Prelievo acqua presso la casa dell’acqua


Chi ha necessità può ritirare presso il comune la carta per il prelievo dell’acqua.

La carta è caricabile direttamente presso la “casa dell’acqua.

carta casa dell’acqua

Ustica anni ’60 – casa in costruzione, dove è?


Ustica, casa in costruzione

USTICA, INAUGURATA LA CASA DELL’ACQUA


IL SINDACO MILITELLO: “QUESTA INIZIATIVA RIENTRA, A PIENO TITOLO, NELLA PROMOZIONE DI COMPORTAMENTI ECOLOGICAMENTE SOSTENIBILI PORTATI AVANTI DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE”

USTICA – Questa mattina, alla presenza dell’assessore regionale al Territorio e ambiente Toto Cordaro e dell’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità Marco Falcone, è stata inaugurata in via Petriera dal sindaco di Ustica Salvatore Militello, la casa dell’acqua.

Le case dell’acqua sono distributori di acqua pubblica che offrono un servizio a chilometro zero poiché l’acqua arriva direttamente dalla rete acquedottistica. Erogano acqua refrigerata e controllata, liscia o gassata, e permettono di ridurre il consumo di plastica e di anidride carbonica per il trasporto delle bottiglie.

“Questa iniziativa rientra, a pieno titolo, nella promozione di comportamenti ecologicamente sostenibili portati avanti dall’Amministrazione comunale – dichiara il sindaco di Ustica Salvatore Militello – sensibilizzando i cittadini al tema della risorsa acqua”.

L’utilizzo dell’acqua dell’acquedotto, al posto di quella in bottiglia, consente, oltre ad un notevole risparmio per le famiglie, una consistente riduzione dell’impatto sull’ambiente e sulla collettività, attraverso: la riduzione della produzione e smaltimento di contenitori di plastica; la riduzione delle emissioni di gas climalteranti (come la CO2); la riduzione delle emissioni di altre sostanze inquinanti pericolose per la salute come ossidi di azoto, polveri sottili e idrocarburi e la riduzione dei mezzi pesanti circolanti per il trasporto.

“La collettività – aggiunge il sindaco – potrà usufruire del servizio tramite l’uso di schede prepagate e contanti da un minimo di 0.5 centesimi ad un massimo di 0.7 a litro. Inoltre, la casa dell’acqua non è invasiva in quanto le sue dimensioni sono di 2,50 x 300 circa”.

“La sostenibilità ambientale – evidenzia Militello – è sempre stata al centro dell’attenzione della nostra comunità: Infatti Ustica al 31/8/2020 annoverava tra i suoi primati anche quello di avere raggiunto anticipatamente e addirittura superato gli obiettivi fissati entro il 31 dicembre 2020 dal D.M. che prevedeva in KW. 280 la produzione di energia elettrica da fonti energetiche rinnovabili. Al 14/07/2021 la produzione in FER (fonti energia rinnovabile) è stata di KW. 338,64 che hanno evitato di consumare circa 82 tonnellate di gasolio e conseguenzialmente di non immettere in atmosfera oltre 177 tonnellate di anidride carbonica. Tale risultato – conclude il sindaco di Ustica – è indicatore di una sensibilità decennale alla problematica ambientale da parte della nostra comunità e la stessa sensibilità la popolazione l’ha già dimostrata nel lontano 1986 quando a Ustica veniva istituita la prima Area Marina Protetta in Italia”.

Ustica, anni ’60 – Casa in costruzione e torre


Ustica agosto 1963 – ristrutturazione casa, di chi e in che via?


Usticesi nativi ma non residenti… trattati come “stranieri” a casa propria


Lettera aperta all’amico Salvatore , Sindaco di USTICA.

Ho letto con dispiacere, che la società Liberty Lines, non rinnoverà più la Liberty card, tessera che ci permetteva a noi “nativi di Ustica” ,di sentirci parte integrante di questa meravigliosa isola, se mi permetti “la nostra ISOLA ” , ripeto tessera che ci permetteva di avere lo sconto , che ci paragonava o meglio ci faceva sentire nel pagare lo stessa cifra del residente , cioè “USTICESI” nel vero senso della parola, credimi non sono i volgari 15 euro di differenza a tratta, non è questo, non sono i due o tre viaggi all’anno, pagando in più una 50ntina di euro in un anno, ma il modo di essere trattati come “STRANIERI ” in casa propria. Le nostre radici ,i nostri affetti i nostri parenti seppelliti ad USTICA ci danno e ci daranno sempre un Legame che nessuno dico nessuno o nessuna tessera ci potrà mai staccare da questo meraviglioso “SCOGLIO”. Io non so il motivo che codesta SOCIETÀ, abbia preso questo sciagurato provvedimento , ma il tutto ci lascia, (penso di parlare a nome di tutti noi usticesi fuori da USTICA per diversi motivi ) perplessi a dir poco. Ti invito caro SINDACO a poter intervenire in merito e far si che si ristabilisca la tessera come nativi, (ripeto non per lo sconto in merito) ma di farci sentire ancora una volta parte integrante di questa “Meravigliosa nostra USTICA “

Gaetano Nava

^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Salvatore Militello

Ciao Gaetano Nava e tanti auguri. Non avrai letto i miei auguri e relazione… È in atto un dialogo con società, noi e assessorato. Spero di poter dare notizie dopo le festività, cioè quando riparleremo di tale problematica.

Ustica anni ’60 – Natale a casa Lenzi


Ustica, natale a casa Lenzi

Ustica anni ’60 – costruzione casa con vista faro Punta Cavazzi


costruzione casa con vista faro

Ustica, centro storico – vecchia casa


Ustica demolizione case dei pescatori, passaggio storico da ricordare


Ustica demolizione case dei pescatori, passaggio storico da ricordare

Ma Milano ad Ustica siamo tutti italiani… facciamolo per i bambini “RESTIAMO A CASA”

Ustica ristrutturazione casa Caserta in piazza, aprile 1969


Ustica anni ’60 – festeggiamenti a casa Lenzi con balli


Coronavirus, in un giorno 161 denunciati dai carabinieri in Italia: fuori casa senza un valido motivo

https://www.lastampa.it/cronaca/2020/03/11/news/coronavirus-in-giro-in-piena-notte-senza-giustificazione-denunciato-nell-aretino-1.38578750?refresh_ce

RESTIAMO  A CASA ! SE VUOI BENE A TE ED AI TUOI CARI, RISPETTA LE REGOLE; LA TUA PRUDENZA E’ LA SICUREZZA DI TUTTI “


Si trasmettono alcuni files per cercare di dissipare dubbi e perplessità.

La parola d’ordine DEVE essere: RESTIAMO  A CASA ! SE VUOI BENE A TE ED AI TUOI CARI, RISPETTA LE REGOLE; LA TUA PRUDENZA E’ LA SICUREZZA DI TUTTI “

Dobbiamo combattere, tutti insieme, questa guerra contro questo nemico INVISIBILE e solo se tutti quanti adottiamo alcune regole fondamentali, allora ce la possiamo fare.

Seguiamo le regole. Seguiamo i protocolli. Non pensiamo che sono solo gli altri a correre il rischio di infezione: lo siamo io, tu, figli, padri, madri, nonni, tutti i nostri cari.

Pensiamo alle eventuali conseguenze per l’Isola.

Confido nella collaborazione di tutti e principalmente da parte della cittadinanza.

Grazie.

Il Sindaco

Download (PDF, 268KB)


Download (PDF, 143KB)


Download (PDF, 243KB)


Download (PDF, 802KB)

 

 

Riceviamo e pubblichiamo – lettera aperta a tutti i nostri concittadini usticesi


In questi giorni difficili abbiamo cercato, attraverso la nostra pagina Facebook Ustica Domani Amministrazione Aperta, di dare quante più informazioni possibili per tenervi aggiornati sugli atti emanati dal Governo Nazionale, Regionale e Locale. 

Continueremo a farlo perché conoscere il problema e capire cosa ognuno di noi puoi fare è importante. Solo rispettando le regole imposte potremo farcela.

Il nostro pensiero va ai nostri anziani, alle persone sole e ai nostri bimbi e giovani. 

Non dobbiamo scoraggiarci, sappiamo quanto sia difficile, ma insieme possiamo farcela. Disponibili a darvi tutte le informazioni utili.

#IORESTOACASA 

Ma non da soli.

I consiglieri comunali
Renato Mancuso
Tania Licciardi
Vittoria Salerno

Ustica dall’album dei ricordi anni ’60, serata danzante a casa Lenzi


 

La famiglia Robershaw, proveniente dalla California, visita la “casa museo” di Ustica


Da Los Angeles CA Tom Robershaw

Un bel ricordo di un viaggio memorabile. Adoro la storia, quindi e stato un onore vedere questa casa.

 

Ustica dall’album dei ricordi 1962 – festeggiamenti in casa Natale


Ustica, festeggiamenti in casa Natale 1962

Caratteristica casa di campagna, visibili i pomodori appesi al muro


Ustica, caratteristica casa di campagna, visibili i pomodori appesi al muro
Ustica, caratteristica casa di campagna, visibili i pomodori appesi al muro