Dalla California Agostino Caserta


asd_usticaEsiste ancora qualche strascico post-partita con il Makella ( invece di continuare a parlare, ha detto uno dei suoi giocatori, dobbiamo chiarire tutto nella partita di ritorno a Camporeale…) e in questo torneo, purtroppo, continuano ad accadere abbastanza fatti incresciosi che hanno poco a che fare con lo sport : Giocatori squalificati per 4 e 5 anni , risse, partite sospese ecc…. Bisognerebbe eliminare le cause di questi problemi. Alcune di queste non e’ facile individuarle ma altre sono tangibili come I reticolati fra il campo di gioco e gli spalti che non sono necessari e, fra l’altro, costringono il pubblico a vedere la partita “offuscata e a quadretti”. I deplorevoli fatti accaduti, purtroppo, si puo’ presumere, nascono da nervi tesi, ignoranza e insicurezza. A volte sorge il problema degli arbitri che non sono perfetti e fanno qualche errore ma quando si capisce e si tiene presente che gli errori non sono volontari e alla fine questi errori si compensano non ci sarebbe motivo di alterarsi. Il problema delle provocazioni ? il vero uomo maturo e’ quello che osserva in silenzio e fa finta di niente.

Giardinello, dopo Godrano ed Ustica, demograficamente e’ il paesino piu’ piccolo del girone Palermo A della Terza Categoria, con 1841 abitanti . E’ situato in una zona collinosa a 220 msl , quasi attaccato a Montelepre e un po’ a nord di Partinico da cui nel 1700 vennero i primi abitanti che formarono il villaggio feudale dell’attuale cittadina. L’economia e’ basata sull’agricoltura e derivati : olio di oliva e latticini, fra cui e’ rinomato il caciocavallo; la zona inoltre e’ ricca di agrumeti i cui prodotti vengono esportati anche all’estero e dalle foto si vede che hanno un bel complesso sportivo dotato di campo di calcio con manto erboso ben curato, pista di atletica e campi da tennis.

La partita dal punto di vista della classifica non sara’ determinante per entrambe le squadre per cui si puo’ pensare che sara’ disputata con schemi aperti e marcature non troppo strette quindi potrebbe essere a tratti spettacolare e fare divertire anche il pubblico presente, di cui si spera ci sia una buona rappresentanza usticese. Il Giardinello e’ una squadra che gioca e fa giocare, favorendo cosi le caratteristiche di velocita’ dell’attacco isolano, ma non dimentichiamo pero’ che per ogni conquista si deve lottare senza interruzioni. L’Asd Ustica domenica vedra’ di nuovo a disposizione due veterani, reduci da infortuni, che saranno determinanti nell’inculcare al resto del gruppo confidenza e faranno pesare la loro esperienza. Dopo la lunga sosta forzata dovuta a mancanza di mezzi di trasporto, tutti vogliamo vedere la nostra squadra scendere in campo con determinazione e una doppia motivazione : voglia di vincere e giocare con fair play come sempre, non perdendo di vista il motto Decubertiniano : ” Vincere va bene ma piu’ importante e’ partecipare.

Nuccio

Dalla California Agostino Caserta


asd_usticaEsiste ancora qualche strascico post-partita con il Makella ( invece di continuare a parlare, ha detto uno dei suoi giocatori, dobbiamo chiarire tutto nella partita di ritorno a Camporeale…) e in questo torneo, purtroppo, continuano ad accadere abbastanza fatti incresciosi che hanno poco a che fare con lo sport : Giocatori squalificati per 4 e 5 anni , risse, partite sospese ecc…. Bisognerebbe eliminare le cause di questi problemi. Alcune di queste non e’ facile individuarle ma altre sono tangibili come I reticolati fra il campo di gioco e gli spalti che non sono necessari e, fra l’altro, costringono il pubblico a vedere la partita “offuscata e a quadretti”. I deplorevoli fatti accaduti, purtroppo, si puo’ presumere, nascono da nervi tesi, ignoranza e insicurezza. A volte sorge il problema degli arbitri che non sono perfetti e fanno qualche errore ma quando si capisce e si tiene presente che gli errori non sono volontari e alla fine questi errori si compensano non ci sarebbe motivo di alterarsi. Il problema delle provocazioni ? il vero uomo maturo e’ quello che osserva in silenzio e fa finta di niente.

Giardinello, dopo Godrano ed Ustica, demograficamente e’ il paesino piu’ piccolo del girone Palermo A della Terza Categoria, con 1841 abitanti . E’ situato in una zona collinosa a 220 msl , quasi attaccato a Montelepre e un po’ a nord di Partinico da cui nel 1700 vennero i primi abitanti che formarono il villaggio feudale dell’attuale cittadina. L’economia e’ basata sull’agricoltura e derivati : olio di oliva e latticini, fra cui e’ rinomato il caciocavallo; la zona inoltre e’ ricca di agrumeti i cui prodotti vengono esportati anche all’estero e dalle foto si vede che hanno un bel complesso sportivo dotato di campo di calcio con manto erboso ben curato, pista di atletica e campi da tennis.

La partita dal punto di vista della classifica non sara’ determinante per entrambe le squadre per cui si puo’ pensare che sara’ disputata con schemi aperti e marcature non troppo strette quindi potrebbe essere a tratti spettacolare e fare divertire anche il pubblico presente, di cui si spera ci sia una buona rappresentanza usticese. Il Giardinello e’ una squadra che gioca e fa giocare, favorendo cosi le caratteristiche di velocita’ dell’attacco isolano, ma non dimentichiamo pero’ che per ogni conquista si deve lottare senza interruzioni. L’Asd Ustica domenica vedra’ di nuovo a disposizione due veterani, reduci da infortuni, che saranno determinanti nell’inculcare al resto del gruppo confidenza e faranno pesare la loro esperienza. Dopo la lunga sosta forzata dovuta a mancanza di mezzi di trasporto, tutti vogliamo vedere la nostra squadra scendere in campo con determinazione e una doppia motivazione : voglia di vincere e giocare con fair play come sempre, non perdendo di vista il motto Decubertiniano : ” Vincere va bene ma piu’ importante e’ partecipare.

Nuccio