Modi di cavalcare in tempi differenti


Ustica, corsa degli asini in piazza


Corsa degli asini in piazza

Ustica, asini con la funzione del taxi


affitto Asini taxi

affitto Asini taxi

Ustica rinasce fra asini e turisti


di Mario Cervi

A parole, tutti hanno scoperto le isole turisticamente meno celebrate del mare italiano: ma, in pratica, le cose stanno diversamente. Isole come Ustica, aspro paradiso di roccia, faraglioni, caverne, mare profondo e azzurrissimo, restano, per la stragrande maggioranza degli italiani, una meta non raggiunta. Ustica è lontana dall’Italia settentrionale, che dà al turismo, indubitabilmente, il maggior gettito; Ustica ha avuto, fino a quattro anni e mezzo or sono, la presenza sgradevole dei confinati. Queste circostanze le hanno per decenni impedito di aspirare a uno sviluppo mondano e alberghiero adeguato alle sue bellezze.

Del che ci si può per un canto dolere, e per un altro rallegrare.

La medaglia della realtà ha spessissimo due facce. E il caso di Ustica non fa eccezione alla regola. Se Ustica si fosse trovata al largo della costa ligure e non avesse ospitato i «coatti», oggi ce la ritroveremmo ridotta a un grazioso ma anche lezioso soggiorno balneare, con una natura tutta addomesticata, sfruttata, reclamizzata, razionalizzata, probabilmente anche con grandi caseggiati di cemento armato, con alberghi di lusso molto «esclusivi», con una popolazione smaliziata, abile e avida, e non mancherebbero sicuramente night club costosi e sofisticati.

Ma Ustica è all’estremo sud, gravita su Continue reading “Ustica rinasce fra asini e turisti”

Ustica, mucche ed asini nell’aia


Ustica, mucche ed asini nell'aia
Ustica, mucche ed asini nell’aia

Domenica, turisti in cerca di asini


Domenica, turisti in cerca si asini
Domenica, turisti in cerca di asini

Ustica, asini taxi in piazza per turisti


Ustica, asini taxi in piazza per turisti
Ustica, asini taxi in piazza per turisti

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Asino che ragliaQuo usque tandem abutere, Catilina, patientia nostra? Quam diu etiam furor iste tuus nos eludet? Quem ad finem sese effrenata iactabit audacia? 

Cicerone

—————

“Fino a quando, dunque, Catilina, abuserai della nostra pazienza? Quanto a lungo ancora codesta tua follia si prenderà gioco di noi? Fino a che punto si spingerà la tua sfrenata audacia? 

Ciceroce

 

Lenticchie pestate nell’aia con gli asini


Lenticchie pestate nell'aia con gli asini
Lenticchie pestate nell’aia con gli asini

Ustica, raccolta immondizia porta a porta con asini con il “pannolone”


Raccolta netturbe porta a porta
Raccolta immondizia porta a porta

San Barolicchio, l’ “asino di Totò” ha vinto il primo premio


 San Bartolicchio  primo premio

Mucche ed asini a lavoro nell’aia


Mucche e asini a lavoro nell'aia

Ercole Taranto trasporta con l’asino sacchi di pale di fichi d’India


[ id=20945 w=320 h=240 float=center]

Ustica: Cala Santa Maria – Bagnanti – Asini taxi


[ id=20768 w=320 h=240 float=center]

I due asini… l’attento e il distratto


[ id=19756 w=320 h=240 float=center]

Trebbiatura del grano con il calpestio


[ id=19194 w=320 h=240 float=left] La separazione dei chicchi di grano dalle glume e dalla paglia veniva effettuata facendo camminare a circolo bovini o asini, sopra il grano disteso nell’aia, spesso trainando una pietra piatta con delle scanalature per far fuoruscire il grano dalle spighe.

Ad ogni passaggio degli animali il contadino rivoltava il grano con la “trarenta” (forcale) .

Il grano veniva insaccato dopo aver separato i chicchi dalla paglia e dalla pula con la spagliatura e la setacciatura.

PB

 

Aratura con asino


[ id=18012 w=320 h=240 float=center]

G. Gurrieri – “la Sponda”


[ id=17877 w=320 h=240 float=center]

 

 

Corsa di “scecchi” in piazza (asini) – giudice di linea il cane


[ id=13268 w=320 h=240 float=center]

Giro turistico con gli asini


[ id=9812 w=320 h=240 float=center]

COMMENTO:

Da Palermo Eliana Domunici

Ciao Angela , io ho fatto 15 anni di equitazione e da bambina , come è successo a te, ho anche montato l’asinello (Tony) che avevamo in campagna e ricordo di essermi divertita moltissimo dalle foto e dal ricordo che ho conservato nell’anima…..

Si forse è vero non è rilassante , però dai sarebbe molto divertente per i turisti , soprattutto quelli stranienri 🙂

^^^^^^^^^

Da Ustica Angela D’Angelo

Divertente si. Rilassante non proprio, specialmente per chi non ci è mai salito sopra.Da bambina ci sono stata diverse volte e avevo paura che da un momento all’altro mi buttasse per terra (l’asinello). Però ci tornerei volentieri e sarebbe bello che tutti i bambini provassero questa bella emozione.