Ustica ritrova uno dei suoi gioielli: ripristinato l’itinerario archeologico subacqueo di Punta Falconiera 


Da Palermo Today – Ferdinando Maurici

Ricollocata la boa di ormeggio punto di inizio dell’immersione. Il percorso, realizzato circa 15 anni fa dalla Soprintendenza del Mare, va dai 10 ai 30 metri di profondità e consente di ammirare diversi reperti

Ripristinato l’itinerario sommerso di Punta Falconiera a Ustica. L’Isola, famosa in tutto il mondo per i suoi fondali, ritrova uno dei suoi gioielli grazie alla Soprintendenza del Mare, che in collaborazione con il Diving Center Marenostrum di Ustica, ha ricollocato la boa di ormeggio situata a poca distanza dal porto, punto di inizio dell’immersione archeologica che si snoda lungo un percorso che va dai 10 ai 30 metri di profondità. I subacquei della Soprintendenza del Mare della Regione, Pietro Selvaggio e Salvo Emma, con il supporto di Tatiana Geloso e Alessandro Gallo di Marenostrum, hanno effettuato l’intervento subacqueo per consentire ai diving center autorizzati, un ormeggio in sicurezza per la visita del sito.

L’itinerario

L’itinerario, realizzato circa 15 anni fa dalla Soprintendenza del Mare, è situato sotto la spettacolare falesia della Punta Falconiera e consente di ammirare, lungo un percorso che si snoda attraverso cadute e pianori ricchi di vegetazione e fauna, diversi reperti archeologici: ancore che vanno dal periodo arcaico fino al periodo bizantino, un’anfora integra oltre ad alcune ancore moderne che accreditano il sito come luogo di ancoraggio a partire dall’antichità e fino alle epoche più recenti.

“Ustica, capitale della subacquea riconosciuta a livello internazionale, deve riappropriarsi dei due itinerari archeologici già meta in passato di visite da parte di tanti subacquei italiani e stranieri. Questo – sottolinea l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – mentre la SopMare sta lavorando ad una migliore definizione e promozione della rete regionale degli itinerari archeologici subacquei, che offrono quel quid in più a chi vuole fare della vacanza in Sicilia un’esperienza turistico-culturale davvero unica”.

Per migliorare la qualità dei siti, in prossimità dei reperti, sono stati installati cartellini impermeabili esplicativi che indicano la tipologia del reperto stesso e la sua datazione. Inoltre, a breve, verrà ripristinato il sistema di visita tecnologico che consente, grazie ad un piccolo visore da porre al polso del subacqueo, l’individuazione dei singoli reperti e la possibilità di leggere la descrizione e vedere direttamente sott’acqua le foto del reperto nel suo utilizzo originario.

A poca distanza dal percorso, inoltre, ad una profondità di 82 metri, si trova il relitto di una nave romana che trasportava un cospicuo carico di anfore, individuata nei fondali dell’Isola di Ustica due anni fa. Grazie ad un’operazione svolta in collaborazione con la Guardia di Finanza, l’Università di Malta, l’associazione Progetto Mare e un team di subacquei altofondalisti siciliani, la Soprintendenza del Mare ha effettuato le operazioni di rilievo e documentazione del relitto profondo, producendo la realizzazione del documentario di Riccardo Cingillo “La nave romana di Ustica”.

“La Soprintendenza del Mare – dichiara il Soprintendente Ferdinando Maurici – continua l’azione di ripristino degli itinerari culturali subacquei verso un progetto organico di messa a sistema dei percorsi siciliani. Con la ripresa del turismo, e in particolare di quello subacqueo dopo il lungo periodo segnato dalla pandemia e dal blocco delle attività turistiche, la possibilità di tornare sott’acqua per ammirare le vestigia del passato ci sembra una ulteriore occasione per una buona ripresa delle attività”.

Per visitare gli itinerari, è necessario contattare i diving center dell’isola autorizzati dalla Soprintendenza del Mare ad effettuare le immersioni. Nelle prossime settimane è previsto il ripristino del secondo itinerario e la realizzazione di materiale divulgativo.

Fonte: Palermo Today

Escursione guidata del Centro Studi al Museo Archeologico di Reggio Calabria.


Per il weekend del 18 e 19 novembre p.v. abbiamo programmato una escursione a Reggio Calabria. Argomento del viaggio saranno i ritrovamenti archeologici sottomarini usticesi e del sud Italia in generale. Naturalmente meta principale sarà il Museo Archeologico di Reggio e i Bronzi di Riace. Avremo, come spesso nei nostri viaggi, guide qualificatissime: in questo caso il prof. Sebastiano Tusa e la dott.ssa Alessandra De Caro della Soprintendenza del Mare di Palermo e il Direttore del Museo Archeologico di Reggio Calabria che ci accompagneranno nella visita. L’indomani, domenica, è prevista una escursione, con il bus, in alcuni dei luoghi e dei borghi più interessanti dei dintorni come Scilla e Chianalea. Si rientrerà nel tardo pomeriggio di domenica 19.

Questi i dettagli e la stima delle spese per il viaggio programmato:

* partenza il 18 novembre in mattinata verso le 9 da Palermo con bus da 45 posti.
* arrivo a Reggio Calabria – pranzo o spuntino libero e visita al Museo.
* cena insieme (facoltativa) in un locale con prenotazione.
* pernottamento in albergo con prima colazione.
*  domenica mattina escursione nei dintorni di Reggio: Scilla Chianalea, lungomare Reggio.
* pranzo libero e rientro a Palermo nel pomeriggio di domenica.

Costi:

= Bus della Ditta di Fulgo con conducente, capienza 45 persone. Preventivo di € 1.100,oo, inclusi pedaggi e passaggio di andata/ritorno dello Stretto di Messina.

= Pernottamento 25,oo €uro a persona in camera doppia.

= Ristorante 20,oo €uro (circa) a persona – ingresso al Museo 5 €uro.

La quota a persona dunque varia a seconda del numero dei partecipanti: èper un n° di 45 partecipanti spesa di 75,oo €uro a persona. è per un minimo di 30 maggiorazione di 12,oo €uro a persona.

Vi chiediamo di farci avere le vostre adesioni col contestuale versamento di una quota-acconto di 50,oo €uro a persona da pervenire entro il 6 novembre p.v. onde consentirci di procedere per tempo alla tempestiva prenotazione di bus e hotel.

Si precisa che, come già in precedenti escursioni, a questa possono partecipare anche non Soci perché pensiamo sia un’occasione per far conoscere il Centro Studi e le nostre attività.

La quota potrà essere versata con bonifico (IBAN IT82 D076 0104 6000 0002 0969903) o contattandoci: email: info@centrostudiustica.it, Vi preghiamo inoltre, se possibile, di confermare la Vs partecipazione al tel. 3396614453.Vi aspettiamo, a presto.

Centro Studi e Documentazione Isola di Ustica
f.to il presidente M.G. Barraco

 

La Direzione del Centro Studi ringrazia per tutte le fattive e cortesi collaborazioni.

img632Sabato scorso 12 novembre si è svolta, come preannunciato con numerosi avvisi e inviti, la visita al Museo Archeologico Regionale “Antonio Salinas” di Palermo e al Parco Archeologico di Himera organizzata dal nostro Centro Studi e Documentazione Isola di Ustica. La presidenza del Centro Studi, Maria Grazia Barraco e Collaboratori, a felice conclusione della visita, desidera rivolgere una serie di ringraziamenti. Innanzitutto, sentiti e doverosi, alla Dott.ssa Francesca Spatafora Direttrice del Polo Regionale di Palermo per i Parchi e Musei Archeologici, nostra socia e membro del Consiglio direttivo che ha partecipato attivamente all’organizzazione dell’evento ma anche alla Dott.ssa Maria Rosa Panzica Direttrice del Parco Archeologico di Himera; entrambe, “maestre e guide” si sono spese infaticabilmente nella dotta illustrazione delle ricchissime collezioni d’arte punica e greca nonché delle testimonianze storiche siciliane. image-14-11-16-02-25-4Ammirati da tanta ricchezza i numerosi partecipanti con una attenzione in aumento col passare dei minuti si sono sempre più immersi in quel “mare” dell’archeologia nelle cui profondità hanno potuto prendere stupita visione degli innumerevoli preziosissimi reperti. Quindi un ringraziamento il Centro Studi rivolge ai Visitatori che con la loro gradita aggregazione, tra l’altro, hanno assicurato alla giornata momenti di cordiale, piacevole e Continue reading “La Direzione del Centro Studi ringrazia per tutte le fattive e cortesi collaborazioni.”

Museo Archeologico di Ustica partecipa alla 31^ edizione delle “Giornate Europee del Patrimonio”


 

-Reperti-archeologici-tornati-ad-Ustica-Il Museo Archeologico di Ustica sabato 20 settembre partecipa alla 31ma edizione delle “Giornate Europee del Patrimonio”. Per l’occasione il Museo sara’ aperto dalle 22.00 alle 24.00 offrendo la Visita Guidata con l’Archeologo inclusa nel costo del biglietto.

Vittoria Salerno

Al Museo archeologico di Ustica per ricordare i 40 anni dell’inizio delle ricerche archeologiche nell’Isola


 

Museo Archeologico di Ustica museo archeologico di Ustica

 

Museo Archeologico, Ustica


COMUNE di USTICA

Ustica 29.05.13 – Prot. 2181

Regione siciliana

Assessorato dei BBCC

UO X Beni archeologici

Dr Gabriella Calascibetta

E p.c. Ufficio Politiche sociali

OGGETTO: Museo archeologico Ustica

Si rappresenta che lo scrivente terminerà il proprio mandato il 09.06.13.

Da tale data lo stesso pertanto non sarà più responsabile della custodia del Museo Padre Carmelo da Gangi.

Il Sindaco

Aldo Messina

 

Regolamento Museo Archeologico “Padre Carmelo Seminara da Gangi” di Ustica

COMUNE di USTICA

REGOLAMENTO MUSEO ARCHEOLOGICO
“Padre Carmelo Seminara da Gangi” di Ustica

In ottemperanza alla delibera di Consiglio Comunale n. 197 del 1978 “Destinazione Torre Santa Maria e richiesta Istituzione Museo” è istituito il Museo Civico Archeologico di Ustica con sede legale presso la residenza Municipale sita in via Petriera snc. Il Museo è ubicato presso i locali della Torre Santa Maria e del complesso Case Carabozzello.

Art. 1 – SCOPI

Il Museo ha lo scopo di conservare e raccogliere i reperti archeologici provenienti dal territorio del Comune di Ustica o che comunque possano fare riferimento storico all’isola stessa e intende così Continue reading “Regolamento Museo Archeologico “Padre Carmelo Seminara da Gangi” di Ustica”

Inaugurazione Museo Archeologico Ustica: “sciolto” Il nastro…


Abbiamo notato, nonostante il caldo, la numerosa presenza di pubblico che ha voluto assistere ad un evento molto importante -l’inaugurazione del Museo Archeologico. I reperti archeologici esposti, ben posizionati, segnano il percorso alla scoperta della storia, della cultura e dell’identità di Ustica. E’ stato rimarcato più volte la bontà della scelta del sito che ha inteso “trasformare un luogo di pena in un luogo di cultura…” Abbiamo sentito, anche, molte promesse delle quali non diamo menzione perché, non vorremmo ancora una volta deludere le aspettative del “paziente” usticese… Ci sarebbe piaciuto sentire dal primo cittadino o dal Soprintendente o dall’assessore delegato se e quando verranno abbattute le barriere architettoniche perché, certamente, non dovrà essere il “disabili ad adeguarsi alle imprescindibili esigenze dell’Architettura e dei Funzionari della Soprintendenza”.
E’ stata fatta rimarcare da alcuni cittadini presenti, come nota negativa, ancora una volta l’assenza dell’assessore al turismo… Sindaco, Ustica non ha bisogno di VIP (Very Important People), necessita di un governo dell’Isola che vive i problemi della gente… Tu potresti essere già l’accezione…

^^^^^^^^^^

[nggallery id=399]

^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw Manfrè

Dear Angelo Longo, thank you for taking the time to respond to my comments about the Museo. I see you were born 2 years after me. Very interesting that your father came to New Orleans to work, and you ended up in the most northern part of Italy.
In America, everyone is in love with Italy !!! everyone I see or talk to says, I love to go to Italy or I want to go to Italy. The history there is almost unbelievable !!! Here if something is 200 years old, people are excited. In Italy, especially Sicily, the history almost goes back to the beginning of civilization.
I think Italians are so used to their ancient history all around them, they probably do not value it as much as we do. But it is good to see things are progressing, slowly. Since I visited the Cinque Terra, in year 2000, it has become a protected reserve, when I went to the Segesta Temple last year, they even had a guard there and you are not allowed to enter the temple.
So in Ustica, which is full of ancient history, maybe slowly they will see it’s value and progress into keeping it in good shape.
Se Dio Voile, maybe I meet you someday in Ustica.

Deo benedire, Marlene Marchese Manfre, Robershaw

^^^^^^^^^^^

Mario,

Un amico che era a fianco del Sindaco mi ha riferito: – “Il sindaco avrebbe voluto tagliare il nastro ma i collaboratori avevano portato solamente il nastro lasciando nel cassetto le forbici. Il sindaco per due volte ha provato a tagliare il nastro facendolo passare tra l’indice ed il medio ma non c’è riuscito…
Ha cercato collaborazione ad una signora che gli ha offerto l’accendino…  è stato rifiutato perché non erano stati avvertiti i pompieri…
Il sindaco, allora, in regime di ristrettezze economiche ha pensato bene di sciogliere il nastro e conservarlo per la prossima inaugurazione…”

La verità, comunque l’abbiamo saputo in serata. I collaboratori hanno deciso, per motivi esclusivamente scaramantici, di non far tagliare il nastro perché nessun taglio del nastro era andato a buon fine.

^^^^^^^^^^

Da Palermo Mario Oddo

Pietro, nel passare in rivista le foto che con la consueta puntualità hai pubblicato in occasione dell’inaugurazione del Museo Archeologico di Ustica non è sfuggito alla mia attenzione che il Sindaco non ha “TAGLIATO” il tradizionale nastro come in uso in manifestazioni del genere bensì lo ha “SCIOLTO” con le mani. E’ stata utilizzata una vigente nuova variante al protocollo ? una cercata personalizzazione del gesto ? una singolare rottura con la tradizione ? in due parole: come maì ?

^^^^^^^^^^

Da Borgomanere Angelo Longo

Dear Mrs Marlene,my name is angelo longo b. in ustica in 1936. my father lived and worked in new orleas many years ago. I thing you like news about ustica,but true.our USTICA , myne and your is very beatful. she is alwais in our hart and we want respect for her.

but many thigs ar’nt no good and our monuments ar’nt rispected. torre dllo spalmatore, castello saraceno. in Ustica we have just two things very important! MOTORINI AND CARS MANY, MANY CARS.Sorry mrs MARLENE. WE passed from SCECCO to the cars. Before for me was better! And for you?

your sincerely

angelo longo

^^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Hi Marlene, i thought like you, this must be the new venue, is not in the Tower overlooking the city but about in the Village’s center, near the Ambulatory and i am sure has some ancient artifacts of Ustica. I saw Vito and is on pic. n.4577.

Ciao Agostino

 

^^^^^^^^^^^

Dalla California Marlene Robershaw Manfrè

Very nice, bravo !! for Museo !! I have some questions: Is it located in one of the Towers ?? Does it also have some of the artifacts of ancient Ustica ?? I did not see Vito Ailari in the group ?? I always thought Vito is the Island Historian. Was he on vacation ?? Missed seeing him.

Marlene Robershaw (Manfre)

 

COMUNICATO STAMPA – Presentazione Museo Archeologico di Ustica

comune-ustica-5


COMUNE di USTICA

Ustica 10.09.11 – Prot 4709

OGGETTO: COMUNICATO STAMPA Presentazione Museo archeologico di Ustica.

Saranno presentati ad Ustica, sabato 17 alle ore 11.00, dal Dirigente Generale del Dipartimento Regionale Beni Culturali e Identità Siciliana, Gesualdo Campo, dal Soprintendente ai Beni Culturalie Ambientali di Palermo, Gaetano Gullo e dal Sindaco di Ustica, Aldo Messina, i nuovi padiglioni del museo Archeologico dell’isola che saranno intitolati a Padre Carmelo Da Gangi.

“I nuovi padiglioni- afferma il sindaco, Aldo Messina, sono stati realizzati su un vecchio edificio, interamente restaurato con fondi europei, adibito in passato, durante il periodo del confino, a carcere e che è stato concesso in uso dal Demanio, grazie ad una convenzione stipulata nel 2004 con il diretto interessamento dell’allora Soprintendente, Adele Mormino e della dottoressa Francesca Spatafora. L’edificio è noto con il soprannome di “ Fosso” ed in realtà durante i lavori di restauro è stata ritrovata una grotta con una botola dalla quale venivano calati i prigionieri più ribelli. Oggi, grazie all’intervento del nuovo Soprintendente, Gaetano Gullo, si completa la prima fase di allestimento e l’occasione dell’incontro sarà opportuna per valutare la possibilità di acquisire alcuni reperti archeologici usticesi attualmente ospitati al museo Salinas di Palermo e per studiare, su fondi P.O.R., nuovi percorsi gestionali con il coinvolgimento anche di cooperative locali. Si presenterà inoltre la nuova bozza di convenzione tra la Soprintendenza di Palermo e il Comune di Ustica per la gestione comunale diretta sia del Museo che del Villaggio Preistorico, datato alla media età del Bronzo”

L’esposizione verrà presentata da Francesca Spatafora, responsabile scientifico delle ricerche archeologiche nell’isola di Ustica.

Parteciperanno all’incontro, oltre alle autorità locali ed ai cittadini, il professor Carmine Ampolo , direttore Laboratorio Storia e Archeologia della Normale di Pisa, la Professoressa Cecilia Parra, docente archeologia dell’Università di Pisa, la Dssa Adele Mormino, direttrice del Centro di restauro e Progettazione e i docenti di clinica otorinolaringoiatrica Antonio Pirodda ( Bologna), Domenico Celestino(Roma), Ettore Cassandro(Catanzaro), Eugenio Mira ( Pavia), Gianpiero Neri (Chieti), Mario Patrizi (Roma), Enrico Martines ( Palermo),Paola Prendini (Milano).Giuseppe Cavallazzi (Milano), Carlo Ballarino ( Mantova), Eliana Cristofari (Ivrea) e Mario Maida (Firenze). Al termine della cerimonia gli illustri ospiti saranno invitati dal sindaco di Ustica ad una colazione in barca al fine di presentare loro le bellezze naturalistiche dell’isola. .

IL SINDACO
dr Aldo Messina

^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Palermo Mario Oddo

“quindi” …. chiedo al Primo Cittadino di Ustica: ma non sarebbe stato molto più elegante e esauriente rispondere: “il problema, che peraltro ci sta molto a cuore, è al momento per motivi “X” di difficile soluizione tant’è che, identicamente irrisolto lo abbiamo al Comune” ?

^^^^^^^^^

Da Montecosaro (MC) Mariangela Militello

“Quindi?” sta per “E allora ????” Con tutto il rispetto vogliamo mica parlare di “sensibilità sbarrata”……Potrebbe capitare ad ognuno di noi…

Augurandole un buon lavoro.

Mariangela Militello

^^^^^^^^^^^^

Da Bologna Andrea Tranchina (ex Presidente Consiglio Ustica)

E quindi… un buon amministratore sensibile alle esigenzie dei più sfortunati provvede. Buon lavoro.

^^^^^^^^^^^^^^^

Da Palermo il Sindaco Aldo Messina 

no e neanche al Comune. quindi?

^^^^^^^^^^^

Da Bologna Andrea Tranchina

Domanda secca e semplice al Sig. Sindaco le barriere archittetoniche sono state abbattute come previsto dalla vigente normativa per i luoghi pubblici? La risposta è facile, grazie Andrea

 

Presentazione Museo Archeologico

comune-ustica-5 COMUNE DI USTICA

Ustica 10.09.11 – Prot 4709

 

Sig Assessori
Sig Presidente Consiglio
Sig Consiglieri Comunali
Sig Responsabili Area
Padre Lauro Vattuone
Sig Preside Istituto Comprensivo
Dr Mariano Scalisi
Dr Maurizio Severino
Comando VVUU
Stazione Carabinieri
Comando GGFF
Delegazione di Spiaggia
Teleposto Aeronautica militare
Stazione VVFF
Usticasape
Buongiornoustica
Cooperativa Ciprea
Centro studi Isola di Ustica
Consorzio Albergatori Ustica.

AVVISO AI CITTADINI

OGGETTO: Presentazione Museo archeologico

Le SV sono invitate a partecipare alla cerimonia di presentazione del Museo Comunale Torre Santa Maria- Padre Carmelo che è stata organizzata unitamente al sovrintendente BBCC , Gaetano Gullo e del Direttore Dipartimento Regionale BBCC, Giuseppe Grado. All’incontro, che avrà luogo il 17 .09.11 alle ore 11.00 in Largo Gran Guardia, hanno aderito inoltre il professor Antonio Pirodda ( Bologna), Domenico Celestino( Roma), Ettore Cassandro(Catanzaro), Eugenio Mira ( Pavia), Gianpiero Neri ( Chieti) e Mario Patrizi ( Roma).

Essendo l’effettivo svolgimento dell’incontro condizionato alle condizioni meteo (arrivo con Catamarano Ustica Lines delle 7.00 e partenza 18.30), quanti interessati sono pregati di chiedere conferma all’ufficio di gabinetto dello scrivente.

IL SINDACO
dr Aldo Messina

^^^^^^^^^^^^

Da Bologna Andrea Tranchina

Egregio Sig. Sindaco grazie per l’invito che ha rivolto ai cittadini usticesi, un museo archeologico è un punto fermo da dove cominciare per l’identità di un popolo, importante per costruire il futuro, e vivere il presente, presente che sembra non appartenere più ai cittadini usticesi ma ad avventurieri che arrivano sfruttano la nostra isola ne traggono i benefici e poi scappano via. Purtroppo non ho avuto occasione di visitare il nuovo museo spero che in futuro sia pubblicizzato e aperto con orari regolari che possano permettere la fruibilità a un maggiore numero di visitatori, come spero visto che la struttura è stata ristrutturata di recente che le barriere architettoniche sia state abbattute come previsto dalle vigenti norme in modo da garantire l’accesso ai cittadini diversamente abili, e spero che voglia emettere un’ordinanza per non consentire il parcheggio nella zona di entrata del museo.

Grazie il cittadino Andrea Tranchina

 

Provvedimenti Amministrativi


comune-ustica-5COMUNE DI USTICA

Al Direttore del Museo Archeologico – Dott. Michele Benfari

e, p.c. Al presidente del Consiglio comunale di Ustica

OGGETTO: Bozza di convenzione Museo Vulcanologico Rocca della Falconiera ( Ustica )

In Considerazioni delle origini geofisiche che uniscono le nostre isole.
In Considerazioni alle similitudini storiche che accomunano le nostre isole ed alle comunanze sociale che ci uniscono.
In Considerazione della volontà di questa amministrazione tutta di ristrutturare ed allestire ad Ustica il museo-Osservatorio di geofisica e vulcanologia con la collaborazione di illustri organi come Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e del centro studi e Documentazione “Isole di Ustica” affinché si possa valorizzare , tutelare e divulgare il patrimonio storico e naturalistico dell’ isola di Ustica.
In seguito ai rapporti intercorsi ed alla nostra volontà di avervi al nostro fianco nella realizzazione di tale progetto.
Visto la volontà espressa dal consiglio comunale di Ustica Vi trasmettiamo la bozza di convenzione da noi predisposta a finchè possiate sottoscriverla e rimandarcela in tempi brevi con eventuale vostre osservazioni

Il Sindaco
Dr Aldo Messina

 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

COMUNE DI USTICA

Al direttore del Museo Archeologico Regionale “Antonino Salinas” – Palermo

e pc. – All’Assessorato Regionale Beni Culturali e Ambientali On Assessore Sebastiano Missineo- Palermo

– Al Centro studi Isola di Ustica Responsabile Cultura

Oggetto: Richiesta in deposito temporaneo reperti archeologici rinvenuti a Ustica.

Questo Comune ha ultimato i lavori di restauro e rifunzionalizzazione a fine museali del complesso penitenziario “Ex fosso” – casa Carabozzello – secondo le indicazioni della Soprintendenza Beni Culturali e Ambientali di Palermo.
Questa Amministrazione intende utilizzare i locali, dotati di sistemi di sicurezza attiva e passiva, per ampliare l’esposizione, al momento sistemata esclusivamente nella torre S. Maria, e per offrire una più completa fruizione complessiva del patrimonio archeologico dell’isola.
In considerazione che, in accordo con la Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali, nei suddetti locali verrà a breve allestito il nuovo polo espositivo.
A tal fine si chiede alla S.V. di volere concedere il deposito temporaneo dei materiali rinvenuti a Ustica nel corso delle campagne di scavo condotte sia al Villaggio preistorico dei Faraglioni che al sito ellenistico della Falconiera.

IL SINDACO
Dr Aldo Messina

 

^^^^^^^^^^^^

COMUNE DI USTICA

Capitaneria di Porto di Palermo – c.a. amm. Francesco Carpinteri – Palermo

e, p.c. Delegazione Spiaggia Ustica
Sigg. assessori
Sig. presidente Consiglio
Responsabile UTC

OGGETTO: richiesta incontro con oggetto” Locali delegazione spiaggia Ustica e Beni AMP”

Sentito il parere espresso dal Consiglio Comunale di Ustica, preso atto che il contratto di comodato d’uso dei locali ( “ Casa Argento”) destinati ad ospitare la locale delegazione di spiaggia è scaduto nel 2002, si chiede alla S.V. volere fissare la data di una conferenza di servizio, alla quale parteciperei con una rappresentanza sia politica che amministrativa, con i seguenti punti all’ordine del giorno:

– Locali delegazione di spiaggia
– Locali “ laboratorio AMP” Isola di Ustica
– Beni Strumentali CIRITA
– Strumentazioni, Mezzi nautici e veicoli AMP Isola di Ustica

lIl Sindaco
Aldo Messina