Riflessioni di Mario Oddo


Sabato e domenica scorsa sono stato ad Ustica; un brevissimo ma intenso soggiorno tra il dolce e l’amaro. Dolce perchè è stata una piacevole occasione per incontrare tantissimi amici e perchè ho potuto godere di un assaggio d’aria quasi estiva isolana. Quale migliore occasione quindi per andare a dare un’occhiata al campo di calcio al quale come sanno coloro che seguono attentamente Usticasape da tempo attraverso ripetuti interventi sull’argomento rivolgo la mia disinteressata attenzione. Incuria ed abbandono, solo questo hanno inquadrato i miei occhi; non ho visto altro; anzi nò, per la verità il mio sguardo si è posato anche su un cartello posizionato sul cancello chiuso, “vietato l’ingresso ai non addetti ai lavori”; quella scritta nella circostanza mi è suonata come una beffa, una provocazione; in quel momento ho sentito fortemente la mancanza di un pennarello nero; vi avrei aggiunto solo due parole: “quali lavori ? ” … Il secondo “amaro” me lo riserva il pomeriggio della domenica; in piazza nell’aria c’è tanta “elettricità”. La notizia fa il giro dell’Isola: una mancata autorizzazione sulla quale si è discusso tanto e forse si discuterà ancor di più a lungo, ha avuto come conseguenza immediata che la statua della Madonna forse per la prima volta non sì è potuta portare in processione a mare. E’ chiaro che le regole sono regole e vanno rispettate ma è possibile che tra le parti all’insegna della “flessibilità” non abbia prevalso la volontà di trovare una soluzione condivisa che assicurasse comunque una continuità a questa manifestazione così sentita nell’Isola ? Una cosa è certa: in questi giorni ad Ustica ho assistito simultaneamente alla mortificazione della passione e alla mortificazione della tradizione, calcistica l’una, folkloristico-religiosa l’altra. Prima di avviarmi verso la nave sono entrato come faccio sempre in Chiesa a “salutare” S.Bartolomeo; nel mio immaginario ci siamo pure parlati; l’ho visto preoccupato e gli ho chiesto come mai; mi ha risposto “sai, se hanno comunque impedito un giro in barca persino alla Madonna vuoi che il 24 Agosto non riserveranno un sorpresa anche a me che in fondo non sono che un povero Santo ? … come darGli torto, pensavo fra me e me avviandomi verso il porto …

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.