Poste italiane emette oggi il francobollo commemorativo di Palermo capitale italiana della cultura 2018


Il Ministero dello Sviluppo Economico – dopo la presentazione alla Sala Archimede, a Palazzo delle Poste, a Palermo  – ha emesso oggi il francobollo commemorativo di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018. La bozzettista è Tiziana Trinca (già autrice della vignetta del francobollo celebrativo stampato per i 50 anni dal terremoto del Belìce) e la vignetta raffigura, rispettivamente a sinistra e a destra, le chiese di Santa Maria dell’Ammiraglio (la Martorana), e di San Cataldo. In alto, a destra, è riprodotto il logo di Palermo Capitale Italiana della cultura 2018. Completano il francobollo la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”. Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente. La tiratura è di 900 mila esemplari, fogli da 28 esemplari. Oggi, primo giorno di emissione, l’annullo sarà disponibile all’ufficio postale di Palermo Centro.

“Quando vengono i miei ospiti internazionali – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – e in questo periodo sono numerosisssimi, alla fine di ogni incontro li faccio affacciare su piazza Bellini e indico le due chiese che avete scelto per il francobollo. Sono la sintesi della vera identità di Palermo, città dove si sono incontrate e  convivono più culture”. Secondo l’assessore alla cultura Andrea Cusumano, “fino a qualche tempo fa la narrazione di Palermo era diversa, oggi è possibile raccontare la città per quello che è stato nei millenni. Tanto che il simbolo di Palermo2018 diventerà dal 2019 quello di Palermo Capitale delle Culture”.  Il francobollo di Palermo Capitale Italiana della cultura è tra i più rilevanti del 2018. “Sono poco meno di quaranta le emissioni di carte-valori postali previste per questo anno in corso con 5 francobolli commemorativi, 5 celebrativi e i restanti compresi nelle serie tematiche -si legge sul sito del Mise – Tra i francobolli più rappresentativi scelti per l’anno 2018 figurano quello dedicato a San Pio da Pietralcina per commemorare il cinquantenario della scomparsa, quello per celebrare il 45esimo anniversario della fondazione dei Bandierai degli Uffizi, ovvero gli sbandieratori ufficiali di Firenze e quello per  Palermo, capitale italiana della Cultura 2018″.

IL PROGRAMMA DI PALERMO CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA

è disponibile sul sito www.palermocapitalecultura.it

COMUNICAZIONE | Palermo Capitale della Cultura 2018
Agenzia The New Place

Ufficio stampa | press@palermocapitalecultura.it

Simonetta Trovato | +39. 333.5289457 –  Gioia Sgarlata | +39. 331.4039019

Comunicazione Istituzionale

Ufficiostampa@comune.palermo.it | notiziecittametropolitanapa@gmail.com

Palermo apre l’anno di Capitale Italiana della Cultura


Palermo 2912018 ( FOTO PETYX PALERMO) Presidente del Cosiglio Paolo Gentiloni alla cerimonia inaugurale di Palermo capitale italiana della culrtura

Un progetto “originale, di elevato valore culturale, di grande respiro umanitario, fortemente e generosamente orientato all’inclusione, alla formazione permanente, alla creazione di capacità e di cittadinanza, senza trascurare la valorizzazione del patrimonio e delle produzioni artistiche contemporanee”. Dalla motivazione del MIBACT si comprende l’unicità e l’essenza del progetto Palermo: una capitale del Mediterraneo la cui ricchezza stratificata si è innestata su una società multietnica che ieri ha accolto e oggi continua ad accogliere. Il progetto ha convinto e stamattina al Teatro Massimo Palermo ha inaugurato ufficialmente l’anno da Capitale Italiana della Cultura: il sindaco Leoluca Orlando ha presentato il progetto, alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni, del Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, del Presidente dell’ARS

Palermo 2912018 ( FOTO PETYX PALERMO) Presidente del Cosiglio Paolo Gentiloni alla cerimonia inaugurale di Palermo capitale italiana della culrtura

Gianfranco Miccichè e del Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Presentato anche il nuovo logo che accompagnerà un intero anno: lo firma una studentessa palermitana dell’Accademia di Belle Arti, Sabrina Ciprì, 22 anni, che ha racchiuso in un unico simbolo, la P declinata dall’arabo, dall’ebraico, dal fenicio, dal greco, a sottolineare le lingue di chi ha gettato le fondamenta della città. Stasera alle 21 al Politeama, il primo degli eventi CENTODIECI di Continue reading “Palermo apre l’anno di Capitale Italiana della Cultura”

PALERMO Capitale Italiana Cultura 2018. La dichiarazione del direttore di Unesco Sicilia, Aurelio Angelini


Download (DOCX, 140KB)