Riceviamo e pubblichiamo – Una serata magica al Mugello da raccontare e diffondere   25 novembre 2017


  Una serata magica ieri 24 novembre al Centro Incontri a Borgo San Lorenzo, organizzata dalla Banca del Tempo del Comune di Borgo San Lorenzo e dalla Scuola di Musica che hanno accolto e messo a disposizione locali e strumenti per la realizzazione del concerto per pianoforte di Irene Bonanni (giovane studentessa del Giotto Ulivi) e di Marco Cianciarulo (ventunenne studente della Scuola di Musica di Fiesole e barman alla Osteria del Caffellatte in corso Matteotti).

Le sinergie sono fondamentali per creare emozioni e legami, connessioni e partecipazione e anche per ottenere il massimo del risultato grazie alla complice empatia che lega chi si incontra al Caffellatte e programma, comunica, interagisce e crea occasioni di incontro. Anche un grazie a chi non potendo esser presente per vari motivi ha consentito la realizzazione della serata, come Giulio Niccoli che ha realizzato la grafica della locandina, a Antonio Margiotta del Compra Vendita Online di Borgo e a Massimo Cianfano che ha scelto il Canto V della Divina Commedia per celebrare l’amore di una celebre coppia di amanti restati nella storia con la famosa frase “Amor che a nullo amato amar perdona”, letto da Paola Capitani.

Grazie alle voci narranti, che hanno intervallato i brani musicali di Chopin interpretato da Irene e le composizioni di Marco, quali Emanuela Periccioli della Banca del Tempo e delegata alle Pari Opportunità del Comune di Borgo San Lorenzo, Eva Szecsodi graphic artist, le sue produzioni artistiche hanno dato un tocco di fantasia e di creatività colorata alle pareti dell’auditorium del Centro Incontri, a Francesco Cosentini, per la prima volta cimentato in una lettura in pubblico.

Un tocco ulteriore che ha aumentato le emozioni in sala il fuori programma al sassofono di Giovanni Milani che, poi in coppia con Marco, hanno creato brani jazz, improvvisando con ironia e fantasia e inebriando il pubblico già coinvolto nelle precedenti esecuzioni.

Una serata da ripetere per poter seguire gli ammonimenti che ci vengono da più parti nel vivere al meglio il quotidiano e non perdere l’attimo fuggente, ritagliandosi momenti di serena compartecipazione.

La serata, iniziata con alcune informazioni sulle varie associazioni presenti presso il Centro tra le quali la Banca del Tempo e la Scuola di Musica oltre ai corsi di italiano per stranieri e per le badanti, ai programmi dell’Associazione Bahai che ha organizzato il 5 novembre a Villa Pecori un bellissimo concerto dove aveva partecipato anche Marco Cianciarulo e che nella magia della Villa, ricca di suggestioni e suggerimenti culturali, aveva creato con la Scuola di Musica Agorà una premessa basilare per il concerto di ieri sera. A Villa Pecori numerose iniziative tra le quali anche i Te con brio che la Banca del tempo aveva organizzato un paio di anni fa momenti di aggregazione e di racconto, di scrittura creativa e di teatro con amici e colleghi interessati alla cultura e alle amenità artistiche di cui il Mugello è particolarmente ricco. Le compagnie teatrali sono numerose grazie ai teatri esistenti nell’area mugellana e che aiutano a promuovere iniziative e interazioni.

Come avrebbe detto il critico de La Nazione di tanti anni fa, Paolo Emilio Poesio: “applausi a scena aperta da stasera si replica” e questo è l’invito che i numerosi partecipanti hanno auspicato al termine della serata dove le parole conclusive sono state “nessun pessimista accende una stella” cercando con ottimismo e collaborazione, disponibilità e ironia, affabilità e comprensione di promuovere ulteriori occasioni di incontro.. al Centro di Incontri.. appunto.

Oggi 25 novembre la giornata per la difesa delle donne e domani a Villa Pecori incontri per le scuole e non solo, con l’Associazione Re Mida prolifica nella organizzazione di laboratori nel magico Museo dei Bambini di Villa Pecori.

Tra le esecuzioni della serata di ieri anche un brano per bambini (presenti in sala) che con il sassofono e il piano, i piatti e il ritmo hanno accesso una vibrante ilarità e una immediata partecipazione del pubblico.

La Biblioteca Comunale, fulcro per ogni attività e supporto di documenti e informazioni, ha allestito una saletta al piano terreno che ricorda con oggetti rossi il dramma che oggi ovunque si ricorda per far cessare questo continuo stillicidio di delitti e violenze.

Sabato 16 dicembre due iniziative, una in Comune con l’Associazione Bahai sulle ninne nanne dei vari paesi e una alla Biblioteca Comunale con un libro di poesie promosso da Daniela Giovannini.

Inoltre in corso attività di animazione con la Compagnia amatoriale I Giullari senza fissa dimora presso la RSA Giotto La Villa di Borgo San Lorenzo dove il 13 dicembre si festeggerà non solo Santa Lucia, cara ai bambini per i doni che porta soprattutto nei luoghi del nord Italia e non solo, ma anche per celebrare il prossimo Natale.

Nel pubblico anche Daniela Marsili del Book Club di Borgo San Lorenzo, che ha presentato il  folto gruppo di lettura che si incontra presso la Biblioteca di Borgo San Lorenzo una volta al mese e che proprio oggi alle 16.30 parlerà della del libro di Orwell “1984”, per chi vuol partecipare anche se non ha letto il libro, ma solo per esser presente e interagire …

Grazie infine a Giacomo Verdi che nel suo magico Osteria del Caffellatte, caldo, accogliente, amicale ci consente di stazionare per incontri e programmi, prove e collaborazioni, ottimo punto di osservazione e di passaggio proprio in corso Matteotti.. e che con le note classiche che volano nel locale aiutano a concentrarsi e a pensare e chi vuole può leggere i libri gentilmente a disposi zio nella biblioteca del locale, con una confortevole poltrona della nonna …

Le stesse opportunità si stanno replicando anche a Lucca, Nicola di Luni (La Spezia), Rimini, Viareggio dove altri amici con le stesse caratteristiche e aspirazioni replicano e per cercare di creare una rete di cultura e benessere, amicalità e collaborazione.

Stasera a Rimini teatro in appartamento da Susanna Castellini, serata già organizzato a Firenze e a Rimini nella Pescheria del ‘700 con Roberto Venturi, scrittore, e i suoi attori che interpretano brani da libri.

Le idee ci sono e gli amici disponibili anche.. sta a noi proporre e realizzare e soprattutto partecipare,, come dicono gli attori che se non c’è il pubblico lo spettacolo non procede e come se non ci sono lettori i libri restano negli scaffali.

Quattro cose non tornano indietro.. “un sasso lanciato, una frase detta, una occasione mancata, il tempo sprecato”.

Beneaugurando prossime iniziative vi aspettiamo qua e la con empatia e buonumore, cultura e quel che serve per un convivio che fa bene a noi, soprattutto!!

Paola Capitani dei Giullari senza fissa dimora  http://libronelbicchiere.blogspot.it

Questo articolo sarà pubblicato su www.italiauomoambiente.it mensile on line redattore Alberto Pestelli

grazie per integrazioni, correzioni possibilmente entro oggi.. in modo da poterlo diffondere quanto prima

 

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.