Ustica, inpiegati comunali invitati a pranzo in casa Sandro Bertucci


Ustica. Inpiegati comunali invitati a pranzo in casa Sandro Bertucci

Riceviamo e pubblichiamo – il funzionamento degli uffici comunali può essere garantito con procedure nepotistiche all’insegna de “l’ Etat c’est moi”?


Ustica, lì, 2 gennaio 2022

 Spett.le Ustica SAPE
c.a. Signor Pietro Bertucci

Oggetto: il funzionamento degli uffici comunali può essere garantito con procedure nepotistiche all’insegna de “l’ Etat c’est moi”?

  Un amico mi scriveva proprio ieri che l’Isola sembrava essersi svegliata…spinta dalle – rinnovate e datate- problematiche dei trasporti, sembrava che l’apatia invernale dell’isolano medio e degli esponenti politici locali avesse improvvisamente avuto un arresto: Il Sindaco ed il Capogruppo di maggioranza a rivendicare le tante buone cose fatte, nonostante i disastri della passata amministrazione, nonché la pioggia di finanziamenti che rischia di annegare l’isola, grazie alla produttività dell’ufficio comunale che istituzionalmente si dedica alla progettazione.

   La minoranza- compatta- ha rappresentato che magari qualche difetto di informazione nella maggioranza c’era stato, nonché il tentativo manzoniano, nel dialogo del capitolo XIX dei Promessi Sposi tra il conte Zio ed il Provinciale dei Cappuccini, superiore di Frà Cristoforo, di sopire, troncare,padre molto reverendo,· troncare, sopire allontantare…  insomma, di buttare la palla in calcio d’angolo, giusto per usare un paragone caro agli amanti del calcio più di quanto siano le belle lettere.

   Ciò posto, una volta che il dialogo ed il confronto- vivaddio!- si è riacceso, vorrei dire anch’io che il mantenimento di un funzionario ( o due) in un posto pubblico, ignorando tutte le regole per assumerlo ed ignorando i provvedimenti dell’autorità di controllo che sanciscono l’illegittimità della procedura ed il danno erariale conseguente, non sono giustificabili in nessun caso, neanche se ci trovassimo davanti a Renzo Piano o a Le Corbusier oppure, per par condicio, a Gae Aulenti.

  Prevedere, per “aggiustare” col ginocchio tale situazione che si continuava a tenere in piedi,  due bandi con amplissimo margine di discrezionalità per il Sindaco e nessuna predeterminazione della valutazione dei titoli richiesti, significa ritenersi al di sopra non solo delle norme e della morale ma anche dell’intelligenza ordinaria del cittadino medio, tanto più in fase di predissesto.

    Se a questo aggiungiamo la duplice “perla” delle delibere di giunta per il rimborso ( in sincrono!) di sindaco e capo dello utc ( di cui ho detto prima) di sanzioni penali che come è noto sono personali senza avere- ovviamente- alcun capitolo di bilancio da cui farle venir fuori, rinviando la copertura economica ad un’attività futura, incerta e di competenza di altro organo ( il consiglio comunale), ci rendiamo conto che magari qualche difficoltà questa giunta e, più in generale, questa maggioranza sembra averla.

   Non mi sottraggo alle non benevole considerazioni di coloro che ritengono che io manifesti il mio pensiero per evidenti loschi intendimenti ( favorire questo o quello perché amico…) per dire che: il comune ha il dovere di utilizzare il personale in servizio per coprire il ruolo di capo dello utc anche se tale personale non fosse disponibile pur avendo le competenze  e le qualità necessarie.

 Ebbene, mi risulta che tale personale, assolutamente disponibile al fine di venire incontro alle esigenze della sua comunità, è stato spostato dai servizi tecnici a quelli burocratici, in cui le sue specifiche competenze appaiono francamente non ben impiegate; a ciò aggiungo che il mio presunto “amico” arch. Provino, è l’unico idoneo in un concorso già svolto da neanche un anno dal comune e, in base alle norme vigenti, ove si decidesse di coprire il posto vacante con un “esterno” è l’unico titolato ad essere immesso immediatamente in servizio, senza avviare alcuna – ulteriore ed inutile- selezione.

  Quasi dimenticavo : il Sindaco ci ha informati del finanziamento per realizzare il PUDM (Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo) ma forse sarebbe persino il caso che si facesse qualcosa ( dopo oltre tre anni…) per mettere mano al demanio di uso civico di cui fanno parte tutte le coste usticesi.     

  E per ultimo, vorrei ricordare che oltre un anno e mezzo fa avevo rappresentato a chi avesse voluto approfondire che c’era il modo, nonostante le problematiche di bilancio, di procedere a nuove assunzioni a tempo indeterminato indispensabili per la gestione delle notevoli problematiche che attanagliano il comune, nel rispetto delle previsioni di legge e dell’equilibrio di bilancio.

 Mi fa  piacere che, dopo aver bandito ben due concorsi la giunta abbia capito che – prima- c’era qualcos’altro da fare…

     Facciamo del nostro meglio perché il 2022 sia almeno meno peggio del 2021; non continuiano  a commettere gli stessi errori…se proprio dobbiamo, facciamone di nuovi… almeno non ci annoieremo!

Francesco Menallo

 

COMUNE DI USTICA – Attribuzione delle indennità di carica agli Amministratori


Riceviamo dalla consigliera di minoranza Vittoria Salerno e pubblichiamo  l’allegata deliberazione di Giunta Comunale con la seguente nota: “effettivamente è il momento giusto per aumentare…anche se di poco le indennità e fa rilevare che il Sindaco e V. Sindaco hanno dichiarato che  manterranno la precedente indennità”

Download (DOCX, 553KB)

di seguito la deliberazione integrale

Download (PDF, 3.41MB)

Alcune precisazioni dei consiglieri comunali di minoranza in merito all’adesione al patto dei sindaci PAESC


Preme precisare quanto segue. Il termine ultimo per aderire al PAESC era il 13 marzo 2019 ore 12.00. La non adesione nei tempi corretti avrebbe provocato: la perdita degli 11.000 euro messi a disposizione per la redazione del PAESC con decreto assessoriale del 26 ottobre 2018; e cosa ancor più grave, la possibilità per il nostro comune di accedere a finanziamenti rivolti per mettere in pratica le buone politiche per la salvaguardia del nostro clima. Il comune aveva ricevuto lo schema di delibera il 28 dicembre 2018 eppure l’amministrazione attiva, dando colpe agli uffici, ha portato in consiglio comunale la proposta l’ultimo giorno utile ovvero il 12 marzo. Solo la presenza di NOI CONSIGLIERI DI MINORANZA né  ha garantito l’approvazione. Giova ricordare che il PIANO PAES, propedeutico al PAESC, è stato approvato, nella seduta del 28 gennaio 2015, soltanto d’allora maggioranza Ustica Democratica nella totale indifferenza di alcuni consiglieri del gruppo l’isola che oggi siedono nelle file dell’attuale maggioranza non solo assenti in quella seduta ma anche pronti a denigrare la scelta da noi compiuta sul web e non in sede consiliare. Non può che farci piacere notare come a distanza di 4 anni chi ha preferito rimanere assente nei luoghi istituzionali oggi si è Continue reading “Alcune precisazioni dei consiglieri comunali di minoranza in merito all’adesione al patto dei sindaci PAESC”

Corresponsione indennità funzione mensile amministratori comunali


Download (PDF, 114KB)

Comune di Ustica, rischio crollo strade comunali…


Download (PDF, 91KB)

Comune di Ustica, nomina Assessori Comunali


Download (PDF, 119KB)

Impiegati comunali, breve pausa


Comune Ustica, incarico Avv. Fiasconaro Vittorio per resistere contro il ricorso al TAR da parte di consiglieri comunali


Download (PDF, 1.06MB)

Comune di Ustica – liquidazione gettone presenza ai Consiglieri Comunali per l’anno 2016


Con determinazione n.64 del 28-12-2016  avente per oggetto liquidazione gettone presenza ai Consiglieri Comunali per l’anno 2016 il  responsabile  del 1° Settore Servizi Affari Generali.

D E T E R M I N A

di liquidare e pagare ai Consiglieri comunali sotto indicati, quale gettone di presenza, la somma a fianco di ciascuno segnata per la partecipazione alle sedute del Consiglio Comunale per il periodo gennaio – dicembre 2016, nella misura di €. 15,68 a seduta:

  1. ZANCA VITO N. 7                          €. 109,76
  2. AILARA CLELIA N. 8                     €. 125,44
  3. SALERNO VITTORIA N. 8              €. 125,44
  4. MANCUSO RENATO N. 7                €. 109,76
  5. CAMINITA FELICE N. 6                  €. 94,08
  6. TRANCHINA CLEMENTINA N. 7  €. 109,76
  7. LUPO PATRIZIA N. 5                       €. 78,40
  8. D’ARCA FRANCESCO N. 4              €. 67,62
  9. VENA MANUELA N. 7                      €. 109,76
  10. CASERTA CARMELA N. 6               €. 94,08
  11. BELLAVISTA MARIO N. 2               €. 31,36

Dare atto che complessiva spesa ammontante a €. 1.055,46 trova imputazione al capitolo 14.02:

“Indennità Presidente e gettoni di presenza consiglieri comunali”, del Bilancio di Previsione del corrente esercizio ove è prevista la necessaria disponibilità.

CODICE SIOPE N. 1325

 

Consigli comunali sul nulla, per promuovere inutili “passerelle”


Mentre Ustica è attanagliata da un incredibile immobilismo amministrativo si convocano improduttivi, irrilevanti e ravvicinati consigli comunali, con un solo argomento inserito all’ordine del giorno, studiati, forse, per “referenziare” l’operato di qualche “amico”  e non per trattare interpellanze e problematiche varie che da lungo tempo sono in attesa di risposte e meriterebbero più attenzione.

Mi riferisco alle problematica cimiteriali, alle discariche abusive in giro per il paese, al sistema viario esterno che rappresenta un vero pericolo per l’incolumità pubblica e della circolazione veicolare e pedonale, alla mancanza di un furgoncino per l’espletamento dei normali giornalieri lavori del personale esterno, ai gazebo sul belvedere Filippo Vassallo, al trasporto urbano ecc.

Incuranti, nonostante i rilievi della Corte dei Conti, si continua lo sperpero di denaro pubblico, risorse che potrebbero essere utilizzate, in qualche modo (es. sociale), ove quelle disponibili fossero carenti.

In questo caso lo sperpero, in difetto, ammonterebbe a circa 1.000 € considerando solo i costi dei gettoni di presenza ai consiglieri, gli straordinari ai dirigenti che dovrebbero  essere sempre tutti presenti per disposizione del consiglio comunale, la presenza del segretario comunale a scavalco, le utenze ecc. escludendo l“accoglienza”, nella speranza che sarà a carico degli organizzatori  e/o altri…

Il 26 Giugno 2016, domenica, è prevista la presentazione in aula consiliare del P.S.R. 2014/2020 e F.E.A.M.P. alla presenza dell’On. Antonello Cracolici,  Assessore Regionale all’Agricoltura. Questa presentazione  poteva essere fatta al centro accoglienza alla presenza dei cittadini interessati.

Il 1° luglio 2016, invece,  è stato convocato il consiglio comunale perché “saranno consegnate delle insegne di Cittadino Onorario”.
Il fatto curioso e intricante è che nessuno conosce, nemmeno quelli che dovrebbero essere i più stretti collaboratori del Sindaco e del Presidente del consiglio, il nominativo di chi verrà insignito di questa alta onorificenza.

Concludendo ci troviamo ancora una volta di fronte alla convocazione di consigli comunali inutili ed improduttivi, buoni solo per il gettone di presenza.

Pietro Bertucci

Albo cons. On. Cracolici )Albo cons.-page cittadino onorario (1)

 

Corresponsione indennità di funzione Amministratori comunali anno 2016


Download (DOCX, 10KB)

Comune di Ustica – Liquidazione gettoni di presenza ai consiglieri comunali anno 2015

NOTA – I consiglieri comunali che ricoprono la carica di assessore hanno  diritto a percepire il gettone di presenza per ciascuna seduta di consiglio a cui partecipano?

———————–

Download (PDF, 3.17MB)

Adeguamento indennità di funzione e gettoni di presenza Amministratori Comunali.


Download (PDF, 139KB)

Mi è stato chiesto se quei nostri mezzi comunali sono in “ostaggio” o in attesa di manutenzione?


mezzi comunali in ostaggio

mezzi comunaliA

Ustica: Incontro tra cittadini Usticesi e Amministratori comunali (prima parte)


 

giovani incontrano gli amministratoriGiovedì  11 settembre(su invito di Riccardo Cannella) ho assistito, all’ex  Settebello,  all’incontro tra cittadini usticesi  e Amministrazione comunali,  fortemente voluto da alcuni giovani –  Margherita Longo, Riccardo Cannella, Maria Clara Natale,  Jonathan Cecchinel e Martina Natale(nella foto) – al fine di ottenere chiarimenti  su temi quali – il mancato posizionamento delle telecamere in zona porto, gli assetti della giunta, il depuratore, le discariche, le scelte nella gestione dell’AMP.
Abbiamo visto in sala anche il deputato regionale del  PD Fabrizio Ferrandelli,  in passato facente parte della IV commissione Ambiente e Territorio e attualmente Vice Presidente della Commissione D’inchiesta e vigilanza sul fenomeno della mafia in Sicilia. Sarà rimasto soddisfatto da quanto ha sentito?…
Non era presente, invece,  il direttore dell’AMP.
Noi , a scanso di dare un giudizio che potrebbe apparire frutto di prevenzione/pregiudizio, riteniamo utile pubblicare un’ampia sintesi di quanto detto, in tema degli argomenti trattati, in modo che, chi avrà la bontà di leggere, alla fine, si farà una propria opinione sulla validità delle risposte date da parte degli amministratori.

Ha aperto l’incontro la Continue reading “Ustica: Incontro tra cittadini Usticesi e Amministratori comunali (prima parte)”

Indennità Mensile Amministratori comunali – Riceviamo e pubblichiamo

 


COMUNE DI USTICA
1° SETTORE
SERVIZI  AFFARI GENERALI
Determinazione del Responsabile n. 10 del 31/01/14
Registrp Generale n. 45 del 31/01/2014

OGGETTO: Corresponsione indennità mensile agli Amministratori comunali

Indennità di funzioneCOMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw

I cannot understand if this is the compensation per year or month ??

 

Determinazione indennità di funzione amministratori comunali


comune di Ustica di notte La Giunta comunale con determinazione n. 52 del 06/08/2013 ha approvato di mantenere l’indennità di funzione mensile spettante agli assessori ed al sindaco nelle misure sotto specificate:

Sindaco € . 1.680,64
v. Sindaco  € 924,35
Assessori   € 756,29

 

Campi Sportivi Comunali – il punteruolo rosso ha colpito…


[ id=18502 w=320 h=240 float=center]