Comune di Ustica – chiusura Uffici comunali eccetto essenziali


Download (PDF, 274KB)

AVVISO URGENTE – Chiusura scuole Palermo e Provincia


Download (PDF, 135KB)

Riceviamo e pubblichiamo – chiusure delle mense della Società Caronte & Tourist Isole Minori .


Download (PDF, 311KB)

Download (PDF, 318KB)

Riceviamo da Vincenzo Intravaia e pubblichiamo – Chiusure delle mense di bordo Caronte & Tourist


Download (PDF, 225KB)

 

Chiusura cancello ingresso belvedere Rocca della Falconiera


In riferimento alle osservazioni esposte nell’articolo con corredo fotografico apparso lunedì scorso su <Usticasape> il Sindaco Salvatore Militello, mio tramite, rende noto di aver ricevuto, estesa anche per conoscenza al Segretario Comunale, relazione tecnica congiunta dall’Ing. Massimo Verga e dal Comm. Capo Sandro Bertucci dal contenuto come segue:

Dalla verifica effettuata a seguito sopralluogo presso la “Fortezza Saracena” è stato riscontrato che l’intero sito necessita di manutenzione ordinaria e/o straordinaria e in particolare è stato riscontrato che i corrimano dei camminamenti e della staccionata in legno (posta lato nord) necessitano di riparazione in quanto in punti divelti creando pericolo per i visitatori. Pertanto, nelle more che si proceda ai lavori di manutenzione si ritiene opportuno, a tutela dell’incolumità pubblica, procedere alla chiusura del cancello d’ingresso al sito in questione al fine di inibire l’accesso. Opportuno altresi porre attenzione della S.V. la circostanza che anche in condizione di utilizzo usale e necessario prevedere che al sito si acceda con accompagnatore in quanto in tali condizioni si potrebbero prospettare situazioni di criticità. Tanto si doveva per opportuna e doverosa informazione restando in attesa che la S.V. determini in merito”.

Mario Oddo,
portavoce del Sindaco di Ustica
odmar@libero.it

^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Ca Ustica Giovanni Tranchina (tacco)

L’auspicio è che si renda nuovamente fruibile prima dell’estate,ricordando che è in assoluto uno dei siti più visitati dell’isola.

 

Riceviamo e pubblichiamo – Chiusure delle cucine di bordo Soc. Caronte & Tourist Isole Minori


Download (PDF, 157KB)

Ustica, Chiusura confinati


Ustica, Chiusura confinati
Ustica, Chiusura confinati

Ustica, chiusura colonia per bambini


Ustica, chiusura colonia per banbini
Ustica, chiusura colonia per bambini

Ustica, chiusura Caserma Finanza – foto ricordo


Chiusura Caserma Finanza  foto ricordo

Chiusura Brigata Guardia di Finanza

Il Consiglio Comunale di Ustica in data 24-07-2014  ha discusso, condividendolo e approvandolo all’unanimità, un documento presentato dal Gruppo Consiliare di Minoranza, relativamente alla chiusura della Caserma della Guardia di Finanza, che riportiamo a seguire ed è sttao dato mandato al sindaco Licciardi di proseguire il percorso richiesto dal documenti, appunto, a far ritornare ad Ustica la Guardia di Finanza.

——————–

L'Isola (2)

 

Gruppo Consiliare di Minoranza

 

 

Il 1° ottobre dello scorso anno la Brigata della Guardia di Finanza ad Ustica è stata chiusa a seguito della mannaia dello spending review.

È stato cancellato un importante ed essenziale servizio, in un’area depressa il cui punto più vicino è Palermo, che dista 36 miglia da Ustica. .
È stato effettuato un taglio lineare, forse,  in funzione del numero degli abitanti, senza guardare  la cartina geografica, senza rendersi conto del vuoto incolmabile che si è venuto  a  creare, cancellando la storia, quasi centenaria, della Brigata e non tenendo neanche conto delle somme spese per costruire nel 1993 una nuova caserma (non ci sono spese aggiuntive di affitto in quanto lo stabile è demaniale).
E’ stata presa una decisione discutibile, in primis sul piano operativo, senza considerare che spesso Ustica rimane isolata per lungo tempo a causa di condizioni meteo avverse.

Lo Stato ci ha nuovamente abbandonati, lasciandoci al nostro destino,  non riuscendo a capire i disagi e le problematiche che vivono gli abitanti di un’Isola.

La Guardia di Finanza ad Ustica non curava solamente la ricerca e denunzia delle violazioni finanziarie, ma assumeva un lavoro determinante nella sicurezza dei cittadini, compresa la vicinanza ai nostri giovani, specie in alcuni momenti “critici” dell’anno…

Oggi quel lavoro “amministrativo” è demandato, con notevoli sforzi ed impegno, ai Carabinieri ai quali si chiede, inspiegabilmente, sempre di più.

L’impegno delle Fiamme Gialle ad Ustica, in particolar modo per i nostri giovani, è stato sempre un riferimento fisico e psicologico, costante ed importante,  la cui mancanza, in questi ultimi mesi, è stata notata…

È stata una decisione inaccettabile, assunta con pressappochismo, frutto di una politica lontana dalla gente e che provoca nei cittadini disaffezione alla cosa pubblica.

Se il problema era solo di spending review, finanziario, di limitazione dei costi, noi crediamo di avere una soluzione alternativa, quella della riduzione del personale sino al 50% rendendo il posto “citofonico” dopo una certa ora.

Si sperava che in regime di revisione delle spese tagliassero qualche ramo … invece, come nel nostro caso,  hanno tagliato l’intero l’albero.

Noi, come gruppo di minoranza proponente, siamo indignati di fronte all’ennesima umiliazione, ma abbiamo la speranza che dagli scranni di questa civica assemblea si leveranno alte e compatte le voci di sdegno,  ma anche e soprattutto la voglia di fare fronte comune  contro la ingiusta chiusura della Brigata della Guardia di Finanza, formulando un documento comune da inviare a tutti gli organi competenti affinché venga ripristinato tale servizio alla Comunità.

F.to
Gruppo Consiliare di Minoranza

 

Interrogazione stato dell’immobile, dei lavori eseguiti e chiusura scuola dell’infanzia


L'Isola

 

 

Prot. Comune Ustica
1883 dell’8 Maggio 2014

 

Al Sig. Sindaco del Comune di Ustica
All’Assessore Pubblica Istruzione Ustica
Al Sig. Presidente del Consiglio Ustica
E, p.c. Al Sig. Segretario Comunale Ustica

OGGETTO: Interrogazione ai sensi dell’art.18 comma 3 dello Statuto del Comune di Ustica riguardante lo stato dell’immobile, dei lavori eseguiti e chiusura della scuola d’infanzia.

PREMESSO

Che al gruppo consiliare interrogante sono pervenute diverse richieste di chiarimenti da parte di privati cittadini.

Che esiste agli atti del Comune una Relazione di Perizia tecnica del 20/12/2012 a firma dell’architetto Roberto Tripodi che così conclude: …” Si può peraltro dichiarare agibile l’immobile, atto alla funzione di scuola dell’infanzia, sicuro staticamente.”

Che in data 12/03/2014 l’istruttore tecnico Continue reading “Interrogazione stato dell’immobile, dei lavori eseguiti e chiusura scuola dell’infanzia”

Cameroni – Chiusura confinati


[ id=21102 w=320 h=240 float=center]

^^^^^^^^^^^

Da Ustica Salvatore Militello

Ma è un ragazzino… o sbaglio?!

Ex cameroncino chiusura notturna confinati


[ id=18159 w=320 h=240 float=center]

Chiusura confinati


[ id=17963 w=320 h=240 float=center]

Chiusura temporanea delle classi Materna e Medie per deficit strutturali


comune-ustica-5COMUNE di USTICA

Al sig Preside Istituto Comprensivo Ustica

E p.c . Sig assessori
Presidente Consiglio
Responsabile politiche sociali
UTC
Prof Caterina Severino

OGGETTO: Chiusura temporanea delle classi Materna e Medie per deficit strutturali

A seguito di ulteriore sopralluogo presso i plessi scolastici, si sono rilevati notevoli danni nei locali che ospitano le classi Materne ed Medie.

Nell’evidenziare che abbiamo già informato sia la protezione Civile che il Genio Civile, si dispone la chiusura temporanea delle classi in oggetto in attesa che si definisca il loro trasferimento in altri locali

Il sindaco
Dr Aldo Messina

 

 

Richiesta proroga ordinanza chiusura traffico ore serali Centro Urbano

comune-ustica-5COMUNE di USTICA

Ustica 10.09.11

Sig Francesca Barraco

e p.c. Sig Presidente Consiglio
VVUU

OGGETTO : richiesta proroga ordinanza sindacale chiusura al traffico ore serale Centro Urbano.(Richiesta a ns prot 4695 del 09.09.11)

In riferimento alla Sua richiesta in oggetto, sentiti gli uffici competenti, le attività economiche della zona nonché la SiReMar che, in particolare, ha attestato una quasi totale assenza di traffico mezzi in entrata ed una richiesta solo in senso opposto, non si ha motivo di accogliere la Sua proposta.

Il Sindaco
dr Aldo Messina

 

Prolungamento chiusura traffico centro abitato


Abbiamo ricevuto da Roberto Rizzuto la seguente, interessante, nota che volentieri pubblichiamo convinti che la concessione data in deroga all’Ordinanza di chiusura al traffico nelle ore serali/notturne agli amministratori comunali, “per l’espletamento del mandato istituzionale”, ad Ustica è, per usare un eufemismo, scorretta e diseducativa.

Se non si vuole vedere i residenti del centro storico, provocatoriamente, avanzare la medesima richiesta di deroga, le “penalizzazioni/sacrifici” per il bene dell’Isola, devono essere sostenute da tutti quanti i residenti, poiché in nessuna Zona a Traffico Limitato (ZTL) a nessuno di loro potrebbe essere vietato di rientrare in casa propria.

Sindaco, approfitti di questo “assist” per revocare la concessione data “con larga manica”!

Ricordo che sul Suo tavolo, provocatoriamente, da un paio di settimane è ferma una mia richiesta di deroga all’ordinanza, come residente … Quando apporrà un sì o un no in modo che io possa comunicare ai cittadini le Sue decisioni?

P.S. Il prolungamento dell’ordinanza sino all’11 Settembre serve ad evitare che i cittadini residenti (anziani) del centro storico e quelli del villaggio dei pescatori seguano le cerimonie previste per san Bartolicchio?

Pietro Bertucci

^^^^^^

Segue nota ricevuta  da Roberto Rizzuto

 

I residenti usticesi – e i turisti che popoleranno l’isola nei prossimi giorni – possono tirare un sospiro di sollievo e dormire sonni tranquilli. L’ordinanza con cui il sindaco Aldo Messina ha prolungato fino al prossimo 11 settembre la chiusura del centro abitato al traffico di auto e moto nelle ore serali, infatti, ha concesso ancora una volta una deroga agli amministratori comunali, i quali, facendo richiesta, potranno liberamente muoversi a bordo dei propri veicoli “per l’espletamento del mandato istituzionale” e potranno dunque contribuire a preservare il bene comune.

Se dovesse capitarvi di vedere un assessore o un consigliere comunale circolare in motorino o in macchina alle due di notte per le vie del centro, dunque, sappiate che egli è lì che sta lavorando per voi.

Dal momento che tale tipo di deroga non costituisce una novità, saremmo curiosi di sapere quali risultati positivi abbia finora prodotto per la collettività. Lo diciamo, davvero, senza ironia, ma con l’obiettivo, eventualmente, di sottolineare l’utilità della deroga stessa. Saremmo inoltre curiosi di sapere se tra gli infaticabili amministratori che non vogliono sottrarsi ai propri obblighi istituzionali anche nelle ore serali e notturne, ci sia qualcuno pronto a prendere pubblicamente le distanze da tale deroga e a dichiararsi disponibile a espletare “il mandato istituzionale” facendo esclusivamente ricorso alle proprie gambe o magari a una bicicletta…

AGGIORNAMENTO. Con una nota inviata alla nostra redazione, il sindaco Aldo Messina precisa che la deroga è stata richiesta unicamente dai consiglieri comunali, per “motivi istituzionali”, e che la stessa non è stata richiesta dal sindaco o dagli assessori. Sarebbe utile conoscere, aggiungiamo noi, i nominativi dei consiglieri che hanno richiesto e ottenuto la deroga, e sapere che tipo di risultati per la collettività abbiano prodotto le loro “uscite” notturne a bordo di auto e/o moto.

^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Dalla Germania Josè Zagame

…….dalle stelle alle stalle, nel frattempo alla gente cadono le “………..”!!! inizierei cosi’ a scrivere la mia lettera indirizzata a tutti coloro che hanno l’isola veramente nel cuore ed il posto dove vorrebbero viverci tutto l’anno.
Sarebbe fin troppo facile dare la colpa all’attuale amministrazione, (che non ha bisogno di essere difesa da me) pero’ il male, o meglio la caduta della stella Ustica, si puo’ benissimo far iniziare alla fine degli anni ’90! Cio’ significa che l’isola e’ stata amministrata sia dal C.S. che dal C.D. (giusto per puntualizzare) e bene, da allora nessuna amministrazione e’ riuscita a rallentare la discesa verso gli inferi della nostra isola!!! A chi dare quindi la colpa, visto che Giunta e Consiglio Comunale prevalentemente sono rappresentati da nostri compaesani???  Lancio una proposta rivolta a NOI USTICESI che VIVIAMO fuori ru’ scogghiu; perche’ non formiamo una lista nostra e ci presentiamo alle prossime elezioni !!!??? come sindaco propongo Mister Agostino Caserta; a chi legge “lascio” la scelta degli assessori e del Consiglio Comunale!!!
Un’altra candidatura che penso potrebbe dare un’aiuto concreto all’isola sarebbe quella di  Antonino “Nini'” Zanca alla presidenza del consorzio degli albergatori (ammesso che ci sia ancora)…..!!! Spero che la mia proposta-provocazione non offenda tutti coloro che negli ultimi anni, hanno amministrato e amministrano tutt’oggi l’isola! Ovviamente spero di non aver fatto incavolare il Sig. Agostino e Nini’ per averli nominati.
Per quanto riguarda il prolungamento della chiusura al traffico nel centro abitato condivido l’amarezza del compagno Felice e la proposta che Mister Caserta continua a ripetere all’infinito; s’av’affari ‘u svinculu u vuliti capiri o no!!!! solo cosi’, oltre hai problemi gia’ noti , si eviterebbe inoltre, di dover commentare comportamenti di coloro che sono stati eletti per risolvere i problemi e non di crearne degli altri.

 

Dalla Germania Felice Caserta

Certa gente non prova vergogna dato che ha la faccia di BRONZO;Con i miei stessi occhi ho visto una consigliera comunale accompagnare in centro certi suoi ospiti piuttosto giovani una sera in cui io accompagnavo A PIEDI mia madre anziana diabetica e residente in piazza. Dato che questi soggetti non si preoccupano di alcuna critica e ansi si fanno solo delle “grasse” risate alle spalle di tutti quelli che i divieti dell’isola li rispettano, dico a tutti i cittadini: segnatevi i loro nomi e alle prossime elezioni lasciateli A PIEDI. A questi nuovi “sceriffi” del consiglio comunale chiedo: ma avete avuto tempo tra l’accompagnare un amico e andare a mangiare un gelato di notare qualcosa di interessante per il bene della collettività (dato che come obsoleto pretesto avete usato il mandato ISTITUZIONALE anche se alcuni di voi, e lo dico con molta convinzione non conosce nemmeno il significato di tali parole.) Vi sarete sicuramente accorti di tante cose e sicuramente riferirete tutto nell’ambito dei prossimi consigli comunali, vi sarete accorti soprattutto che ad Ustica non viene ormai nemmeno la gente che qui ha casa sua, figuriamoci quelli che devono pagare per avere un letto. Avendo coscienza che così IGNORANTI come siete nessuno di voi che ha abusato del fatto di essere consigliere riesca nelle prossime sedute del consiglio comunale a mettere quattro parole una dietro l’altra per giustificare il vostro vergognoso comportamento o anche per rispondere con l’aiuto di QUALCUNO alle molte critiche dei cittadini comuni e al sottoscritto.

 

Da Ustica Luigi Palmisano

VERGOGNA!!! Sono questi i motivi per cui, parlando con i turisti, mi indigno alcune volte a dire di essere usticese: vergogne di questo genere si vedono solo qui…consiglieri-sceriffi che effettuano ronde notturne con i propri veicoli…per prendere un gelato sul lungomare!

Dilettanti allo sbaraglio!

^^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Scusate la monotonia. E’ stato già menzionato in diverse occasioni che il traffico in paese comporta danni materiali come gas, polveri sottili, caos, rumori, purtroppo moltissimi problemi consequenziali e collaterali non solo per gli usticesi ma anche per i turisti e che l’unico rimedio, come tutti sappiamo, e’ il benedetto ” SVINCOLO”. Purtroppo, si deve notare che ancora molti si rodono il fegato e litigano per tutte queste piccolezze. Bisogna curare non i sintomi ma la malattia. Si può capire che la realizzazione dello SVINCOLO non e’ una cosa facile ma qui viene il bello : bisogna impegnarsi per realizzare!… Ma non e’ neanche difficile, e’ questione di volere, che e’ potere, e di capirne l’importanza!… Siccome il Sindaco si e’ dimostrato favorevole l’Amm.ne, con l’aiuto dei cittadini, dietro petizione e raccolta firme, potrebbe iniziare l’iter per assolvere ad un progetto così importante per l’economia ed il benessere dell’Isola. Tutti abbiamo ragione di lamentarci ma se non si cura la malattia non raggiungeremo mai l’obbiettivo. A mio modesto avviso, per evitare che l’anno venturo si ripeta tutto questo gran baccano per i tre mesi estivi, o che il baccano si trasformi in altro, o che tutti questi disagi si protraggano all’infinito, e’ necessario cominciare a fare molto seriamente passi ufficiali per la realizzazione dello SVINCOLO (che già esiste in forma ridotta) non trascurando la realizzazione di parcheggi interrati, poco fuori il paese, per riqualificare il centro storico.

 

 

Proroga Ordinanza Chiusura Traffico


comune-ustica-5COMUNE DI USTICA

Prorogata sino al giorno 11 settembre alle 24.00 l’ordinanza chiusura al traffico per auto e moto

Il SINDACO

Dr Aldo Messina

Comunicato Stampa


comune-ustica-5COMUNE DI USTICA

Desta profonda preoccupazione per il destino del turismo nell’arcipelago formato da tutte le Isole Minori siciliane, la notizia della chiusura al traffico civile dell’aeroporto di Trapani Birgi, ordinata, per motivi di sicurezza, da lunedì mattina. Si ricorda che la Provincia di Trapani con le isole Egadi, grazie a questo collegamento, era risultata l’unica in Sicilia con incoraggianti numeri in crescita. Si deve constatare che questo disagio, seppur comprensibile nelle motivazioni, va sommato ai problemi sociali che stanno vivendo le isole di Lampedusa e Pantelleria ed alla incertezza nei trasporti in tutte le isole per l’irrisolta problematica SiReMar. Si chiede al Governo Nazionale e Regionale che, al di là dei proclami dell’On Ministro Matteoli secondo il quale “ si è vicini ad una conclusione della privatizzazione di Tirrenia e Siremar nei modi(quali? N.d.r.) e nei tempi(quali? N.d.r.) concordati con l’Ue e previsti dal programma di governo(sic! n.d.r.)”, i Comuni delle Isole Minori Siciliane, vengano coinvolti in scelte che ricadono unicamente sui livelli occupazionali e quindi sulla stabilità sociale locale.

IL SINDACO
Dr Aldo Messina