Sull’ iPad riceviamo e pubblichiamo


Con la presente, sentiamo il dovere di dare alcuni chiarimenti sulla determinazione del Presidente del Consiglio Comunale e sulle dichiarazioni strumentali da parte dei Consiglieri G.Tranchina, A. Russo e A. Picone che hanno perso un’occasione per starsene zitti.
Preliminarmente concordiamo con quanto giustamente dichiarato dal Consigliere G. Caserta sull’opportunità e la necessità dell’acquisto di attrezzature informatiche come quella proposta dal Presidente del Consiglio per l’acquisto di un iPad2 e 12 chiavette di memoria da utilizzare sempre ed in ogni caso per servire meglio il Comune e quindi la comunità.
Precisiamo che tali attrezzature rimarranno a disposizione dei futuri Consiglieri Comunali.
Il Presidente spesso si reca fuori sede è non può interrompere i contatti con i Consiglieri ed il Comune. Teniamo presente che occorre leggere la posta elettronica, scrivere ed informare i Consiglieri e se volete esaminare anche ciò che giornalmente pubblica la testata giornalistica di Buongiorno Ustica e il blog di P. Bertucci. Insomma bisogna essere sempre informati su tutto ed un Presidente a maggior ragione non può, per la carica che ricopre, farne a meno. Dobbiamo prendere coscienza che il Presidente rappresenta il Consiglio e con questo l’intera cittadinanza.
Proviamo ad indignarci invece dieci miliardi delle vecchie lire di fotovoltaico e bus elettrici abbandonati nel totale degrado. buttati li a perdere – quando tutto il mondo parla di energia rinnovabile – e per il quale lo scorso anno abbiamo deliberato un pagamento di 70.000 euro alla ditta fornitrice, che ne dite? Di questo ci indigniamo?
Si ricorda che il Consigliere G. Tranchina, ex Presidente del Consiglio Comunale, è stato sfiduciato in aula e rimosso dalla carica,per: avere violato i propri doveri istituzionali e statutari, mettendo in atto un cattivo ed arbitrario esercizio della funzione in dispregio al principio di neutralità e comportamenti di natura politico-istituzionale non consoni al prestigio della carica ricoperta causando(a quale scopo?) la successiva sospensione del Consiglio Comunale con l’imperdonabile aggravante di essersi costituito in giudizio per ottenere lo scioglimento del Consiglio Comunale da lui presieduto. Unico caso avvenuto nella storia politica italiana riguardante amministrazioni comunali. Di questo ci indigniamo?

Che lo stesso è stato condannato dal TAR al pagamento del 50% delle spese processuali pari a 1.870,00 € anticipate dal Comune ed ancora oggi non rimborsate dallo stesso. Il Consiglio Comunale ha già deliberato a suo tempo l’invio della pratica alla Corte dei Conti per chiedere oltre al pagamento delle spese processuali anche l’eventuale danno erariale . Questi si che sono soldi della comunità che potrebbero essere utilizzati per altri scopi! Il Consigliere Tranchina, invece di fare lo spaccone annunciando la rinuncia all’ USB(chiavetta di memoria) faccia il suo dovere restituendo la somma al Comune. Di questo ci si dovrebbe indignare!! (il Tranchina ha abbandonato l’aula al momento della votazione riguardante la problematica del campo di calcio!) Ci indigniamo?
Che il portatile “regalato” dal Sindaco al Consiglio Comunale, senza nessun atto ufficiale, dopo un lungo periodo di abbandono nell’aula consiliare, è stato richiesto in parola da un Consigliere Comunale che ne ha fatto richiesta. Da informazioni assunte, il Sindaco dopo essersi fatto dare uno dei 2 portatili “di nuova generazione” proveniente dal progetto” Isola Felice”, di proprietà comunale, ha pensato bene di donare il suo! Non si sa, che fine abbia fatto l’altro portatile.
Che il Consigliere A. Russo, farebbe bene ad informarsi circa l’utilizzo dell’iPAD e dell’impossibilità di inserire la chiavetta USB e soprattutto a non farsi strumentalizzare da G. Tranchina che per quanto ha combinato, dovrebbe solo tacere!!
Che il Consigliere Picone, (solo 5 presenze nel 2011) farebbe bene ad occuparsi seriamente delle spese inutili ed improprie che vengono, a volte fatte, ed invitare il suo collega G.Tranchina a versare la somma di € 1.870,00,relativa alla sua condanna dal TAR, alle casse comunali!!
Che il Presidente del Consiglio Comunale, ha economizzato l’intera somma di € 3.000,00 assegnata al Funzionamento del Consiglio Comunale, non spendendo un solo euro nell’esercizio 2011, garantendo il funzionamento del Consiglio Comunale con la sua costante presenza in Comune e l’inserimento all’o.d.g. e relativa trattazione di svariate problematiche amministrative.
Di contro, sono state spese somme non pertinenti all’Amministrazione che gravano sui cittadini riguardanti: pagamento di utenze idriche da imputare a soggetti privati; pagamento di bollette di energia elettrica da imputare a soggetti privati che impropriamente occupano locali comunali in contrasto con il Regolamento Comunale che disciplina tale materia. Di questo ci si dovrebbe indignare!!
Infine, riteniamo corretto e nell’interesse del buon funzionamento del Consiglio Comunale, che il Presidente doti tutti i Consiglieri di chiavette di memoria e che lo stesso si doti di uno strumento informatico necessario alle esigenze derivanti dalla sua carica e soprattutto alla gran mole di lavoro che espleta giornalmente presso la sede comunale al contrario di chi per essendo stato eletto, vivendo stabilmente fuori sede, non dà nessun contributo alla causa usticese.
Per quanto riguarda l’invito rivolto al Presidente del Consiglio Comunale nel recedere dall’acquisto di attrezzature informatiche, invitiamo il Direttore Rizzuto, a sottolineare quanto discusso in Consiglio sulle problematiche del campo sportivo, sull’aumento del costo del carburante e su tutto quanto riguardi spese voluttuarie.

I Consiglieri Comunali indignati!
G. Palmisano

F. Badagliacco
B. Taranto
A. Zanca

 

 

^^^^^^^^^
COMMENTI:

Da Palermo Mario Oddo 

Vincenzo, sottoscrivo parola per parola il contenuto del tuo intervento ma solo in parte. Sei nel giusto quando auspichi una serena e corretta campagna elettorale lungo il percorso che porterà alle elezioni del 2013 per il rinnovo dell’Amministrazione comunale; in effetti se le premesse sono quelle alle quali stiamo assistendo in questi giorni non rimane che “allacciare le cinture” in vista di “turbolenze” strada facendo sempre più forti. Non riesco a seguirti invece quando “te la pigli” con l’informazione, gli informatori e i lettori locali per lo spazio a tuo giudizio impropriamente dato utilizzato. Oggi, ed è una fortuna che prima non avevamo, gli uni svolgono il proprio ruolo informativo (vecchio) gli altri quello partecipativo (nuovo); puoi dire tutt’al più “bene o male” ma non che quel modo “non fa onore nè all’editore nè ai tanti intervenuti”. Sul resto, ripeto, sono d’accordo !

^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Di per se il piccolo incidente dell’ Ipad non e’ maiuscolo per niente. Io la vedo cosi. E’ giusto che ci sia l’Ipad a disposizione degli Amm.ri se e’ di aiuto ? Non dimentichiamo che l’Informazione oggi e’ sinonimo di potere e di potenza, piu’ informazioni e nozioni si hanno meglio e’. Ognuno la vede come vuole questo e’ il bello del libero pensare e parlare e cioe’ della democrazia. Alcuni dicono che il tutto e’ un espediente per dividere di nuovo il paese e il Consiglio che ultimamente aveva dato prova di grande maturita’ con approvazioni a catena di argomenti importanti all’unanimita’. Secondo me hanno tutti ragione. Ma chi ha piu’ ragione di tutti sono i blog locali che sono riusciti ad aprire una scatola di Simmenthal “scaduta” da cui sono usciti fuori tanti vermi. Mi dispiace se qualcuno avra’ qualche problema, ognuno e’ responsabile delle proprie azioni ma speriamo che tutto vada per il meglio e se qualcuno ha fatto qualche errore e si pente sono sicuro che verra’ capito…. Secondo me, siamo sulla strada giusta, non si puo’ sottovalutare il ruolo della stampa locale che, in un primo momento sembra faccia ” curtigghiu”, ma in effetti sta aiutando ad accelerare il processo di maturita’ civile e democratica di un paese e di una Amm.ne.

^^^^^^^^^^

Da Palermo Vincenzo Pizzurro

Non mi sarei mai aspettato una discussione di cosi’ basso profilo sia culturale che politico, da chi aspira a meriti e consensi politici, e da chi ha scelto di amministrare un isola cosi bella e di fama internazionale.
Ustica non merita amministratori con un cosi basso profilo politico e culturale, che da giorni non fa altro che alimentare e dare ampio spazio ad una vicenda che non nasconde nulla di illegale e nulla di cui indignarsi.
.Auspico che i giovani amministratori abbiano temi più importanti su cui dibattere e programmi concreti da presentare agli elettori che nel 2013 saranno chiamati a votare.
La campagna elettorale è ancora lontana, e non mi sembra comunque il modo giusto per iniziare, mi piacerebbe che il confronto si basasse su temi politici e non nel gettare fango sull’avversario.
Usare un mezzo di informazione per dar spazio ad una notizia cosi banale non fa onore ne all’editore ne ai tanti intervenuti nella vicenda.
Impariamo ad utilizzare un mezzo cosi importante per dare visibilità alla sana politica e alla nostra isola, che ha tanto bisogno di uomini capaci di trovare soluzioni ai tanti problemi che ogni giorno la casa comunale è chiamata risolvere.

Saluti
Vincenzo Pizzurro

^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Fabio Ailara

Il consigliere Palmisano ha fatto delle denunce molto forti ma come nostro solito poche dettagliate….sarebbe piu onesto dire chi si approviggiona di acqua e luce illeggittimamente e a spese della comunità e dove questo fatto avviene, ma cosa piu grave pur sapendo questi fatti, come il consigliere scrive, mi chiedo come mai ancora non sono intervenuti gli organi preposti, e come mai ancora si tace su queste illegalità. Rubare acqua, luce o usufruire di locali pubblici a titolo privato è REATO PENALE. Basta con mezze frasi e chiusure d’occhi….

^^^^^^^^^^

Da Ustica Salvatore Militello

Fatti gravi… denunce forti!!!… queste dei Consiglieri. Alla luce di quanto da loro affermato sembra davvero una sciocchezza tanto baccano per 700,00 euro di spesa (Ipad o meno) se poi è vero che il “gabinetto” del Presidente potrebbe lavorare meglio.

Mi sembra si sia volutamente enfatizzato un argomento quando invece tantissimi altri bollono in pentola… Con responsabilità dirette degli Amministratori ( a quanto si legge ) ed a danno della Comunità… “… Ed io pago…!!! ”

^^^^^^^^^

 Dalla Germania Felice Caserta

Non l’avrei mai creduto , ma e’ questa la terza volta in cui devo dire che ad Ustica si comincia a parlare usticese, con questo do’ la mia piu’ complrta solidarieta’ ai consiglieri “RIBELLI”

 

6 thoughts on “Sull’ iPad riceviamo e pubblichiamo

  1. Non l’avrei mai creduto , ma e’ questa la terza volta in cui devo dire che ad Ustica si comincia a parlare usticese, con questo do’ la mia piu’ complrta solidarieta’ ai consiglieri “RIBELLI”

  2. Fatti gravi… denunce forti!!!… queste dei Consiglieri. Alla luce di quanto da loro affermato sembra davvero una sciocchezza tanto baccano per 700,00 euro di spesa (Ipad o meno) se poi è vero che il “gabinetto” del Presidente potrebbe lavorare meglio.
    Mi sembra si sia volutamente enfatizzato un argomento quando invece tantissimi altri bollono in pentola… Con responsabilità dirette degli Amministratori ( a quanto si legge ) ed a danno della Comunità…
    “… Ed io pago…!!! “

  3. Il consigliere Palmisano ha fatto delle denunce molto forti ma come nostro solito poche dettagliate….sarebbe piu onesto dire chi si approviggiona di acqua e luce illeggittimamente e a spese della comunità e dove questo fatto avviene, ma cosa piu grave pur sapendo questi fatti, come il consigliere scrive, mi chiedo come mai ancora non sono intervenuti gli organi preposti, e come mai ancora si tace su queste illegalità. Rubare acqua, luce o usufruire di locali pubblici a titolo privato è REATO PENALE. Basta con mezze frasi e chiusure d’occhi….

  4. Non mi sarei mai aspettato una discussione di cosi’ basso profilo sia culturale che politico, da chi aspira a meriti e consensi politici, e da chi ha scelto di amministrare un isola cosi bella e di fama internazionale.

    Ustica non merita amministratori con un cosi basso profilo politico e culturale, che da giorni non fa altro che alimentare e dare ampio spazio ad una vicenda che non nasconde nulla di illegale e nulla di cui indignarsi.

    .Auspico che i giovani amministratori abbiano temi più importanti su cui dibattere e programmi concreti da presentare agli elettori che nel 2013 saranno chiamati a votare.

    La campagna elettorale è ancora lontana, e non mi sembra comunque il modo giusto per iniziare, mi piacerebbe che il confronto si basasse su temi politici e non nel gettare fango sull’avversario.

    Usare un mezzo di informazione per dar spazio ad una notizia cosi banale non fa onore ne all’editore ne ai tanti intervenuti nella vicenda.

    Impariamo ad utilizzare un mezzo cosi importante per dare visibilità alla sana politica e alla nostra isola, che ha tanto bisogno di uomini capaci di trovare soluzioni ai tanti problemi che ogni giorno la casa comunale è chiamata risolvere.

    Saluti
    Vincenzo Pizzurro

  5. Di per se il piccolo incidente dell’ Ipad non e’ maiuscolo per niente. Io la vedo cosi. E’ giusto che ci sia l’Ipad a disposizione degli Amm.ri se e’ di aiuto ? Non dimentichiamo che l’Informazione oggi e’ sinonimo di potere e di potenza, piu’ informazioni e nozioni si hanno meglio e’. Ognuno la vede come vuole questo e’ il bello del libero pensare e parlare e cioe’ della democrazia. Alcuni dicono che il tutto e’ un espediente per dividere di nuovo il paese e il Consiglio che ultimamente aveva dato prova di grande maturita’ con approvazioni a catena di argomenti importanti all’unanimita’. Secondo me hanno tutti ragione. Ma chi ha piu’ ragione di tutti sono i blog locali che sono riusciti ad aprire una scatola di Simmenthal “scaduta” da cui sono usciti fuori tanti vermi. Mi dispiace se qualcuno avra’ qualche problema, ognuno e’ responsabile delle proprie azioni ma speriamo che tutto vada per il meglio e se qualcuno ha fatto qualche errore e si pente sono sicuro che verra’ capito…. Secondo me, siamo sulla strada giusta, non si puo’ sottovalutare il ruolo della stampa locale che, in un primo momento sembra faccia ” curtigghiu”, ma in effetti sta aiutando ad accelerare il processo di maturita’ civile e democratica di un paese e di una Amm.ne.

  6. Sostituisce il precedente.
    ——————————-

    Vincenzo, sottoscrivo parola per parola il contenuto del tuo intervento ma solo in parte. Sei nel giusto quando auspichi una serena e corretta campagna elettorale lungo il percorso che porterà alle elezioni del 2013 per il rinnovo dell’Amministrazione comunale; in effetti se le premesse sono quelle alle quali stiamo assistendo in questi giorni non rimane che “allacciare le cinture” in vista di “turbolenze” strada facendo sempre più forti. Non riesco a seguirti invece quando “te la pigli” con l’informazione, gli informatori e i lettori locali per lo spazio a tuo giudizio impropriamente dato utilizzato. Oggi, ed è una fortuna che prima non avevamo, gli uni svolgono il proprio ruolo informativo (vecchio) gli altri quello partecipativo (nuovo); puoi dire tutt’al più “bene o male” ma non che quel modo “non fa onore nè all’editore nè ai tanti intervenuti”. Sul resto, ripeto, sono d’accordo !

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.