Auguri di Buon Anno…


Auguri di Buon Anno a tutti i Lettori di USTICASAPE, Auguri soprattutto di Buona Salute. Per l’occasione un Augurio particolare desidero esprimerlo a Padre Lauro perche, con la collaborazione di tutti , sia possibile realizzare il Suo progetto di restauro dei locali della Parrocchia. Essi rappresentano un prezioso SCRIGNO di ricordi per i più anziani, lo saranno per il futuro per i Giovani di oggi . Collaborino, anche con il lavoro, stante che di soldini ce ne sono pochi per difendere ciò che sarà il LORO SCRIGNO di domani. Guidati, ai miei tempi, dagli indimenticabili P. Carmelo e Padre Marcello – il Primo rigorosamente impegnato nei suoi compiti di insegnamento e di Guida pastorale, lontano da ogni forma di potere temporale, il Secondo particolarmente impegnato nella Carità, nell’aiuto ai bisognosi che allora erano tanti! – Ancora adesso un caro amico ricorda quando al sabato sera P. Marcello bussava all’uscio della sua casa per lasciare un “vastedduni” (pagnotta).Un ricordo grato va anche a Fra Nicola che con la sua “vertuala” (bisaccia) andava in giro a raccogliere quel po’ in più che taluni avevano per distribuirlo ai più bisognosi. I giovani abbiano conoscenza di tutto ciò… Fa parte della nostra storia, impegniamoci a custodirla.

BUON ANNO PADRE LAURO!

COMMENTI:

Da Taormina carlo Natale

Auguroni di Buon Anno a te e Fiorella.

Carlo

^^^^^^^^^^^^^

Da  Gianfranco Dinoia

auguri a te Angelo, e a tutti i miei parenti e amici di Ustica

Da Palermo Angelo Longo


[ id=5499 w=170 h=220 float=left]Caro Pietro,

ho letto con interesse la notizia della nascita di un nuovo Sito dedicato ad Ustica. Poiché il pluralismo delle idee e delle voci che le esprimono rappresentano l’essenza primaria della Democrazia, diamo con piacere il benvenuto a “BUON GIORNO USTICA”. Auspichiamo una voce LIBERA E AUTONOMA quale è stata a tutt’oggi la tua, quella di USTICASAPE.

Hai avuto il merito, che doverosamente ti va riconosciuto, di aprire una grande finestra capace di unire migliaia di Usticesi sparsi per il Mondo che ti hanno saputo “ricompensare” per il grande impegno esprimendoti gioia, nostalgia, gratitudine per essere stato capace di RIPORTARLI nella loro ISOLA tanto amata e lontana!!! E’ stato un impegno gravoso, che hai portato avanti da solo con dispendio di energie fisiche e di risorse, anche economiche. Hai trovato per strada chi ha subito apprezzato il tuo impegno, ma anche “qualcuno” che con atteggiamenti alterni ha usato, abusato e talvolta boicottato! Io stesso spesso ti ho criticato per il tuo comportamento “buonista” sino al “masochismo”! Ma tu hai tirato dritto e oggi ti dico: BRAVO.

Spiace rilevare in tale contesto la voce assolutamente stonata di quel qualcuno che con malcelata acrimonia ha avanzato critiche verso chi (USTICA SAPE) giornalmente da notizie sul tempo e sulle frequenti interruzioni dei collegamenti che spesso non vengono effettuati anche se il mare mosso c’entra poco! L’accusa è che questo può danneggiare il turismo. Il NOSTRO non sa quanto importante sia per gli Usticesi sapere se i mezzi di comunicazione viaggiano o meno.

Sono ben altri i motivi perché i turisti non vengono ad USTICA… A cominciare dal perpetrarsi della distruzione dell’Area Marina Protetta, all’incuria con cui vengono trascurati/abbandonati beni quali la Rocca della Falconiera , la Torre dello Spalmatore,l’Acquario della Caletta, quello di Cala S. MARIA, il CISTERNONE RE – BENE DI GRANDE MEMORIA STORICA, acquisito da privati nell’era in cui i beni demaniali dello stato vengono trasferiti alle Regioni ed ai Comuni. Il tutto nel solito silenzio assoluto di coloro che avrebbero il dovere di denunciare queste cose. Un giorno o l’altro vedremo svenduto a qualche speculatore il Faro di Punta CAVAZZI per il quale erano a suo tempo stati assegnati ben due miliardi di lire e parlo di circa vent’anni fa. Chissà se alla prossima mostra a Roma, di cui hai dato notizia sul sito, si parlerà di questi argomenti o sarà meglio parlare dei mezzi di trasporto del 1763, forse migliori di …’….quelli attuali!

Il mio invito a te mister USTICASAPE e’ di continuare a usare gli “AGGETTIVI” che qualcuno non vorrebbe venissero usati nel raccontare i fatti di Ustica. Se qualcuno vorrà raccoglierlo tale invito faccia pure. TU, che da due anni informi con parole e immagini gli USTICESI NEL MONDO vai per la tua strada. Solo gli asini e i servi non usano aggettivi. Usticasape e’ una voce libera: Comunque in BOCCA AL LUPO a BUONGIORNO USTICA.

P.S. Ti sarei grato se volessi pubblicare per maggior comprensione della presente la lettera inviata dal Dott. Messina al direttore di BUON GIORNO USTICA che allego.

Grazie

Angelo Longo

^^^^^^^^^^^

(di Aldo Messina, sindaco di Ustica) – Se il mare talvolta riesce a isolare la comunità di Ustica dalla terraferma, da oggi potremo contare sull’etere, senza interruzioni, per far conoscere a tutto il mondo le esperienze di vita della nostra comunità. Grazie alla sua iniziativa, gentile dottor Rizzuto, possiamo affermare di sentirci più a contatto con gli altri. Quella che sta nascendo è l’esperienza della prima testata giornalistica, Buongiorno Ustica, che si occupi esclusivamente dei problemi della nostra comunità. A rendere libera la vostra espressione di pensiero è il fatto che Buongiorno Ustica nasce e si regge su vostra iniziativa.

Personalmente ho apprezzato l’assenza di aggettivi nel definire i fatti. È questa espressione di maturità (non solo di professionalità) giornalistica: il lettore deve solo essere informato e lasciato libero di “aggettivare” i fatti secondo le proprie convinzioni.

L’aggiornamento delle notizie è frequente, come si addice a una testata giornalistica on line, le notizie dirette ed essenziali, la qualcosa garantisce una migliore leggibilità e recentemente, grazie a una maggiore penetrazione sul territorio, riguardano i più diversi aspetti della vita comunitaria. Apprezzabile l’intuizione di comprendere che, spesso, i problemi di Ustica sono comuni a quelli di altre isole dell’arcipelago di Sicilia, come ad esempio per la vicenda Siremar. Forse si dovrebbe valutare maggiormente l’incidenza economica che la continua diffusione di alcune notizie potrebbe determinare su un tessuto economico già di per sé fragile come quello di un’isola. Ad esempio pubblicare ogni volta la notizia che Ustica è isolata per maltempo non potrebbe far sorgere nel lettore la paura a raggiungerla? Ma questo è un problema che non riguarda la vostra professionalità che ha il solo obiettivo di riportare i fatti.

Le porgo, non solo a titolo mio personale ma anche dell’amministrazione e della cittadinanza, i più sinceri ringraziamenti per l’attività sin qui svolta e l’augurio di un sereno lavoro. Quando il sole sorgerà dal Villaggio dei Pescatori illuminando la nostra isola, potremo girare gli occhi verso la Sicilia e pensare che qualcuno, collegandosi on line, virtualmente ci starà dicendo: “Buongiorno Ustica”.

50° Anniversario Matrimonio (ultime 20 di 80 foto)


50° Anniversario di Matrimonio Angelo Filippone e Ina Tranchina

“Cosa Significa Amarsi se non prendersi per mano e improvvisamente volare?!”

[nggallery id=207]

Auguri di Compleanno


AuguriAd   Angelo Longo,
ad    Isidoro Licciardi,
a      Rosalia Patricolo,
a      Domenico Palmisano i Migliori
Auguri di Buon Compleanno

Da Palermo Angelo Longo


[ id=1668 w=320 h=240 float=left]

Caro Pietro,

la permanente conflittualità con il mio PC non mi ha consentito di essere più tempestivo per gli auguri di BUON COMPLEANNO a GIANFRANCO e per i complimenti per l’ottima collaborazione che, insieme a tuo genero Davide, ti dà nella cura e stesura del “GIORNALE di USTICA”. A questo punto non puoi più rifiutare, come spesso fai, l’appellativo di “direttore”, visto che disponi di una valida equipe di collaboratori ed un sempre più ampio gruppo di “Corrispondenti” dal ….mondo! Due voci nuove mi hanno colpito di recente per i “contenuti” delle loro lettere, per la correttezza del loro ” ITALIANO” per i sentimenti espressi. Parlo di Mariangela LICCIARDI E CLAUDIO LA VALLE. Sono certo che a queste due voci giovani altre se ne possono aggiungere per tentare di recuperare quel passato di cui tutti sentiamo nostalgia. La pubblicazione ormai quotidiana di foto antiche confrontate con la realtà odierna talvolta è peggio ! che ricevere uno schiaffo. Un esempio tra i tanti? CALA S. MARIA!!!

Un cordiale saluto

Commento Angelo Longo

Angelo LongoLe puntuali informazioni, anche fotografiche, che il sito “ www.usticasape.it ” ci fornisce giornalmente, ci mostrano oggi l’impegno con cui il mare di Ustica sta cercando di liberare l’incantevole Caletta Sidoti offesa da una “presenza” ingombrante come quella di una delle boe di delimitazione della A.M.P. ormai spiaggiata da molti mesi!!!
Alcuni operatori usticesi, da noi consultati, ci avevano assicurato che la stessa si sarebbe potuta recuperare abbastanza facilmente senza bisogno di alcun elicottero, come qualcuno ha sostenuto.

[ id=719 w=320 h=240 float=center]

Il  fatto assai grave è che una boa di tali dimensioni, qualora venisse definitivamente rimossa dal mare, potrebbe rappresentare un grave  pericolo per la navigazione, specie per i mezzi veloci!
Di chi la responsabilità ove si verificasse una evenienza del genere?
Chi pagherà i danni per la perdita di una boa del valore di diversi migliaia di euro che poteva essere recuperata con la spesa di poche centinaia di Euro?
L’inettitudine e le omissioni di quanti avrebbero il dovere di vedere, sorvegliare e intervenire stanno diventando veramente insopportabili!!!
L’esempio della pulizia di Cala Santa Maria docet!!!

Cordialmente
Angelo Longo

Commento Angelo Longo

Angelo LongoCARO NUCCIO,  QUESTA SERA MI HAI MESSO DI “BUON UMORE”  E  TI  RINGRAZIO. HO LETTO LA TUA LETTERA GARBATA, CORRETTA, ESAURIENTE, CON LA QUALE DA  LONTANO  HAI DATO UNA BELLA LEZIONE DI CULTURA CIVICA.  COME TU BEN SCRIVI SPESSO I GIOVANI, ANCHE SE RAGAZZI,  RIESCONO A VEDERE PIU’  AVANTI  DEGLI  ADULTI E,  COMUNQUE, SCEVRI  DA  ODI,  PREGIUDIZI ED ARROGANZE. BRAVO NUCCIO! ANCHE SE SEI STATO SEMPRE UN TIPO ALLEGRO E SPENSIERATO NEI TUOI SCRITTI SI AVVERTE SEMPRE QUELLA MALINCONIA DELLA  “LONTANANZA”  DALLA PROPRIA ISOLA.  E’ UN SENTIMENTO CHE SOLO CHI E’ NATO E VISSUTO I PRIMI ANNI DELLA PROPRIA VITA IN UN’ISOLA PUO’  “SENTIRE”.  VOGLIO ALLORA FARTI UN PICCOLO REGALO! LEGGI SUL MIO SITO  usticaieri-domani  LA BELLISSIMA POESIA  DEL COMPIANTO GIUSEPPE MORABITO DEDICATA ALLA SUA SALINA ! (O USTICA).  UN ABBRACCIO ANGELO LONGO

Commento di Angelo Longo

Stamani su E POLIS, GIORNALE DISTRIBUITO GRATUITAMENTE A PALERMO, ho letto nella rubrica della posta dei lettori una letterina che dice:”Santa Rosalia, proteggi la nostra città dalle pesti del malaffare, dell’egoismo (della incapacità aggiungo io) etc etc. Conforta e incoraggia una comunità che non sa più reagire. Per questo noi TI PREGHIAMO! viste le similitudini amministrative tra Palermo e Ustica non sarebbe forse il caso che noi ci rivolgessimo al nostro Santo Protettore San BARTOLOMEO?

Angelo Longo