Campionato di 3^ categoria – “SOTTO A CHI TOCCA”


Tocca alla squadra Resuttana San Lorenzo esordiente in questa stagione calcistica nel campionato di 3a categoria incontrare fuori casa (si fa per dire) alla quarta giornata l’ASD Ustica rinvigorita dalla prima vittoria stagionale ottenuta domenica scorsa a spese del Cinisi dopo una iniziale sconfitta interna con Villagrazia di Carni e senza avere potuto disputare la seconda a Villabate rinviata causa forte vento. Si presenterà al campo Fincantieri con tre punti in classifica in due partite, tre goal fatti, quattro subiti. Presidente della neo-nata Società è Marcello Barbaro, Dottore commercialista tra i più apprezzati e stimati in Città e fuori che ha così cortesemente rivisitato per noi la nascita della sua creatura calcistica: “la nostra Società è nata realizzando un piccolo sogno durante una riunione tra amici una sera dello scorso maggio, è costituita, sia nella dirigenza che tra i giocatori, da ragazzi che non solo vogliono riportare all’interno del calcio giocato la gloriosa storia del Resuttana, scomparso dai campi di gioco piu di trent’anni fa, ma provare a lanciare un messaggio di sport a livello agonistico e, nel suo aspetto di aggregazione e rispetto delle regole, anche a livello sociale. La società è nata con i contributi volontari dei soci fondatori e dei ragazzi facenti parte la squadra. Ci siamo totalmente autofinanziati e, anche grazie all’aiuto di alcune donazioni e sponsorizzazioni, siamo riusciti a dare una struttura solida per questo primo anno di attività. Ma, al di la degli aspetti economici, indispensabili per poter sopravvivere a livello di realtà sportiva dilettantistica, la struttura societaria è improntata al rispetto delle regole presenti nelle manifestazioni sportive e non. Abbiamo un codice etico che abbiamo letto ai ragazzi in sede di tesseramento. Gli allenamenti si tengono non solo per migliorare le caratteristiche fisiche e tecniche di ognuno dei componenti la squadra, ma anche, e soprattutto, per trasmettere un segnale di aggregazione, fratellanza, rispetto e correttezza. Se, alla fine della stagione, a prescindere dal risultato sportivo, riusciremo a lanciare questo messaggio, avremo vinto la partita più importante.” Nel ringraziare per la disponibilità il Presidente Barbaro concludo rimarcando che nel corso di queste “interviste” settimanali stiamo registiando con piacere che nei programmi dei Dirigenti le finalità sociali vanno di pari passo, quando non sono addirittura prevalenti, con quelle calcistiche. I segnali che di volta in volta passano da questo Sito inducono alla ottimistica conclusione che questo calcio dilettantistico spesso impropriamente e/o frettolosamente definito “minore” è in buone mani e naturalmente ma sarà il campo a dirlo … in buoni piedi. Si attende ulteriore conferma a continuare da domenica ore 11, campo Don Orione  a Palermo: Ustica vs Resuttana San Lorenzo. Vinca il migliore !

Mario Oddo

 

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.