Calcio: ASD Ustica – Città di Piana 1 – 2


asd_usticaAncora un’ amara sconfitta, in casa, per l’ASD Ustica. Una sconfitta maturata già nel primo tempo con gli ospiti in vantaggio per 1 a 0. Nel secondo tempo, dopo il momentaneo pareggio di Salvatore Tranchina, il Piana ripassa in vantaggio. La partita finisce 2 a 1 per gli ospiti. Nei minuti finali abbiamo avuto la possibilità di pareggiare ma Vincenzo Verdichizzi  si è fatto parare un calcio di rigore. Una sconfitta che brucia e, probabilmente, lascerà il segno… Non vi sono attenuanti! Buona la presenza degli spettatori .

[nggallery id=299]

^^^^^^^^^^^^^

da Palermo Giovanni Martucci

Forza Ragazzi ” AD MAIORA” — Nello sport come nella vita ogni uomo si prefigge di raggiungere traguardi sempre più ambiziosi. Tutto ciò,oltre che essere insito nella natura dell’uomo, è anche lecito se è fatto rispettando le regole. Guai se non fosse così, saremmo rimasti all’età della pietra.Il problema é quello di stabilire che tipo di traguardo si vuole raggiungere.Da usticese a usticesi,in qualità di tecnico vissuto e soprattutto da educatore,mi rivolgo alla gioventù ed,in particolar modo, ai giovanni che fanno parte della neo-squadra dell’ASD Ustica calcio. Con grande ammirazione, sin dall’inizio, ho constatato l’entusiasmo e lo spirito di organizzazione con cui avete messo sù la società, ai componenti della quale vada il mio più sincero ed affettuoso compiacimento.Digià,il fatto di essere riusciti,con la concordia di tutti, ad organizzare,in una piccola comunità come quella della nostra isola, una squadra di calcio, é il primo dei tanti valori morali che lo sport ci spinge a raggiungere. Anche se fino adesso i risultati non sono stati soddisfacenti non ci si deve demolarizzare né, tanto meno, demordere.Bisogna andare avanti,credere su quello che si fa,accettare sportivamente gli attuali risultati,allenarsi,lavoro permettendo,con costanza ed assiduità,per migliorare la condizione, affinare il gesto tecnico ed aspettare che sicuramente giungano tempi migliori.Da tutti viene decantata positivamente l’importanza della pratica sportiva che,oltre a migliorare le qualità fisiche e fisiologiche ci aiuta ad affinare,in special modo, quelle morali quali socializzazione,rispetto per gli altri e quindi anche per gli avversari,spirito di corpo, di sacrificio,di sopportazione, di giusta rassegnazione,di corretta reazione ecc.Il sottoscritto da atleta prima e da tecnico federale poi,ha praticato ed ha fatto praticare attività sportiva, nel caso specifico nuoto e pallanuoto e,sono sicuro di non esagerare, a migliaia di giovani di qualunque età,ispirandosi alla famosa frase del Decouberten “L’importante non é tanto vincere quanto partecipare.” E’chiaro che se si riesce a vincere é meglio. Sempre però,rispettando le regole.E’ anche chiaro che non tutti possiamo diventare grandi campioni,ma possiamo essere aiutati dallo sport a diventare “Cittadini campioni”. Questa vuole essere una esortazione ai giovani che concludo con una frase coniata dal sottoscritto, frutto di grande e lunga esperienza e di comprovati risultati evidenziati dagli stessi giovani. “SE NEL PRATICARE SPORT,SIAMO RIUSCITI AD ASSUMERNE I CONTENUTI TECNICI E SOPRATTUTTO QUELLI MORALI, ALLORA ABBIAMO VINTO L’OLIMPIADE DELLA NOSTRA VITA”. Auguri e FORZA RAGAZZI !!!

G. M.

Calcio: ASD Ustica – Città di Piana 1 – 2


asd_usticaAncora un’ amara sconfitta, in casa, per l’ASD Ustica. Una sconfitta maturata già nel primo tempo con gli ospiti in vantaggio per 1 a 0. Nel secondo tempo, dopo il momentaneo pareggio di Salvatore Tranchina, il Piana ripassa in vantaggio. La partita finisce 2 a 1 per gli ospiti. Nei minuti finali abbiamo avuto la possibilità di pareggiare ma Vincenzo Verdichizzi  si è fatto parare un calcio di rigore. Una sconfitta che brucia e, probabilmente, lascerà il segno… Non vi sono attenuanti! Buona la presenza degli spettatori .

[nggallery id=299]

^^^^^^^^^^^^^

da Palermo Giovanni Martucci

Forza Ragazzi ” AD MAIORA” — Nello sport come nella vita ogni uomo si prefigge di raggiungere traguardi sempre più ambiziosi. Tutto ciò,oltre che essere insito nella natura dell’uomo, è anche lecito se è fatto rispettando le regole. Guai se non fosse così, saremmo rimasti all’età della pietra.Il problema é quello di stabilire che tipo di traguardo si vuole raggiungere.Da usticese a usticesi,in qualità di tecnico vissuto e soprattutto da educatore,mi rivolgo alla gioventù ed,in particolar modo, ai giovanni che fanno parte della neo-squadra dell’ASD Ustica calcio. Con grande ammirazione, sin dall’inizio, ho constatato l’entusiasmo e lo spirito di organizzazione con cui avete messo sù la società, ai componenti della quale vada il mio più sincero ed affettuoso compiacimento.Digià,il fatto di essere riusciti,con la concordia di tutti, ad organizzare,in una piccola comunità come quella della nostra isola, una squadra di calcio, é il primo dei tanti valori morali che lo sport ci spinge a raggiungere. Anche se fino adesso i risultati non sono stati soddisfacenti non ci si deve demolarizzare né, tanto meno, demordere.Bisogna andare avanti,credere su quello che si fa,accettare sportivamente gli attuali risultati,allenarsi,lavoro permettendo,con costanza ed assiduità,per migliorare la condizione, affinare il gesto tecnico ed aspettare che sicuramente giungano tempi migliori.Da tutti viene decantata positivamente l’importanza della pratica sportiva che,oltre a migliorare le qualità fisiche e fisiologiche ci aiuta ad affinare,in special modo, quelle morali quali socializzazione,rispetto per gli altri e quindi anche per gli avversari,spirito di corpo, di sacrificio,di sopportazione, di giusta rassegnazione,di corretta reazione ecc.Il sottoscritto da atleta prima e da tecnico federale poi,ha praticato ed ha fatto praticare attività sportiva, nel caso specifico nuoto e pallanuoto e,sono sicuro di non esagerare, a migliaia di giovani di qualunque età,ispirandosi alla famosa frase del Decouberten “L’importante non é tanto vincere quanto partecipare.” E’chiaro che se si riesce a vincere é meglio. Sempre però,rispettando le regole.E’ anche chiaro che non tutti possiamo diventare grandi campioni,ma possiamo essere aiutati dallo sport a diventare “Cittadini campioni”. Questa vuole essere una esortazione ai giovani che concludo con una frase coniata dal sottoscritto, frutto di grande e lunga esperienza e di comprovati risultati evidenziati dagli stessi giovani. “SE NEL PRATICARE SPORT,SIAMO RIUSCITI AD ASSUMERNE I CONTENUTI TECNICI E SOPRATTUTTO QUELLI MORALI, ALLORA ABBIAMO VINTO L’OLIMPIADE DELLA NOSTRA VITA”. Auguri e FORZA RAGAZZI !!!

G. M.