Ecco,… la musica è finita… gli amici (della Banda) se ne vanno…

Il 13 Luglio scorso non c’è stato chi, legato a vario titolo fisicamente o sentimentalmente all’Isola di Ustica, leggendo sul “nostro” sito <Usticasape> la notizia con la quale il “Nuovo Gruppo Bandistico San Bartolomeo” dava comunicazione al Sindaco, alla Giunta e al Consiglio della cessazione dell’attività, non sia stato attraversato da un sussulto di incredulità misto a dispiacere … Visto che l’unico sostentamento che ha il nostro Gruppo – è scritto tra l’altro nella lettera – è quello erogato da Comune di Ustica e visto che questo Comune è da due anni che non versa tale sostentamento il Nuovo Gruppo Bandistico San Bartolomeo si trova in gravi condizioni economiche -finanziarie pertanto comunica alla S.V. che, dopo 27 anni di servizio, si trova nelle amare condizioni di non potere più continuare la sua attività per mancanza di fondi. Data la gravità dell’evento e l’impossibilità a sostenere le spese, questa Associazione è costretta, a malincuore, a chiudere i battenti”. Molto sofferta nella forma, tanto amara nella sostanza. Scontata la solidarietà al Presidente Calogero Basile e all’intero complesso bandistico, con l’augurio che a seguito della conseguente inevitabile indignazione popolare isolana, silente o manifesta che sia, possa intervenire qualcuno o qualcosa che riporti il Gruppo Bandistico allo “status quo ante” che merita.  Si, perché questa attuale, “considerato il contributo che l’Associazione ha donato e continua a donare al paese”, è una circostanza che mette tanta tristezza a tutti, spettatori dall’altro giorno di una sequenza onirica (come in un film del grande Federico Fellini) semplicemente irreale: << la musica di una marcia funebre al suono della quale il Nuovo Gruppo Bandistico San Bartolomeo – ironia della sorte – accompagna il proprio funerale  … ! > .

Mario Oddo

^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Gaetano Gullotta

No solo la banda musicale manca .?????? E rimasto solo il mare ???? Ma a poco a poco ce lo toglieranno pure

^^^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Angelo Russo

Quello che più ci addolora è che nessuno, dall’Agosto dell’anno scorso, si è chiesto come mai la banda non poteva suonare, già per San Bartolo 2016. Ancora peggio nessuno ha chiesto al presidente come mai per Pasqua la banda non è stata presente. Ora, Agosto 2017 all’ultimo momento si pretende la presenza della banda. Ma c’è qualcosa che ci fa ancora più male, in assoluto, la tranquilla frase: vabbe’ se non vogliono suonare loro, facciamo venire un’altra banda. Auguro a tutti un buon San Bartolo.

Ustica: Anche oggi rimarrà Isolata


[ id=15497 w=320 h=240 float=left] Anche oggi Ustica, a causa del mare molto mosso, con forti venti provenienti da NNW e pioggia, rimarrà isolata.

Ustica: Anche oggi rimarrà isolata

 


[ id=15410 w=320 h=240 float=left] L’agenzia Prestifilippo informa che anche oggi, a causa del mare mosso non venti proveniente da WNW, Ustica resterà completamente isolata. È il terzo giorno consecutivo e per domani le previsioni non lasciano grossi margini di possibilità di collegamenti.

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Anche se tu vedessi un altro cadere manifestamente in peccato,
o commettere alcunché di grave, pur tuttavia non dovresti crederti migliore di lui;
infatti non sai per quanto tempo tu possa persistere nel bene. Tutti siamo fragili;
ma tu non devi ritenere nessuno più fragile di te.

(T. da Kempis)

…Mancava anche il “Punteruolo Rosso”…


[ id=14327 w=320 h=240 float=left]Anche ad Ustica è arrivato il punteruolo rosso (Rhynchophorus ferrugineus) scoperto dal Sig. Giovanni Tranchina (Taccareddu) che, avendo notato due palme in sofferenza, ha chiamato un esperto del posto per capire le motivazioni. è bastato un piccolo intervento che ha portato alla luce il punteruolo rosso, l’insetto che flagella le palme.

Giovanni era particolarmente turbato, ma fermamente deciso a fare il possibile (costi quel che costi) per debellare questo insettoperch, mi diceva, a parte la bellezza di queste piante che danno un “tocco” particolare al viale, c’è anche un motivo affettivo.[ id=14328 w=320 h=240 float=right] Mi raccontava Giovanni che le 7 palme sono state il miglior regalo di nozze ricevuto dal cognato Carlo (Carrubba) e il suocero ha provveduto a farle piantare… sono passati 25 anni.

Certamente le larve di questi voraci insetti, responsabili di gravi danneggiamenti alle palme, sono arrivati ad Ustica da fuori infatti, pur essendo abili volatori, non riescono a fare un percorso superiore a 1 Km.

La oviposizione avviene solitamente in corrispondenza delle porzioni più giovani e tenere della pianta e una femmina può deporre sino a 200 uova per volta.

[ id=14329 w=320 h=240 float=left]È stato stimato che, in assenza di fattori limitanti, una singola coppia di punteruolo rosso possa dare vita, nell’arco di 4 generazioni, a circa 53 milioni di esemplari.

Giovanni mi ha detto che in una sola pianta sono riusciti a trovare e uccidere una cinquantina tra punteruoli rossi e larve.

Una nota che sicuramente incuriosisce:

Presso una popolazione indigena della Papua Nuova Guinea le larve del punteruolo rosso costituiscono un importante elemento della dieta, arrivando a coprire circa il 30% del fabbisogno proteico costituendo la principale fonte di zinco e ferro..[ id=14330 w=320 h=240 float=right]

Alleghiamo, per maggiori informazioni, l’Ordinanza sindacale n. 4 del 18-01.08 che vietava di introdurre e impiantare ad Ustica palme del genere Phoenix…

P.S. Il Sindaco suggerisce: Si chiede pertanto a quanti possiedono palme nei loro terreni di comunicare ai VVUU urgentemente la loro ubicazione e numero e la disponibilità ad intervenire economicamente alla bonifica. Il costo dell’intervento sarà probabilmente proprio in relazione al numero degli esemplari ed all’eventuale presenza di contributo regionale.

—————-

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Milano Nino Zanca

Purtroppo ho visto isole tropicali completamente devastate da questo flagello.io ho 2 meravigliose palme esterne al cottage e sono disposto a sostenere i costi della disinfestazione e invito tutti a partecipare a questa indispensabile iniziativa di tutela e difesa.

La palma,qualcuno ha detto,sono le candele che la natura accende al creatore…..

 

 

Un Assessore del quale potremmo fare anche a meno


Lettera aperta all’Ass. Giuseppe Mistretta

 

Gentilissimo Assessore Mistretta,

sono Angelo Tranchina, titolare della struttura ricettiva “ARISTON”. Poiché non ho il piacere di conoscerla direttamente, le scrivo in merito alla manifestazione sul tennis da Lei pubblicizzata per il mese di giugno, poi posticipata a settembre.

Visto che il Comune è sponsor della manifestazione Le chiedo: non sarebbe stato giusto e corretto sollecitare gli organizzatori a coinvolgere tutti gli albergatori e non semplicemente i pochi eletti (manifestazione tra nui), visto che questi signori usufruiranno gratis delle nostre strutture pubbliche?

Sono state contattate alcune strutture (tra nui) da persone interessate a raggiungere l’isola per il torneo, alcune di esse risultano già al completo.

La mail del Sig. Dell’Oglio, che Le allego, parla di alloggiare le persone nelle strutture accreditate e di coinvolgere le altre strutture solo in caso di necessità.

La invito, nel breve tempo che Le rimarrà di stare in carica, qualora si ripresenti l’occasione di organizzare qualche altra manifestazione sull’isola, sarebbe più opportuno limitarsi a gestire la propria azienda di famiglia. Non la prenda come fatto personale ma è opinione generalizzata che lo si vede apparire in momenti sporadici.

Io sono convinto che Lei non può conoscere i nostri problemi perchè non li vive quotidianamente come li viviamo noi e, secondo l’opinione di molti, nemmeno è di supporto “esterno” per la risoluzione delle nostre problematiche e del quale potremmo fare anche a meno.

Ognuno nel proprio piccolo cerca di migliorare la propria struttura e sarebbe corretto che quando l’Amministrazione Comunale sponsorizzi qualche manifestazione il minimo che dovrebbe fare sarebbe imporre agli organizzatori il coinvolgimento di tutte le strutture turistiche operanti sull’Isola.

 Distinti saluti
Angelo Tranchina

 

Eleganti anche durante una battuta di caccia


[ id=14148 w=320 h=240 float=center]

Ustica: anche oggi disagi per i passeggeri provenienti da Palermo


[ id=13125 w=320 h=240 float=left] Così come è avvenuto ieri  al molo Cimitero, anche oggi è stata bloccata l’uscita dal porto dei passeggeri arrivati da Palermo con la nave Antonello da Messina della Siremar. I passeggeri hanno dovuto attendere, sotto un cocente sole, per il deflusso, più di mezzora (io ero tra loro). Comunque i manifestanti con canti e slogan hanno reso l’attesa meno pesante.

La protesta è dovuta ai tagli indiscriminati praticati dalla Regione sui collegamenti marittimi in genere ed in particolare sulla tratta Ustica – Palermo che costringerebbe i viaggiatori a “convivere” la traversata con il “nauseabondo lezzo” del compattatore dei rifiuti urbani.

Annullata anche la tratta Trapani – Favignana – Ustica – Napoli e viceversa che ridurrebbe più del 20% l’afflusso all’Isola. Abbiamo notato, delusi, l’assenza della “fascia tricolore istituzionale” e le fasce tricolori che si scorgevano (visibili nella foto) erano indossate, a mo’ di provocazione, da comuni cittadini per rimarcare l’assenza del sindaco.

Pietro Bertucci

^^^^^^^^^^

COMMENTI

Dalla Virginia Angelo Palmisano

Maritime transportation is Ustica’s life blood.

Il trasporto marittimo è linfa vitale per Ustica

^^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

speriamo in un miracolo, e che si ottenga tutto cio’ che vogliono i protestanti e che e’ nel bene dell’isola, ma non ho visto nessun cartellone con la scritta : “AD OTTOBRE AD USTICA, per le votazioni Regionali, CI SARANNO 700 SCHEDE BIANCHE”…..

Forte scossa di terremoto a Palermo avvertita anche ad Ustica


Forte scossa di terremoto a Palermo Gente scende in strada, scuole evacuate

La scossa del 4,3 grado della scala Richter con epicentro a 30 chilometri dal capoluogo siciliano. Non segnalati danni

MILANO – «Abbiamo avvertito come una folata di vento. Sembrava come l’annuncio di un temporale e invece era il terremoto. La scossa è durata pochi secondi ma è stata fortissima». Così un testimone racconta il risveglio da paura a Palermo per la forte scossa di terremoto che ha fatto tremare il capoluogo e molti altri comuni della Sicilia occidentale. Una scorsa del 4,3 grado della scala Richter, anche se l’epicentro è stato localizzato in mare, al largo dell’isola di Ustica.

GENTE IN STRADA – La scossa è stata avvertita distintamente dalla popolazione che in alcune zone della città è scesa in strada. Altrettanto è avvenuto in alcuni plessi scolastici che per precauzione sono stati evacuati come l’Istituto alberghiero di Corso dei Mille, la scuola elementare Arculeo e l’Istituto Crispi di piazza Campoli. Anche alcuni uffici pubblici si sono rapidamente svuotati mentre molta gente ha lasciato casa ancora in pigiama. Al momento comunque non ci sono segnalazioni di danni. La scossa è stata avvertita alle 8,21 ed è stato di breve durata. Una seconda scossa è stata registrata nel Tirreno meridionale alle 8.44. È stata di magnitudo 2.4 con epicentro a circa 10 km di profondità. In questo caso però non sarebbe stata nemmeno avvertita dalla popolazione.

EPICENTRO AL LARGO DI USTICA – L’epicentro della scossa principale è stato localizzato 30 km circa al largo di Palermo, tra Capaci e l’isolo di Ustica. Secondo gli esperti della Protezione civile ha avuto origine a 15.3 chilometri di profondità. Sebbene avvertito distintamente dalla popolazione, dalle verifiche effettuate non risultano danni a persone o cose. Le linee del 115, il numero d’emergenza dei Vigili del fuoco, è stato preso d’assalto tanto da andare in tilt. Le linee si sono rapidamente intasate. Molta gente ha chiamato per accertarsi se ci sono stati danni ma anche per sapere se c’è il pericolo di nuove scosse.

SCOSSE DI ASSESTAMENTO – L’evento sismico è stato avvertito anche in altri grossi centri come Trapani, Mazara del Vallo e Alcamo. Gli esperti dell’Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia di Roma intanto continuano a registrate scosse di assestamento, non avvertite dalla popolazione perchè con epicentro in alto mare. Molta paura per la scossa anche ad Ustica. «È stata breve ma intensa – racconta il vicesindaco, Giuseppe Caminita – abbiamo già fatto un giro dell’isola per verificare se ha causato danni ma pare che sia tutto a posto».

Alfio Sciacca13 aprile 2012 | 9:36

Fonte Corriere della Sera.it

 

Ustica: Anche oggi rimarrà isolata


[ id=11520 w=320 h=240 float=left] L’Agenzia Siremar di Palermo, Fratelli Prestifilippo, informa che, anche oggi a causa di condizioni meteo marine avverse, con venti provenienti da NE, Ustica rimarrà isolata.

P.S. Il Catamarano Zenit (Siremar) effettuerà la corsa pomeridiana per Ustica

———

Ore 17,10 Veniamo informati che dopo lo sbarco dei passeggeri il catamarano Zenit è ripartito per Palermo

Trattamento “rifiuti zero” e forse anche con profitto


Ciao Pietro, si sta organizzando un workshop sui Rifiuti Zero. Ti invio locandina, magari qualcuno degli amministratori comunale è interessato o incuriosito su come altri comuni italiani trattano i rifiuti, avendone addirittura profitto. Esiste anche una scheda di partecipazione al workshop. Lo scorso ottobre sono stata al workshop di Capannori e l’ho trovato interessantissimo, tra l’altro il mio paese d’origine è stato uno dei primi comuni siciliani ad aver sposato questo metodo per il trattamento dei rifiuti Ti auguro una buona giornata

Patrizia Lupo

———

Download (PDF, 1.99MB)

Anche questa mattina Ustica rimarrà isolata


[ id=11296 w=320 h=240 float=left] L’agenzia Siremar – F/lli Prestifilippo – di Palermo informa che anche questa mattina Ustica rimarrà isolata a causa del mare mosso con venti provenienti da WSW.

Ustica: anche oggi collegamenti a singhiozzo


[ id=10828 w=320 h=240 float=left] Anche oggi mare mosso quanto basta, con venti provenienti da W, per lasciare ferma nel porto di Palermo la Nave Isola di Vulcano della Siremar, mentre l’aliscafo Masaccio delle Siremar ed il Catamarano della Ustica Lines hanno effettuato regolarmente la corsa.

Sindaco noi non capiamo questi tipi di “disservizi”. Io credo che gli isolani avrebbero bisogno di avere chiarimenti in merito.

P.S. (0re 13,30) – L’agenzia Militello Ustica informa che questo pomeriggio l’aliscafo Masaccio, a causa del mare mosso, non effettuerà la corsa per Ustica

 

Ustica: Anche oggi rimarrà completamente isolata


[ id=10767 w=320 h=240 float=left] Anche oggi Ustica a causa del mare mosso, con venti provenienti da WNW, rimarrà completamente isolata.

Anche oggi collegamenti a singhiozzo con Ustica


[ id=10521 w=320 h=240 float=left] L’agenzia Militello informa che anche oggi avremo collegamenti a singhiozzo.

Il catamarano della Ustica Lines è patito regolarmente da Palermo e si fermerà ad Ustica sino a quando le condizioni del mare, all’interno del porticciolo, lo permetteranno. L’aliscafo della Siremar è partito regolarmente da Ustica e vi informeremo in tempo utile se ritornerà. La Nave Isola di Vulcano, a causa di mare mosso con venti provenienti da S – SW che rendono insicuro l’attracco, non effettuerà la corsa.

P.S. Noi, ancora una volta, vogliamo ricordare agli amministratori che l’attracco alternativo a Punta Spalmatore non è solamente utile ma anche necessario se non si vogliono allontanare, ancora di più, i pochi visitatore…

———-

L’umanità ha bisogno di persone d’azione, ma ha anche bisogno di sognatori per i quali perseguire disinteressatamente un fine è altrettanto imperioso quanto è per loro impossibile pensare al proprio profitto.

Marie Curie

(Inviato da Salvio Foglia)

 

 

Ustica: anche oggi disagi nei collegamenti marittimi


[ id=10329 w=320 h=240 float=left] Anche oggi, come ieri e l’altro ieri e l’altro ieri ancora, a causa di previsioni meteo incerti, con venti proveniente da ESE, che rendono la permanenza nel porticciolo a rischio, la Nave Isola di Vulcano della Siremar, dopo lo sbarco dei passeggeri, è ripartita per Palermo mentre l’aliscafo Masaccio sempre della Siremar non effettuerà la corsa delle 15,30 da Palermo per Ustica. Il Catamarano delle Ustica Lines oggi non ha effettuato la corsa per riposo settimanale.

NOTA: Rinnoviamo ancora la richiesta al Sindaco e al Presidente del Consiglio per conoscere il loro parere in merito alla fattibilità, come da più parti richiesto, dell’attracco alternativo a Punta Spalmatore, onde evitare continui disaggi a turisti e residenti.

 

Anche oggi Ustica rimane isolata

[ id=9816 w=320 h=240 float=left]Anche oggi Ustica, per il terzo giorno consecutivo, per condizioni meteo marine avverse, con vento proveniente da NW, rimane isolata. Domani i servizi dovrebbero essere assicurati in quanto è previsto un miglioramento delle condizioni meteo.

Apprezzamento ma anche incoraggiamento per Luigi da parte di Josè

Ciao Luigi, pur apprezzando le belle parole spese per me, mi sento di dirti che io non mi sento migliore di chi viceversa ha scelto di vivere ad Ustica, anzi……!!! La cosa, semmai, in cui mi sento “diverso” da molti miei compaesani e’ il fatto che io riesca ad INDIGNARMI e a dire la mia! Dire la verita’ e nello stesso tempo rimanere indipendenti, ha un costo che non tutti vogliono pagare in prima persona; e’ piu’ facile delegare che esporsi in prima persona. Tu per esempio sei un ragazzo che potresti essere d’esempio per molti tuoi coetanei. Rimani te stesso, trova sempre la forza di indignarti e dire sempre la tua!!! Grazie al Sig. Pietro anche NOI che viviamo (ma dimentichiamo ) fuori da Ustica possiamo esprimere le nostre idee; Un caro saluto dalla Germania,

Jose’ Zagame

 

Ustica: anche oggi collegamenti a singhiozzo


[ id=8888 w=320 h=240 float=left] Questa mattina l’aliscafo della SIREMAR ha effettuato regolarmente delle o6,45 per Palermo, ma a causa del mare mosso è rimasto fermo a Palermo, non effettuando, quindi, la corsa delle 08,30. Anche il Catamarano della Ustica Lines è rimasto bloccato a Palermo, non ha effettuato la corsa delle 07,00.

Alle 09,30 la Nave Isola di Vulcano della SIREMAR dovrebbe regolarmente effettuare il viaggio.

P.S. L’agenzia Salvatore Militello comunica che: anche l’Aliscafo  per Napoli” e l’Ulisse sono fermi e aggiunge: … che bella estate!

 

Ustica: Anche oggi collegamenti a singhiozzo


[ id=8872 w=320 h=240 float=left]Mentre il Catamarano della Ustica Lines ha effettuato la corsa delle 07,00 con Ustica ed è già ripartito per Palermo e l’aliscafo da Trapani per Napoli è arrivato ad Ustica in questo momento ed è in partenza per Napoli, l’aliscafo e la nave della SIREMAR sono rimasti fermi nel porto di Palermo.

P.S. Apprendiamo che il catamarano della Ustica Lines ha posticipato la partenza per Ustica, prevista per le 13,oo, alle 16,00. E’ probabile che anche l’aliscafo della Siremar effettuerà la corsa  delle 15,30