativamente cosa recita quel passo e quanto ci impone di osservare. Mi permetto di dire ancora una volta che lì c’ è scritta anche la legge dello Stato italiano e regole e regolamenti di un comportamento civile e democratico che un’ amministrazione dovrebbe avere e/o intraprendere.

Vi ricordo ancora che il 14,12,2012 per quel breve tempo che sono stato in aula vi ho detto e consegnato alcuni documenti che fino ad oggi non trovo riportati nei verbali delle sedute precedenti.

Vi voglio ricordare, in particolar modo, che ho ricevuto da diverse fonti amministrative di questo comune minacce e persecuzioni ma quel giorno sopra citato, vi ho detto: “guardate che io ho due Santi protettori, uno è San Bartolomeo apostolo e l’ altro è San Giovanni Battista, del quale il sottoscritto venera il Suo Santo nome.

Due Uomini oggi riconosciuti Santi. Uomini comuni, ma di grande fede, malvisti purtroppo dal popolo di allora, fino al punto di essere decapitati. Quindi, se volete che io taccia per sempre, dovete tagliare la testa.

Avete dimenticato il detto del velo? Allora dissi:” dopo la morte il velo del tempio si è squarciato e la terra ha tremato.” A questo punto vorrei dire a molti di voi presenti e assenti che io non sono l’ unico cittadino o amministratore o impiegato comunale ad avere opere abusive…

Chiedo che si faccia un sopralluogo di eventuali abusi di edilizia presso la casa del segretario comunale o di suo marito.

Ho riflettuto tanto ma ancora non riesco a capire questo suo atteggiamento masochista per aver inserito all’ordine del giorno del Consiglio Comunale la decadenza del consigliere Palmisano. Presidente il rispetto della legge è uguale per tutti… anche per lei e per qualche altro consigliere.

Ora prima di lasciare l’aula, in modo da non distrarvi dalla vostra decisione che fra poco sarete chiami a prendere, vorrei ricordare quant’altro non è stato fatto, in barba alla legge.

 

Irregolare convocazione del Consiglio Comunale

In data 11 dicembre 2012 mi viene notificato avviso di convocazione del consiglio Comunale prot. N. 4769 (stessa data) da tenere giorno 13 dicembre 2012. Oltre l’esame di svariati riconoscimenti di debiti Fuori Bilancio, che comporta un attento esame, c’era tra l’altro l’approvazione del Bilancio di Previsione 2012 e pluriennale 2013/14 nonché l’approvazione degli equilibri finanziari di bilancio 2012.

Visto l’importanza degli argomenti mi sono premurato a fare una lettera, prot, n. 4812 del 12 dicembre 2012, che contestava la ristrettezza dei tempi in disaccordo con la legge ed il regolamento comunale che prevedono non meno di 5 giorni per la convocazione ordinaria, per dar tempo ai consiglieri di aggiornarsi sugli argomenti inseriti all’ordine del giorno, per presentare eventuali proposte e/o emendamenti.

La richiesta, con arroganza, non è stata accolta (suppongo di conoscere i motivi) e sto valutando l’opportunità di fare esposto agli organi competenti per invalidare gli atti prodotti in quella seduta consiliare.

Tutti i consiglieri , eccetto Badagliacco, purtroppo, sono complici di questa violazione. Quindi ritengo inopportuno da parte dei consiglieri, a distanza di tempo, l’accusa al presidente di detta violazione.

Questo non è stato il primo caso ma più volte il Presidente ha violato la legge ed i regolamenti

Consueta mancata risposta nei termini di legge da parte del Sindaco, dal Presidente del Consiglio, dal segretario comunale e dirigenti

Le mancate risposte alle richieste, senza aver preso provvedimenti in merito comporteranno danni economici all’ente e non solo (es. contrasti sociali).

E’ consuetudine, tra l’altro, non portare a conoscenza dei consiglieri atti che cittadini indirizzano ai consiglieri

Faccio presente che le mancate risposte sono perseguibili per legge.

Mancata evasione atti amministrativi

In diversi consigli comunali è stata sollecitata l’amministrazione attiva e uffici interessati ad attivarsi su determinati provvedimenti da attuare (es. la delibera sulla sdemanializzazione delle aree di proprietà comunale n. 34 del 23.7.2012) e mai presi in considerazione

Sfratto Centro Studi

Si è letto che il Centro studi è stato sfrattato dal vecchio municipio. Lo sgomento mi sembra un grosso polverone in quanto i locali designati come sede per il Centro Studi sono quelli dell’ex Sette Bello in quanto il comune, con appositi finanziamenti venuti dai Patti Territoriali sono stati acquistati e restaurati allo scopo. Pertanto i Consiglieri, “afflitti” da tale sfratto sarebbero potuti intervenire in sede di bilancio predisponendo un capitolo ad hoc con un emendamento.

Il Centro Studi, come merita, ha la sua sede presso il Settebello. In sede di bilancio non è stato inserito nessun contributo per la nostra banda musicale San Bartolomeo. La banda musicale forse non è cultura?

Stazione fotovoltaica

La stazione fotovoltaica comunale è in disuso dal 2006 e nemmeno in questo bilancio è stato previsto uno stanziamento per il ripristino e messa in funzione. Non sono perdite per l’Ente? Non è un danno erariale nonché danno ambientale?

Mancato controllo legittimità concessione suolo pubblico

Faccio notare su questo argomento che ai pescatori usticesi non è stata assegnata una superficie ufficiale e regolare a norme di legge, per lo svolgimento delle loro attività.

Classico esempio, più volte venuto alla ribalta e sotto gli occhi di tutti l’occupazione abusiva concordata col sindaco Aldo Messina con nota prot. 2585 del 8 aprile 2008.

Queste superfici o locali (finanziamenti per il Centro Velico) non dovrebbero essere regolarizzati?

Esistono suoli pubblici, utilizzati ad uso commerciale sui quali gli utenti non pagano la TARSU e altro.

Rinnovo graduatorie case popolari

È stato più volte sollecitato il rinnovo della graduatoria per l’assegnazione delle case popolari a tutt’oggi non aggiornata. Non è stato revocato l’alloggio come da nota dell’Assessorato ai Lavori Pubblici Ser. 3 Gestione Patrimonio Abitativo prot. 3184 del 20. 01. 2009 (registrato al protocollo comunale al n. 281 del 20 gennaio 2009) in quanto agli assegnatari mancavano i requisiti per l’assegnazione.

Infine ricordo che:

1) Io ho ereditato i misfatti che mi vengono addebitati, mi meraviglio come mai ora? non sembrerebbe una ritorsione?

2) Io ancora non sono stato giudicato da nessun tribunale e quindi non sono condannato

3) Amministratori locali e consiglieri hanno avuto simili provvedimenti da parte di tribunali ma nessuna richiesta di sospensione dall’incarico è stata effettuata né sollecitata, né incoraggiata a mo di rivalsa, né dal presidente del consiglio, né da funzionari né da esponenti politici né ora né in passato: Due pesi e due misure?

Questo è quanto per il momento dovevo, riservandomi di completare la pratica con quanto in mio possesso e inviarla agli organi competenti.

La mia linea è stata sempre quello del rispetto e non ho avuto mai paura di affrontare la realtà con coraggio detestando la codardia

Ora presidente la prego di essere coraggioso e votare quello che lei ha richiesto e che ha portato all’ attenzione del Consiglio Comunale, senza l’attenuante che io sarei suo cognato.

 

Grazie per l’attenzione

Il Consigliere Comunale

Giovanni Palmisano

 

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Buon Compleanno

A  Mario Bellavista a  Massimiliano Mancuso a   Giovanni Basile (C/da Piano Cardoni) a   Felice Caserta a   Cheryl Bertucci ad  Alessia Canè a 

Read More »
  • CONTATTAMI


  • WEBCAM - USTICA PORTO

  • WEBCAM SPALMATORE


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM PORTO PALERMO


  • VENTI


  • VENTI


  • NAVI


  • Privacy

    Licenza Creative Commons
    Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported. DMCA.com
  • TRADUTTORE

  • COME RAGGIUNGERE USTICA

  • Il Libro per tutti i genitori!

  • Hanno detto sul blog

  • Luglio 2024
    L M M G V S D
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  
  • ASD Ustica

    ASD Ustica