Ustica, rappresentazione commedia – 1935


Ustica, Rappresentazione Commedia 1935

Ustica, Giovanni “il Talebano” nella commedia Brillante “a littra anonima”


Commedia, Brillante, Ustica, littrra, anonima
Ustica, Giovanni “il Talebano” nella commedia Brillante “a littra anonima”

Ustica, Goffredo nella Commedia Farsesca“ I Palli du Magu Tin Chi Thè”


Goffredo nella Commedia Farsesca“ I Palli du Magu Tin Chi Thè”
Goffredo nella Commedia Farsesca“ I Palli du Magu Tin Chi Thè”

Marco intento a riprendere la Commedia Farsesca “I Palli du Magu Tin Chi Thè”


: Dalla Commedia Farsesca “I Palli du Magu Tin Chi Thè”
: Dalla Commedia Farsesca “I Palli du Magu Tin Chi Thè”

Il Venditore ambulante (Talebano) – dalla commedia farsesca “I palli du magu Tin Chi The”


[ id=20962 w=320 h=240 float=center]

Dalla “A littra anonima” 5


[nggallery id=677]

“A LITTRA ANONIMA” – questa sera replica alle ore 21,30


[ id=16455 w=320 h=240 float=left] Grande affluenza di pubblico ieri sera per la prima  al teatro dialettale Vito Zanca di Ustica per la Commedia brillante in tre atti scritta e diretta da Mariano Scalisi. La Commedia ha raccontato, in un crescendo di situazioni comiche e divertenti, interrotte spesso dagli applausi convinti dei tanti presenti, la storia di un paese tormentato da un gran numero di “lettere anonime” indirizzate alle autorità del paese. Il “bersaglio” principale è stato il Sindaco Don Liborio Signa (Marco Caminita). [ id=16456 w=320 h=240 float=right]Alla fine il regista Mariano Scalisi, chiamato sul palco, soddisfatto, dopo aver ringraziato i numerosi presenti per i calorosi applausi ha detto che “ogni riferimento a persone o cose era puramente casuale”. Questa sera la replica sempre alle 21,30… non mancate.

PB

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Palermo Francesco Menallo 

Interessante la partecipazione emotiva del pubblico in sala ad alcune considerazioni-non solo comiche-dei protagonisti, sull’ipocrisia, sul perbenismo, sull’amore per i figli.

Bella la partecipazione di famiglie al completo con figli piccoli.Dove ti succede, a Palermo, di vedere tanti bambini in un locale pubblico? Anche per un’occasione simile? .

Bravi tutti, qualcuno/a anche esilarante.

^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Teresa e Giuseppe

Ieri sera abbiamo avuto la fortuna, con consiglio di giacomo lo schiavo, di assistere alla recita della commedia. E’ stata fantastica l’interpretazione dei ragazzi bravissimi!! Mariano bravissimo, un impegno veramente grande!!! Complimenti!! E proseguite ancora, meritate davvero tanti applausi, bravi. Teresa e giuseppe.

Commedia Farsesca – “I Palli du Magu Tin Chi The”


Sabato sera (25-02-2012) e domenica (replica), al teatro dialettale “Vito Zanca” – Ustica – è andata in scena: “I Palli du Magu Tin Chi Thè” , commedia farsesca in tre atti scritta da Mariano Scalisi che ha curato, in modo impeccabile, anche la regia..

La storia racconta di un uomo che dopo 18 anni torna al suo paese per vendicarsi di un torto subito ingiustamente da un prepotente, nello stesso periodo il giovane cresciuto da lui come un figlio ritroverà sua madre anch’essa vittima dello stesso prepotente.

Di grande pregio l’interpretazione brillante, spontanea e divertente degli “Attori”, carica di espressività e gestualità che ha coinvolto nel modo ideale il pubblico.

Tanti gli applausi che di scena in scena hanno accompagnato i momenti salienti

Anche la scenografia ed i costumi erano curati nei dettagli.

Bravi! Bravi! Bravi! Veramente bravi… direi meglio di alcuni che si spacciano per professionisti.

L’unico consiglio che mi permetto di dare è di fare attenzione a non programmare le serate quando vi sono in TV incontri di calcio di cartello…

INTERPRETI

Giacomo Lo Schiavo, Vincenzo Tranchina, Elisa Iorio, India Verdichizzi, Tonino Basile, Manuela Salerno, Giusy Caminita, Ninuzzo Lo Schiavo, Marco Caminita, Francesco Tranchina, Angela Caminita, Bartola Martello

Fonico e Luci: Felice Caserta
Costumi: Lilla Licciardi
Riprese: Mark Scully

[nggallery id=448]

[nggallery id=449]

^^^^^^^^^

COMMENTO:

Dalla Germania Felice Caserta

Bravissimi ragazzi, grande dutturi che con tanta pazienza e dedizione dopo tutti questi anni continui ancora a tenere viva una parte importantissima della nostra isola,peccato per coloro che stupidamente preferiscono urlare davanti a uno schermo finto per gente che guadagna milioni piuttosto che ridere ed applaudire questi meravigliosi attori che ancora VIVONO con e per Ustica. Grazie Mariano grazie ragazzi.

P.S. mi dispiace tanto non avere potuto assistere alla commedia, la avrei di gran lungo preferita ad una stupida partita di calcio, anche se come dicono di cartello.

 

Commedia 250° Anniversario 1ª Colonizzazione di Ustica (primo gruppo foto)


In Occasione del 250° anniversario della 1^ Colonizzazione di Ustica è stata rappresentata la commedia “Si Sarpa”, che narra dei primi coloni “liparoti” che sbarcarono ad Ustica il 6 Novembre 1761.
Lo spettacolo non ha tradito le attese ed il numeroso pubblico intervenuto ha apprezzato la storia rappresentata e si è molto divertito.
La commedia è stata scritta da Vittorio Arnò che ne ha curato anche la regia.
Era presente anche una rappresentanza dei liparoti accompagnati dal loro Sindaco Mariano Bruno.
La Commedia verrà replicata il 3 Dicembre nell’isola di Lipari in occasione del gemellaggio dal 2 al 4 Dicembre. Chi si volesse prenotare può contattare direttamente Vittorio Arnò.

[nggallery id=429]

Commedia 250° Anniversario 1ª Colonizzazione di Ustica (secondo gruppo foto)


[nggallery id=430]

Un successo per la Commedia “Si Sarpa”


[ id=10709 w=320 h=240 float=left] Il 26 Novembre è stato un successo per la commedia “Si Sarpa” di Vittorio Arnò che ha festeggiato il 250° Anniversario della 1ª Colonizzazione di Ustica, da parte dei liparoti. Il teatro- colmo di gente, con posti all’impiedi fino fuori- ha risposto con tanti applausi e molta emozione. Molti gli elogi fatti al regista ed agli attori da parte dei due Sindaci, del Dott. Mariano e dell’Amm. Pace. Toccante è stata anche la bellissima filastrocca sulle nostre origini, inventata sul momento dal Sindaco di Lipari Mariano Bruno. Il momento emozionante continua prima con il ricordo di due amici del teatro che ci hanno lasciato: Vito Zanca e Marcello Caserta; e poi con il dono, della cooperativa CIPREA, di due targhette rappresentanti le isole Eolie ed Ustica con la scritta: Gemellaggio Ustica Eolie/ 250° Anniversario della 1ª Colonizzazione di Ustica/ 6 Novembre 1761-2011 che i due sindaci hanno ricevuto. Infine, all’esterno del teatro, una grande scritta illuminata recante il numero 250° contornata da giochi pirotecnici, conclude la serata. Giorno 3 Dicembre vi sarà la replica nell’isola di Lipari. Chi si volesse prenotare per il viaggio del gemellaggio – dal 2 al 4 Dicembre, basta contattare Vittorio Arnò.

Rappresentazione Commedia dialettale


[ id=10661 w=320 h=240 float=center]