Ustica sape

Riceviamo e pubblichiamo – Ustica prepara un piano per l’accoglienza dei profughi ucraini in ex albergo in disuso


Il comune di Ustica prepara un piano per accogliere nell’isola i profughi ucraini. Verrà messo a disposizione dei profughi un ex albergo in disuso da 40 anni, oggi di proprietà del comune, che potrà accoglierne fino ad 80, ma l’amministrazione comunale sta già pensando ad altre strutture dove sarà possibile ospitarne degli altri.

“Il nostro progetto è già stato comunicato in prefettura questa mattina, attendiamo l’ok definitivo per renderlo operativo – spiega il sindaco di Ustica, Salvatore Militello – oltre alla struttura alberghiera, in queste ore stiamo valutando anche altre strutture comunali da destinare ai profughi ucraini. Inoltre stiamo accogliendo anche la disponibilità di alcune famiglie dell’isola che sarebbero disposte ad offrire ospitalità ai profughi, anche in abitazioni private. L’insularità potrebbe essere un problema per quanto riguarda il loro trasferimento ed anche il loro eventuale adattamento, ma potrebbe anche essere una risorsa perché in un’isola ci si sente più al sicuro e accolti come in una grande famiglia”.

Fonte: SICILIA 2.0 news

COMMENTO

Da Milano Costantino Tranchina 

Al signor Sindaco Comune di Ustica, Salvatore Militello.
Un plauso particolare per la sua civiltà e bontà.  Ho avuto notizie attraverso, USTICA SAPE.
Penso che lo stabile sia l’HOTEL SAN BARTOLOMEO  .
Non mancherà alla sua attenzione di ricondurlo in una civile abitazione, completando una derattizzazione molto accurata
L’estate scorsa trovandomi nelle adiacenze ho notato un via vai di topi più grossi di un gatto.
Mi consenta di rinnovare i complimenti.

Costantino Tranchina

 

3 risposte

  1. Salve,
    siamo alla follia allo stato puro!

    definire una scelta INOPPORTUNA, come un progetto significa che ad Ustica manca completamente la RAGIONE.
    Quello che propone il Sindaco, di utilizzare “un’ex albergo in disuso da 40 anni” , lo avrebbe potuto proporre in funzione di fornire assistenza alle FAMIGLIE USTICESI, vedi come alloggi popolari, vedi come alloggi per anziani, leggasi Casa di Riposo/Ospizio, comprese tante altre iniziative di carattere sociale, vedi luogo di ritrovo per Giovani e Anziani e altre ancora che sicuramente si potrebbero svolgere.

    Un motivo questo di ulteriore DIVISONE, altro che sentirsi come una “Grande famiglia”!!!

    Cordiali saluti,
    Jose’ Zagame usticese non residente

  2. Forse il Sindaco non ricorda in che stato si trovi attualmente l’Albergo in questione. Demagogia? Chissà…

  3. Sono entrato dentro l’hotel in disuso dagli anni ’80, su cui l’ attuale maggioranza ha appoggiato due campagne elettorali (una persa e l’altra vinta) intorno al 2010, sindaco Aldo Messina. C’era un metro di guano di colombi sul pavimento e topi a schiere. Mi sono sempre chiesto come si potesse consentire una simile bomba ecologica in pieno centro. Sono trascorsi altri 12 anni ed ancora nulla è stato fatto per risanarlo e renderlo appena accessibile (gli impianti, ovviamente sono tutti da rifare e sarebbe interessante capire come sono messe le strutture portanti, con le infiltrazioni di umidità presenti in più punti e due piani sotto strada).
    Quella dell’amministrazione comunale, più che una nobile iniziativa a favore di chi soffre, mi sembra una richiesta di finanziamento attraverso un percorso improprio ed enormemente lungo rispetto alle esigenze immediate dei profughi.
    Senz’altro ci sono strutture ad Ustica – pubbliche e private-immediatamente fungibili. Invito la PA e la parte più avvertita e sensibile della comunità a proporre altre soluzioni.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Buon Compleanno

A Marilene Robershaw Manfrè a  Chris Caravella a  Marc Palmisano a  Rosalia Caserta  i migliori Auguri di Buon Compleanno ^^^^^^^^^^^^^ Oggi si festeggia S. Barbara.

Read More »