Grazie per aver reso i miei 80 anni un giorno memorabile!


Ho davvero apprezzato gli amorevoli abbracci, le telefonate, i messaggi e gli innumerevoli post su Facebook e su WhatsApp che mi hanno fatto dimenticare, se ti fermi troppo a pensare i numeri, il peso degli anni e il pensiero di essere passato nel club di “color che son sospesi”.
Non importa l’età quando senti la vicinanza ed il supporto della famiglia e degli amici e non nascondo che è grandioso e gratificante  essere consapevole della bellezza di avere tanti Amici che apprezzano il non indifferente tempo che dedico, con piacere, all’Isola che mi ha dato i natali e che mi ha visto trascorrere il periodo migliore della mia vita…
Ustica è la mia terra, il mio grande Amore, nostalgia di un tempo passato, rimorso, desiderio, emozionante ricordo, passione ma soprattutto speranza…
È inutile fingere o negare l’evidenza quando noti tanta vicinanza.
Grazie per aver reso i miei 80 anni un giorno memorabile!

Pietro Bertucci

Pensione anticipata precoce con 41 anni di contributi anche per insegnanti scuola primaria: emendamento Legge di Bilancio


Emendamento 25.0.2 al DDL n. 2448, Legge di Bilancio 2022: permetterà, se approvato, anche agli insegnanti di scuola primaria, di accedere dal 01/09/2022 alla pensione anticipata precoce con 41 anni al 31/12/2022 e non con 41 anni e 10 mesi se donna oppure con 42 anni e 10 mesi se uomo.

Nella allegata scheda del Prof. Renzo Boninsegna viene commentato il citato emendamento che può interessare insegnanti di scuola primaria che hanno conseguito il

diploma di Istituto Magistrale a 18 anni di età e subito hanno iniziato a lavorare maturando prima del 19° anno di età almeno 12 mesi di lavoro.

Fonte: Orizzontescuola.it Redazione

Gli “anni del diamante” di Ustica: quando sull’isola si viveva per giocare a baseball


La prima partita è datata 1972: siamo a febbraio e si tratta di un match di esibizione inserito nella cerimonia inaugurale dei Giochi della Gioventù

Balarm
La redazione
(foto dal documentario Ustica – Gli anni del diamante)

Il baseball è il gioco della vita”, racconta Vito Ailara che, ad inizio degli anni ’70, si ritrovò ad essere protagonista della storia che lega questo sport con l’isola di Ustica.

Tutto ebbe inizio dalla presenza sull’isola, considerata una delle perle del Mediterraneo, di Bruno Beneck, talentuoso giocatore di baseball appunto. Soggiornando, tra un tuffo e l’altro, osservando i ragazzi giocare, pensò di condividere con loro la sua passione coinvolgendo lo stesso Ailara, gestore all’epoca di un albergo sul posto.

Ciò che lo colpì fu proprio il fatto che questi ragazzi, senza saperlo, riproponessero, dinamiche proprie del baseball.

È il 5 giugno 1971 e, senza grande consapevolezza, questa data segna la nascita dell’Ustica Baseball Club, ma Vito ancora non lo sa.

Poco dopo Ailara, d’accordo con Beneck, ricevette un rifornimento di mazze, guantoni e palline. Successivamente arrivò a Ustica anche il tecnico federale Gianni Sbarra è così si cominciò a giocare.

La prima partita è datata 1972: siamo a febbraio e si tratta di un match di esibizione inserito nella cerimonia inaugurale dei Giochi della Gioventù, da giocare ad Agrigento. In questa occasione i ragazzi di Ustica vinsero contro Palermo, Catania e Messina, divenendo campioni regionali. Seguirono anche le finali nazionali dove ottennero la medaglia di bronzo.

La partecipazione e la passione intorno a questo sport crebbe in men che non si dica e emerse l’esigenza della partecipazione femminile. Negli anni Ottanta la squadra locale partì per gli USA per ben due volte; nel frattempo si organizzò annualmente il Trofeo delle Isole, appuntamento internazionale.

La squadra femminile, che si chiamò Ustica Softball Club, nacque nel 1985. Furono anni d’oro per questo sport in Sicilia e, negli anni ‘90, ampliatasi la fama a livello internazionale, giunsero anche degli allenatori da Cuba.

Tra i nomi più celebri degli atleti, quello di Clelia Ailara, figlia dell’albergatore che, nel 1971, aiutò Bruno Beneck. Nel periodo migliore a Ustica c’erano ben 230 tesserati, su una popolazione di circa mille abitanti.

Seguirono decenni di successi e campionati fino al 2000 quando la società Ustica Baseball Club decise di non iscriversi al campionato di A2 a causa dell’impegno economico, difficile da sostenere. Il destino del softball non fu molto diverso: è sopravvissuto un po’ di più, ma non oltre il 2004.

Da allora, nella memoria di tutti, questi anni sono rimasti come un sogno internazionale oggi reso immagine da custodire anche grazie ad un breve documentario, intitolato “Gli anni del diamante” , opera di Stefano e Mathia Coco, che ripercorre, anche attraverso squarci dell’epoca, questa bella parentesi sportiva che ancora tutti ricordano.

Fonte: Balerm Redazione

Zaira compie 18 anni – Tanti Auguri


Tantissimi auguri di Buon Compleanno.

Che questi 18 anni possano portare tanta felicità.

La famiglia, Diego, gli amici 

Ustica anni ’50 – bei tempi… per me emozionanti ricordi!.


Ustica anni ’60 – chi riconosce o si riconosce in questa bella bambina?


Ustica, bambina

Ustica anni ’60 – zona portuale


Ustica anni 1960, zona portuale

Ustica anni ’60 – votazioni



Ustica, votazioni

Ustica anni ’60 – consiglio comunale


consiglio comunale

Ustica anni ’60 – battesimo, di chi?


Ustica, battesimo

Ustica anni ’60 – battesimo, di chi?


Ustica, battesimo

Ustica anni ’80 – battesimo, di chi?


Ustica, battesimo

Ustica anni ’60 – primo compleanno, di chi?


Ustica anni ’80 – bambino, chi è?


Ustica, bambino

Ustica anni ’80 – battesimo


Ustica, battesimo

Ustica anni ’60 – Battesimo


Battesimo

Ustica anni ’60 – foto ricordo di una serata al faraglione


Ustica, anni ’60 – bambini, chi sono?


Ustica anni ’60 – battesimo


 

 

Ustica anni ’80 – battesimo


Ustica, anni 1980 battesimo