Antica ancora romana recuperata da Camillo a largo di Ustica – luglio 1965


Ustica, antica, ancora, romana

Ustica, ancora recuperata nei fondali di Ustica


Camillo recupera a largo di Ustica antica ancora romana luglio 1965


Ustica dall’album dei ricordi luglio 1965 – Camillo recupera a largo di Ustica antica ancora romana


Ancora ritrovata da Camillo nei fondali di Ustica


Ancora ritrovata da Camillo nei fondali di Ustica
Ancora ritrovata da Camillo nei fondali di Ustica

Recupero antica ancora dai fondali di Ustica


Recupero antica ancora dai fondali di Ustica
Recupero antica ancora dai fondali di Ustica

Anche oggi Ustica rimarrà isolata


Antonello da Messina a Palermo (2)Anche  oggi Ustica, per il terzo giorno consecutivo,  a causa di condizioni meteo marine avverse con venti proveniente da Ovest, rimarrà isolata.

Incertezza nei collegamenti oggi con Ustica


 

ancora, mare, mosso, Ustica.L’agenzia fratelli Prestifilippo comunica che l’aliscafo Tiziano partirà per Ustica alle ore 08,05  e ripartirà  per Palermo subito dopo lo sbarco e imbarco dei passeggeri. Il comandante della nave Antonello da Messina scioglierà la riserva dopo le ore 08,00

P.S. ore 08,43  La nave Antonello da Messina non partirà per Ustica. Purtroppo per domani le previsioni indicano un forte peggioramento delle condizioni meteo marine.

P.S. ore 09,43 La nave Antonello Da Messina, contrariamente a quanto ci era stato comunicato in precedenza, partirà per Ustica alle ore 10,45. (comunicazione Agenzia Prestifilippo)

Abbiamo ancora voglia di andare avanti?


Oggi si attracca al molo “cimitero”, ci sono i camion… Io sono a piedi, anche se c’è caldo posso fare una passeggiata. Ma…. Che schifo, qui è tutto pieno di immondizia, sacchetti rotti, plastica… Già, qui c’è il “centro raccolta” dell’immondizia…. Evidentemente qualcosa non funziona… Tra me penso: ma perchè gli usticesi non alzano la voce? Boh… Vado a casa, so che sull’isola non c’è benzina, ma l’altra volta ne avevo lasciata un po’ nel serbatoio. Giro il quadro e…. VUOTO! Ma… Ricordavo male? Guardo un po’ la macchina, vedo lo sportellino del carburante forzato…. Se la sono fregata! Che schifo! Peró ora ho capito! Gli usticesi (non tutti forse, ma probabilmente una buona parte) non vogliono andare avanti! Vogliono essere abbandonati! Non vogliono il turismo, i forestieri…. Vogliono rimanere soli! Nel mio piccolo mi limiteró a sconsigliare a chiunque di venire a farsi offendere in questo posto e in questo modo. Già, perchè questo dovrebbe essere un paradiso, ma viene mantenuto peggio dell’inferno! E lasciate perdere le pseudo lotte politiche, quelle non c’entrano niente. Sono gli usticesi che devono crescere!

Lettera firmata

^^^^^^^^^^^

Da Cosenza Salvio Foglia

Forse una buona parte (la maggior parte) ha voglia di cambiare. La lotta politica è poca cosa senza tensione morale, disponibilità, servizio.
Poche famiglie, grandi numeri. Tanti voti.
Ustica è mamma di tutti e soffre. Tutti, prima o poi, soffriranno ancora, se una comune coscienza sarà solo per pochi…

 

 

Ustica: Oggi rimarrà completamente isolata.


Oggi Ustica, a causa di condizioni meteo marine avverse, con vento provenienti da Ovest, rimarrà completamente isolata. Le previsioni per domani indicano ancora cattivo tempo e presumibilmente ancora assenza di collegamenti.

 

Aragoste ancora vive


[ id=14924 w=320 h=240 float=center]

Cernia ancora viva


[ id=14758 w=320 h=240 float=center]

Aliscafo della Compagnia delle Isole ancora fermo.


  Veniamo informati (ma non è più una notizia… è una consuetudine…) che l’aliscafo Mantegna della Compagnia delle Isole anche oggi è rimasto fermo nel porto di Palermo per problemi tecnici. La nave Isola di Vulcano partirà in ritardo per agevolare coloro che avevano deciso di passare una giornata tranquilla ad Ustica.

E’ purtroppo vero: “Al peggio non c’è mai fine” e ” chi cancia a vecchia pa nova peggui si trova.., sapi chiddu chi lassa ma nun sapi chiddu c’attrova”

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Fabio Ailara

Vorrei proporre al Sindaco come ns rappresentante di imporre alla Comapgnie delle Isole…abbandonate, di togliere completamente la corsa dell’aliscafo e di fare 2 corse con orari sicuri con la nave. Siamo stanchi di chiedere scusa ai turisti per colpe non nostre. Spero anche che chi ci amministra ed intendo amministrazione attiva e passiva di dare le direttive su come agire e muoverci a riguardo…. “Saranno capaci stavolta i nostri eroi ad uscire gli attributi???” BOH….

San Bartolo nel ricordo di una ferita non ancora rimarginata.


E’ innegabile che è con sentimento di tristezza che affronto l’ultima festa di San Bartolo alla quale assisterò indossando la fascia tricolore.

La ferita non ancora rimarginata per la scomparsa di due giovani concittadini che ha lacerato l’anima della nostra comunità che, per l’occasione, ha manifestato una nobile solidarietà e le recenti vicissitudini politiche regionali che hanno creato non poche difficoltà alla nostra collettività, che desidero ringraziare per la civiltà del proprio manifestare, hanno certamente scosso i nostri sentimenti.

Questi ormai quasi dieci anni passati insieme certamente mi hanno cambiato e , per tornare al sentimento religioso, mi hanno fatto conoscere meglio figure di grande valore , come quella di San Bartolomeo Apostolo.

Arthur Schopenhauer affermava che chi propone nuove idee, nuove soluzioni viene in un primo momento deriso, poi combattuto ed osteggiato ed infine, se è fortunato, acclamato.

E’ la storia di tanti, se vogliamo anche di Nostro Signore incoronato e schernito con le spine, poi combattuto e perseguitato(anche oggi pochi sanno che la nostra Fede è la più perseguitata al Mondo e quanto è successo oggi a Biagio Conti ne è conferma) ed infine amato.

E’ anche la storia del nostro Patrono, martire della Fede, ma se vogliamo è l’esperienza anche di quanti tra noi hanno provato ad affermare le proprie idee. San Bartolo pertanto è il nostro Protettore perchè lo riconosciamo come uno di noi.Sono felice di averlo incontrato, averlo amato con voi ed averlo incontrato diciamo personalmente durante l’esposizione delle sue reliquie.

Viva san Bartolo,

Aldo Messina

 

Ustica, ancora un guasto all’aliscafo…


Fonte: Giornale di Sicilia

Ancora difficoltà per il trasporto RSU


E’ di 1550000euro l’importo della nuova gara che la protezione civile regionale ha predisposto per l’affidamento del servizio trasporto merci e merci pericolose.

E’quanto e ‘ emerso dall’ incontro che il prefetto diPalermo , Umberto Postiglione e di Trapani , Marilisa Magno, hanno organizzato a Palermo alla presenza dei sindaci di Ustica , Aldo Messina e delle Egadi,  Lucio Antinoro e dei funzionari regionali.
Le offerte al bando verranno aperte il 20 agosto ed il sevizio sara’ immediatamente operativo.Se la gara viceversa dovesse ancora una volta risultare’ deserta si potra’ procedere all’affidamento diretto.

Nel corso dell ‘incontro i sindaci hanno chiesto la garanzia non solo del servizio ma della qualita’ dello stesso Tale richiesta e’stata confortata dall’intervento di sua eccellenza il Prefetto di Palermo, Umberto Postiglione, che, gia’Prefetto di Agrigento, ricorda le vicissitudini dei collegamenti con le Pelagie ed oggi si dichiara sconfortato dalle notizie che giungono da Pantelleria e Lampedusa. ” Occorre – dice Aldo Messina – evitare che il bando, non tenendo conto di eventuali violazioni della pari concorrenza e delle leggi sul nolo a caldo che limita al trenta per cento del’importo totale dell’appalto, possa essere causa di ricorsi che significherebbero ritardare ulteriormente l’inizio del servizio”. “Sono emerse inoltre-continua Messina- delle diversita’ d’interpretazione delle norme sulla compatibilita’ delle merci trasportabili e pertanto chiedo che si consulti la Capitaneria di Porto . Infine serve almeno un viaggio prima del 20.
Ho chiesto la disponibilita’ alla NGI che, anche se a spese del Comune, non la ha fornita”.
Dopo 15 giorni di trattative-dice il sindaco di Favignana, Lucio Antinoro, e’ emersa una gran confusione di idee che non da’ garanzie di servizio neanche con l’intervento della condizione di emergenza , sopratutto nelle isole Egadi.
Il problema vero e’che la ex Siremar non puo’ garantire alcun servizio specie con i suoi mezzi”.

Il commissario di Pantelleria , Giuseppe piazza, che non ha potuto raggiungere Palermo ha condiviso le dichiarazioni degli altri primi cittadini.
Permangono pertanto i problemi di ordine pubblico e sanitario.
La protezione civile regionale valutera’ nel pomeriggio di oggi la possibilità di  collegamenti speciali da inviare nelle isole prima del  giorno 20.
L’assessore regionale alle infrastrutture, Andrea Vecchio, benché invitato dai due prefetti non ha ritenuto dovere partecipare all’incontro. Neanche il suo consulente appena nominato perché giovane e brillante.

Aldo Messina

 

Trasporti: Ancora nessuna risposta dalla Regione…


Al momento nessuna novità dalla Regione Siciliana relativamente all’affidamento alla Compagnia delle Isole (ex SiReMar) dei trasporti via mare per Ustica, le Egadi e Pantelleria delle merci e merci pericolose che non possono viaggiare sui mezzi di linea. Stando alla missiva della Regione la risposta della compagnia di navigazione doveva giungere oggi entro le 10.00, si è chiesto un rinvio di tre ore, che sono scadute e nulla è dato sapere. Ad evitare che , mentre la Regione Siciliana , tra un proclama di autoincensamento che ricorda da vicino un deprecabile ventennio, lasci l’isola al buio, ci siamo attivati (su proposta del cittadino Salvatore Militello)affinchè il martedi ed il giovedi le merci pericolose viaggino con la motonave Isola di Vulcano, per motivi di sicurezza, senza passeggeri e che negli stessi giorni l’aliscafo SiReMar parta da Palermo alle 9.30 con i passeggeri e gli autisti dei mezzi di cui sopra. Al tempo stesso, non potendo attendere oltre, tra oggi e domani , dopo l’incontro che ho avuto stamane alle 12.00 all’Emergenza Rifiuti con il dirigente Domenico Michelon ed il liquidatore di Palermo Ambiente, Marco Ciralli, emetterò apposita ordinanza di protezione civile per autorizzare i nostri mezzi a scaricare i rifiuti nella discarica di Castellana, essendo quella di Bellolampo, come è noto, a causa degli incendi, inagibile , ben che vada, per un mese.”

Allego il telegramma che Traghetti dell Isole ha inviato alle autorità.

Aldo Messina

———–

N. TELEGRAMMA N.150352293351 inviato il 05 08 2012 ore 21,30

A PREFETTO DI TRAPANI – PIAZZA VITTORIO VENETO 1 91100 TRAPANI
PREFETTO DI PALERMO – VIA CAVOUR 6 90133 PALERMO
ASSESSORE ANDREA VECCHIO – ASSESSORATO INFRASTRUTTURE DELLA MOBILITA’ VIA LEONARDO DA VINCI 161 90145 PA
DOTT. VINCENZO FALGARES – ASS. INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITA’ VIA L. DA VINCI 161 90145 PALERMO
DOTT. PIETRO LO MONACO DIPARTIMENTO REGIONALE PROTEZIONE CIVILE VIA GAETANO ABELA 5 90141 PA

APPRESO DALLA STAMPA CHE LA PROTEZIONE CIVILE REGIONALE ABET MESSO A DISPOSIZIONE LA SOMMA DI EURO 4 MILIONI PER EMERGENZA ISOLE EGADI – PANTELLERIA ET USTICA SIAMO DISPONIBILI A RIPRENDERE FIN DA SUBITO I COLLEGAMENTI MARITTIMI AD UNA SOMMA INFERIORE E RISPETTANDO GLI STESSI ITINERARI ORARI DI CUI AI CONTRATTI CON LA REGIONE SICILIANA SCADUTI IL MESE SCORSO.

MITTENTE
TRAGHETTI DELLE ISOLE SPA
VIA AMMIRAGLIO STAITI 23
91100 TRAPANI

N.G.I. SPA VIA DEI MILLE 26 MILAZZO

 

Ustica: Aliscafo Siremar ancora guasto


[ id=13351 w=320 h=240 float=center]

Prima trebbia ancora in ottimo stato


[ id=13285 w=320 h=240 float=center]

Aliscafo ancora fermo a Palermo


Anche oggi l’aliscafo della Siremar non effettuerà la corsa pomeridiana, per i noti “motivi Tecnici”