Ustica zona Area Marina Protetta al tramonto con vista montagne Sicilia


Zona Area Marina Protetta e montagne Sicilia

Comune di Ustica, interdizione al pubblico area cimiteriale


 

Selezione pubblica per il conferimento di incarico di Direttore dell’Area Marina Protetta “Isola di Ustica”


Download (PDF, 165KB)

Download (PDF, 242KB)

Il Maestro Nicoletti compone un’aria sacra sul Beato Padre Pino Puglisi


Il Maestro Nicoletti compone un’aria sacra sul Beato Padre Pino Puglisi e la esegue in prima assoluta mondiale davanti alla sua tomba, nella Cattedrale di Palermo.

Domenica 18 novembre, alle ore 12.00, nella Cattedrale di Palermo, il  Maestro Teresa Nicoletti, compositrice e mezzosoprano di fama internazionale, ha eseguito in prima assoluta l’aria sacra: “Padre Pino Puglisi, Anima Beata”, testo e musica originali da lei composte. Ad accompagnarla il Maestro Mauro Visconti, organista ufficiale della Cattedrale.

L’esecuzione in prima assoluta mondiale è avvenuta davanti alla tomba del beato, martire della fede, ucciso dalla mafia il 15 settembre 1993. Presenti all’evento moltissimi fedeli e Sua Eminenza Rev.na il Cardinale Edoardo Menichelli, che si è complimentato con il Maestro Nicoletti e le ha impartito la sua benedizione.

***

Padre Pino Puglisi, Anima Beata                      

                                      Musica e testo di Teresa Nicoletti

Anima Beata che vegli sulla Terra,
Angelo ubbidiente che hai dato la tua vita
in sacrificio per l’umanità.

Voce che difende i sogni apparsi all’alba della vita.
Voce sorridente che fa scudo alle speranze offese.
Voce che cammina e supera i deserti rassegnati
che albergano nell’anima di chi implora il perdono.

Il senso della vita è un sentiero scalzo che umile si fa
e ha il capo reclinato
e viaggia verso la verità.
Il senso della vita è un coraggioso aiuto a chi forza più non ha
per fuggire l’inganno
che solo la Fede vincerà.

Anima Beata che vegli sulla Terra,
Angelo ubbidiente che hai dato la tua vita
in sacrificio per l’umanità,
che vegli su Palermo, che sempre, sempre è la tua città.

Copyright © Teresa Nicoletti 2018

Al Maestro Teresa Nicoletti le più vive congratulazioni dalla Redazione di Ustica sape

 

 

 

Ustica, snorkeling alla scoperta della Prima Area Marina Protetta d’Italia


Download (PDF, 156KB)

Riceviamo e pubblichiamo -Area Marina Protetta Isola di Ustica


C O M U N E   D I   U S T I CA 

COMUNICATO STAMPA 

 AREA MARINA  PROTETTA DI USTICA, LICCIARDI E LIVRERI: Convenzioni con le Università di Trieste, Palermo e Bologna, Convenzione con il CNR,  Accordo con Legambiente, Progetto EuroMediterraneo tra sponda Nord e sponda Sud: un “pacchetto” di iniziative per consolidare il ruolo di Ustica sul fronte delle politiche ambientali e di sviluppo.  

 “Se il 2016 è stato l’anno del Trentennale dell’Area Marina Protetta di Ustica; se il 2017 è stato l’anno delle 5 Vele di Legambiente e Touring Club, il 2018 sarà l’anno dei progetti Nazionali e Comunitari di valenza ambientale, scientifica e sociale” dichiarano Attilio Licciardi, Sindaco di Ustica e Salvatore Livreri Console, Direttore dell’Area Marina Protetta Isola di Ustica.

“L’Area Marina Protetta Isola di Ustica permane uno snodo della ricerca innovativa e della sperimentazione di progetti Pilota. Le convenzioni con l’Università di Trieste, e di Bologna, oltre a testimoniare il ruolo nazionale della ricerca svolta ad Ustica, consentiranno all’Area Marina Protetta di migliorare la gestione attraverso il monitoraggio e la misurazione della biodiversità marina, lo studio della geologia e della geomorfologia marina. In qualche caso si sperimenteranno forme di collaborazione con gli operatori del mare con esperienze di Cittadinanza Attiva; la Convenzione con il CNR verte sui temi della mobilità sostenibile; l’Accordo con Legambiente riguarda la progettazione partecipata nei settori delle politiche sociali e giovanili. Infine il modello virtuoso cui tenacemente tende l’isola nella gestione del suo ciclo delle acque trova una proiezione internazionale con la collaborazione con l’Università di Palermo in un progetto EuroMediterraneo, con scambio di Buone Pratiche tra la sponda nord Italia e Spagna) e sud (Tunisia, Giordania e Palestina) del nostro mare.”

“Si tratta – concludono il Sindaco e Presidente dell’AMP Licciardi e il Direttore Livreri – di un “pacchetto” di iniziative che puntano a consolidare il ruolo di punta di Ustica sul fronte delle politiche ambientali e di sviluppo sia a mare che a terra”

U.R.P.  Comune di Ustica

Ustica, 9 Dicembre 2017

Ustica, zona Area Marina Protetta


Ustica, zona Area Marina Protetta
Ustica, zona Area Marina Protetta

Determinazione comune Ustica, Gazebi installati presso area mercatale Belvedere Filippo Vassallo


“Errare umanum est, perseverare autem diabolicum, et tertia non datur.”

Download (PDF, 404KB)

Autorizzazione utilizzo gazebi presso area mercatale Belvedere Filippo Vassallo


Download (PDF, 1.92MB)

Ustica, “Area mercatale” sul belvedere Filippo Vassallo – brutto impatto ambientale!

Ci eravamo illusi di poter contare sugli annunci circa la “vocazione ambientale” di questa amministrazione ma, dopo aver visto l’avallo dello scempio delle villette del centro storico e l’impatto negativo dei gazebo sul belvedere Filippo Vassallo,  e di altro ancora che  parleremo in seguito, ci eravamo sbagliati!…

Gli eccellenti polmoni verdi delle due piazzette sono stati seppelliti da decine di metri cubi di cemento e oggi  ci ritroviamo a vedere una sfilza di antiestetici gazebo i cui  pali metallici,  che verranno ricoperti quanto prima da teli bianchi plastificati, ancorati ad ancora più antiestetici e pericolosi per l’incolumità pubblica cubi in cemento, danno un  brutto impatto ambientale, visibile da chi arriva da Palermo e non solo.

Ci chiediamo come la Soprintendenza ai Beni Culturali, sempre “vigile ed attenta”, abbia potuto rilasciare  l’autorizzazione  all’occupazione di una così vasta area del Belvedere Filippo Vassallo.

PB 

^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Agostino Caserta

Non mi ero sbilanciato prima perche’ la visuale dalla Web Cam non e’ completa, ma avevo visto bene. Molto brutto. Rovina la semplicita’ e la tranquillita’ del luogo. Un altro cattivo regalo fatto all’isola di Ustica con ancoraggio in blocchi di cemento…..Peggio della Caserma Finanza….troppi Alberi di Natale in plastica e metallo …. Negli ultimi 23 anni Ustica vandalizzata !

^^^^^^^^^^^^^^^
Da Palermo Sergio Fisco
Caro Pietro,
malgrado le proteste motivate giunte da più parti, continua la “deforestazione estetica di Ustica”. Sembra che si stia facendo di tutto per cancellare
la naturalezza dell’Isola nei punti di impatto visivo più immediato dimenticando di evidenziare il per chi e il perchè di queste scelte opinabili e trascurando ciò che il turismo chiede; ad esempio
accessi al mare più facili e sicuri nelle contrade più belle della costa isolana anche dove non è possibile installare rumorosi ma remunerativi stabilimenti balneari.
Continuo a dire “che inutile spreco”.

^^^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Giuseppe Mistretta

Tranquilli, la natura farà il suo corso: una bella sciroccata e tutto volerà via….

20160122_143512IMG_7737IMG_7743IMG_7748

Sostituzione RUP lavori “Progetto Area Mercatale” Ustica


Download (PDF, 52KB)

Ustica, Zona Area Marina Protetta


Ustica, Zona Area Marina Protetta

Ustica, zona Area Marina Protetta


https://www.usticasape.it/wp-content/uploads/2015/02/F.C.5260-ZZona-Area-Marina-Protetta

Ustica: Assemblea cittadina del 17/10/2014 – Area Marina Protetta e il suo Direttore


 

 Barca primaveraSindaco – il Direttore  della Riserva Di Carlo è stato nominato su segnalazione del Prof. Gico Corriero, non abbiamo fatto un avviso pubblico perchè ci siamo fidati…

Imprenditore J –  Io da imprenditore che lavora a mare so l’importanza delle catenarie, degli ancoraggi e di altre attività che hanno attinenza con il mio lavoro e so anche quale importanza ha la programmazione.   Se non si riesce a programmare in tempo la stagione turistica si rischia di affondare. Il direttore della riserva è una figura importantissima sia dal punto di vista organizzativo che dal punto di vista ambientale

Sindaco – Relativamente alle catenarie, la disponibilità finanziaria per la concessione  l’abbiamo avuta con l’approvazione del bilancio, nel mese di luglio. Una volta avuta la concessione si doveva bandire la gara  e i tempi  tecnici per l’installazione non sarebbero stati compatibili con la stagione. A questo punto abbiamo atteso la fine della stagione e abbiamo avuto un risparmio di quasi 8.000 €. . La possiamo fare dal 1° Ottobre al 31 dicembre e poi il prossimo anno la facciamo piena. È stato un discorso di opportunità e di risparmio di soldi.

Imprenditore J – Noi che lavoriamo a mare abbiamo bisogno di servizi efficienti… l’ancoraggio dal 10 agosto al 10 settembre è stato un servizio, diciamo, scarso…
Arrivati a questo punto bisogna fare le cose con criterio scegliendo un buon direttore della Riserva Marina e al più presto possibile.

Consigliere Comunale R. Mancuso – Adesso, dopo l’esperienza che abbiamo avuto, bisogna andare con calma!…  con calma!… per me è un fallimento…  l’equipaggio di una nave è formato di comandante, marinai ecc.  e sono tutti cambiati…

Imprenditore J –  e quindi il direttore della Riserva è un marinaio…   dal mio punto di vista, con le dimissione, per lo stesso motivo,  del  V. Sindaco, del direttore della prima Riserva Marina d’Italia  (con un curriculum lunghissimo, consigliato da una persona competente),   del  consulente alla Riserva  e con  l’allontanamento dell’Ass. Ajovalasit,  tutta gente di spessore…  gente della vostra squadra… dovete  prendere in considerazione che c’è qualche cosa che non va?… oppure diciamo sempre non è vero, non è vero…
Il  V. Sindaco è stato forse  l’unico cristiano che è riuscito a mettere d’accordo la maggioranza con la minoranza per tutta l’estate…
La Ajovalasit è stata una persona molto grande e si è ritrovata fuori…
Guarda caso tutti denunciavano questo rapporto difficile con il Capo dell’Ufficio Tecnico…  io da sindaco, io da  amministratore non avrei dato ragione né torto né a l’una né a l’altra parte però mi sarei  chiesto – cosa stava  succedendo con questo Capo Ufficio Tecnico…

Presidente del Consiglio – Per il Direttore di Carlo nessuno era buono al comune. Lui ha denunciato cattivi rapporti con tutti  i dipendenti …

Ex V. Sindaco Giovanni Tranchina (tacco) –  Non è assolutamente vero… io ho la fotocopia della lettera i tasca … non è vero…  il direttore dell’Area Marina Protetta  ha protocollato la lettera il 22 maggio e da allora questo ragazzo non ha avuto appoggio politico…  lo capisci o non lo vuoi capire … Il 22 maggio scrive al Sindaco queste parole –  “ vi pregherei di aiutare a far capire che l’obiettivo dell’amministrazione è uno dei primi obiettivi compiuti dell’AMP”

PB

CONTINUA

Ustica – zona Area Marina Protetta

Area Marina Protetta

 

^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Angelo Lusitano

Mi sembra che l’isola e’ diventata tutta protetta. ma vorrei sapere un turista cosa viene a fare li se non puo’ far nulla. Visto che e’ tutto divieto di balneazione divieto di pesca!!!

^^^^^^^^^^^

Da Giovanni Maietta

Personalmente vengo ad Ustica tutti gli anni dal 2008 proprio perché non si può fare il bagno da per tutto e non si può pescare. Mi piacerebbe rimanesse così. Per differenti esigenze esistono altre località più permissive ma forse non così integre. Saluti

 

 

 

 

Avviso al Pubblico – Area in attesa di bonifica


avviso al pubblico

Ustica: Sequestro Area Depuratore


 

L'Isola

 

Prot 3490  del 29 – 07 – 2014

 

 

Al Sig.  Sindaco del Comune di                    Ustica
Al Sig.  Presidente del Consiglio                 Ustica
E, p.c.     Al Sig.  Segretario Comunale   Ustica
“  “ “        Al Capo Ufficio Tecnico Comune di  Ustica

OGGETTO:  Sequestro area depuratore.

Sentire che la Capitaneria di Porto ha messo i sigilli al nostro depuratore è una brutta notizia.

Purtroppo era ben visibile, dal mare e dalla falconiera, che da qualche mese  l’impianto veniva by-passato e lo stesso era in uno stato di abbandono totale.
Da quando è andato in congedo l’addetto al depuratore, che in qualche  modo e con notevole impegno lo faceva funzionare, nessuno si è più curato della depurazione delle acque e della sedimentazione e dello smaltimento dei fanghi.
Abbiamo considerato un grave errore politico, più volte rappresentato e suffragato dall’accaduto, l’assunzione di un dirigente (un ingegnere) all’ufficio tecnico invece che di un operaio addetto al depuratore che avrebbe potuto garantire la manutenzione dell’impianto.
A questo punto chiediamo all’amministrazione  di dare risposte concrete e coraggiose nell’interesse dell’Isola e non nascondersi dietro comunicati forvianti e spesso prive di verità.
Chiediamo altresì di sospendere il pagamento degli oneri di depurazione sino al dissequestro dell’area ed al rimborso dell’ultima quota già pagata in quanto il servizio non è erogato anzi tutto ciò crea un notevole danno all’immagine di Ustica.

Ustica, lì 29 Luglio 2014

Il Capo Gruppo di Minoranza “ L’Isola “

( F.to Felice Caminita )

 

 

Ustica e la sua Area Marina Protetta

AMP Ustica

Seppur con ritardo, parte a pieno ritmo il lavoro dell’Area Marina Protetta”Isola di Ustica”.

Il Centro Info, in Piazza Umberto I,  è ormai aperto dai primi di giugno (10-13 & 17.00-20), grazie soprattutto alla collaborazione tra il Comune di Ustica, Ente Gestore dell’AMP, e l’Associazione VisitUstica.

I percorsi snorkeling “seawatching” sono attivi dal 14 giugno e rimarranno attivi fino al 15 settembre a Cala Sidoti, dove il personale dell’AMP sarà a disposizione per visite guidate gratuite per conoscere i fondali di Ustica e le creature marine che vi abitano. Da quest’anno viene allargata anche la zona di balneazione, consentendo ai turisti e bagnanti di godere delle calette fin’ora chiuse in Zona A. La zona interdetta alla balneazione rimane la zona dello “sbarramento”, debitamente segnalata da apposita cartellonistica.

Questa settimana si vedranno le boe d’ormeggio, importanti per i diportisti e per la sicurezza a mare, e sono già visibili sull’isola i nuovi pannelli informativi dell’AMP. Nei nuovi pannelli, enfasi è stata data all’aspetto didattico, che serve a valorizzare l’aspetto di conservazione dell’AMP ed a far capire a tutti coloro che la visitano il suo valore ambientale.

Già a Ustica volontari e stagisti dell’Università di Palermo, che daranno supporto all’AMP nel svolgere il monitoraggio ambientale. In visita anche gli studenti del Progetto MMMPA, progetto finanziato dalla Comunità Europea, che mira a formare i direttori di domani, guidando giovani ricercatori ad apprendere le tecniche di gestione delle aree marine protette.

Si terrà poi dal 6 all’8 luglio a Ustica, il consiglio di amministrazione del MedPAN, il network di aree marine protette che consorzia la maggior parte delle AMP del Mediterraneo. In Sicilia, l’AMP di Ustica, le Isole Egadi e il Plemmirio fanno tutte parte del network. La riunione porterà a Ustica rappresentanti delle nazioni unite e direttori di altre AMP, come Cabrera in Spagna e Brijuni in Croazia. A seguire verrà organizzata il 6 luglio una giornata per l’AMP, con eventi e attività dedicate al mare.

Parte anche l’Osservatorio della biodiversità, progetto finanziato dalla Regione Sicilia, per il monitoraggio della biodiversità marina. I ricercatori del Consiglio Nazionale delle Ricerche, dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale e dell’Università di Palermo, si troveranno a Ustica a luglio per riprendere il lavoro di studi e monitoraggio che da qualche anno era stato interrotto.

Infine, Ustica viene inserita nella Guida 2014 a cura di Legambiente e Touring Club “il mare più bello”. Ustica riceve 3 vele per la bellezza e la qualità del suo mare. Un riconoscimento importante, ma su cui bisogna ancora lavorare per migliorare la qualità dei servizi e promuovere una gestione più sostenibile delle risorse.

Vorrei ringraziare la moltitudine di Usticesi – dice il Direttore Giuseppe Di Carlo –  che ogni giorno di offre aiuto e ci tende una mano che è sempre gradita per superare le difficoltà che si presentano giorno per giorno. L’AMP è un bene comune, siamo qui per lavorare per Ustica e per il suo mare, a beneficio della comunità tutta. Siamo ancora in una fase di crescita, ma ce la stiamo mettendo tutta rimettere l’AMP nelle condizioni di potere raggiungere i suoi obiettivi di protezione del mare e sviluppo del territorio.

Giuseppe Di Carlo, Ph.D.

Direttore Area Marina Protetta “Isola di Ustica”
Ente Gestore Comune di Ustica
Via Petriera, 90010 – Ustica (PA)
Tel. 091. 8449045, Cell. 347.2972613

Lavori di installazione postazioni di videosorveglianza nell’Area Marina Protetta di Ustica


Download (PDF, 385KB)

Zona Area Marina Protetta interdetta alla balneazione


[ id=20662 w=320 h=240 float=left] A chi non piacerebbe sostare e bagnarsi in queste acque!

Purtroppo, però, fanno parte, da circa 25 anni, dell’Area Marina Protetta e quindi interdetta alla balneazione a causa dei divieti imposti.  
E’ necessario cominciare a pensare come rendere fruibili questi posti unici…