Fermo M/T A. Da Messina in data 16/1 per visite a bordo Capitaneria di Porto


Il Sindaco di Ustica  Salvatore Militello,con una nota indirizzata all’ASSESSORATO REGIONALI TRASPORTI  e alla Compagnia Caronte  Tourist chiede:

“Aseguito di previste visite della Capitaneria di Porto di Palermo la nave Antonello da Messina rimarrà ferma nella giornata di giovedì 16 gennaio.
Nella considerazione che:
– dovrà comunque essere garantito il servizio di linea Palermo/Ustica e viceversa;
– lo stesso giorno è in partenza il M/T Ulisse alle ore 07,15 e che dovrebbe trasportare il carburante (Benzina e gasolio);
si chiedono le seguenti modifiche:
1) in data 16/1 che il M/T Ulisse effettui il viaggio secondo gli orari di partenze della nave ferma e cioè da Palermo alle ore 08,30 e da Ustica alle ore 14,30 e che il M/T Ulisse non trasporti in tale data la benzina per evitare la limitazione del numero dei passeggeri;
2) che in data 17/1 venga effettuata una corsa a recupero del M/T Ulisse onde poter trasportare la benzina e gasolio per approvvigionare il distributore non potendo dilazionare tale trasporto, presumendo che lunedì 20/1 ci potrà essere cattivo tempo ed il viaggio potrebbe essere omesso.
Si ringrazia ed in attesa di gentile riscontro si porgono cordiali saluti”

Apre a Palermo la grande mostra su Antonello da Messina.


Download (DOCX, 184KB)

Nave Antonello da Messina rientra a Palermo per avaria


Antonello Da  Messina  in avaria
Antonello Da Messina in avaria

Ustica, vecchia nave Antonello da Messina


 vecchia nave Antonello Da Messina
Ustica, vecchia nave Antonello Da Messina

Nave Antonello Da Messina


Nave Antonello Da Messina
Nave Antonello Da Messina

Intervista ad Antonello Nicosia – seconda parte. “se incontrassi il Sindaco di Ustica cosa chiederesti”.


D. – Finora mi sono rivolto al Dottore; all’Antonello Nicosia rigorosamente in giacca e cravatta; ma trovandoci ad Ustica a bordo della bellissima piscina dell’Hotel Villaggio Punta Spalmatore, mi piacerebbe concludere con un’ultima domanda, però al turista in pantaloncini, polo e infradito. “Antonello, se incontrassi il Sindaco cosa chiederesti?

IMG_6140aR. – “Frequento Ustica da due anni, e trovo che sia una delle più belle isole minori della Sicilia, un vero paradiso, ricco di profumi e colori, quest’anno sono già stato due volte ospite del “Villaggio Letterario” di Punta Spalmatore, iniziativa questa ideata dall’arch. Anna Russolillo titolare della struttura alberghiera. A giugno sono stato qui due giorni per la presentazione di un saggio “Leggere Pedagogicamente… per rieducare”, adesso sono qui da qualche giorno per la presentazione dei Docufilm del regista Ambrogio Crespi, con lo stesso ho fatto un giro in moto, ripercorrendo i luoghi che avevo già scoperto lo scorso anno. Giusto ieri pomeriggio ho incontrato il Sindaco di Ustica dott. Attilio Licciardi. Chiaramente le mie domande non sono state di suo gradimento, ma non potevo ometterle. Ho trovato Ustica più sporca e quasi abbandonata, la sera nessuna attività ludico-culturale anima il centro del paese, le problematiche legate ai costi degli aliscafi e gli orari delle corse sembrano ancora a distanza di anni immutate; mi è sembrato di percepire scarsa relazione e collaborazione tra amministrazione comunale e imprenditori locali che, da turista attento, sembrano correre e affannarsi da soli senza alcun sostegno.Discarica abusiva All’ingresso di Punta Spalmatore Hotel, una discarica autorizzata con frigo, lavatrici, materassi vecchi rimane solo un deposito, a cielo aperto, per i rifiuti speciali. Il Sindaco, tra una pseudo telefonata e l’altra non ha risposto a nessuna delle mie domande, nel tentativo di uscirsene con banale retorica politica, accusando la vecchia classe dirigente e politica della Sicilia. Mi auguro di tornare presto sull’isola da turista o da operatore culturale e ritrovarla pulita e accogliente. Ringrazio Te Mario e Pietro Bertucci per la stima e l’amicizia mostrata.”

Siamo noi di “Usticasape” che ringraziamo il Dott. Antonello Nicosia per la Sua disponibilità!

A cura di Mario Oddo

Incontro con il Dott. Antonello Nicosia, Direttore del Centro Studi “Pedagogicamente”, ad Ustica Hotel Punta Spalmatore.


 Dott. Nicosia, la pedagogia per definizione si occupa di educazione; chi sono abitualmente i soggetti che necessitano e quindi beneficiano delle sue riconosciute conoscenze e  competenze ?

IMG_6140a” il mio ruolo in qualità di pedagogista, mi vede impegnato in interventi educativi di tipo globale, nella concezione unitaria della persona e in considerazione del soddisfacimento del benessere dell’individuo. Questo è quanto messo a beneficio dei docenti e degli alunni della scuola con interventi di vario tipo, sopratutto ciò che riguarda le nuove tecnologie nella didattica moderna, e l’uso delle stesse al fine di migliorare l’apprendimento. Ma perchè le mie competenze possano essere rivolte ai soggetti la cui problematica è legata alla devianza, occorre parlare dei miei interventi frutto del vissuto e della ricerca attraverso indagini e visite in carcere, colloqui con i detenuti, al fine di rispondere ai bisogni degli stessi con attività pratico-formative, a risposta del solo principio di cui all’art.27 della nostra costituzione, il carcere come laboratorio educativo per il reinserimento sociale del reo e non un contenitore di scarto sociale. I detenuti hanno necessità di essere orientati e guidati verso una formazione utile e poter imparare un mestiere un futuro di legalità.”

ll suo lavoro e quello naturalmente dei suoi altrettanto validi colleghi è un “ex equo” di pedagogia, psicologia e sociologia; è possibile che si registrino casi in cui una disciplina prevalga sull’altra ?

“Pedagogisti, sociologi e psicologiIMG_6033 formano insieme una equipe socio-psicopedagogica e insieme progettano interventi mirati ad indagare il comportamento umano, i rapporti interpersonali, la salute mentale e la capacità organizzativa del soggetto relativamente alla propria vita. Purtroppo le devo affermare che nelle scuole, negli ospedali e nelle carceri del nostro paese non sono previste tali figure strutturate in modo continuativo se non con interventi mirati e messe a disposizione dalle ASP e dagli enti locali.”

Docente Esperto di nuove tecnologie di trattamento pedagogico penitenziario, sono note le sue lodevoli e ostinate  “battaglie” sui diritti dei detenuti; le chiedo: quella dello Stato non dovrebbe essere una tutela costituzionale ma anche umana?: in che misura sono rieducativi i laboratori creati all’interno delle strutture carcerarie ? e infine quanto è importante la figura del Direttore/ttrice nel ruolo di mediatore tra operatori penitenziari e detenuti ? 

IMG_6146 “Lo Stato dovrebbe attenersi all’art.27 della Costituzione che recita quanto segue: “La responsabilità penale è personale. L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva. Le pene non possono consistere in   trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato [cfr. art. 13 c. 4].  Non è ammessa la pena di morte.” Io aggiungo che non è ammessa la tortura, anche se ancora nel nostro paese non è riconosciuta come reato. Le condizioni delle carceri, il sovraffollamento, le scarse attività formative, fanno di questo luogo, un luogo di sofferenza, di punizione, di degrado, di contaminazione. Posso affermarle con particolare determinazione che oggi il carcere non serve a rieducare, ma ad incattivire chi lo vive, colpevole o innocente che sia. Da una mia indagine statistica frutto di interventi attraverso interviste e visite all’interno degli istituti Penitenziari, posso affermarle, che le attività formative sono pochissime e riguardano solo circa il 10% degli ospiti, tutti gli altri oziano e si contaminano a vicenda, chi partecipa sicuramente ne trova benefici, la domanda è troppo generica, perchè l’efficienza e l’efficacia del laboratorio, dipende da numerose variabili, quali: tipologia del laboratorio, competenze dei docenti e degli esperti, capacità relazionali degli stessi. Il mio lavoro di ricerca mira principalmente a soddisfare la risposta ai bisogni, ed è sopratutto dedita ad insegnare a un mestiere da spendere dentro e fuori il carcere.”

Mario Oddo 3 (2) Intervista di Mario Oddo

            Continua…

Antonello Da Messina parte dal Molo Alternativo


Antonello Da Messina parte dal Molo alternativo
Antonello Da Messina parte dal Molo alternativo

Ustica, Antonello da Messina visto dalla grotta azzurra

Antonello da Messina dalla Grotta Azzurra
Ustica, Antonello da Messina dalla Grotta Azzurra

Antonello da Messina partenza per Ustica alle ore 12,30


 

Antonello da Messina a Palermo  (21)
Antonello da Messina a Palermo (21)

L’Agenzia Fratelli Prestifilippo comunica che la Nave Antonello da Messina Partirà da Palermo per Ustica alle ore 12,30.

P.S. ore 13,18  L’agenzia Militello informa che la nave Antonello da Messina partirà alle ore 13,30.

Riso… a Mario


Cari lettori di Usticasape, prende il via da oggi saltuariamente una mia rubrica attraverso la quale, prendendo spunto da fatti, avvenimenti e personaggi della quotidiana vita isolana proverò a commentarli in forma satirica nella speranza di strapparvi un sia pur minimo sorriso del quale tutti di questi tempi abbiamo tanto bisogno. Mi auguro di riuscirvi. La rubrica si chiamera’ ” RISO A…MARIO” (assonanza con il celebre film Riso amaro). Confido naturalmente nell’immancabile senso dell’umorismo delle “vittime di turno” le quali, ne sono certo, per prime ci rideranno sopra. Auguro a tutti un buon (spero) divertimento.

Mario Oddo

—————–

[ id=18441 w=320 h=240 float=left] Ultime da Ustica – Dopo aver appreso dell’avvicendamento della “nuova” vecchia nave sulla tratta Palermo – Ustica e ritorno il neo Sindaco ha scritto alla Compagnia delle Isole come segue :

” Spett/le Società di Navigazione, non vi sarà certamente sfuggito che dal 12 Giugno u.s., a seguito del risultato delle elezioni comunali a me favorevole, il Sottoscritto è succeduto al suo Predecessore. Si invita pertanto a voler urgentemente provvedere ad un opportuno aggiornamento del nome della nave da Antonello da Messina a Antonello da … Licciardi ! “

Mario Oddo

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Agostino Caserta

Associazione di idee….e….cambiando il nome dei fattori il prodotto non cambia.

Rosalia è una siciliana che abita a Messina; è molto bella, ma purtroppo anche molto povera. Il suo sogno è di diventare una grande attrice di Hollywood ricca e famosa e quindi il suo più grande desiderio è di raggiungere l’America, ma il costo del viaggio per lei è proibitivo. Finché un giorno, gironzolando per il porto, conosce un marinaio a cui confida i suoi sogni. “Ma cara Rosalia”, dice il marinaio, “un sistema ci sarebbe per arrivare in America. La mia nave parte proprio domani per New York e se tu ti nascondi nella mia cabina potresti fare il viaggio da clandestina. In fondo sono una ventina di giorni!”

Rosalia, che però non è ingenua, chiede se il marinaio vuole qualche cosa in cambio e naturalmente questi le dice: “Beh, certo, tu dovrai essere molto carina con me per tutto il viaggio”.

Il desiderio di Rosalia di cambiare vita con tante prospettive più rosee fa sì che l’indomani si trovi a bordo della nave e si nasconda nella cabina del marinaio. Tutte le notti (e qualche giorno) lei si concede al marinaio. Dopo una ventina di giorni, immaginando oramai di essere in vista della costa americana, lascia la cabina e al primo passeggero che incontra chiede: “Mi scusi, quanto manca a New York?”

E l’uomo: “New York? Ma questo è il traghetto Messina-Villa San Giovanni!”

 

 

Rientra in linea l’Antonello da Messina


[ id=18394 w=320 h=240 float=left] Oggi è rientrata in linea nella tratta Ustica – Palermo la nave “Storica” Antonello da Messina. L’Isola di Vulcano andrà in bacino per manutenzione ordinaria. La nostra sensazione è che l’Antonello da Messina, resterà in servizio sulla nostra tratta sino a quando la convenzione in vigore non verrà modificata.

Antonello Da Messina prima della “cura”


[ id=14898 w=320 h=240 float=center]

Arrivo Nave in ritardo…


[ id=14810 w=320 h=240 float=center]

Ustica: Viaggio addizionale M/TV Antonello Da Messina per trasporto carburante


L’agenzia Prestifilippo di Palermo informa che domani 17 settembre la M/TV Antonello da Messina effettuerà un viaggio addizionale A/R sul collegamento Palermo – Ustica in esecuzione del servizio di trasporto merci e merci pericolose affidato alla Compagnia delle Isole dal dipartimento della protezione civile a seguito di relativa gara.

La nave partirà da:

Palermo alle 05,00 con arrivo ad Ustica alle ore 08,00

Ustica alle 08,30 con arrivo a Palermo alle ore 11,30

Palermo alle 11,40 con arrivo ad Ustica alle ore 13,40

Ustica alle 16,00 con arrivo a Palermo alle ore 19,00

Si precisa che il collegamento sarà effettuato con la limitazione di trasporto connessa alla tipologia di merce.

NdR – Noi, forti dell’esperienza di mezzi di comunicazione marittimi, maturata negli anni di permanenza sull’Isola, consigliamo, a coloro che hanno le coincidenze con il centro – nord, di imbarcare o fare imbarcare la sola macchina alle 08,30 ad Ustica, l’autista con eventuali familiari raggiungere Palermo con uno dei mezzi veloci.

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Domenico Bracco

Normative internazionali e nazionali

^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Fabio Ailara

oggi in biglietteria qui ad Ustica appena raggiunti i 25 posti passeggeri in nave non hanno piu emesso biglietti, costringendo le persone a prendere l’aliscafo…..qualcuno sa dirmi il perchè????

Approdo zona Cimitero


[ id=10981 w=320 h=240 float=center]

Ustica: Ritorna l’Antonello da Messina


[ id=10957 w=320 h=240 float=left] Venerdì 30/Dicembre 2011 il M/T  Antonello da Messina rientrerà il linea sulla tratta Palermo – Ustica

Nave Antonello da Messina


[ id=2474 w=320 h=240 float=center]