Scuola: Lagalla a Ustica, presto tavolo regionale per isole


 (ANSA) – PALERMO, 31 OTT – L’assessore regionale all’istruzione e alla formazione professionale, Roberto Lagalla, si é recato stamane ad Ustica in rappresentanza del governo Musumeci per conoscere, dopo le disfunzioni segnalate all’avvio dell’anno scolastico, quali criticità affliggano il sistema scolastico usticese. “Ho visitato i plessi scolastici dell’Isola constatando una situazione fatta di incompiute e di inevitabili restrizioni al quotidiano esercizio al diritto allo studio. Una situazione complessa – spiega Lagalla – sia per quanto riguarda la fruibilità dell’offerta didattica che per quanto concerne lo stato dell’edilizia scolastica. Con l’amministrazione comunale e con la dirigenza scolastica abbiamo avviato serio un confronto, individuando sin da subito alcune iniziative di supporto e di potenziamento alla didattica che potranno essere avviate già nei prossimi mesi”.
Dopo la visita dei plessi scolastici, l’assessore, insieme al Sindaco di Ustica, Salvatore Militello e al Dirigente scolastico, Massimo Leonardo, ha incontrato il Comitato delle famiglie degli studenti presso l’aula consiliare. In questa direzione ed in relazione alla peculiarità della situazione scolastica delle isole minori della Sicilia, l’assessore Lagalla proporrà al presidente Musumeci di istituire un tavolo regionale, con il coinvolgimento dell’Ufficio Scolastico Regionale, per la specifica trattazione dei problemi dell’istruzione scolastica nelle isole. L’obiettivo sarà quello di individuare azioni efficaci per garantire l’adeguata fruibilità del percorso formativo, garantendo ambienti scolastici idonei alle loro finalità educative.(ANSA).


 

Scuola, disagi a Ustica: Lagalla incontra studenti e famiglie


Oggi, giovedì 31 ottobre, l’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale, Roberto Lagalla, affiancato da una delegazione del Dipartimento, si recherà ad Ustica per incontrare i rappresentanti della comunità studentesca, insieme al sindaco Salvatore Militello.

Sarò in visita ad Ustica per esprimere la vicinanza del governo regionale agli studenti e alle tante famiglie dell’isola che, all’inizio dell’anno scolastico – spiega Lagalla – hanno segnalato al mio Assessorato ed all’Ufficio Scolastico Regionale, sul quale ricade la competenza, alcune problematiche che hanno impedito il regolare inizio delle attività didattiche. Sarà quindi l’occasione per visitare gli edifici ed incontrare alcuni rappresentanti della famiglie degli studenti per discutere delle criticità presenti e degli eventuali interventi possibili“.

Fonte: il Sicilia. it

Comune di Ustica – Nomina Assessore Comune e conferimento deleghe


^^^^^^^^^^^^

CONGRATULAZIONI

Da Palermo Mimmo Drago

Congratulazioni caro Pietro per questo nuovo ed importante incarico!!! Auguri!!!

^^^^^^^^^^^^

Da Altofonte Rosalia Clara Salerno

Congratulazioni  Pietro,penso che questa nomina te la sia proprio meritata.Chi semina, prima o poi,raccoglie.

Auguri e buon lavoro.

Toto’ Maggiore

^^^^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Salvatore Maggiore

Congratulazioni  Pietro,penso che questa nomina te la sia proprio meritata.Chi semina, prima o poi,raccoglie.

Auguri e buon lavoro.

Toto’ Maggiore

Da Palermo Roberta Messina

Auguri Pietro! A tua disposizione per supporti VOLONTARI su attività produttive, pari opportunità e politiche giovanili 🙂

^^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Sergio Fisco

L’intelligenza, il garbo e l’indipendenza sempre applicate da Pietro Bertucci nella  conduzione diuturna di Ustica Sape con cui ha saputo condurre con saggia moderazione ma con fermezza importanti battaglie nell’interesse unico della comunità giustificano la mia previsione di altrettanto impegno nella gestione delle responsabilità assegnategli. Sono certo che nella nuova veste saprà fornire alla comunità ciò che essa attende da un amministratore pubblico. Gli auguro un proficuo lavoro e gli formulo vive felicitazioni.

^^^^^^^^^^^

Da Roma Franco Foresta Martin

Caro Pietro, affettuosi auguri per il tuo nuovo incarico! Franco

^^^^^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Ottima notizia.
Pietro Bertucci ha esperienza, conoscenze di leggi e regolamenti Comunali e non, conosce il tessuto usticese, ha abnegazione, onesta’ intellettuale e, senza dubbio alcuno, fa sempre tutto nell’interesse della Comunita’. Pietro e’ davvero una persona che ” ha l’isola nel cuore ” per come recita il suo blog. Non poteva essere fatta scelta piu’ azzeccata.

L’Amministrazione, come l’Economia Nazionale, sta decollando, ora cominciano a vedersi frutti sostanziosi e la nomina del Neo Assessore ne e’ la conferma.

Auguriamo a Pietro e a tutto lo staff un ottimo lavoro.

^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Mario Oddo

Nella duplice veste di amico e collaboratore di “Usticasape” non posso che  apprendere con grandissimo piacere la notizia della nomina di Pietro Bertucci ad Assessore comunale a seguito  dell’ampliamento del numero dei componenti della Giunta.

Sono più che certo che il neo Assessore si appresta a spendersi nel suo nuovo ruolo mettendo al primo posto il bene e l’interesse dell’isola e della intera comunità usticese. Ne conosco la innata predisposizione al massimo impegno quindi sono sicuro che, in sinergia con la “squadra”, saprà essere all’altezza dell’impegnativo compito che gli è stato affidato.

All’Assessore Bertucci le mie congratulazioni con gli auguri di buon lavoro!

 

Comunicazione del Sindaco. Dimissioni Assessore.


Download (PDF, 200KB)

Comune Ustica, dimissioni V. sindaco Delfina Natale e nomina nuovo assessore Salvatore Compagno


Download (PDF, 133KB)

Ustica, l’Assessore Camillo Padovani consegna riconoscimento all’Ammiraglio Pace


Ustica, l'Assessore Camillo Padovani consegna riconoscimento all'Ammiraglio Pace
Ustica, l’Assessore Camillo Padovani consegna riconoscimento all’Ammiraglio Pace

Comune di Ustica, nomina terzo Assessore


Download (PDF, 119KB)

Cumulo gettone di presenza e indennità di funzione assessore comunale


Download (DOCX, 26KB)

Collegamenti con le isole minori, due gare vanno deserte

L'assessore regionale alle Infrastrutture, Giovanni Pizzo
L’assessore regionale alle Infrastrutture, Giovanni Pizzo

Prevedevano l’aggiudicazione di tutte le tratte per cinque anni ad un prezzo di 42 milioni di euro

PALERMO. Lancia l’allarme l’assessore alle Infrastrutture della Regione siciliana Giovanni Pizzo perché sono andate deserte le gare per l’appalto dei trasporti per le isole. Non è arrivata alcuna offerta per i quattro mini bandi del servizio integrativo di collegamento marittimo con Pantelleria, Lampedusa, Linosa e Ustica.

Ieri le due gare complessive andate deserte. Queste prevedevano l’aggiudicazione di tutte le tratte per cinque anni ad un prezzo di 42 milioni di euro. Sono 14 società nazionali ed internazionali invitate dall’assessore Giovanni Pizzo a fare un’offerta per almeno una delle tratte Palermo-Ustica, Trapani-Pantelleria, Porto Empedocle-Lampedusa e Linosa-Lampedusa non hanno ritenuto conveniente partecipare alle gare.

Il rischio di danneggiare il settore turistico, poiché la stagione dovrebbe già essere aperta. Il presidente della Regione Crocetta, ha sentito l’assessore Pizzo per affrontare in termini di urgenza il tema della carenza di trasporti su Lampedusa e Linosa. Cernano di affrontare l’emergenza. Nelle ultime ore con l’assessorato è in contatto con la Prefettura di Agrigento e con il sindaco di Lampedusa, Giusy Nicolini.

“La stagione estiva – dice il presidente Crocetta – non può essere compromessa dagli interessi dei cartelli della navigazione che puntano a un aumento ingiustificato delle tariffe. L’assessorato sta pensando ad una procedura d’urgenza per l’affidamento del servizio di cui sopra, che potrebbe concludersi immediatamente”.

Fonte: Giornale di Sicilia
di Silvia Iacono
— 20 Giugno 2015
^^^^^^^^^^^^

OSSERVAZIONE

Nella nota si legge che il Presidente Crocetta ha sollecitato l’assessore Pizzo “per affrontare in termini di urgenza il tema della carenza di trasporti su Lampedusa e Linosa”.
Presidente Crocetta perché vengono prese in considerazione solamente Lampedusa e Linosa? E’ stato deciso di emarginare Ustica perché non ha peso politico?..

PB

Trasporto marittimo con unità veloci da Palermo/Ustica e viceversa – Richiesta Incontro.


 

Richiesta incontro urgente

 

Gruppo Consiliare di Minoranza

 

Ustica, lì 05 Gennaio 2015

All’Assessore Dott. Giovanni Pizzo
Assessorato Regionale delle Infrastrutture e  della Mobilità
Regione Siciliana – Via Leonardo da Vinci, 161 – PALERMO

A S.E.    Dott.ssa Francesca Rita Maria Cannizzo
– Prefetto di Palermo
Prefettura di Palermo – Via Cavour, 6

Oggetto: Trasporto marittimo con unità veloci da Palermo/Ustica e viceversa – RICHIESTA INCONTRO.

Con riferimento alla nostra precedente richiesta di incontro urgente, inoltrata in data  19/12/2014 relativamente all’oggetto, si rappresenta alle SS.LL. che i problemi sia di ordine sanitario che sociale (scuola, assistenti di sostegno, fisioterapisti) si sono e si andranno ulteriormente ad aggravare in conseguenza della interruzione del collegamento marittimo integrativo Palermo/Ustica.

Rilevato che, ad oggi, nessuna risposta ci è stata fornita in merito alla richiesta inoltrata, i  Consiglieri Comunali del gruppo di minoranza “L’Isola” del Comune di Ustica

REITERANO:

la richiesta di un incontro urgente al fine di definire procedure e modalità per la ripresa del servizio indispensabile per la comunità usticese.

Si sottolinea, inoltre, l’urgenza e l’indifferibilità di tale incontro in quanto la popolazione, sino ad ora in tranquilla attesa, è pronta ad intraprendere azioni di protesta che potrebbero sfociare in problemi di ordine pubblico, anche attraverso uno sciopero generale che potrebbe interessare taluni servizi essenziali.

Eventualità che vorremmo tutti scongiurare e, ritenendo che l’unica strada per evitare forme di protesta estrema è rappresentata dal dialogo tra cittadini ed Istituzioni, si confida nel comune senso di responsabilità e si rimane in attesa di un sollecito riscontro da parte delle SS.LL..

Il Capo Gruppo Consiliare
( Felice Caminita)

Si trascrive il nostro riferimento telefonico ed email:
Consigliere D’Arca Francesco : 3385748343
Consigliere Caserta Carmela : cons.casertac@pec.comune.ustica.pa.it

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Salvatore Militello

Salvatore Tranchina, di bene in meglio… ossia peggio!!! E va bene così…. loro bisticciano per le poltrone ed i Cittadini PAGANO ed alla fine soffrono.!!! Vuol dire che parleremo solo col Prefetto e se anche questo ci darà forfait… vuol dire che faremo uno sciopero… insomma qualcosa dobbiamo fare visto che chi dovrebbe fare non fa… anzi fa di tutto per “confondere”… Gliel’ho detto in faccia, in assemblea cittadina,: c’è un momento per la politica ed un momento per la soluzione dei problemi ai Cittadini. Ed allora quando la finiamo di fare solo politica, curando solo gli interessi del partito? Quando saranno curati gli interessi dei Cittadini?

^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Salvo Tranchina

L’assessore Pizzo è quello che sta per dimettersi? In Regione c’è solo la giungla.

 

Ustica: Estratto dall’assemblea cittadina del 17/10/2014 – Sindaco: perchè ho tolto la fiducia all’assessore Ajovalasit

Comune

Sindaco – …Io sono sempre dell’idea che quando le persone decidono di  discutere per trovare un punto d’incontro si cercano vicendevolmente e lo trovano…

Giovanni Tranchina (tacco)- Come mai tu con Valeria Ajovalasit  non hai trovato questo  punto d’incontro?… Perché con Valeria non sei riuscito a trovarlo…

Sindaco – Valeria era già stata sfiduciata dal Consiglio Comunale una sera di marzo quando, dopo una settimana di follia, dopo avere compiuto una serie di stupidaggini, tutte concentrate in una settimana, che hanno riguardato le telecamere, la RAI, la biblioteca e il rapporto con la minoranza il consiglio comunale ha fatto un processo nella stanza del sindaco, a marzo, che non è trapelato, ma che oggi voglio raccontare…
La Ajovalasit  stava facendo l’assessore malissimo occupandosi del suo orticello, avendo una metodologia di lavoro che non coinvolgeva nessuno, che tendeva a denigrare  le consigliere Clementina e Emanuela Vena  che interferiva con le competenze dei vari assessorati che entrava nelle cose che non erano di sua competenza e che si atteggiava in un modo che non aveva niente a che vedere con lo spirito di squadra.

È stato fatto un processo sulla base di atti concreti e tutto il consiglio (qui sono tutti presenti e lo possono raccontare), e stiamo parlando di marzo identificabile con la vicenda delle telecamere e poi ci fu la RAI, poi ci fu la biblioteca, poi ci fu il rapporto equivoco tenuto con la minoranza pur di portare avanti una  sua linea in conflitto con i consiglieri comunali della maggioranza e tutti i consiglieri all’unanimità le hanno detto che doveva cambiare registro…. A marzo!…
Se un sindaco vede tutti i consiglieri contro un assessore la prima cosa che fa, per tenere la maggioranza,  è quello di dire “assessore deve accomodarti” perché non sei in grado di tenere il gruppo, anzi hai lavorato contro il gruppo sperando di …  Addirittura, pur di ottenere il  suo risultato, si è messa  contro i suoi consiglieri e chiedere l’appoggio della  minoranza . Questi sono i fatti! Tutti i consiglieri qui presenti possono testimoniare che già a marzo il rapporto di fiducia tra il consiglio comunale e la Ajovalast si era rotto, concluso…
Raccontiamo tutta la verità… allora non abbiamo fatto trapelare niente…
Continue reading “Ustica: Estratto dall’assemblea cittadina del 17/10/2014 – Sindaco: perchè ho tolto la fiducia all’assessore Ajovalasit”

Vittoria Salerno nominata nuovo assessore del comune Ustica


Vittoria Salerno  Il Sindaco  Attilio Licciardi ha nominato  nuovo assessore del Comune di Ustica Vittoria Salerno, in sostituzione di Valeria Ajovalasit alla quale, in precedenza, aveva revocato le deleghe. Al nuovo assessore sono state affidate le deleghe: Beni Culturali e Archeologici, Pari Opportunità ed Energie Rinnovabili. A Vittoria i migliori Auguri di Buon Lavoro!

 

Assetti della giunta – Revoca della delega All’Ass. Valeria Ajovalasit (seconda parte)


 

Riccardo Cannella  (giovane promotore incontro)  domanda – Considerato il ruolo di rilievo che ha avuto la Valeria Ajovalasit in campagna elettorale. oltre alla preparazione professionale e politica,  quali sono state le cause che hanno determinato la revoca dell’incarico di assessore?

Attilio Licciardi (Sindaco) –  ho ritenuto, che per la delicatezza della questione, la comunicazione attraverso facebook di una risposta, per quanto articolata, per quanto precisa, avrebbe potuto alimentare non un chiarimento ma ulteriori  equivoci… Mi fa piacere comunicarla in questa sede.
La vicenda di Valeria Ajovalasit è relativa alle iniziative che noi abbiamo assunto e che riguardano  una delle problematiche più grosse dell’Isola dal punto di vista ambientale,
depuratore non funzionaIl cattivo funzionamento di un depuratore comunale  costituisce, per tutto il territorio nazionale, e per Ustica in particolare, perché sede di riserva marina, una questione cruciale, uno dei  grandi problemi ambientali…  Nel nostro caso è avvenuto che abbiamo assunto l’iniziativa, a seguito di una relazione tecnica che testimoniava che il depuratore versava a mare acqua non depurata, di segnalare  alle autorità competenti (Provincia, ARPA, Territorio e Ambiente e la Regione) questa criticità importante dal punto di vista ambientale e dal punto di vista igienico sanitario..
Di fronte a questa iniziativa abbiamo (Amministrazione comunale e io per primo) ottenuto un incontro al Dipartimento Acque e Rifiuti a cui abbiamo evidenziato i fatti  per renderci conto come era possibile gestire questa criticità.
A seguito di questa iniziativa la Capitaneria di Porto è intervenuta e ha deciso di sequestrare il depuratore che era  in uno stato di abbandono pluriennale e conseguentemente, come atto dovuto,  tre persone dell’amministrazione sono state  indagate (il sindaco, il Capo Ufficio Tecnico e l’ing. Addetto al depuratore).depuratore sotto sequestro
È notizia di questi  giorni che il comune di Ustica, quindi la comunità usticese, dovrà pagare 3 illeciti amministrativi che, registrati nel 2010, 2011 e 2012, perchè il depuratore non era in linea con i parametri previsti per legge (scaricava a mare acqua non depurata).
A fronte di questo ho Continue reading “Assetti della giunta – Revoca della delega All’Ass. Valeria Ajovalasit (seconda parte)”

Ustica: Defenestrazione dell’assessore Valeria Ajovalasit


 

Assemblea chiarificatrice

 

 

Gruppo Consiliare di Minoranza

 

Abbiamo appreso nei giorni scorsi che il Sindaco, Attilio Licciardi, ha ritirato le deleghe all’assessore Valeria Ajovalasit lasciando parecchio perplessi non solo tanti cittadini usticesi ma, anche noi, Consiglieri di minoranza, che tutto ci saremmo potuti aspettare, persino il sequestro del depuratore da parte dell’Autorità Giudiziaria ma, la defenestrazione dell’assessore Ajovalasit no!.

Ci ha sorpresi questa notizia, come un fulmine a ciel sereno, perché non c’è stata occasione dove il Sindaco non ha magnificato l’attività del suo assessore lodandone l’impegno, ora per la biblioteca comunale, ora per l’area marina protetta, importante volano per l’economia dell’Isola.

Nulla lasciava presagire quello che poi è accaduto ed a proposito: cosa è accaduto di tanto grave, ed in così breve tempo, da determinare l’uscita di scena dell’assessore Ajovalasit?. Non è dato sapere ed immaginiamo che non ci sarà la consueta assemblea cittadina, per spiegare le ragioni che hanno portato ad una decisione così importante.

Già, perché, non si tratta di avere dimissionato uno degli assessori comparsa che in giunta fanno da “contorno” al Sindaco, l’assessore Ajovalasit, per la sua storia personale ed anche per il peso delle deleghe di cui era titolare, meritava maggiore rispetto ed in questo senso noi consiglieri di minoranza ci sentiamo di esprimere la nostra solidarietà a Valeria, per come è stata trattata e per come si è voluto mortificare la persona nel suo animo senza avere il minimo di considerazione e di stile.

Non vogliamo addentrarci in congetture più o meno fantasiose che possono avere determinato una decisione politicamente così pesante sia, perché, non lo hanno capito nemmeno all’interno della stessa maggioranza sia, perché, tutto ciò non ci meraviglia avevamo visto giusto non si vuole governare l’Isola di Ustica si vuole regnare e nessuno deve disturbare il monarca .

La storia di tempi non tanto lontani racconta un aneddoto sulla persona di Re Faruk, ultimo re di Egitto, il quale, amante delle carte da gioco, era noto per la frequentazione di casinò. Una sera, si racconta, ebbe ad un tavolo da poker, una scontro con un altro giocatore e dopo una serie di considerevoli rilanci il Re disse “vedo”. L’altro giocatore allora scopri le carte e disse “poker di dieci” il Re imperturbabile lo guardò e senza scoprire le carte affermo: “poker di Assi” aggiungendo “parola di Re!”  l’avversario non disse nemmeno una parola ed il Re si prese il piatto.

Due ultime brevi considerazioni: ad Ustica non ci sono Re e soprattutto vogliamo vedere le carte.

F.to  I consiglieri di Minoranza
Felice Caminita
Basile Silvia
Caserta Carmela
D’ Arca Francesco

Ustica: La Giunta Licciardi perde un “grosso” pezzo…


 

ajovalasit_valeriaIeri abbiamo appreso  che il Sindaco di Ustica Attilio Licciardi aveva  revocato l’incarico all’Assessore Valeria Ajovalasit, con delega  allo Sviluppo Sostenibile e di Genere, all’Area Marina Protetta, alla Riserva Terrestre, alle Attività Produttive (pesca, agricoltura, commercio, artigianato), ai Beni Culturali e Archeologici, alle Pari Opportunità, alle Energie Rinnovabili – un assessore, come si vede,  di “peso”. 

Le motivazioni risultavano essere: “essendo venuto meno il rapporto fiduciario…”. Sono sempre le solite “ciclostilate” motivazioni  che si leggono, in simili occasioni,  quando si cerca di nascondere la verità che ha fatto maturare  il ritiro delle deleghe .
Noi crediamo che il sindaco  da “buon democratico”, per non lasciare spazio ad illazioni o chiacchiere da bar,  facili da montare in un paese piccolo come il nostro, nel comunicato ufficiale o subito dopo farà conoscere quando e perchè è venuto meno il rapporto di fiducia con l’assessore Ajovalasit.

PB

 

Ustica: Assessore Assenteista


[ id=21411 w=320 h=240 float=center]

Intervento di Mario Oddo – candidato Assessore nella lista civica “l’ISOLA”


Mario Oddo 3 (3)Un saluto ed un grazie ai numerosi presenti. Grazie inoltre a Salvatore Militello che mi ha voluto designare in questo ruolo all’nterno dii una “squadra” della quale sono onorato di far parte. E’ un gesto di fiducia; mi auguro che le cose evolveranno per noi in modo tale da poter dimostrare di averla del tutto meritata. Una breve annotazione personale. Qui al Ustica non ho interessi, non ho terreni, non ho proprietà immobiliari; per la verità una piccola proprietà ce l’ho ma … spero di andarla ad abitare il più tardi possibile. Ho un’età che generalmente con una etichetta romantica ma nello stesso tempo cruda si suole definire “al tramonto” ma vi assicuro che ho entusiasmo, energie e idee quanto basta per affrontare una eventuale gestione che si presenta impegnativa ma lo sarà un pò meno se sapremo portarla avanti tutti insieme all’interno e fuori dalla Casa comunale. E quando dico “tutti insieme” rivolgo un accorato appello agli amici di Ustica Democratica: ci sono problemi di tale importanza per l’Isola che dividersi sarebbe il massimo dell’autolesionismo; bisogna che tutti facciamo ogni sforzo per cercare e trovare più punti d’incontro possibili e per la verità dalle dichiarazioni che in questi giorni ho letto e sentito debbo con piacre constatare che i presupposti ci sono tutti. Sarebbe una bella svolta, una prima vittoria non solo reciproca delle liste in lizza ma dell’intera comunità isolana. Le divisioni, gli attriti ideologici e personali, le dietrologie rappresentano un freno in un momento in cui si vuole, si chiede, e si deve assicurare all’Isola una forte accelerazione. Che Assessore sarò ? Prima posso dirvi quello che NON sarò: non sarò un Assessore “fantasma” , non sarò un Assessore “chi l’ha visto ?”, non sarò un Assessore  che organizza gare di sci a Ferragosto. Sicuramente mi spenderò in favore delle attività sociali, culturali, sportive, ricreative e simili. Ma c’è un ruolo che curerò particolarmente, quello che che ho battezzato di “Assessore ambulante”; specie nel periodo estivo girerò in veste informale  tra i turisti; scambierò con molti di loro, a campione, quattro chiacchiere in piazza, per strada, nei luoghi di balneazione, nelle “hall” dei loro alberghi per ricavare sondaggi utili a farci comprendere se in tema di accoglienza, strutture, servizi, svaghi, costi e quant’altro siamo in grado di rendere soddisfacente e quindi potenzialmente ripetibile il loro soggiorno ad Ustica. Porterò all’interno del “Palazzo” comunale critiche e suggerimenti perchè in quella sede se ne faccia opportuno tesoro. Farò da “registratore umano”; sarò una figura-ponte, nuova per quanto ne sappia, tra l’Amministrazione comunale e la gente, residente o ospite che sia. Quello che vi ho illustrato è un progetto all’interno del programma della nostra lista “L’Isola”. Confido che l’elettorato usticese vorrà orientare verso Salvatore Militello e Candidati consiglieri i consensi numericamente necessari per poterlo compiutamente realizzare. Grazie !

Comunicazione


 

Avrà luogo con ogni probabilità mercoledì nel primo pomeriggio a Palermo l’incontro tra l’Assessore regionale ai trasporti, i dirigenti regionali dell’assessorato ed il sindaco di Ustica

Aldo Messina.

Sulla lettera al cugino – due osservazioni di Mario Oddo


Giovanni, ho letto con la dovuta attenzione la tua analisi alquanto impietosa; non entro in generale nel merito delle tue osservazioni in quanto al contrario del Sottoscritto ritengo abbia dal tuo osservatorio interno istituzionale numerosi “punti d’appoggio”, condivisibili o meno, per sostenerle. Su due particolari però desidero dire la mia. Primo, che il Sindaco abbia la predisposizione al “faccio tutto io” credo che sia un atteggiamento che non risale certo ad oggi; già due anni fa in un mio intervento su questo Sito ebbi in proposito a definirlo metaforicamente un “one man band”. Evidentemente ha sempre ritenuto di poter svolgere più compiutamente il suo ruolo in questa condizione di solitudine anche se obiettivamente non va ignorata una costante attività dei suoi più stretti collaboratori che proprio perché “silenziosa” gode all’esterno di minore visibilità.; con quali risultati ? beh !, se una certa “vox populi” come capita di sentire spesso in questi ultimi tempi invoca ad alta voce il subentro al più presto di un commissario con compiti di “reset” verso l’attuale Amministrazione un motivo ci sarà certo. Secondo, capitolo Dott. Mistretta. Nessuna meraviglia, bisogna riconoscere ad Aldo Messina una grande coerenza; fedele al suo credo in fatto di Assessori al Turismo al Comune di Ustica “se non sono fantasmi non li vogliamo” ha affidato la delega a chi ha assicurato continuità alla stessa invisibilità del suo predecessore ovviamente non mi riferisco al Sig. Felice Giardina. A suo tempo il Sindaco lo ha preferito ad altri dal curriculum certamente molto ma molto più modesto non ritenendoli affatto all’altezza della situazione. Avesse avuto a fianco un “asino vivo” al posto di un “dottore morto” forse la Comunità locale oggi ne avrebbe avuto qualche beneficio in più. Giovanni, stendo un velo pietoso sulla pretesa e ottenuta tessera VIP (viviamo ancora all’epoca del “lei non sa chi sono io ? ”) e concludo, non senza salutarti, con un consiglio da amico che mi auguro accetterà “sportivamente” al Dott. Giuseppe Mistretta che sono certo condividerai e con te in molti: con tutta la condivisione per la sua passione per le immersioni sarebbe meglio per il bene della Comunità usticese che Lei ogni qual volta sull’Isola la testa la tenesse sopra il pelo dell’acqua e non sotto ….

Mario Oddo

^^^^^^^^^^^

Da Palermo Eliana Dominici

Grandissimo Mariuccio come sempre e come sempre analisi completa ……

^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Mario, condivido le tue osservazioni, che non dovrebbero rimanere solo parole scritte, e ne aggiungo una molto semplice e profonda che riempie gli occhi, il cuore e l’immaginazione di chi legge, anche se non e’ di Ustica, e mi rifersico al bellissimo soprannome ( ‘nciurio ) ‘ detto “Il Telebano”, prodotto di pregiata fattura della fantasia popolare, che orgogliosamente Giovanni esibisce come un ” titolo nobiliare “

L’assessore Mistretta Risponde…


In relazione alla lettera del sig Angelo Tranchina vi scrivo quanto segue:

Sono legato all’isola dell’amore per il mare. Ho sempre frequentato Ustica, ovviamente non potevo conoscere le dinamiche che si sprigionano nell’isola che fanno male solo a se stessa.
Entrando nel merito del torneo di tennis da me promosso ad Ustica faccio presente quanto segue: certamente avevo raccomandato agli organizzatori di utilizzare tutte le strutture dell’isola. I partecipanti hanno chiesto le strutture a tre stelle e molti di loro conoscendo già l’isola hanno richiesto gli alberghi dove solitamente soggiornano.
Con rammarico devo dire che gli organizzatori che avevano accettato ben volentieri di portare ad ustica un torneo che ha riscosso molto successo a Pantelleria, già mi hanno fatto presente che il prossimo anno preferiranno un altra isola.
Siamo riusciti a farli fuggire prima dell’arrivo. Non credo che tutto ciò sia edificante. Per il resto rimango a disposizione per ogni altro ulteriore chiarimento e faccio presente che si cercherà fino alla fine di far partecipare quanto più operatori possibili.

Assessore Giuseppe Mistretta

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Fabio Ailara

Ripeto che la classificazione non la faccio io e neanche è facoltativa, ci sono dei parametri mini che le strutture devono avere per ottenere le diverse classificazioni come misure camere, servizi in camera, servizio portineria H 24, personali bilingue, mini bar, aree comuni, hall, camere per poratori di handicap 1 ogni 7 camere e a meno che l’hotel è tutto su un piano l’ascensore è obbligatorio proprio per consentire ai portatori di handicap di usufruire di tutta la struttura ecce ecc. Credo che ad Ustica alcuni 2 stelle possono tranquillamente richiedere le tre stelle, basta richiedere la riclassificazione all’ente preposto.

^^^^^^^^^^^

Da Ustica Angelo Tranchina 

Caro fabio, non per fare polemica, ritengo di conoscere la normativa per la classificazione per l’assegnazione delle stelle(se vuoi te ne mando una copia). E’ pur vero, e di questo me ne puoi dare atto che vi sono alberghi classificati a due stelle che nulla hanno da invidiare al tre stelle e mi riferisco ai vari servizi offerti, certo la tua struttura rispetto ad altre offre il servizio ascensore perchè hai creato il quarto piano. Ma bando alle chiacchere, vorrei conoscere quali servizi offri in più rispetto ad altre struttture ?

^^^^^^^^^^^

Da Ustica Elsa Zanca

Bugie, bugie e ancora bugie….. L’assessore “Fantasma” scrive: “certamente avevo raccomandato agli organizzatori di utilizzare tutte le strutture dell’isola”…….non è vero nullaaa!!! L’assessore Mistretta ha sempre a portata di mano un elenco di strutture, formulato da lui stesso, dove organizzare quelle pochissime, anzi direi quasi inesistenti manifestazioni (nel senso che,non ne siamo messi a conoscenza)….Ho capito che questa lista viene effettuata tramite favoritismi….

Sono daccordissimo con la sign.ra Eliana…L’assessore ama il “mare” infatti lui viene SOLO a fare la “VACANZA” ad Ustica….e concordo sul fatto che si può anche dimettere….

Ah dimenticavo!! L’assessore in questione scrive anche: “SIAMO RIUSCITI A FARLI FUGGIRE PRIMA DELL’ARRIVO”….non poteva esserci frase più giusta!!! Lui insieme ad altre persone è riuscito, tramite il “non far nulla”, a far fuggire i turisti prima e dopo mettere piede sull’isola….

E per favore non cerchi giustificazioni perchè siamo stanchi di quello che dice e scrive….

^^^^^^^^^^^

Da Ustica Fabio Ailara

Caro Angelo, la classificazione in stelle viene assegnate in base ai servizi che l’hotel fornisce e non all’ubicazione, non mi sembra di aver mai letto di requisiti minimi dove la location sia menzionata. Molte ditte direi tutte, quando stringono i contratti per i propri clienti con hotels la prima cosa che chiedono è la classificazione e non dove è situato l’hotel, poi a parità di classificazione senza dubbio la posizione assume un ruolo determinante per la scelta.

^^^^^^^^^

Da Ustica Vincenzo Padovani

Egregio Ass. Mistretta, ci tengo a precisare che come dice Angelo non è una questione di stelle, poiché la mia struttura “Le Terrazze Residence”, ristrutturato nel 2007, con tre stelle, gli stessi servizi degli hotel (colazione, riordino ecc.) e una vista panoramica tra le più belle di Ustica, non è stato preso in considerazione. Il problema è che lei non si è occupato di questo torneo e non ha seguito passo passo la sua organizzazione, lasciando la responsabilità ad altri che non conoscono i meccanismi dell’isola e che se ne fregano di fare le cose giuste. Non credo che tutti i partecipanti hanno scelto la loro sistemazione, forse alcuni non sono mai venuti o non conoscono affatto alcune delle strutture convenzionate, e se gli organizzatori per il prossimo anno vogliono andare altrove, facciano pure, certamente è una sua sconfitta e non di Ustica, vuol dire che noi porteremo il torneo di tennis con un’altra organizzazione, magari coinvolgendo il presidente del circolo del tennis di Palermo, Riccardo Polizzi, mio compagno di classe per 5 anni al Duca degli Abruzzi, che non ho voluto disturbare e mettere a conoscenza di questi giochi clientelari e meschini. Salve

^^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Angelo Tranchina 

Egregio Dott. Mistretta sono costretto rispondere alla sua replica , evidenziando che Lei non conoscendo la mia struttura non può fare termini di paragone relativo alle stelle. Avere tre stelle ed aprire una finestra per vedere un muro non è che sia il massimo. Quando verrà qualche volta ad Ustica, visto che è l’Assessore al ramo, ci venga a trovare, solo allora potrà fare delle valutazioni non riferite alle stelle. Naturalmente è la stessa musica evidenziata dal Sig Dell’oglio per camuffare la scelta delle strutture dove fare alloggiare gli ospiti. L’ospitare dieci persone o avere a pranzo o cena 30 persone Le assicuro non mi cambia la vita,il problema è una questione di principio. Parlando col Sig. dell’oglio, lo stesso ebbe a dirmi che questa non è frutto di una sua iniziativa,come lei afferma, bensì dalla stessa associazione che è libera di scegliere le strutture che gli garbano.(vedi STELLA MARINA,- hOTEL cLELIA,-HOTEL GIULIA,- ECC.

La saluto cordialmente e come consiglio la invito a venire ad Ustica a godersi il mare che ama tanto.

^^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Eliana Dominici

Scusate se mi intrometto, ma ritengo, signor assessore , che la sua non sia una risposta a quello che ha scritto Tranchina , ma semplicemente un’evidenza di uno stato che va sempre di più degradando…..Mi spiega come vorrebbe essere parte dell’isola e capire come far si che l’anno prossimo si scelga un ‘altra isola per il torneo , se lei nemmeno ci viene nell’isola dove dovrebbe operare?

Le piace il mare? Ottimo , allora può fare le vacanze ad Ustica o in altre isole e non l’assessore….

Mi scusi per la mia impertinenza.

Ma io amo Ustica sul serio e non è solo ”mare ” , è di più, ma se non ci sono mezzi per far sì che i turisti se ne accorgano …..la colpa di chi è?

Degli usticesi o di chi come lei che non ci mette piede la amministra insieme ad altri?

Troppo riduttivo come giustificazione ……Ci si può anche dimettere…..